Vai al contenuto

Un lungo viaggio in una storia strana


 Condividi

Messaggi raccomandati

Plagueis

Ciao a tutti ragazzi, sono nuovo del Forum e vorrei chiedervi qualche consiglio sulla mia storia.

Ho conosciuto questa ragazza poco più di 3 anni fa, lei stava con un mio amico ed io con la mia ex. Già quando ci siamo conosciuti è nata subito una simpatia reciproca, un'attrazione per i caratteri molto simili senza che fosse più di questo. Di lì a poco mi sono lasciato con la mia ex e lei ha proseguito la sua storia tormentata con il mio amico. Negli anni ci siamo legati sempre di più e forse lei è sempre stata un po' più presa da me. La compagnia era quella, ma il mio amico il Sabato se ne stava a casa e lei usciva sostanzialmente con me e gli altri amici. L'anno scorso abbiamo iniziato sempre più a divertirci insieme nei week end, fino anche ad andare a ballare noi due soli, o al mare...sentivo che l'attrazione si formava sempre più in un sentimento profondo, ma entrambi rispettavamo il nostro "ruolo" fino al punto che un nostro amico comune ha fatto a lei notare che forse la sua era più che amicizia per me. All'inizio era presa da grande rabbia, dopo qualche breve tempo abbiamo ripreso a frequentarci normalmente però lei sempre più con la consapevolezza di cosa significassi. Ho lasciato perdere varie occasioni di baciarla io perché volevo facesse il passo in modo da non volerle dare la scusa di averla forzata e ciò è successo a Capodanno quando aveva scelto di venire con me invece con quello che ad ora è il suo ex (tuttora ignaro di noi due). Da quel momento è iniziato un tira e molla spaventoso, con lei confusa da non volersi gettare in un'altra relazione (di lì a poco ha comunque lasciato l'ex) ed io all'inizio l'avevo "congelata" perché non mi sarei voluto innamorare più di quanto non fossi. Dopo un po' che non ci vedevamo - ma lei comunque mi cercava - ho deciso di incontrarla nuovamente e siamo stati bene per un po' senza mai avere una relazione, ma baciandoci spesso. Poi a Pasqua, nuovamente va in paranoia e si allontana, dicendo di non sapere quello che voleva. Ho passato un'estate infernale fra continui scoppi di attrazione, miei - all'inizio almeno, per alcuni mesi l'ho coperta di regali sentiti e attenzioni che la lusingavano - tentativi di parlare per chiarirci, occasioni che si sono verificate solo con mie forzature perché i successivi incontri sono sempre avvenuti con la stessa cerchia di amicizie e nei pochi momenti in cui mi ha concesso di rimanere solo con lei, sempre baci, abbracci e grandi emozioni da entrambe le parti. Nel frattempo, il "sentirci per messaggio" diminuiva anche nei suoi momenti più piacevoli. Questo fino al punto in cui, geloso per la ricomparsa dell'ex, indisposto dal suo atteggiamento distaccato verso di me, massacrato dalla situazione che non mi permetteva di rivivere i bei momenti in cui ci frequentavamo negli anni passati, le ho detto che me ne sarei andato. E' impazzita quasi da volermi picchiare, poi l'ho calmata spiegandole che era meglio se ci fossimo raffreddati e rivisti più aventi. Fatto sta, che difficilmente erano passati più di 7 giorni senza sentirci. Quando finalmente ero riuscito per un paio di settimane a sentirci sempre meno, piano piano, sempre nel contesto degli amici ci rivediamo e nel giro di due giorni, finiamo a letto insieme. Meraviglioso! Peccato che poi riparta la routine per cui si allontana con ancora più freddezza fino alla mia partenza per una vacanza all'estero, dove mi tartassa piacevolmente per due settimane con messaggi sul fatto che e mancavo. Ed io devo stare tranquillo, perché non vuole una relazione con me o nessun altro, ma non sa perché si trovi così bene a fare sesso con me visto che non le era mai capitato di farlo al di fuori di un rapporto e questo la confonde ancora di più. Però, puntualmente anche ora, le due occasioni dove siamo rimasti soli, l'abbiamo rifatto sempre in maniera meravigliosamente intensa, anche se ho sentito il suo dispiacere nel vedermi innamorato di lei e lei nella difficoltà di ricambiare questo sentimento, perché sotto pressione e colta da un desiderio di libertà che mi ferisce. Mi ha confessato di pensare molto a me, come non farmi stare male, che sono la persona che la capisce di più, che non siamo amici e si sente attratta, che però proprio per questo allo stesso tempo, non vuole perdermi ma sente che se continuiamo così non sarà in grado di rifarsi una vita.

Scusate per il fatto di essere stato così eccessivamente prolisso, ma sintetizzare un anno di tira e molla e due anni di relazione non sono cosa così facile. Molti altri particolari sarebbero da raccontare, ma questo è il succo, anche se ci tengo a precisare che mi sono sempre comportato in maniera tenera ma abbastanza autorevole. L'attrazione è rimasta, il sentimento per stare insieme c'è, la volontà no.

So che i più mi diranno di lasciar perdere o "mandare a 'fanculo", ma qui non si tratta di una persona che mi abbia mai voluto illudere a parole - sempre molto chiara - quanto di una persona a cui voglio veramente bene e che ne vuole a me, che non voglio scoparmi perché questo è successo ed è fantastico fra due persone che si ripetono di volersi bene, ma di qualcuno con una vera e propria incapacità d'amare che è dovuta a profonde ferite delle relazioni precedenti ed un certo egoismo da bambina viziata.

Come devo comportarmi? Lasciarla andare è improbabile - anche se ci frequentiamo meno, abbiamo molti amici in comune cui non voglio rinunciare - abbiamo un sentimento forte che ci impedisce di cercare altri partner (anche se l'ex le ronza intorno come un cagnolino) e continuare a simulare che per entrambi sia tutto normale è abbastanza strano, anche se ci siamo detti che vogliamo provare a recuperare il rapporto degli anni precedenti. Vi confiderò che non mi manca il sesso, ma il rapporto.

Suggerimenti?

Link al commento
Condividi su altri siti

Relazione? quale relazione amico mio?.a mio avviso le relazioni sono un'altro tipo di cosa

qui parliamo di incapacità di prendere una decisione allo stato puro.....potete andare avanti anche per anni ma sempre al punto di partenza rimarrete....tutti nella vita abbiamo avuto abbiamo e alvremo una ragazza a cui siamo legati in maniera speciale,ma a mio avviso nulla da indurre uno stato di incertezza continua di questo genere. Hai detto di esserti comportato con autorevolezza...bene dovresti anche farlo adesso.....deve decidere da che parte stare...se bianco o nero..il mezzo non esiste.....

Sei tu l'uomo e lei tramite questa "incapacità" di prendere una decisione ti tiene legato al guinzaglio e tu attaccato a disperarti ad un qualcosa che forse non arriverà MAI.......

Ricorda in campo amoroso(attenzione non affettivo parlando di familiari) tutti siamo sostituibili e nessuno e' indispensabile

Modificato da @[email protected]
Link al commento
Condividi su altri siti

Plagueis

Sicuro trovo difficile adesso credere che si possa essere amici. Apparentemente le cose sono molto chiare, c'è attrazione continua senza una decisione rispetto a cosa è questa storia, perché non è trombamicizia (troppi sentimenti coinvolti) e non è una relazione, chiaramente - che è poi quello che vorrei.

La situazione è però delicata perché non è che lei sia stronza ed io il buono, troppo facile. L'ho assecondata troppo, questo è vero. Ho paura di perderla, è altrettanto vero. Mi vuole bene ed è complessata come e più di me, idem. Riuscirei a non vederla? Molto improbabile...Ci stiamo stancando? Della situazione, non l'uno dell'altro, se non quando ci sentiamo a disagio...poi però il sesso è qualcosa di fantastico.

Non sono spaventato dall'idea di non trovare un'altra persona so che è possibile. Piuttosto mi chiedo come fare a gestire questa situazione e, ammettendo che sia gestibile, prenderne il controllo. Almeno su di me.

Link al commento
Condividi su altri siti

FARMAX

Carissimo Plagueis, io forse non sarò il migliore nel poter dispensare consigli, ma ho passato una situazione per certi versi simili alla tua (lasciata di fresco, e ho capito che anche se è lei ad aver troncato ciò importa fino ad un certo punto, tira e molla estenuante che mi tirava scemo...) e mi sento di poterti dire una cosa: per quanto sia difficile (io non ci sono riuscito)

IMPONITI

FALLE CAPIRE CHE TI PUO' PERDERE, CHE CERTE COSE TI DANNO UN ESTREMO FASTIDIO (non temere ti smolli per questo: non lo farà!)

FALLE CAPIRE CHE NON TOLLERERAI CAPRICCI SENZA SENSO (poi magari in una certa misura lo farai e stringerai i denti, ma "mettile" paura. Deve capire che la sua confusione non è un motivo sufficiente a fare quello che vuole e trattare la gente come vuole)

Non posso assicurarti che questa sia la soluzione vincente (anche se in parte comincio a credere che potrebbe esserlo) ma se non altro ti farà sentire in pace con te stesso, perchè ti stai facendo rispettare.

Fammi sapere che ne pensi, amico

Link al commento
Condividi su altri siti

pare che qua oh gli uomini sono sempre le femmine il piu delle volte......e noi invece delle donnicciiole senza ne arte ne parte incapaci di prendere in mano la situazione e dare una svolta....siamo UOMINI....tiriamo fuori gli attributi...questo non e' pre disprezzare il genere femminile...ma siamo noi quelli che devono avere il controllo,che devono avere carattere essere decisi e sapere cio' che ognuno di noi vuole

le donne sono indecise per natura...solo in rarissimi casi trovi quelle a cui e' gia tutto chiaro, e hanno un carattere che rispecchiano quello di un UOMO pero' all'nterno di un cervello di donna...strano eh?

Io almeno personalmente non riuscirei a sopportare una situazione sempre di eterno vivere sul filo del rasoio....o si e' dentro o si e0 fuori..pochi cazzi.....puoi volergli bene,amarla alla follia,considerarla la donna della tua vita.....nulla di tutto questo ha un senso se non te lo dimostra con i fatti......

della serie "chi mi ama mi segua"...se tu che devi farti seguire...e non seguire gli altri....

Ci mancherebbe non voglio mancare di rispetto a questa persona...si avete condiviso bei momenti....ma all'atto pratico cosa avete in mano? come direbbe Cetto La Qualunque "UNA BEATA MINCHIA"

Modificato da @[email protected]
Link al commento
Condividi su altri siti

Plagueis

Ciao Farmax, a tutti gli effetti le ho detto chiaramente un paio di volte che non voglio essere trattato in una maniera che mi mette a disagio. Però recriminare più di una volta o due o atteggiarmi ad offeso serve fino ad un certo punto oltre il quale mi fa sentire un piagnucolone. E' che io cerco sempre di risolvere le situazioni in una maniera ragionata e tranquilla, anche se questa non capisco come fare.

Andrea, anche io mi sono rotto o non avrei scritto questo post. Il problema della situazione è: come facciamo a condividere lo stesso gruppo di amicizie e rimanere calmi in questa situazione? Come posso lavorare su di me per mantenere il controllo senza sembrare un bambino che la rifiuta perché non mi da ciò che voglio?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Farmax, a tutti gli effetti le ho detto chiaramente un paio di volte che non voglio essere trattato in una maniera che mi mette a disagio. Però recriminare più di una volta o due o atteggiarmi ad offeso serve fino ad un certo punto oltre il quale mi fa sentire un piagnucolone. E' che io cerco sempre di risolvere le situazioni in una maniera ragionata e tranquilla, anche se questa non capisco come fare.

Andrea, anche io mi sono rotto o non avrei scritto questo post. Il problema della situazione è: come facciamo a condividere lo stesso gruppo di amicizie e rimanere calmi in questa situazione? Come posso lavorare su di me per mantenere il controllo senza sembrare un bambino che la rifiuta perché non mi da ciò che voglio?

concentrati piu su te stesso..tu sai quello che vuoi..lei no...riusciresti a stare con una persone instabile,che non sa quello che vuole,che fa 2 passi avanti e 4 dietro^

prova a metterti nei panni di una donna innamorata...anche la piu stupida gira e rigira si stuferà di questa situazione

Lascia perdere per il momento il maschio alpha beta etc etc...tu devi dimostrare in primis A TE che sei una persona capace,con attributi,personalità,carisma...e poi a lei

non e' facile condividendo anche lo stesso gruppo di amici,ma devi cercare di uscire da questo limbo in cui siete.....e se tu non lo fai figurati lei che e' costantemente indecisa........

Tu vuoi qualcosa che lei ai fatti oggi non vuole..possono esserci migliaia di ragioni...paura,instabilità mentale(non che sia malata eh) o altre ragioni......ma qui sei tu che devi dare una sterzata......altrimenti si potete andare avanti a bacetti e qualche scopata....ma a conti fatti?che ti rimane in mano? niente......non dico che devi trattarla male,fanculizzarla o cosa.....ma apparire DECISO,"CINICO",FERREO nelle tue decisioni...so che a parole e' facile e all'atto pratico un po' meno....ma come ti ho scritto cosi rischierai di rimanere sempre in quel limbo che ti farà essere sempre un eterno incompiuto

Oh che sia chiaro non sto offendendo o mancando di rispetto.......alcuni termini sono per farti capire determinate cose...io non mi ergo a "guro" "latin lover" o cose cosi..perche ne so meno di te....ma ragiono,vado di logica,razionalizzo....cose che LE DONNE per loro natura NON SONO CAPACI A FARE visto che vivono di perenni stati emotivi :)

Modificato da @[email protected]
Link al commento
Condividi su altri siti

Plagueis

Ma figurati Andrea, capisco perfettamente che tu non voglia mancarmi di rispetto. E capisco anche che tu mi voglia spronare a fare la cosa giusta. Diciamo che finora mi sono accontentato di una situazione di questo tipo e delle nostre scopate perché sono sensazioni fantastiche, un turbine a cui se anche non vuole cedere alla fine finisce per farlo. Finora sono sempre stato io a voler vivere di più il momento e trascinarla con me, cosa che mi riesce molto bene...però se questo è vero e lei mi da meno confidenza proprio perché non riesce a resistermi ma vuole una stabilità, forse è davvero il caso che sia io a fare quel passo indietro e smettere anche indirettamente di corteggiarla.

Chiaro, se fosse stata una stronza sarebbe stato più facile aggrapparsi alla rabbia e "fanculizzarla". Ora penso si tratti di prendersi dello spazio reciproco, anche se siamo nella stessa compagnia. Solo che cazzo, è dura :)

Link al commento
Condividi su altri siti

PostFataResurgo

Guarda secondo me devi fare una cosa semplice, iniziare a scopare con altre ragazze...lei non ti dico di lasciarla perdere, anzi continua con lei il tuo rapporto di amicizia come nulla fosse...però scopa in giro!!!

Lei se ne accorgerà e forse il vostro rapporto riuscirà ad evolversi...magari litigherete e non vi vedrete più oppure...

Link al commento
Condividi su altri siti

Plagueis

Ormai non abbiamo quasi più un vero rapporto di amicizia, ed è quello che mi manca, non il sesso con lei :) Forse è proprio dovuto al fatto che siamo amanti, non amici e ci diamo tutto nel sesso. Smettere di farlo sarebbe tornare ad essere amici, ma è una cosa non possibile per ora che siamo caldi.

Comunque credo che tu abbia ragione, forse conoscere e anche fare sesso con altre ragazze potrebbe aiutarmi ad accrescere l'autostima perché altre persone possano trovarmi attraente, darmi maggiore sicurezza e tranquillità nel rapporto con lei, farla spaventare all'idea di perdermi...ma in fondo, credo di doverlo solo a me.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...