Vai al contenuto

Un po' di confusione


Stasis
 Condividi

Messaggi raccomandati

Salve ragazzi.

Iniziamo con la leccata di chiappe, così ci togliamo il pensiero e do sfogo a tutto il mio amore zuccheroso per voi.

Leggo questo forum saltuariamente da un paio d'anni ormai. Non ho imparato un granché a livello tecnico (probabilmente per la mia mancanza di letture, immagino), ma qui ho imparato a costruire un'attitudine diversa, attraente, risolutiva. A fare un personale grande inner game, insomma. Questo ha saputo cambiare la mia vita sessuale e sentimentale. Per questo vi ringrazio.

Perché non partecipo alla discussione? Perché quando le cose vanno bene, e vanno bene quasi per magia, e non hai pulci nell'orecchio, è difficile che te la senta di scendere e condividere. Preferisci goderti lo spettacolo. Sembrerà egoista, ma in realtà credo di avere poco da dire. Giovani, amatevi e rendetevi forti, prendete coraggio, rompetevi i denti, ridete dei piccoli dispiaceri quotidiani. Per me praticamente è tutto qui. Il resto viene da sé e qui troverete qualcuno che potrà darvi qualche dritta giusta.

Parlando di dritte, me ne servirebbe una. Ho conosciuto una qui in erasmus, siamo andati a letto un po' di volte per tre settimane. Non che abbia una così grande campionatura per fare paragoni, ma mi divertivo parecchio e a quanto pare anche lei. Dopo un po' di lontananza fisica dovuta ai suoi magnifici ritmi biologici, venerdì scorso si finisce a letto. Complici un po' di cose male, la mia prestazione si rivela un tantino ridicola. Succede!

Da lì gira male. Le chiedo di vederci, è occupata (qui lo siamo spesso tutti, siamo in un periodo di superlavoro). La sento di nuovo (lunedì sera): mi viene risposto che sta affrontando problemi sorti in qualche modo durante il week-end, che ha bisogno di una piccola pausa, che per lei è semplicemente un po' troppo (la situazione in generale o la relazione. Essendo un bla bla bla non ho chiesto). Mi chiede di vederci per cose informali, incontro rifiutato per via di impegni, ma quando mi son fatto poi sentire è stata lei a "non avere tempo". Visto che c'era un supposto tira-molla con un suo coinquilino, ho la semplice impressione di essere stato rimpiazzato. Comunque la situazione non mi è chiara, probabilmente perché sono un poco coinvolto.

Stasera ci si vede per una cena da amici e non mi dispiacerebbe continuare la nostra cosa. Non sarà la fine del mondo se finisce lì, ma meglio con piuttosto che senza. Come posso muovermi? A parte non essere viscidino/tristino/lamentosino e cercare in primis di divertirmi stasera.

Modificato da Stasis
Link al commento
Condividi su altri siti

foljack

Da fuori possiamo capirci poco, ma se devo ipotizzare qualcosa mi vengono in mente due motivazioni:

1) "Visto che c'era un supposto tira-molla con un suo coinquilino, ho la semplice impressione di essere stato rimpiazzato": ottimo, sei consapevole del fatto che quello che fa

con te, sicuramente lo fa anche con il tipo in questione e probabilmente con altri. Magari ora la sua testa le dice che in questo momento sta meglio con lui/loro piuttosto che con te. Capita, non significa per forza che tu abbia fatto errori particolari. Te la sei scopata, te la sei goduta. Lascia il posto a un altro e se giochi bene e con calma le tue carte tornerà di nuovo.

2) "Complici un po' di cose male, la mia prestazione si rivela un tantino ridicola. Succede!": il problema non è tanto la prestazione. Dici bene, succede a tutti. Il problema è come potresti aver reagito alla cosa. Hai perso sicurezza? hai iniziato a chiedere a lei rassicurazioni? l'hai pressata troppo per vedervi perchè in cuor tuo volevi rimediare? Se a questo aggiungi il fatto che sei "un poco coinvolto" e che lei se ne è accorta prima di te, potrebbe spiegarsi il motivo del raffreddamento.

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì, ho perso un po' di sicurezza, ma non le ho fatto intravedere la cosa in alcun modo. Il calo è dovuto più a stress che ad altro: ho avuto la prima notte di sonno decente da una settimana e mi sento leonino, quindi l'insicurezza non era legata solo a lei.

E sì, mi sa che sono un filo più coinvolto e che lei se ne sia accorta. Pace! Stasera staremo su e vedremo come si evolve la situazione.

Modificato da Stasis
Link al commento
Condividi su altri siti

Piccolo up. Sì, in effetti aveva un altro tra le mani, buon per lei.

Sarebbe tutto meglio se non ci fosse stata da parte sua il pianto a dirotto di 30 minuti mentre confessa la cosa tra stridor di denti. E dire che ho provato a farle capire che può fare un po' quel che ritiene migliore per se! Evidentemente è piuttosto confusa, o voleva manipolarmi, o entrambe le cose.

Come direbbe Constantine, "forti le donne". Qualche lacrima al momento giusto e mettono sotto pressione il più cinico tra noi.

Che mi dite? Io pensavo di congelare le cose, farmi gli affari miei e vedere se e come si evolveranno le cose. Il problema è che si frequentano compagnie comuni (gli studenti internazionali ci sono, ma non siamo milioni) e comunque mi tocca vederla a lezione. Il mio atteggiamento è stato di allegria, ma l'ho trattata con marcato (per quanto educato) distacco. Visto che mi era stata proposto di "rimanere amici", e di essere amici non me ne importa nulla, mi pareva adeguato.

Consigli?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...