Vai al contenuto

Dubbio amletico


Athlis
 Condividi

Messaggi raccomandati

Cercherò di illustrarvi la situazione nel miglior modo possibile per cercar una risoluzione a questo mio "Fare o non fare?", sperando di non risultare troppo prolisso e annoiarvi.



Io separato (lei ovviamente lo sa) lei sposata da un bel pò d'anni, siamo colleghi e lavoriamo si può dire gomito-a-gomito cinque giorni a settimana. Ultimamente diciamo da un paio di mesi a questa parte, ci siamo avvicinati molto, lei mi ha confidato sue situazioni private che potrei definire altelananti (per certi versi) del rapporto con il marito. Comunque, la confidenza aumenta con il passare del tempo, cercarsi e trovarsi con lo sguardo, contatto fisico fatto di mani che si cercano (non in una classica stretta di mano) abbracci da parte mia, che però non la lasciano indifferente per niente, anzi a guardarla subito dopo negli occhi, sembrerebbe voler andare oltre ma fermarsi perchè deve.



Ultimamente il contatto fisico, da parte sua è in parte diminuito, ma da che io ho cominciato a flirtare, noto che spesso cambia colore (le gote non mentono), distoglie lo sguardo, imbarazzata, che prima era fisso su di me, si perde in quello che stava facendo e magari sbaglia, senza mai però dirmi di smettere, anzi si nota che le fa piacere. Anche se poi magari poco dopo non mi guarda nemmeno. Ho provato a dirle che mi farebbe piacere bere una cosa con lei, ma ha rimandato a momenti migliori quando sarà in parte più tranquilla. Il suo atteggiamento, questo suo atteggiamento è solo riservato a me, poichè con nessun altro l'ho notata comportarsi allo stesso modo. Anche se allo stesso tempo sembra non volersi esporre troppo agli occhi degli altri colleghi e quindi il flirtare è quasi un gioco sussurrato fatto di sguardi e battute inequivocabili, come deve essere ma con un occhio attento.



Negli ultimi giorni, in maniera in parte più decisa, ho continuato a flirtare, evitando il contatto fisico, e lei di certo non si tira indietro, sembra che le piaccia molto, che sia lusingata , anche se mi guarda e mi dice di smettere, ma lo fa guardandomi in un modo in cui non è per nulla credibile...anzi. L'esser sposata la blocca oppure sono io che non riesco a toccar i "giusti tasti" ?


Personalemente ritengo che se fosse totalmente felice e serena tutto quello che ho descritto non sarebbe mai accaduto e quindi adesso mi trovo in una situazione sul fare o non fare.



Continuare in maniera più decisa a flirtare, magari riprendendo il contatto fisico, oppure smettere totalmente e fare come se nulla fosse mai stato, per veder la sua reazione? In fin dei conti se è vero che non gli sono indifferente, dovrebbe in qualche modo chiedersi il perchè del mio comportamento e agire di conseguenza cercandomi. Non vorrei ritrovarmi ad essere il diversivo che la distoglie dalla routine familiare e da cui si prende i complimenti per colmare in parte il suo ego, sentirsi desiderata, ma che rimane solo fine a se stesso e non sfocia in nulla. Donne universo tanto bello quanto complicato...a voi ora, io sono qui a leggervi.


Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...