Vai al contenuto

SOLO chi ha sargiato MOLTO mi può aiutare..


ken shiro

Messaggi raccomandati

ken shiro

LA faccio semplice.Quest'estate ho sargiato un botto ed è stato....un massacro....psicologico soprattutto..

cioè svegliarsi ogni mattina pensando al sarging addormentarsi ogni sera pensando al sarging della mattina dopo....incazzarsi appena svegliati perchè c'è un set da 2 che ha colazione si è alzato e se ne è andato e te non hai fatto in tempo ad aprirlo o per un set che se ne stava uscendo dalla disco la serata prima e per stanchezza hai deciso di non aprire(ma ti girano altamente i coglioni perchè una era un'HB7...)

Non so se capite di cosa sto parlando...

Se mi viene da descrivere un'emozione posso dirvi che a ripensarci sento solo ANSIA.

Per di più mi ricordo certi brutti momenti in cui mi sentivo una nullità,perchè quando sargi tutto il giorno tutti i giorni e un'hb che hai #chiuso il giorno prima non ti risponde al telefono lo stesso quella di 2 giorni fa ..in più magari la sera prima non hai chiuso un cazzo....tutto ciò ti fa sentire quasi come se fosse tutto inutile...poi come insegna il grande FONZIMI..capisci che devi continuare ti devi forzare e devi crederci fino alla fine,poi i risultati in effetti arrivano,poi il frame ti ritorna su...ma incredibilmente ti ritorna giù dopo un pò...

insomma è tutto così fluttuante...un'ora ti senti di schifo un'altra stai a mille...com'è possibile tutto ciò?Come sono possibili questi repentini cambi di umore?Sono pazzo?O è il gioco che fa questi scherzetti se portato a questi livelli?

il problema è questo...ed è per questo che vi scrivo:lo sapete da quando sono tornato a Roma quanti sets ho aperto????

0

Perchè?

Perchè solo a pensarci mi viene l'ansia.

Perchè ora ho più ansia di prima ad aprire sets.

Questo post è per tutti quelli che come me hanno sargiato al massimo e che si sono trovati in una situazione del genere.

Link al commento
Condividi su altri siti

FulCrum

Mamma mia, ragazzo, va bene che Agosto in Roma è particolarmente promettente, ma non prenderla come un lavoro, ti fotti la testa così !!!

Stacca per un po', prenditi magari un po' di tempo per analizzare le cose buone (e quelle sbagliate) fatte finora e vedi che ti servirà molto di più anzichè continuare questo GIOCO all'infinito senza andare oltre...

E' solo un GIOCO, come tale devi viverlo... se gli dai troppa valenza, sarai sempre bloccato da questo auto-limite !!!

tutto questo nella mia modesta esperienza...

Link al commento
Condividi su altri siti

Pifferaio magico

Ti incollo una risposta che ho dato tempo fa a una situazione simile.

spero ti possa essere utile.

Mi viene in mente, ma non so se è il tuo caso, una trappola in cui ognitanto cado.

Ci sono delle volte che le cose vanno a gonfie vele, e ovviamente, è naturale compiacersi per questo. il problema è che in tutti i processi di apprendimento procediamo, come inevitabile che sia, tramite fasi oscillanti, due passi avanti, uno indietro. a volte immagino un andamento sinuosoidale dove man a mano che si avanza nel tempo i picchi verso il basso (negativi) sono sempre meno intensi di quelli positivi. ma al di là delle mie strambalate rappresentazioni mentali, a volte mi succede che se non tengo in conto tutto ciò, vivendo un momento di "picco positivo" tendo a credere che quello ormai sia il mio nuovo standard raggiunto, e perciò, quando ottengo di nuovo un certo tipo di fallimenti, per un motivo o per l'altro (non siamo, perfortuna, padroni totali della nostra realtà) mi demoralizzo, resto deluso di me, non comprendendo invece che anche se apparentemente va peggio, in realtà sto comunque (e forse anche di più) crescendo, migliorando. E' come se mi facessi intrappolare da una serie di successi raggiunti.

Me ne rendo conto perchè poi quando devo scendere sul campo e replicare tutto ciò (che si tratti di un day2, di una sargiata, o dell'invito ad una festa da parte di un amico) sento come un ansia, che a ben dire, definirei "da prestazione", ansia che ovviamente non era presente le volte che ho prodotto quei risultati, ecco che inconsapevolmente si è instaurata una piccola macchia nera nel Frame di sempre.

Assurdo he?..

Forse neanche troppo, in fondo ognuno ha su di se delle aspettative, e ognuno e più o meno un giudice severo di se stesso.

In questi momenti mi viene utile tornare a vedere le cose in una visione di insieme, abbassare il mio ego, rendermi conto che mi trovo in una fase di apprendimento, che (perfortuna) sono la virgola di una riga e non il suo punto.

Allora tutto ritorna al suo posto, e mi rendo conto che non c'è di nuovo niente da perdere. allora posso fare quel numero di telefono e fissare quel day2 fregandomene se poi non mi mostrerò congruente col day1, perchè in fondo, questa è una skill che sto costruendo, e quel day2 mi serve proprio a questo .

In bocca al lupo per il tuo frame  

Aggiungo solo che il GAME (Gioco) deve essere preso poco sul serio, deve restare un gioco, ti può essere utile alla crescita secondo me, se dai meno importanza al sarge. Il punto è che ogni valore, ogni convinzione, ogni tensione, c'e l'abbiamo stampata addosso e in un modo o nell'altro viene sempre comunicata. Se carichi così tanto il sarge, ti si ritorce tutto contro. Sargia al massimo due volte a settimana e nel resto del tempo creati spazi dove coltivi il resto della tua vita e i tuoi interessi, senza i quali tu ti svuoti, perdi fascino, e il sarge diventa più difficile.

L'analogia con l'allenamento fisico viene facile, come forse sai, i muscoli crescono quando sono a riposo, un sovrallenamento è dannosso e invece di portare miglioramenti, alla lunga, fa regredire.

La prossima volta andiamo ad aprire qualche set insieme, oppure ci vai con qualche amico fidato, e passi la serata a pensare sopratutto al divertimento, facciamo bullshit, cerchiamo apposta i C&B ecc. ecc. che vadano a fottersi i risultati i close e tutte quelle scemenze li, e come un hb quando smetti di inseguirla, arriverano ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

ragazzo87
LA faccio semplice.Quest'estate ho sargiato un botto ed è stato....un massacro....psicologico soprattutto..

cioè svegliarsi ogni mattina pensando al sarging addormentarsi ogni sera pensando al sarging della mattina dopo....incazzarsi appena svegliati perchè c'è un set da 2 che ha colazione si è alzato e se ne è andato e te non hai fatto in tempo ad aprirlo o per un set che se ne stava uscendo dalla disco la serata prima e per stanchezza hai deciso di non aprire(ma ti girano altamente i coglioni perchè una era un'HB7...)

Non so se capite di cosa sto parlando...

Se mi viene da descrivere un'emozione posso dirvi che a ripensarci sento solo ANSIA.

Per di più mi ricordo certi brutti momenti in cui mi sentivo una nullità,perchè quando sargi tutto il giorno tutti i giorni e un'hb che hai #chiuso il giorno prima non ti risponde al telefono lo stesso quella di 2 giorni fa ..in più magari la sera prima non hai chiuso un cazzo....tutto ciò ti fa sentire quasi come se fosse tutto inutile...poi come insegna il grande FONZIMI..capisci che devi continuare ti devi forzare e devi crederci fino alla fine,poi i risultati in effetti arrivano,poi il frame ti ritorna su...ma incredibilmente ti ritorna giù dopo un pò...

insomma è tutto così fluttuante...un'ora ti senti di schifo un'altra stai a mille...com'è possibile tutto ciò?Come sono possibili questi repentini cambi di umore?Sono pazzo?O è il gioco che fa questi scherzetti se portato a questi livelli?

il problema è questo...ed è per questo che vi scrivo:lo sapete da quando sono tornato a Roma quanti sets ho aperto????

0

Perchè?

Perchè solo a pensarci mi viene l'ansia.

Perchè ora ho più ansia di prima ad aprire sets.

Questo post è per tutti quelli che come me hanno sargiato al massimo e che si sono trovati in una situazione del genere.

Da come dici sembra che c'è qualcuno che ti obbliga a sargiare!

Sargiare deve essere una cosa divertente,giocosa ma deve piacerti!

Non è una cosa che deve essere fatta per forza,così certo che hai il frame basso!Stessa cosa quando qualche genitore o nostro superiore ci impongono di fare qualcosa che ci rompiamo a farla..." DEVI FARE QUESTO BLA BLA BLA..."

Io e il mio wing abituati a sargiare OGNI VOLTA CHE USCIVAMO!giorno,sera,notte..non facevamo differenza!Sargiare fa parte di noi!non potevamo uscire senza sargiare..e raramente quando non trovavamo hb da sargiare..ce ne tornavamo a casa con il frame bassissimo!Per noi era una mania conoscere hb ma lo facevamo con MOLTO piacere non ci obbligava nessuno!Abituandoti a sargiare sempre..anche se sei da solo senza il tuo wing e vedi hb..sei deciso,non ti fai scrupoli,molto tranquillo e sicuro di te...ADESSO VADO A CONOSCERE QUELLA RAGAZZA! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

kirk
..capisci che devi continuare ti devi forzare e devi crederci fino alla fine,poi i risultati in effetti arrivano,poi il frame ti ritorna su...ma incredibilmente ti ritorna giù dopo un pò...

insomma è tutto così fluttuante...un'ora ti senti di schifo un'altra stai a mille...com'è possibile tutto ciò?Come sono possibili questi repentini cambi di umore?Sono pazzo?O è il gioco che fa questi scherzetti se portato a questi livelli?

il problema è questo...ed è per questo che vi scrivo:lo sapete da quando sono tornato a Roma quanti sets ho aperto????

0

Perchè?

Perchè solo a pensarci mi viene l'ansia.

Perchè ora ho più ansia di prima ad aprire sets.

Questo post è per tutti quelli che come me hanno sargiato al massimo e che si sono trovati in una situazione del genere.

Rispondo senza averne la competenza specifica. Ma dalla mia posso dire che sono un tipo che si fa prendere molto dalle proprie passioni e non mi pare del tutto estraneo quello che racconti. La questione secondo me ha a che fare (anche) con l'essere anima e corpo proiettati verso un obiettivo.

Quando tu vivi questo stato di tensione emotiva, fisica e intellettuale verso il tuo scopo, è normale provare ogni sorta di gioia e frustrazione, alti e bassi, momenti in cui ti senti preso al massimo e momenti in cui desidereresti svincolarti da quello che alla fine è diventato qualcosa che ti senti quasi costretto a fare, quasi un legame. Lo avverti come qualcosa che ti mette continuamente alla prova, ma sentirsi costretto a dipendere dall'esterno per sentirsi OK è molto limitante. E più ti sforzi nel fare una cosa più ti rendi conto di dipendere da essa. Il concetto di dipendenza, sia pure di dipendenza da cose che sono state auto-imposte, va stretto agli "spiriti liberi".

Io per esempio, ad un certo punto, ho sempre provato un certo odio verso la cosa che mi teneva occupato emotivamente e fisicamente, avrei voluto sbarazzarmente proprio nel momento più intenso, quello che ti prende in tutti i modi e capisci che sta cercando di entrare a far parte di te. Quello è il momento in cui faccio più resistenza. Diventa quasi un peso dal quale vorresti liberarti.

Allora tipicamente capita che mi dedichi ad altro, che dimentichi temporaneamente quella passione così intensa, fino ad acquisire un approccio emotivo più sereno alla cosa. A ridimensionarla. A toglierle l'importanza "nevrotica" della quale l'ho caricata e a attribuirle quella serena, naturale. Ed è quello il momento in cui la passione e le abilità che ad essa ineriscono scivolano in me in modo naturale, senza alcuno sforzo.

Ok, adesso spero solo di non aver male interpretato le tue parole :)

Link al commento
Condividi su altri siti

prieras

da Romano a Romano:

ahò, sargiare miga è 'na purga.

il vero pua non è quello che esce avvelenato e se non apre 100 set a sera sta male nè quello che se non apre nemmeno un set inzia a panicare.

il vero pua è quello che apre solo e quando gli va, che non si fa problemi se non trova nulla di succoso da aprire.

non farti tutti questi problemi e stai sereno

Link al commento
Condividi su altri siti

Gimmy

Si forse a Riccione abbiamo un po esagerato col sarging :D

Secondo me quando una qualsiasi cosa diventa stressante e ora di fermarsi e prendersi una pausa.. bisogna cercare si orientare il tutto verso il puro DIVERTIMENTO.

Resta il fatto che valangate di aperture come facevi tu a Riccione mi hanno notevolmente impressionato :D

Una cosa che sto usando adesso è OSSERVARE l'intero gruppo di set ed aprire solo quelli che io reputo ricettivi, osservando il BL dei vari target anche per pochi secondi.. ad esempio parla ad alta voce, ride, si tocca i capelli, fa dei movimenti ampi con le braccia, tutto questo mi porta a dire: probabilmente è single. In questo modo sto riducendo al minimo i C&B.

Ricordiamoci che alla fine è siamo qui per divertirci :)

Link al commento
Condividi su altri siti

prieras
ad esempio parla ad alta voce, ride, si tocca i capelli, fa dei movimenti ampi con le braccia, tutto questo mi porta a dire: probabilmente è single. In questo modo sto riducendo al minimo i C&B.

e per quale strano legame o congiuntura astrale una che parla a voce alta, ride, si tocca i capelli, fa dei gesti ampi dovrebbe essere single?

FMM stai sopravvalutando il significato di questi gesti che non hanno un significato univoco e che volendo se ci pensi possono essere molto poco spontanei e "misurati/calcolati".

prendi il parlare a voce alta: per una strana legge fisica quanto più è alto il rumore di fondo attorno a noi tanto più tendiamo ad alzare la voce per farci sentire e sentire noi stessi quello che diciamo.

certo, il parlare a voce alta potrebbe voler significare che la tipa è in cerca di attenzioni ma questo non si traduce automaticamente in "la tipa è in cerca di pisellate".

il toccarsi i capelli allo stesso modo come l'incrociare le braccia ha molti significati che vanno dall'essere interessata all'essere annoiata al provare freddo perchè stai in centro il 15 dicembre e nevica.

in sostanza il bl non è sempre un valido indicatore delle sensazioni che una persona sta provando in un dato momento e non si configura come scienza esatta per cui farci eccessivo affidamento durante il sarge non la vedo come cosa positiva.

per esperienza personale inoltre l'uguaglianza donna single = donna facilmente chiudibile non è mai verificata ed anzi spesso le non single sono quelle che più facilmente flirtano e si ritrovano con un pisellaccio in mano.

certo, se poi sei in cerca di una fidanzata (ltr) allora cambia tutto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Gimmy

forse mi sono spiegato male..

questa cosa dell'OSSERVARE i vari set e il BL dei vari target lo faccio solamente nei primissimi set di riscaldamento (1 o 2). Cosi da aprire ragazze per lo meno estroverse e "giocose" (forse ho sbagliato con il termine single) che mi permettano di entrare nel frame.

Una cosa che faccio quando mi sento demotivato e mi ritrovo ad avere pensieri pessimisti è quella di osservare i traguardi che ho raggiunto, il mio livello di skill attuali e CONFRONTARLI con quelli di 3mesi fa o di 1 anno fa.. Un anno fa avrei aperto dei set come faccio ora? avrei ottenuto dei close senza farmi problemi? cazzo no! Allora vuol dire che sono andato avanti, sono migliorato e di questo devo esserne fiero..

Link al commento
Condividi su altri siti

FullSashimi
La prossima volta andiamo ad aprire qualche set insieme, oppure ci vai con qualche amico fidato, e passi la serata a pensare sopratutto al divertimento, facciamo bullshit, cerchiamo apposta i C&B ecc. ecc. che vadano a fottersi i risultati i close e tutte quelle scemenze li, e come un hb quando smetti di inseguirla, arriverano ;)

queste sono PAROLE: me le hai tolte di bocca!

Grazie grazie grazie Pifferaio.

Ciao!

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...