Vai al contenuto

Riparto da zero


djtosca
 Condividi

Messaggi raccomandati

djtosca

Bella ragazzi, mi sono iscritto e presentato solo oggi su questo forum e vedendo questa sezione non potevo non condividere la mia storia (piuttosto controversa) con voi.

Parto dalle scuole medie e arrivo ad oggi, cercherò di non essere eccessivamente prolisso. Alle medie avevo un carattere molto schivo e riservato e ovviamente mi trovavo nella situazione di essere deriso e considerato uno sfigato. Questo mi portava una profonda insicurezza che mi ha perseguitato fino ai primi anni delle superiori e che mi rendeva quasi un emarginato, considerando che i pochi amici che avevo erano anche essi catalogati come ''sfigati''. Arrivato al liceo ho capito che non avevo mai fatto nulla per migliorare la situazione e che il problema era solo mio, era il momento di espormi. Ho voluto un pò per prendere coraggio finché un giorno rasai i miei lunghi capelli stile emo, buttai tutti i miei abiti scuri e mi presentai al primo giorno di scuola dopo le vacanze estive come nessuno mi aveva visto mai. Fu la mia prima forma di ribellione contro me stesso.

Iniziai a lavorare sul carattere e l'esperienza a Malta in quella stessa santissima estate mi aiutò moltissimo. Lì non mi conosceva nessuno ma ebbi modo di farmi conoscere senza vincoli e, INCREDIBILMENTE, di rimorchiare. Ero rinato, sapevo improvvisamente cosa dovevo fare, avevo preso fiducia in me stesso e volevo prendermi anche qualche rivincita. L'impatto a scuola fu buono, la gente quasi non mi riconosceva, ero solare, acuto, divertente e, cristiddio, ho iniziato anche a curare il mio dresscode. Iniziai a condividere le mie passioni, le idee, le opinioni con chiunque trattasse qualunque argomento mi interessava e in breve tempo dimenticai del mio periodo ''buio''. Nel terzo anno fui eletto rappresentante di classe daglii stessi compagni che solo l'anno prima mi schivavano e i due anni successivi fui rappresentante di istituto in un liceo che vantava più di settecento persone.

E' inutile dire che iniziai a essere circondato da gente ''popolare'', il mio ego cresceva a dismisura fino a sovrastarmi in alcune occasioni, risultando snob, montato e alle volte anche arrogante ma quando passi da un estremo all'altro in così poco tempo ci sono sempre dei danni collaterali. Riuscivo comunque a gestirmi bene e riuscii anche a coltivare passioni che avevo nel profondo, una su tutte la musica e così iniziai a fare il DJ e diventare popolare e iniziare a suonare in giro fu piuttosto facile creando un mio giro molto ampio di gente che veniva alle mie serate e mi portava come su un trono. Salutare un sacco di gente, ricevere pacche sulla spalla e strette di mano innumerevoli ogni giorno era inebriante e svolgendo anche un ottimo compito da rappresentante anche a scuola ero ammirato e conosciuto da tutti. Inutile dire che anche con le ragazze andò decisamente meglio, furono gli anni delle mie prime relazioni, occasionali e non, ed ero sciolto anche col sesso. Quando vivi in un paese di 13.000 abitanti e oltre che lì sei ''conosciuto'' anche in tutta la grande costa circostante sai che a un certo punto devi cercare di espanderti ulteriormente. Sono calabrese ma amo Roma e l'ho visitata centinaia di volte prima di trasferirmi definitivamente quest'anno per l'università e sapevo già che avrei dovuto fare di tutto per riuscire a creare quell'ambiente intorno a me anche nella capitale.

Manie di grandezza? Si, questo è il mio ego che bussa alla porta e che mi trascina esattamente qui, a Roma, con la convinzione di spaccare tutto. L'impatto all'università fu molto positivo e in breve ho creato un mio gruppo dal nulla e ormai in facoltà conosco tutti quanti. Vi chiederete il perché del titolo del mio post, ''Riparto da zero'' è ciò che ho detto lasciando la Calabria per venire qui ed è esattamente ciò che ho fatto e non mi pento assolutamente ma noto a volte nel mio atteggiamento qualcosa di fuori luogo e il fatto di non essere più al centro dell'attenzione ed essere invece ''uno dei tanti'' a volte mi manda ko.

Non ci sono abituato e non voglio tornare nella fase oscura ma per fortuna sono subito stato capace di mettere delle buone basi per non fare questo errore. Sono passato da un ambiente che ormai mi stava stretto anche se mi dava delle certezze a uno in cui ci nuoto larghissimo e a volte mi sento fuori luogo e ho trovato la soluzione ancora una volta nella musica e proprio per questo ho deciso che cercherò di farmi strada anche qui come DJ, la cosa che so fare meglio, con la consapevolezza che però stavolta sarà molto più difficile.

Volevo condividere con voi la mia storia, fatta di alti e bassi come tutte ma con la musica come unica costante. #semprecarichi

- Tosca

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Tuco

Grande storia! Complimenti e ti auguro di trovarti a tuo agio anche qui nella capitale!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
Novae

Facciamo tutti il tifo per te! Andrà sempre meglio, uscire dal nido fa crescere e siamo qui per aiutarci in questo ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...