Vai al contenuto

Di cose che valgono solo nei film e di One Itis feroci ;)


KingQuetzal
 Condividi

Messaggi raccomandati

KingQuetzal

Salve a tutti ragazzi,

Mi rivolgo per la prima volta ad un forum del genere poiché, effettivamente, in trentun anni di vita non mi sono mai trovato in una situazione simile.
Cercherò di essere più preciso e conciso possibile e premetto di sapere di aver sbagliato veramente tutto con questa ragazza, finendo in un abisso che qui chiamate One Itis.

Aggiungo di essere un ragazzo di aspetto mediamente gradevole, dall'ottima socialità e dal discreto successo con le ragazze: ho avuto storie più o meno serie ma sono sempre stato capace di rimanere da solo anche per lunghi periodi, suddividendo il mio tempo fra hobby, lavoro e amici.

Tutto è cambiato quando, nel dicembre 2013, aggiungo questa ragazza su facebook, cugina di un'amica, e guardo alcune sue foto. Io non so come sia potuto capitare, ma dalla prima volta che la vidi mi esplose il cuore e non riuscii più a pensare ad altro (creepy!)
Tuttavia, inizialmente, sebbene così infatuato da tale sconosciuta, ero tranquillo poiché non pensavo avremmo mai avuto un reale contatto... Peccato che dopo due mesi di timide chiacchiere, molto forzate e non richieste da parte sua, ho deciso di "vomitare" tutta la passione che avevo per lei in una lettera d'amore. Lo so, è folle, ma mi sembrava anche un atto d'esorcismo sentimentale e così gliel'ho presentato, infatti: "ti dico tutto ciò che ho pensato in questo tempo e poi ciao".

Il problema è che da allora, nonostante fosse fidanzata, ha iniziato a cercarmi e sentirmi. Ci sentivamo piuttosto spesso e lei insisteva per vedermi almeno una volta: speravo che dopo un incontro dal vivo avrei potuto ridimensionarla ma è andato tutto così a meraviglia che mi sono perso ancora di più.

Da lì in poi ancora sentirsi, qualche uscita, finché il suo ragazzo - verso aprile - non mi ha aggiunto su facebook: pensavo volesse mettermi in squadra, ma alla fine si è messo a parlare con me di videogiochi e lì ho pensato "ok, se questo è il tizio con cui sta, le do un ultimatum per decidere fra me e lui. Non posso essere in competizione con un simile cretino".

Lei ha deciso di stare col suo ragazzo ed io ho deciso di freezarla (ho letto il termine qui, ma non ero a conoscenza della procedura). Nei mesi estivi ha provato a scrivermi qualche volta lei, ho sempre risposto in modo cordiale ma distaccato, poiché il mio intento era di lasciarla alle spalle.

Poi a settembre abbiamo ripreso a sentirci più serratamente ed in cuor mio speravo che - passati quei tre mesi - avrei affrontato la cosa più lucidamente, sarei stato in grado di non starci male e vivere spensieratamente sia un'eventuale amicizia, sia qualcosa di più.

Mai errore fu più grave.

Da settembre ad ottobre fu tutto un canto del cigno della sua storia, con lei che usciva con me, non sapeva come lasciarlo, mi scriveva e mi diceva di essere gelosa delle mie amiche, faceva dei test per capire quanto potessi inzerbinarmi per lei e io, in odore di prendermi ciò che desideravo, mi sono inzerbinato come non mai: pensavo che lei avesse bisogno di sentirsi amata e l'ho fatto con tutte le mie forze in ogni istante. Pollo :)

Lasciò il suo ragazzo dopo che questi ci ha inseguito in macchina durante un appuntamento (entrando poi in macchina da me e chiedendomi quanto fa con un litro...).
Dopo due o tre giorni di silenzio ci siamo visti e abbiamo deciso di "frequentarci" e quelli che dovevano essere i giorni più belli della mia vita si sono rivelati un inferno di ansia, gelosia e paure. Vi spiego meglio.

La parabola di quel breve lasso di tempo può essere descritta come segue: primi due giorni di follia amorosa, con lei che mi consegna lettere piene di promesse e dediche, telefono che continua a squillare con messaggi tipo "è come se stessimo assieme da sempre e fossi uscita da un'incubo", continua voglia di vederci.
Terzo e quarto giorno raffreddamento, con lei che mi mette alla prova mostrandomi gli screenshot di un suo amico che voleva uscire con lei.
Sesto e settimo giorno che sembrava mi sentisse per farmi un piacere (nel mentre le ho pure portato un mazzo di margherite perché era triste nel sapere che il suo ex si era munito di chiodo schiaccia chiodo).

Settimo giorno non ci si sente, ottavo mi dice via sms che torna col suo ex.

Ora, già così la cosa sarebbe dolorosa, ma non c'è mai limite al peggio, percui cari amici...

... Rispondo all'sms di "abbandono" deponendo le armi e dicendole qualcosa come "non posso darti ciò che cerchi, non lo sai nemmeno tu cosa vuoi, quindi buona fortuna".
Seguono due dolorose settimane di silenzio, settimane ove, lo ammetto, la spiavo su whazzapp etc per vedere cosa facesse. Lei ovviamente, come ogni volta, non mancava di mettere su facebook canzoni, citazioni o situazioni che visse con me, giusto come a dire "so che mi guardi, stai ancora un po' al guinzaglio..."

Al termine delle succitate due settimane si fa sentire, dapprima con una telefonata insignificante volta a portarmi un dvd (le ho detto che può tenerlo, non c'è bisogno che me lo riporti, glielo regalo), poi scrivendomi papiri su whazzapp sul fatto che dopo tutto quello che abbiamo passato non possiamo fingerci estranei l'un l'altra. A questi messaggi ho risposto con distacco, dicendole in sostanza che è inutile che mi contatti se non ha qualcosa di serio da dirmi. Lei se n'è risentita, ma ha continuato comunque a scrivere.

Due giorni dopo ci siamo sentiti per telefono e lì ha ammesso che col suo ex non c'era niente da fare, ora sa che non andava bene etc. Mi chiedeva se avevo altre frequentazioni e io, per testarla, ho giocato dicendole di sì. Ricordo che si è ammutolita e la sua voce s'era fatta tremula sino a quando le dissi che era uno scherzo.
Sull'onda della speranza le ho dunque proposto di andare al cinema, come preventivato prima che mi "abbandonasse", e la sua risposta è stata "va bene, però devi sapere che ora frequento X (ovvero il tizio di cui mi faceva vedere le chattate nei giorni durante i quali ci frequentavamo noi)".
E'stato come ricevere una lancia di ghiaccio nel cuore. Penso di essermi messo a balbettare qualcosa di incoerente, avrò senz'altro piagnucolato: lei mi ha detto qualcosa come "se dobbiamo parlare però possiamo farlo dopo o domani, che ora devo preparare le tagliatelle?".

Lì ho ingoiato il magone e, seppur con voce da persona morta, le ho detto qualcosa come "direi che è meglio se non ci sentiamo più". La sua risposta è stata "d'accordo, credo anch'io", ed è stata una risposta così tranquilla e priva di pathos da farmi capire quanto poco fossi servito nella sua esistenza, se non come tappabuchi per le sue insicurezze e per le mancanze dei suoi ex.

Ho pagato il conto per tutti, anche per il tizio X di adesso (il quale fra l'altro l'ha affabulata dicendo due cazzate, le stesse cazzate che il mese prima aveva detto alla mia più cara amica che, più sveglia, l'aveva mandato a cagare). Menzione d'onore, in ultimo, alla delicatezza della ragazza che mi ha detto "X ha detto che gli piaccio dalla prima volta che mi ha vista, non vuole un'amicizia e aspetterà finché non gliela mollo"...

Ok, mi sono dilungato ed ho abusato della vostra pazienza fin troppo. Il mio problema è che, pur avendola cancellata da facebook, dal cellulare, dai messaggi, da tutto... Pur essendo un freeze fatto come si deve, io purtroppo non posso fare a meno di morire ogni volta che vedo una sua nuova foto, i loro "likes" reciproci e poco vale dire "non guardarci", perché lavorando davanti ad un pc tutto il giorno, così succede.

Non so nemmeno io cosa voglio: il pensiero delle volte in cui uscivamo assieme quando era fidanzata, i suoi sorrisi, il fatto che arrossisse continuamente, tremasse quando eravamo mano nella mano si concilia così poco con tutto quello che m'è accaduto, che soggettivamente non riesco a farmene una ragione.

Non so se voglio che torni, credo di no perché non riesco nemmeno a provare rancore, temo la perdonerei pur di averla (che poi sarebbe il modo migliore per non averla).

Ciò che voglio realmente è non amarla.
Sto già facendo ciò che molti qui consigliano: esco con gli amici, mi sfogo, ho ripreso le arti marziali lasciate mesi fa... Non vi dico che sono un morto vivente, non sarebbe vero: ho già razionalizzato per quanto mi è possibile. In più scrivervi qui con franchezza - e leggervi - mi conforta non poco.

Vorrei solo un parere oggettivo sul da fare, su questa storia malata: una torcia che possa farmi vedere laddove il mio animo obnubilato mi acceca.

Vi ringrazio ancora per la pazienza e vi abbraccio con affetto.

Q

Modificato da KingQuetzal
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

dumbdumber

King....resettati.

Sei più nel panico di un evasore totale in una caserma della Guardia di Finanza. :D

ELIMINA qualasiasi possibilità di vedere le sue foto, i suoi likes, tutti i suoi CristidellaMadonna.

Sarà da vigliacchi, ok. Ma almeno ti togli un pensiero.

Cerca di tornare in te...dedicati ad altro, fai quello che ti piace, esci con gli amici, con altre fanciulle...ma RIPRENDI COSCIENZA DI TE.

Poi discuteremo sul da farsi...

Modificato da dumbdumber
  • Mi piace! 7
Link al commento
Condividi su altri siti

KingQuetzal

Ciao Dumb e grazie per la risposta, ho letto molti tuoi interventi sul forum e li ho apprezzati.

No, realmente non mi sento in panico, sono amareggiato e ho la sensazione di aver buttato tutta la mia capacità amorosa/intellettiva per una ragazza instabile che mi ha usato come stampella per affrancarsi da un ex e trovarne uno nuovo, entrambi egualmente "qualificati"... Dico questo perché, per amor di completezza, trattasi in entrambi i casi di ragazzini ventiduenni, lei ne ha venticinque. Non so se questo possa essere sintomatico di qualche mancanza affettiva o cosa, posso dire - notando come in molte vostre storie questo ha un peso - che lei ha avuto non solo un'infanzia difficile e problemi di salute gravi nella famiglia, ma non ha da anni figura paterna e ha vissuto una lunga storia dai suoi 16 ai 24 anni con un ragazzo che, a detta sua, esclusi i primi due anni, non l'ha nemmeno mai più baciata né considerata.

Penso che si sia rotto qualcosa dentro di lei e l'abbia trasformata in una vampira d'attenzioni, ma essenzialmente sono qui a confrontarmi con voi proprio perché vorrei un parere oggettivo da gente in gamba che ha già sperimentato questo cammino e che ha un occhio più allenato nello sgamare certi giochi e trucchi.

Inoltre non vorrei mancare di rispetto a coloro che hanno vissuto vere storie, lunghe, convivenze e sono stati pugnalati; tuttavia credetemi che questi mesi per me sono stati un dispendio energetico ed emozionale tremendo (unito ad altri fattori esterni non esattamente rosei), pertanto sebbene sia "stato con lei" poco più di una settimana, in realtà il mio coinvolgimento massivo è durato per più tempo e le mie emozioni sono dunque dolorose.

Concludo, per amor di completezza, dicendo che il giorno dopo dell' uscita delle "tagliatelle" e la mia richiesta di non sentirci più, mi ha contattato via whazzapp per sapere se avevo avuto problemi per via delle piogge (sto nella zona delle recenti alluvioni) e la mia risposta secca è stata "sto bene, ora lasciami in pace".

E'stato l'ultimo contatto; mai più sentita.

Link al commento
Condividi su altri siti

Diego_TheAce

Ed io che ancora sto a chiedermi il perché facciano tutte cosí.

Figuriamoci.

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

doppiavu

Nella mia più totale inesperienza posso solo dirti che sto vivendo una situazione sumile in quanto anche io mi sono innamorato follemente di una persona instabile che non sa quello che vuole. Dico "sto vivendo" perché la vedo ogni giorno in palestra. Ho anche raccontato la mia storia solamente che i dettagli più importanti non li ho scritti perché non ho aggiornato. Sta di fatto che mi ha usato per tappare i suoi buchi (a detta sua, sentimentali invece secondo me in tutti i sensi). Giusto per farti capire: è stata 3 anni con uno e in questo periodo lo ha lasciato 10 volte per condizionamenti esterni, poi si è messa con me, poi con un altro e poi io..si hai capito bene..io l'ho fatta rimettere con l'ex storico. Lo so è una barzelletta..almeno ci rido su, il che non è male. Comunque nel mio modestissimo parere non vale la pena struggersi per queste persone e quindi abbiamo un obbiettivo comune: dimenticare.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

AdR

amico caro.. hai perso il confronto con il tizio X e hai dato troppo peso alle sue parole.

eri già nel caos più totale poi quando lei ha deciso di uscire con te hai preso troppo sul serio le sue parole.. ma che ti fregava? aveva detto ok usciamo insieme.. bastava le dicessi : "ok tanto non gli dico nulla a tizio X" uscivi e ci provavi.

Mi chiedeva se avevo altre frequentazioni e io, per testarla, ho giocato dicendole di sì. Ricordo che si è ammutolita e la sua voce s'era fatta tremula sino a quando le dissi che era uno scherzo.

questo non ha senso. se le dici che frequenti un'altra, frequenti un'altra. altrimenti se vuoi farla ingelosire stai sul vago.. qui hai fatto un casino.

ed è stata una risposta così tranquilla e priva di pathos da farmi capire quanto poco fossi servito nella sua esistenza, se non come tappabuchi per le sue insicurezze e per le mancanze dei suoi ex.

certo!! una volta che ha capito che non poteva avere certe cose da te.. ha richiamato tizio X e ci s'è messa insieme. fine.funziona così, un giorno ti vedono come il loro principe azzurro, il giorno dopo scoprono che non lo sei e per loro puoi bruciare all'istante.

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

KingQuetzal

Grazie per la risposta, AdR, ma forse mi sono spiegato male:

X non è il suo ex; X è un amico del suo ex che, non appena li ha visti mollare, si è fatto sotto random millantando un amore a prima vista celato solo per rispetto appunto del suo amico (cazzata, visto che proprio le identiche cose, come scrissi, le ha dette ad una mia cara amica non meno di un mese fa, prendendosi un sacrosanto picche).

In pratica X è saltato fuori a contattarla non appena ha mollato l'ex (e quando frequentava me) e lei si divertiva a mostrarmi gli screen delle loro chattate, ammonendomi a non essere geloso perché "tanto è solo un amico, mica ci ho mai parlato".

E poi mi tacciano di sospettosità...

Link al commento
Condividi su altri siti

dumbdumber

Per affrontare un vampiro devi essere, a tua volta, un vampiro.

Devi conoscerlo, prevederlo,saperti porre nel modo giusto.

Essere sempre pronto con la pallottola d'argento in canna.

Secondo me,in questo momento, questa ti succhierbbe il sangue fino alla mummificazione, perché tu vampiro non lo sei.

Io i vampiri li odio. E per questo ti consiglio di starne alla larga. Almeno per il momento

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

sifter

Di nuovo, non posso fare a meno di rimanere un po' inebetito.

In una settimana penso di aver letto almeno sei o sette storie dannatamente simili, stesse dinamiche, stessi esiti.

KingQuetzal io nella tua vicenda mi ci riconosco dolorosamente bene. Ma proprio in tutto.

L'ex/non ex, i tentativi di farti ingelosire nei quali si cade come dei polli, il tira e molla, lei che prima sembra presa poi ti tratta manco avessi la lebbra.

Ne parlavo stamane con un mio amico. Questo tipo di ragazze ci giunge tra le braccia con un disperato bisogno di affetto, di comprensione; scaricano un po' della loro merda su di te, poiché sanno che in fondo sei un bravo cristo, paziente, comprensivo, buono. Poi appena hanno fatto il pieno, ripartono. Come se non fosse successo nulla, come se tu non fossi stato nulla.

Fondamentalmente si tratta di persone immature che non riescono a tagliare con il passato. Ah l'ex, il beneamato ex.

Sono consapevole di parlare in qualità di "scottato", non cominciate. Ti consiglio di provare a perdonarla, oltre che non amarla. Credo che lo facciano inconsciamente, non penso sia cattiveria gratuita. Fatto sta che sopra ai tuoi presunti sentimenti ci passano sopra con lo schiacciasassi.

Detto tra noi, cancellala, perlomeno da social network e altre amenità. Lavorare spesso al computer non è una scusa, piuttosto morditi le dita.

Ti sono vicino, cerca di fare pace anche con te stesso e con eventuali sensi di colpa.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...