Vai al contenuto

Un gran casino


Emax82
 Condividi

Messaggi raccomandati

Mi perdonerete il titolo piuttosto banale, ma non so davvero in che altro modo chiamare la situazione in cui mi sono infilato... Vi assicuro che quello che sto per scrivere è vero, non è preso da una sceneggiatura di un patetico film d'amore (d'altronde si sa, la vita sa essere meglio - o peggio - di un film).

Cercherò di essere il più sintetico possibile, dato che la cosa è piuttosto complessa e non mi basteranno alcune righe.
Quindi vi avviso fin da subito che la cosa è parecchio lunga. Non mi offenderò se molti decideranno di saltare a piè pari la discussione :D
Ma allo stesso tempo vi chiedo di fare uno sforzo, perchè mi sento veramente con le spalle al muro e inizio a sentire quella familiare sensazione di disperazione che avevo tanto sperato non tornasse più.Datemi qualche consiglio, vi prego. Non so più che pesci pigliare.

Bon, cominciamo.

Circa un mese e mezzo fa, in palestra, conosco quasi per caso questa ragazza, straniera. M'interessa fin da subito, e in brevissimo tempo ci leghiamo, feeling pazzesco e così via. Io inizio perciò le mie solite avanche, e lei ci sta alla grande. Facciamo anche sesso un paio di volte, senza difficoltà. Ottimo, penso io. E là iniziano i guai. Passano i giorni, e a un certo punto, diventa glaciale: quasi sibilando, mi rivela che lei è la sorella di altre due ragazze conosciute sempre in palestra da me, due tipe che, nei mesi precedenti, mi ero fatto a ripetizione. In tutta tranquillità, come amiche di mutanda con le quali mi divertivo senza troppi pensieri (e loro, voglio sottolineare, ci stavano senza proteste). Alla fine dovetti rompere con una di queste perchè disgraziatamente inizio a provare del sentimento forte nei miei confronti, e io ero uscito da poco da una storia a distanza di sei mesi, intensa ma devastante sotto il piano nervoso. QUindi avevo voglia zero di legarmi nuovamente a qualcuno. Dovetti perciò sparire, evitando ogni contatto con queste due (le quali poi scoprì che si erano messe a litigare per me. Allucinante).Tutte queste cosette le sapeva benissimo la ragazza di cui vi sto parlando ora, e infatti in men che non si dica mi vomita addosso il suo disprezzo, dicendomi le solite robe da moglie offesa quali "non sai tenere il cazzo nei pantaloni", "non si scopa un'intera famiglia" o, questa è il massimo, "ci hai provato tutte e tre, qual è la figa migliore allora?". Io a questo punto, incapace di non ridere per questa sua reazione assurda, visto che ci conoscevamo da un solo mese, le chiedo che cosa ho fatto di così grave, visto che per fare certe cose bisogna essere in due. Cioè, se era così tanto criminale come azione, perchè diavolo nessuna delle due sorelle mi ha detto "stop" prima? E anche lei, perchè ci è stata subito? Ok che ci siamo piaciuti fin da subito, ma vista la facilità con cui sono riuscito ad andare in porto anche con lei, una parte di me ha pensato "qui qualcosa non mi sfugge".
E infatti i miei dubbi trovano presto una risposta: lei, tra le lacrime (ma con anche uno sguardo d'odio che mi ha veramente raggelato il sangue), mi confessa che già mi conosceva, ma non per i racconti delle due sorelle, ma perchè mi aveva già visto in giro (in palestra sì, ma anche per strada) e si era tipo innamorata all'istante di me, tipo infatuazione da ragazzina alle medie. Io lusingato di ciò, le dico che sarò stupido ma ancora non vedo il motivo di questa sua reazione feroce, visto che sono lì con lei in quel momento, chiaramente attratto da lei. Questa risponde che sì, mi amava, ma io non mi sono mai accorto di lei (inutile cercare di farle capire che non l'avevo proprio mai vista, non è che faccio il check di ogni essere umano che vedo per strada), e inizia a dire "forse perchè non ti piacciono giovani (ha solo qualche anno in meno di me!) o "perchè ero grassa o brutta" (e chi cazzo l'aveva mai vista prima di un mese fa?)

Io inizio ad avere difficoltà nel trattenere le risate, perchè veramente stento a credere a quello che dice... reazioni da ragazzina. Allo stesso tempo però, mi ha iniziato a fare tenerezza e a piacermi ancora di più (ahimè). Ma a parte questo, in quel momento veramente non sapevo come prendere la cosa, se non con umorismo. Però la voglia di ridere mi passa quasi subito, non appena mi confessa un'ultima cosa: che la volta che l'ho definitivamente uccisa è stata il giorno in cui mi ha sentito e visto a casa delle sorelle mentre mi sfondavo una delle due sul divano... Da quello che mi ha detto, lei era nascosta in camera da letto, e quando ha sentito la mia voce e quella di sua sorella, nonchè gli inevitabili rumori del divano cigolante (vi giuro), si è alzata dal letto, ha sbirciato per la curiosità... Ed è (dice lei) morta dentro.
Io in quel momento la guardo e mi chiedo se mi sta forse prendendo per il culo, inventandosi tutto come la peggiore delle mitomani. Ma non appena noto che inizia a piangere, incapace di fermarsi, mi si stringe il cuore e la voglia di ridere mi passa del tutto. D'accordo, lo so benissimo che non è colpa di nessuno, soprattutto mia (ne ero inconsapevole, come cazzo potevo saperlo) e che anzi, sotto una certa ottica una cosa del genere è una vera bomba attrattiva per il genere femminile.. Ma vederla così affranta, in quel momento, mi ha fatto dimenticare tutto quello che avevo imparato negli anni, e francamente me ne sono sbattuto anche il cazzo, perchè veramente mi ha fatto male vederla così. Al che inizio a scusarmi anche di cose di cui non ero colpevole, e le dico (in fondo era la verità) che in quel periodo non c'ero con la testa, che ero appena uscito da una mostruosa e faticosa relazione a distanza (adesso l'ho superata, ma in quel periodo mi sembrava di morire) e l'unico mio impulso era scopare tutto quello che si muoveva, in modo da tenere il cervello il più staccato possibile. Inizio ad accarezzarla, darle baci, stringerla a me, dicendole che ora ci sono, sono apparso nuovaemente senza sapere che lei mi conosceva già da prima, e che questo sarà un qualche tipo di segno (per tanti di voi saranno puttanate, e probabilmente avete ragione, ma io in parte ci credo.. secondo me niente accade per caso). E là arriva l'ennesima bordata (devo ammettere che quella nottata/mattinata non me la scorderò più): dice che ora è impossibile, che ormai è troppo tardi, che sta con un altro da qualche mese (casualmente subito dopo che io l'ho "uccisa") e che è INCINTA di sto qua... Là mi casca tutta la baracca (per non dire le palle) e per un po' stiamo in silenzio, mano nella mano a mormorarci a vicenda "che gran casino" e "perchè proprio ora?"... Alternato ad alcuni suoi "maledetto, perchè sei arrivato proprio adesso, dov'eri stato in tutto questo tempo?"

Perdonatemi se sembro un po' troppo melodrammatico nelle descrizioni, ma oltre al fatto che è proprio una cronaca di quello che è successo (niente esagerazioni, tutto vero), è anche per farvi capire l'assurdità della situazione... capitata poi a uno come me, che dopo le batoste micidiali della gioventù ha iniziato a coltivare solo una serie infinita di storie di poco spessore o se serie, con un coinvolgimento per niente così cinematografico.

Cmq sia, alla fine chiudiamo là, entrambi esauriti e rassegnati, e la porto a casa.
Passano i giorni e io, sapendo che non ho nulla da perdere e spinto da una voglia quasi masochista di vedere fin dove posso arrivare, perchè sento che m'interessa davvero TANTO, e anche perchè non voglio chiudere la cosa in maniera così grottesca, continuo a vederla, la cerco e la chiamo... Lei ovviamente ci sta, mi chiama, si fa portare ovunque, stiamo notti intere a scambiarci continui segnali d'interesse fino a quando la passione esplode tutta d'un colpo, come se entrambi fossimo incapaci di trattenerla ancora per molto. Una notte, prima di salutarla, mi salta addosso e iniziamo a scambiarci dei baci dal minutaggio imbarazzante, e da quel giorno ogni dannata sera ci vediamo e continuamo a baciarci, fare sesso, stare insieme e qualsiasi altra cosa che vi venga in mente con una passione quasi folle. Io temo di comprenderne il perchè, avendola vista più volte. Entrambi consapevoli che non c'è un futuro, ci lasciamo andare fin quando il tempo scadrà. E qua arriva la bomba atomica, che mi ha definitivamente tagliato le gambe e messo allo stesso tempo spalle al muro, menomato.

Tra una scopata senza un domani e una serie di slinguazzate chilometriche (robe che stiamo fermi in auto ore, peggio dei ragazzini), mi racconta del suo boyfriend e dei progetti che ha in serbo per loro. Io la lascio fare, non sapendo come gestire la faccenda, Dopotutto, non mi si negava, quindi non ci perdevo niente. Inoltre, speravo che sapendone di più avrei potuto capire se il loro rapporto era una farsa oppure no.
Da quel che ho capito, mi pare che sia proprio la prima, o perlomeno il tipico amore fatuo da parte di uno dei due (indovinate chi) e amore disperato da parte dell'altro (indovinate nuovamente chi).
Insomma 'sto tizio è uno molto più vecchio di lei (ventanni di più), in pessima forma fisica, un super ciccione (non che la forma fisica sia importante, ma è collegata all'informazione seguente) e pure quasi malato terminale per via di una grave patologia cardiaca. Lei lo ha conosciuto tramite dei conoscenti che glielo hanno presentato perchè quest'ultimo si era appena lasciato con la sua ex e non aveva più nessuna voglia di vivere (mah). In lui ovviamente scocca la scintilla, e inizia a zerbinizzarsi nel modo più devastante possibile: tonnellate di messaggi, regali, feste a sorpresa per lei, attenzioni da teenager alla prima avventura amorosa, ecc. Robe che per un ultraquarantenne, insomma, normalmente non ci si aspetta. Lei, incredibilmente, si fa ammalliare da tutta questa merda, e dice che prima di lui non c'è stato nessun'altro che si fosse dichiarato spontaneamente per primo, quindi se ne innamora. Raccontandomi questo, io trattengo a sforzo tutta una serie di facce che la dicono lunga su quello che penso. ma lascio andare. Questa cosa è andata bene (tre mesi) fino a quando non sono apparso io, e da quel momento tutto tra di loro è andato in crisi. E chissà come mai, penso io. Iniziano a litigare, una volta pure in mia presenza, con lei che urlava nel cell e lui che sentivo che diceva "CON CHI SEI?? SEI CON QUALCUNO VERO??". A me è sembrato di fare la parte dell'amante.. ma sapete cosa? Non me ne fregava un cazzo. Anzi ci godevo. Lei è mia e la voglio io. La palla di lardo se ne prenda una del suo livello, cazzo. Lui inizia a farsi vivo più spesso, come se sentisse che c'è un altro predatore, molto più dotato, alle sue spalle. Ed ecco che comincia quella che chiamo io "l'operazione disperazione". Da quel che mi ha detto lei le ultime volte, lui ha venduto un immobile che possedeva perchè vuole andare a vivere con lei (abita con i genitori, questo qua), sposarla, avere figli ecc...

Ah, piccola parentesi. La faccenda della gravidanza è saltata subito il giorno dopo che me l'ha detta. Ha deciso che non lo vuole tenere perchè non si sente pronta, non sa se ne vuole uno da lui, ecc... CASUALMENTE dopo il mio arrivo a mo' di tornado nella sua vita. Io ovviamente non le ho fatto alcuna pressione, sia chiaro. Qui si parla di cose serie e, colto da follia amorosa, le avevo pure detto che se il problema era solo il figlio, ero anche pronto ad assumermi la paternità, se questo avrebbe permesso di farci stare insieme. Follia lo so, ma io di questa sono veramente innamorato. Bel casino.

Cmq, tornando all'"operazione disperazione", il zerbinuomo, più sentiva la mia presenza (iniziando a chiedersi dove abito e cosa faccio... spero di non incontrarlo mai, perchè non mi va di fare a botte con un cardiopatico, finisce che muore per lo sforzo di urlarmi dietro), più iniziava a diventare pressante e frenetico nelle sue proposte indecenti.
L'ultima, fresca di ieri, mi ha fatto cadere nuovamente le palle. E, non mi vergogno ad ammetterlo, una paura fottuta di perderla per sempre. Altro che casa e "ti cerco un lavoro" (lei è drammaticamente disoccupata da tanto tempo. E lui chi cazzo è? Il ministro del lavoro?): le ha proposto di scappare via dall'Italia con lui, in modo da "stare lontano da lui" (cioè io) e divertirsi, vivendo alla giornata.
A me sinceramente oltre che le palle, è caduta anche la mascella. Ma che cazzo di proposta è? Lei ovviamente, ingenua come lo ero io a 16 anni (forse anche ora, ma non così tanto), dice che è un sogno che lui vuole regalarle, perchè gli ha fatto tornare la voglia di vivere e tante altre troiate da resurrezione d'altri tempi. Io, cinicamente, e coglione che non sono riuscito a trattenermi, le ho confessato che più che un sogno a me sembra il desiderio ultimo di un malato terminale che vuole godersi i pochi anni che gli restano con la giovane badante africana. Perchè, alla fine dei conti, lei fa questo per lui. Ora, posso capire che ci sono persone che amino fare gesti del genere alle persone bisognose, e forse sono io che in anni di merda ingoiata a causa di una vita non prioprio facile abbia perso un po' di umanità. Ma la cosa che mi fa incazzare è che questo tizio sia così egoista da non capire che le ha fatto promettere di badare a lui, incurante che una ragazza della sua età debba vivere la sua vita con gente simile a lei, e non con personaggi che, volenti o nolenti, un certo tipo di esperienze le hanno già fatte.

Lo so, non è mio diritto esprimere giudizi di questo genere su nessuno, perchè non sono nessuno nè tantomento ho l'autorità di fare qualcosa. Ognuno è libero di fare quello che vuole. Ma la cosa mi fa incazzare perchè è CHIARO che è tutto una specie di coercizione psicologica estremamente sottile e subdola, perpetrata su una ragazza che è estremamente ingenua forse anche a causa del suo passato non proprio felice (per un periodo è stata anche sulla strada).
Io, incapace di mantenermi freddo e facendo da solo autogol, le spiego che gente del genere ne conosco a tonnellate, che avendo studiato psicologia so anche piuttosto bene come ragionano, e quali sono i loro schemi. Non le ho detto che lui è al 100% così, per carità magari è sincero, ma le ho intimato solamente di stare attenta e di decidere bene prima di prendere una decisione così infantile come "scappiamo tutto e viviamo nel mondo finchè durano i soldi"... Ma che cazzo, dai.

E poi è tutta una farsa: perchè ogni volta che ne parliamo lei scoppia a piangere e mi fa che non può tornare indietro, che ama me alla follia ma lui è troppo buono e non si merita uno scaricamento, che non può lasciarlo perchè gliel'ha promesso e vista la sua salute potrebbe anche rimanerci secco.
...ma vi sembrano motivazioni normali? Ma dai cazzzzzzzzzzzzzzzo.
Ovviametne parlare non serve a una sega, le avrò detto 450 volte che lei non può sacrificarsi con il primo che le si è offerto spontaneamente, senza voler niente in cambio fin da subito.. Ma niente da fare, tra le lacrime l'unica cosa che mi riesce a dire è "non posso" e poi "baciami".. e stiamo 50 minuti attaccati alle labbra come due che non sanno cosa fare se non godersi il momento.

Insomma questo è quanto. In questi giorni ho provato in tutte le salse a farle capire che non deve stare con lui per forza, lei non deve niente a nessuno, che il suo non è amore per lui, ma solo affetto generato da compassione o PENA... che il vero amore è quello che prova per me, visto che in meno di un mese le ho disintegrato il mondo che si era costruito con il tappetino umano, che quando è con me, trema, ha freddo, ha caldo, piange, ride, fa sesso come una pazza, desidera me come se fossi l'unico nel mondo ecc.
Cose che mi ripete fino allo sfinimento anche lei, ma che io respingo dicendo "bene allora mollalo. Lui se la caverà. Non buttiamo via questa occasione per essere felici per sempre. Perchè sappilo, se tu vai con lui e poi vedi che va male, io non sarò qui ad aspettarti. Non posso. E in quel caso nessuno avrebbe vinto. A me sembra francamente un grandissimo spreco di felicità."
E va in crisi. E io anche. E non sappiamo che fare, se non dire (sempre tra baci e sesso, stretti l'uno all'altro) che siamo finiti in un casino enorme...

Lei dovrebbe andarsene via del tutto dal 30 ottobre. E tecnicamente non dovremmo più rivederci. Ragazzi che devo, che posso, fare?
Ha paura di me, ha confessato. Ha paura di quello che prova per me e di quello che le faccio provare. Non posso credere che una donna preferisca la noiosa e banale vita di coppia con uno che "stima" alla Fantozzi, e abbia paura di qualcuno che le dona emozioni immense ogni santo minuto. Non riusciamo veramente a tenere le nostre mani/bocche/ecc lontane dall'altro.

E' possibile che esista una cosa del genere? Non ho mai sentito di una donna che preferisca il piattume emotivo all'eccitazione da tsunami.
Ditemi, che posso fare? Manca poco al 30 e non voglio che finisca così questa storia... non deve finire così. E' tutto così profondamente sbagliato. Non è giusto.

Grazie ancora per la pazienza, e scusate per il malloppo che vi siete letti.. ma veramente ho voluto scrivervi tutto per farmi dare istruzioni e consigli pertinenti. Non so pià davvero cosa fare. Lei sembra essersi arresa, con la morte nel cuore, non mangia, non dorme, fuma come una turca, e sussurra a raffica "dobbiamo accettare i nostri destini" (e poi mi si attacca alle labbra)..
Io invece sto per impazzire dalla rabbia. Se lo vedo per strada giuro che quello fa una brutta fine.

Help me please, ora so come si sente un condannato a morte che conosce la data della sua esecuzione... Ci dev'essere qualcosa che posso fare, cazzo

Link al commento
Condividi su altri siti

ZeroSuper

3 sorelle. Qua la mano amico.

(Mi sono fermato al secondo paragrafo)

Link al commento
Condividi su altri siti

:D :D :D :D è la stessa risposta che mi danno tutti i miei amici, e poi non mi ascoltano più

e dopo mi fumo una cicca per i nervi :D

Link al commento
Condividi su altri siti

CarlGustav

dopo aver letto la tua storia mi viene in mente un solo comsiglio: scappa, e non guardarti mai indietro

Link al commento
Condividi su altri siti

ponzy99

allontanati.. perchè veramente è una storia "malata"... finisce che ci vai sotto tantissimo per una persona che tanto a posto non è..

Secondo me anche se parte questa torna fra un po' appena si rende conto dell'immane cazzata.

Link al commento
Condividi su altri siti

wow.. che storia, un gran casino veramente!
secondo me ti stai inzerbinando troppo assecondando i suoi capricci e i suoi conflitti interiori, cioè le hai addirittura proposto di prenderti carico di un figlio non tuo?!?! Sei in one itis tremenda e da questa condizione se ne esce solo con le ossa rotte!
Cerca di tornare in te stesso, in questo momento sei totalmente assuefatto da lei, è una relazione morbosa e malsana, rischi di farti veramente male...
E poi non mi preoccuperei troppo per lei, quasi mai queste ragazze sono così ingenue come vogliono far credere.

p.s per curiosità, di che nazionalità è questa ragazza?

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Ospite bounty

Prima ti batto il 5 per la tripletta familiare, ma poi ti urlo in testa e ti dico di scappare!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Busca

Proponile di scappare con te il 29.

No, davvero, fai un bel respiro e cerca di guardare la situazione con occhio esterno.

Io ti consiglio di riprendere in mano la tua dignità. Non puoi aspettare senza far niente, passando le ore a pomiciare/scopare come se nulla fosse, per poi piangersi addosso dopo il coito per quello che accadrà. Sembra dawsons creek, cazzo.

Se tra una settimana ha intenzione davvero di partire, ormai è tardi, altrimenti io le avrei semplicemente detto di scegliere tra fantozzi e me.

Certo puoi sempre provare a farle sentire la nostalgia di te finchè è qui, cosi magari negli ultimi giorni prima di partire può rendersi conto che non ce la farebbe mai senza di te e magari non parte.

In alternativa, se non puoi convincere lei, puoi mettere in crisi lui.

Un uomo, per quanto zerbino, non può restare impassibile alla certezza che lei fin'ora si è scopata un altro.

Presentati da lui e raccontagli quante volte le hai stuzzicato la clitoride facendola urlare di piacere, e vediamo se ha ancora voglia di portarsela in giro per il mondo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...