Vai al contenuto

Essere padroni dei propri stati d'animo


JasonSm
 Condividi

Messaggi raccomandati

JasonSm

Sto rileggendo, a distanza di un paio d'anni, il libro che tutti consigliano qui sul forum, "Le vostre zone erronee".

Ho intenzione di soffermarmi a fondo sui concetti che il libro espone, in modo da riuscire a consolidarli nella pratica.

In particolare, ho appena finito il primo capitolo che si sofferma molto sul concetto che noi siamo padroni dei nostri

stati d'animo, perchè questi discendono dai nostri pensieri che sono frutto della nostra mente.

Ora, il concetto è chiaro, però non riesco a "farlo mio". La distruzione progressiva dei pensieri negativi è l'unica via

verso la felicità, però quando questi sono presenti da tempo non è un processo che si può effettuare in poco tempo

e la cosa è ribadita anche dall'autore.

Il problema è come iniziare questa distruzione? E' tutto un fatto di volontà?

Voi vi sentite pienamente padroni dei vostri stati d'animo? Come si diventa resilienti e forti rispetto agli eventi?

Link al commento
Condividi su altri siti

dickinson1

difficile essere padroni dei propri stati d'animo.

In alcuni casi bisogna conviverci.

Ma piu' che altro serve affrontarli nella maniera giusta.

Basta fare un piccolo ragionamento.

A voler guardare la vita e' una sola.

A meno che non si voglia prendere in considerazione la reincarnazione.

Dunque,perche' dover farsi portare via del tempo dai pensieri negativi.

O dalle arrabbiature,anche.

Se noi dormiamo un terzo della nostra vita,togliamo il tempo in cui ci capita di esser malati,

quando siamo bambini o troppo anziani per capire certe cose...cosa ci resta.

Alcuni dicono dodici anni della nostra esistenza,il periodo in cui siamo al massimo delle nostre forze.

Quindi per quale motivo lasciarsi sopraffare da cio ' che ci fa star male?

Link al commento
Condividi su altri siti

trafal

Forse non saremmo mai veramente padroni dei nostri stati d'animo però possiamo pensare in modo positivo invece che in negativo.

Se ti succede qualunque cosa negativa la prima cosa spontanea che fanno quasi tutti è quella di: arrabbiarsi, abbattersi, lamentarsi, pensare che la sfortuna sia dalla loro parte, dire che sono stanchi di tutto e tutti...ma tutti questi pensieri a cosa ti portano? soltanto a farti ancora più del male! Se ti arrabbi cambierà qualcosa? no. Se ti abbatti? neppure. Se ti lamenti? neanche. Pensia sia la sfortuna? lo stesso delle precedenti. Essere stanchi di tutto e tutti? guardare la risposta di prima. Dove voglio arrivare con questo? che forse non saremmo mai padroni dei nostri stati d'animo ma pensare tutto quello che ho scritto qui sopra non ti porterà lo stesso a niente! Quindi amico mio goditi la vita, pensa sempre in modo corretto ( esempio: inutile incazzarsi per questa cosa tanto non cambia niente lo stesso invece vediamo come posso sistemarla... ) e cerca di vivere sempre col sorriso :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...