Vai al contenuto

Trasformare amicizia in FB senza cambiare il rapporto


istic
 Condividi

Messaggi raccomandati

Buonasera,

Ho trovato questo forum in seguito a delle ricerche su google e, dopo averci dato un'occhiata, ho deciso di sottoporvi la questione che sto vivendo.

In particolare sono approdato su questa discussione sulla dipendenza affettiva, che mi sta dando tuttora un bel po' da riflettere.

Vi spiego la situazione: sono da sempre stato uno dei pochi sostenitori dell'amicizia tra uomo e donna, infatti ho sempre legato bene con il sesso opposto ed ho amici di entrambi i sessi. Naturalmente non reputo amicizia la friendzone, quindi non si parla di "contentini" dopo approcci falliti ma di rapporti nati per essere esattamente quello che sono. Anzi, in generale posso dire di avere un certo ascendente sulle ragazze che mi piacciono e/o mi interessano, ho le idee chiare e mi ritengo abbastanza soddisfatto della mia vita sociale.

Ora, la situazione vera e propria è questa: c'è una delle mie migliori amiche che mi attizza. Usciamo nello stesso gruppo, io ho 25 anni e lei 23, e siamo molto amici (quindi anche confidenti: lei sa di tutte le tresche che sto avendo io ed io so di quelle che sta avendo lei).

L'attrazione so che c'è, ne sono praticamente sicuro, inoltre come sempre ho le idee chiare, ovvero nello specifico non voglio alterare il nostro rapporto di amicizia.

Probabilmente qualcuno penserà se valga la pena anche solo di rischiarlo per togliermi questo sfizio, quando l'acquario è pieno di pesci (ed effettivamente lo è), ma... ogni pesce è diverso dall'altro. Non è un'ossessione, non è una "one-itis", posso benissimo tenere a bada questa cosa; d'altronde è come concedersi un cioccolatino, un dolce o un qualsiasi altro piccolo piacere quando se ne ha voglia: se ce lo si può permettere, perché privarsene? È una sfida, e questo mi attira ancora di più, mi piacciono le sfide.

Stando così le cose, come potrei agire?

Sono indeciso, poiché pur essendo "un classico" la voglia di trasformare una propria conoscenza in trombamicizia, penso sia un po' più raro aggiungere del pepe ad un'amicizia già consolidata e che funziona; da quello che vedo e sento, di solito della migliore amica ci si innamora, ma in questo caso -per via dei nostri caratteri- entrambi siamo fuori pericolo.

Leggendo l'articolo che ho linkato all'inizio del post ho trovato degli spunti interessanti, ad esempio avevo già in mente di risultare "meno presente" per un paio di giorni e fare un po' di tira e molla (sarebbe il push&pull?) proprio per via del suo carattere, anche se ovviamente innestare dipendenza emotiva mi sembra decisamente troppo aggressivo nei confronti di una persona a cui tengo.

Dicevo, del suo carattere, che ha determinate insicurezze (come tutti d'altronde, ma in particolare come molte ragazze) che a volte la spingono a ricercare attenzioni che le facciano capire che tenuta in considerazione.

Ah, naturalmente delle provocazioni ci sono già state, io credo che lei nella sua mente abbia già pensato "come sarebbe" andare oltre con me, ma temo che possa essere fortemente influenzata dalla paura di incrinare il rapporto.

Mi chiedo come sarebbe meglio agire; per il momento stavo pensando di farle mancare alcune attenzioni per un paio di giorni, dato che ultimamente le sono stato molto vicino.
Sottolineo che ovviamente non intendo far nulla che possa ferirla perché le voglio bene. Quindi ho un obiettivo sì, e sono molto ambizioso, ma non sono disposto a tutto pur di ottenerlo; bensì solo a tutto quello che reputo giusto.

Grazie per la pazienza nella lettura, attendo i vostri consigli! :)

Modificato da istic
Link al commento
Condividi su altri siti

freefall

Buonasera,

Ho trovato questo forum in seguito a delle ricerche su google e, dopo averci dato un'occhiata, ho deciso di sottoporvi la questione che sto vivendo.

In particolare sono approdato su questa discussione sulla dipendenza affettiva, che mi sta dando tuttora un bel po' da riflettere.

Vi spiego la situazione: sono da sempre stato uno dei pochi sostenitori dell'amicizia tra uomo e donna, infatti ho sempre legato bene con il sesso opposto ed ho amici di entrambi i sessi. Naturalmente non reputo amicizia la friendzone, quindi non si parla di "contentini" dopo approcci falliti ma di rapporti nati per essere esattamente quello che sono. Anzi, in generale posso dire di avere un certo ascendente sulle ragazze che mi piacciono e/o mi interessano, ho le idee chiare e mi ritengo abbastanza soddisfatto della mia vita sociale.

Ora, la situazione vera e propria è questa: c'è una delle mie migliori amiche che mi attizza. Usciamo nello stesso gruppo, io ho 25 anni e lei 23, e siamo molto amici (quindi anche confidenti: lei sa di tutte le tresche che sto avendo io ed io so di quelle che sta avendo lei).

L'attrazione so che c'è, ne sono praticamente sicuro, inoltre come sempre ho le idee chiare, ovvero nello specifico non voglio alterare il nostro rapporto di amicizia.

Probabilmente qualcuno penserà se valga la pena anche solo di rischiarlo per togliermi questo sfizio, quando l'acquario è pieno di pesci (ed effettivamente lo è), ma... ogni pesce è diverso dall'altro. Non è un'ossessione, non è una "one-itis", posso benissimo tenere a bada questa cosa; d'altronde è come concedersi un cioccolatino, un dolce o un qualsiasi altro piccolo piacere quando se ne ha voglia: se ce lo si può permettere, perché privarsene? È una sfida, e questo mi attira ancora di più, mi piacciono le sfide.

Stando così le cose, come potrei agire?

Sono indeciso, poiché pur essendo "un classico" la voglia di trasformare una propria conoscenza in trombamicizia, penso sia un po' più raro aggiungere del pepe ad un'amicizia già consolidata e che funziona; da quello che vedo e sento, di solito della migliore amica ci si innamora, ma in questo caso -per via dei nostri caratteri- entrambi siamo fuori pericolo.

Leggendo l'articolo che ho linkato all'inizio del post ho trovato degli spunti interessanti, ad esempio avevo già in mente di risultare "meno presente" per un paio di giorni e fare un po' di tira e molla (sarebbe il push&pull?) proprio per via del suo carattere, anche se ovviamente innestare dipendenza emotiva mi sembra decisamente troppo aggressivo nei confronti di una persona a cui tengo.

Dicevo, del suo carattere, che ha determinate insicurezze (come tutti d'altronde, ma in particolare come molte ragazze) che a volte la spingono a ricercare attenzioni che le facciano capire che tenuta in considerazione.

Ah, naturalmente delle provocazioni ci sono già state, io credo che lei nella sua mente abbia già pensato "come sarebbe" andare oltre con me, ma temo che possa essere fortemente influenzata dalla paura di incrinare il rapporto.

Mi chiedo come sarebbe meglio agire; per il momento stavo pensando di farle mancare alcune attenzioni per un paio di giorni, dato che ultimamente le sono stato molto vicino.

Sottolineo che ovviamente non intendo far nulla che possa ferirla perché le voglio bene. Quindi ho un obiettivo sì, e sono molto ambizioso, ma non sono disposto a tutto pur di ottenerlo; bensì solo a tutto quello che reputo giusto.

Grazie per la pazienza nella lettura, attendo i vostri consigli! :)

Sono il meno esperto del settore, ma a quest'ora siamo in pochi e .. Questo passa il convento. :D

Non credo tu possa avere la botte piena e l'amica ubriaca.

O te la tieni così, o evolvi il rapporto in un'altro, di tipo diverso. Senza possibilità di tornare indietro.

Devi scegliere tu.

E rischiare di perdere l'amica per avere una amante/compagna/trombamica (chiamala come preferisci).

Potresti trovarti senza niente.

Rifletti.

Decidi.

Passa ai fatti (cambiare o lasciare com'è, senza rimpianti).

Link al commento
Condividi su altri siti

Amstaff

Stai chiedendo come trasformare l'acqua in vapore .... senza perdere le proprietà dall'acqua.

Non puoi farlo.

Amicizia è una cosa.

Trombamicizia (al di la del nome) è un altra.

Il sesso cambia il tipo di amicizia che hai con una donna.

Diventa comunque un filtro.

Dalla mia esperienza, puoi avere un ottimo rapporto d'amicizia con una con cui fai sesso.

Ma non puoi mantenere lo stesso tipo di rapporto che avevi prima, DOPO averla scopata.

Ti vedrebbe comunque in maniera diversa. Non necessariamente migliore.

IMHO. Ovviamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

ξรô†ïcø

Trova una scusa per festeggiare con lei soltanto, scegli un posto che ti porti a casa tua, bevi e falla bere, fa finta di essere più ubriaco di quanto effettivamente tu non sia (rispetta i tuoi limiti! altrimenti non ti si alzerà manco con l'argano!), fatti accompagnare a casa, sdraiati a letto con lei e iniziate a coccolarvi... Da cosa nasce cosa.

Se non nasce niente, "ero ubriaco", hai una plausible deniability pronta all'uso. Se succede qualcosa idem, il rapporto rischia di scassarsi (ne vale la pena?), ma se a lei la situazione piace razionalizzerá in suo favore, se invece non piace razionalizzerà dando la colpa all'alcol e alla situazione, con buone probabilità che la cosa venga dimenticata.

Ti dó 1:3 che ce la fai, sotto con le puntate :D

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

ragazza del sud

Ciao Istic anche io sono una fiera sostenitrice dell'amicizia uomo-donna, meno competizione, più confronto, più stimolante; ciò non toglie che quando c'è anche attrazione a volte si va oltre, ma in genere per curiosità, dopo non è detto le cose non tornino come prima; si capisce magari che è meglio il rapporto di pura amicizia...però se gestita bene la cosa il rapporto può anche rafforzarsi....oppure se invece il lato più wild va veramente alla grande si passa ad una trombamicizia....

Lo step non è molto difficile se sai che l'attrazione c'è da ambo le parti, battutina, contatto fisico, qualche situazione speciale.....

;)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Non credo tu possa avere la botte piena e l'amica ubriaca.

O te la tieni così, o evolvi il rapporto in un'altro, di tipo diverso. Senza possibilità di tornare indietro.

Ma il bello è proprio questo invece: chi ha detto che non si può essere amici, e trombare? E poi magari è una fase, che potrebbe passare da sé.

Stai chiedendo come trasformare l'acqua in vapore .... senza perdere le proprietà dall'acqua.

Non puoi farlo.

Amicizia è una cosa.

Trombamicizia (al di la del nome) è un altra.

Anche qui non sono d'accordo... è lo stesso discorso di sopra.

Amicizia è una cosa.

Di solito gli amici non trombano.

Ma dove sta scritto che non debbano/possono farlo?

Imho questo è solo uno dei tanti cliché sociali a cui siamo abituati, o meglio di cui siamo quasi assuefatti; prigioni dalle sbarre invisibili, recinzioni immaginarie da cui non vogliamo uscire... limitazioni a cui ci auto-sottoponiamo.

In fin dei conti è solo una questione morale, e per quanto mi riguarda so benissimo che la mia etica è quantomeno un po' contorta.

Il sesso cambia il tipo di amicizia che hai con una donna.

Diventa comunque un filtro.

Dalla mia esperienza, puoi avere un ottimo rapporto d'amicizia con una con cui fai sesso.

Ma non puoi mantenere lo stesso tipo di rapporto che avevi prima, DOPO averla scopata.

Ti vedrebbe comunque in maniera diversa. Non necessariamente migliore.

Questo invece potrebbe essere vero. Però mi chiedo: come si può esserne certi?

Domanda retorica, non si può.

Ogni persona è un essere diverso e a sé stante, non è possibile generalizzare o estendere un'esperienza personale.

Nel senso che magari con una, due, tre, quindici persone va in un modo, poi con un'altra magari va diversamente. Chi lo sa?

[...]bevi e falla bere, fa finta di essere più ubriaco di quanto effettivamente tu non sia[...]

Se non nasce niente, "ero ubriaco", hai una plausible deniability pronta all'uso.

Sinceramente avevo già pensato a questo, ma mi pare un po' squallido dover ricorrere all'alcol. L'unica cosa "positiva" sarebbe il fatto di avere la scusa pronta (e tutto sommato piuttosto valida). Però in realtà mi sembra un po' troppo vile, non lo farò. Non sarebbe molto diverso dal lanciare il sasso e nascondere la mano, oppure dire qualcosa che si pensa e poi nascondersi dientro un "stavo scherzando". Questi "mezzucci" possono magari servire con persone con cui non si ha eccessiva confidenza (o, più che confidenza, direi affinità), ma in questo caso direi di no.

Ti dó 1:3 che ce la fai, sotto con le puntate :D

Ma 1:3 favorevole o contrario?

Non voglio fare lo sborone eh, ma penso che ti convenga che siano a favore... :D

Ciao Istic anche io sono una fiera sostenitrice dell'amicizia uomo-donna, meno competizione, più confronto, più stimolante;

Che bello avere anche il parere di una ragazza! :)

Sono assolutamente d'accordo con tutto quello che hai detto qui.

ciò non toglie che quando c'è anche attrazione a volte si va oltre, ma in genere per curiosità, dopo non è detto le cose non tornino come prima; si capisce magari che è meglio il rapporto di pura amicizia...però se gestita bene la cosa il rapporto può anche rafforzarsi....oppure se invece il lato più wild va veramente alla grande si passa ad una trombamicizia....

Anche qui sono d'accordo ed infatti per il "dopo" non escludo niente; nel senso che credo possa esserci da entrambe le parti questa curiosità, ma non è detto che le cose debbano prendere una determinata piega in seguito... l'unica cosa che voglio evitare è quella di rovinare e perdere il rapporto, ma ora che ci penso questo dipende più probabilmente da quanto è buona la comunicazione tra due persone.

E per il fatto del rafforzarsi... a volte anch'io ho pensato che questo possa addirittura arricchire il rapporto di amicizia, anche se resta un'esperienza confinata ad un breve periodo di tempo... conoscersi di più e meglio anche su un aspetto molto intimo.

Lo step non è molto difficile se sai che l'attrazione c'è da ambo le parti, battutina, contatto fisico, qualche situazione speciale.....

;)

Perfetto, in parte questo c'è già ed avviene tutto in maniera molto naturale.

Direi che è un bene :)

Grazie a tutti! ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Amstaff

Questo invece potrebbe essere vero. Però mi chiedo: come si può esserne certi?

Domanda retorica, non si può.

Ogni persona è un essere diverso e a sé stante, non è possibile generalizzare o estendere un'esperienza personale.

Nel senso che magari con una, due, tre, quindici persone va in un modo, poi con un'altra magari va diversamente. Chi lo sa?

Neanche se vi conoscessimo entrambi dal giorno in cui siete nati e avessimo vissuto con voi ogni momento della vostra vita, potremmo dire come sarà di sicuro.

Generalizzare è ovvio.

Ma se non accetti le generalizzazioni ... la domanda è inutile.

Qualsiasi cosa tu possa chiedere contiene sempre le eccezioni.

Se tu chiedi: "Raga, se vado da un buttafuori di 200kg e gli dico che mi sono scopato sua sorella, secondo voi cosa dice?"

Tutti ti risponderanno: "Ti ammazza"

... e poi magari quello ti bacia alla francese.

Capisci?

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

ξรô†ïcø
Sinceramente avevo già pensato a questo, ma mi pare un po' squallido dover ricorrere all'alcol. L'unica cosa "positiva" sarebbe il fatto di avere la scusa pronta (e tutto sommato piuttosto valida). Però in realtà mi sembra un po' troppo vile, non lo farò. Non sarebbe molto diverso dal lanciare il sasso e nascondere la mano, oppure dire qualcosa che si pensa e poi nascondersi dientro un "stavo scherzando". Questi "mezzucci" possono magari servire con persone con cui non si ha eccessiva confidenza (o, più che confidenza, direi affinità), ma in questo caso direi di no.

Ma 1:3 favorevole o contrario?

Non voglio fare lo sborone eh, ma penso che ti convenga che siano a favore... :D

il punto è che non stai cercando di ubriacare lei per fartela (quello sì che sarebbe un mezzuccio), bensì ti fingi tu ubriaco per avere un alibi, una scialuppa di salvataggio nel caso tu avessi travisato il suo interessamento per te.

Parto dal presupposto che tu alla tipa piaccia e interessa, così tu hai scritto. Quindi fondamentalmente, potresti anche provarci d'emblee e come va va.

Ma dici che vuoi salvare l'amicizia, o almeno tentare di salvarla. Per come la vedo io l'unico modo è farti avanti senza comprometterti troppo.

L'alcol è solo il mezzo più ovvio, potrebbe esserci qualsiasi altro sconvolgimento emotivo che giustifichi una tua temporanea perdita della facoltà di intendere e di volere: problemi lavorativi gravi, di salute, un lutto, qualsiasi cosa.

Proprio poco fa guardavo la puntata di mad men in cui il protagonista, sconvolto per l'infarto del suo capo e amico, va dalla donna che gli piace e si lascia andare totalmente a lei.

Quando sei in un certo stato d'animo sai che non hai niente da perdere, non hai paura di giocarti l'all-in, è più allettante la posta in gioco.

Il problema è proprio questo, cioé, come ti han detto più o meno tutti, non puoi pretendere di non rischiare la tua amicizia con lei, non esiste un modo per fare la frittata senza rompere le uova.

Quella che ti ho suggerito è l'unica scusa che forse -e dico forse!- potrebbe permetterti una ritirata onorevole nel caso le cose non andassero come speravi, ma a questo punto magari ti conviene tirar fuori le palle, far l'uomo e "uscirle il pesce", come si suol dire, senza troppi preamboli (e sotterfugi).

Link al commento
Condividi su altri siti

Neanche se vi conoscessimo entrambi dal giorno in cui siete nati e avessimo vissuto con voi ogni momento della vostra vita, potremmo dire come sarà di sicuro.

Generalizzare è ovvio.

Ma se non accetti le generalizzazioni ... la domanda è inutile.

Qualsiasi cosa tu possa chiedere contiene sempre le eccezioni.

Se tu chiedi: "Raga, se vado da un buttafuori di 200kg e gli dico che mi sono scopato sua sorella, secondo voi cosa dice?"

Tutti ti risponderanno: "Ti ammazza"

... e poi magari quello ti bacia alla francese.

Capisci?

Sì, capisco perfettamente e mi piace molto l'esempio che hai usato; tuttavia tornando a rileggere il tuo post ancora non riesco a dargli questa interpretazione. Magari è questione di punti di vista.

Ma dici che vuoi salvare l'amicizia, o almeno tentare di salvarla. Per come la vedo io l'unico modo è farti avanti senza comprometterti troppo.

[...]

Il problema è proprio questo, cioé, come ti han detto più o meno tutti, non puoi pretendere di non rischiare la tua amicizia con lei, non esiste un modo per fare la frittata senza rompere le uova.

No, in realtà ci avevo già pensato prima di leggere queste risposte (che leggo solo ora, con qualche giorno di ritardo) e dico invece che la chiarezza è ciò che serve. In un rapporto di amicizia c'è sincerità, fiducia e comprensione, queste tre da sole probabilmente bastano a salvare il rapporto da qualunque cosa non venga fatta con cattiveria.

Porto un aggiornamento: ci siamo baciati (vabbè, l'ho baciata, come è giusto che sia! :D ).

Anche un solo giorno e mezzo di "distanza", in questo periodo in cui ci stavamo vedendo molto, ha mostrato i suoi effetti.

Lei mi ha chiamato per farci un caffè, ho rifiutato perché non potevo, il giorno dopo lo stesso e ci vado.

Siamo entrambi abbastanza espansivi caratterialmente, ed anche per via di tutto quello che vi ho detto non è stato difficile creare la giusta situazione.

L'ho baciata, lei ci è stata, non si è ritirata neanche quando ha capito perfettamente ciò che stavo facendo (sono attimi, ma in generale sono un buon osservatore in questo senso). Dopo poco siamo scoppiati a ridere, poi ci siamo baciati di nuovo.

Solo dopo ne abbiamo parlato e le ho spiegato quello che probabilmente già sapeva (perché comunque mi conosce), ovvero che non voglio alterare il rapporto né voglio che lei veda le cose diversamente etc etc.

In generale non mi piace dover spiegare a parole quello che faccio, né prima di farlo (lo trovo orribile!) e nemmeno dopo, ma in questo caso ho ritenuto che andasse fatto.

Adesso non so, posso solo fare un piccolo resoconto:

- ci ho visto giusto sul discorso attrazione; lei sapeva che sarebbe stato strano, ma non si è ritirata, né dopo ha pensato cose tipo "mi sembra di baciare mio fratello" / "ti vedo come amico".

- le battutine e le allusioni ci sono, forse anche più di prima, ma credo che sia il caso di andarci piano perché "tra il dire e il fare"...

- quello che mi fa propendere per evitare di espormi troppo, è che in questo caso non c'è assolutamente fretta, ci vediamo molto spesso e si possono facilmente creare determinate situazioni... inoltre mi prendo questo tempo per capire meglio come lei vede questa cosa, perché in piccola parte ha trovato conferma anche il mio dubbio sul fatto che lei abbia il timore di perdere il rapporto.

Penso che continuerò a fare "finta di niente" per un altro paio di giorni (a meno che non capto nell'aria qualcosa che mi faccia cambiare idea), soprattutto quando siamo con altri. Ma penso che sia inevitabile che questa situazione si evolverà in un qualche modo.

Credo comunque di aver chiarito i miei dubbi, ho un'idea abbastanza chiara di come stanno le cose adesso.

Grazie a tutti :)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

ξรô†ïcø

Mi piace come ragioni.

Ti auguro tanta felicità :)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...