Vai al contenuto

Ha detto basta, dopo 18 mesi e tanti progetti..


 Condividi

Messaggi raccomandati

grigory33

Un saluto a tutti,…sono qui come molti degli iscritti, per raccontare la mia vicenda e ricevere pareri e consigli da chi, vedendo le cose dall’esterno, avrà senz’altro più obbiettività..

Sarò un po’ lungo, ma non posso farne a meno….nel raccontare quanto mi è successo..

Dunque, relazione tra me (Gregorio) 40 anni, avvocato e Laura 38, medico, durata 18 mesi.

Abitiamo a 200 km di distanza (Milano- Bologna) e ci siamo sempre visti ogni venerdi,sabato e domenica, oltre tutti i periodi di vacanza (circa un mese e mezzo l’anno).

Ci conosciamo ad un matrimonio e , essendo lei una bellissima ragazza, attira subito il mio interesse. Io ero single e lei anche, entrambi divorziati da parecchi anni, Lei aveva avuto solo una storia importante dopo il matrimonio durata 3 anni con un uomo sposato, io un paio di storie serie finite per esaurimento delle mie compagne dato che mi facevo abbastanza i fatti miei..

Bene, con Laura ci conosciamo, telefonate etc, poi la invito a a cena in un ristorante molto particolare della sua città e da quella sera non ci separiamo più; Nasce una passione travolgente e ci innamoriamo veramente tanto tutti e due.

Lei ha un carattere non facile, è molto egocentrica, ma molto carina, affettuosa e mi comunica spessissimo i suoi sentimenti.., io molto chiuso (per un motivo che dirò più avanti) e di certo non molto disposto ad esternare i miei sentimenti..

Sin dai primi mesi discutiamo e litighiamo almeno una volta al mese per questioni stupidissime ed io, abituato come ero a gestire i rapporti, mi chiudo e tengo il broncio anche per un giorno o un intero week end, metre sarà sempre Lei a cercare il riavvicinamento e a sciogliere le tensioni che si creavano.

Con il tempo ci prendiamo un po’ le misure, ma le discussioni, anche se meno frequenti, non scompaiono e si risolvono sempre nello stesso modo: io mi altero, metto il muso e lei mi cerca perché ritiene (giustamente) stupido perdere del tempo a tenere il muso quando già ci vediamo poco..

Comunque, passiamo momenti veramente belli insieme, io stavo finendo la casa nuova e insieme la arrediamo, andando in giro a cercare tutti i mobili e costruendoci la nostra casa dove lei avrebbe voluto venire a vivere con me. Ebbene si, infatti aveva iniziato solo pochi mesi fa le pratiche per chiedere il trasferimento in un nuovo ospedale vicino a dove abito io ed era entusiasta di questa scelta.

Cosa per lei molto importante, la scorsa estate decide di portarmi a conoscere i suoi genitori che vivono in puglia, dato che dopo il suo matrimonio non aveva mai più presentato alcuna persona ai suoi e nemmeno raccontato altre sue esperienze sentimentali..

Io sono molto contento della cosa e mi convinco sempre di più che questa potrebbe essere veramente la persona della mia vita: Siamo entrambi separati e liberi, senza figli, economicamente indipendenti, molto innamorati e affiatati anche dal punto di vista sessuale….unico neo, i litigi e le discussioni che ancora ogni atnto compaiono, e il mio darle poche attenzioni rispetto a quelle che lei vorrebbe (la telefonata improvvisa durante il giorno, un mazzo di fiori, dirle ti amo quando non se lo aspetta etc), ma il mio carattere è chiuso e fare certe cose mi farebbe sentire la parte debole della nostra coppia..

Cmq, lei è sempre amorevole e manifesta sempre più la voglia di condividere la nostra vita insieme, anzi, cerca di farmi capire che anche se sono un po’ “Orso” lei ha accettato questo mio carattere e cercherà di farmi comunque migliorare perché è innamorata ed è felice..

Arriviamo al 13 febbraio di quest’anno, giorno prima di San valentino e lei aveva preparato un dolce per festeggiare insieme la serata e starcene a casa a goderci il nostro tempo… E qui succede il fattaccio, forse stressati entrambi per il lavoro, litighiamo per un fraintendimento: lei si offende, io sbotto e le dico che sono stufo di questi litigi, che mi sono stancato di andare avanti così e che forse dovremmo rivedere anche i nostri progetti di vita insieme.. Lei ci rimane malissimo, io tengo il muso tutta la sera e poi l’indomani cerchiamo di fare pace e le dico che ho esagerato ma che non pensavo veramente le cose che le ho detto.. Li per li, tutto torna normale e passiamo un buon week end, ma i giorni a seguire saranno tra alti e bassi, perché lei non riesce a dimenticare il mio sfogo e passa da momenti in cui è carina come sempre, mi dice cose belle e mi coccola come sempre, a momenti che invece la sento più taciturna e pensierosa..

Il week end successivo, siamo in montagna, e vedendola cosi’ le chiedo se tutto andasse bene e lei mi risponde che a mentre a me passa tutto a lei rimane la ferita per le cose che le ho detto… E qui, secondo errore: mi arrabbio di nuovo e le tengo il muso tutto il giorno, tanto che alla sera lei sbotta e mi dice che non vuole passare la vita con una persona che la fa stare come me e che è l’ora di dire basta. Prende le sue cose da casa mia dicendo che non ci verrà più perché è finita. La sera mi chiede comunque di dormire da lei, io non volevo ma lei insiste e durante la notte mi si avvicina e cerca cmq un lieve contatto, che io non raccolgo.

La mattina vado via, la saluto freddamente e torno a casa.

Da li iniziamo a scriverci delle mail, rinfacciandoci i nostri comportamenti , ma lei dice che non ce la fa più e che siamo troppo diversi, ma mi lascia sempre uno spiraglio dicendo che se vorrò cercarla per discutere con altro tono sapro’ dove trovarla..

E qui inizio ad inanellare una serie di errori apocalittici: prima nelle mail che le scrivo cerco di difendermi, poi ammetto in parte di aver sbagliato e le chiedo scusa e ammetto di avere un pessimo carattere che avrei cercato di migliorare, poi la imploro di darmi un’ultima possibilità e le dico che sto male..

Mi chiede di non sentirci per qualche giorno dato che andrà a trovare i suoi in puglia per ritrovare un po’ di serenità e quando ritorna, dopo 4 giorni in cui non ci sentiamo, mi telefona la sera ed è ancora più decisa a chiudere definitivamente. Io faccio lo gnorri e le dico di farmi avere le cose che ho lasciato da lei, preso dalla rabbia la cancello dai miei contatti di facebook e lei se ne accorgerà la mattina seguente, scrivendomi il messaggio “Mi hai cancellata dai tuoi contatti….”

ma il giorno dopo le scrivo dei messaggi ed una mail, per cercare di farle capire che ho sbagliato e che non vorrei perderla..

LEI A QUESTO PUNTO NON MI RISPONDE PIU’ ad alcun msg, mail e telefonata.

Parto e vado a cercarla nella sua città ma non si fa trovare..

Contatto due sue amiche che conoscevo anch’io per sapere di lei, per sapere dove fosse e se realmente fosse determinata a chiudere. La loro risposta mi gela il sangue: “E’ molto determinata, molto delusa e conoscendola difficilmente tornerà indietro”. Aggiungono anche di non insistere a cercarla per il momento..perchè lei non ne vuole più parlare e che le avrebbe detto che quando una cosa è chiusa, trascinarla fa più male..

A questo punto, perso tutto, decido che non posso non dirle quale fosse veramente la causa del mio comportamento e quindi tramite questa sua amica le chiedo di chiamarmi.

Lei lo fa, dopo tre giorni e mi aggredisce infuriata che non dovevo chiamare le sue amiche, che non dovevo venire a Bologna a cercarla, che ero stato l’unico uomo ad averla trattata così male senza darle attenzioni ed importanza..

Io non replico, le dico che volevo solo parlarle e non chiederle scuse o altro né supplicarla . Le dico che il mio essere così chiuso e barricato dietro ai miei muri, era dovuto al fatto che il mio matrimonio non era finito come volevo far credere a tutti (lei compresa) senza alcun dolore, ma era finito perché avevo scoperto che mia moglie mi tradiva ed era incinta di un atro !!

Lei si placa….mi ascolta, cerca di dirmi che avrei potuto dirglielo e non tenermi dentro questo peso, che non dovevo sentirmi in colpa.. Comunque la ringrazio per avermi dato questa possibilità e ci salutiamo..

Da allora, mercoledì 18 marzo, non l’ho mai più sentita. Ne cercata.

NOTE e Osservazioni:

- Solo il giorno dopo, 19/marzo mi è comparso un suo “Mi piace” alla pagina del ristorante dove eravamo stati la prima volta e dove tornavamo per l’anniversario..

- Avevo accesso al suo telefono, alle sue mail di lavoro e private, al suo PC , al suo facebook e non ho mai trovato alcun messaggio strano o di persone che nn fossero le sue amiche o colleghe.

- Non ha mai fatto uscite strane o tenuto comportamenti che potessero farmi sospettare qualcosa (mi chiamava appena usciva dal lavoro, all’ora di cena da casa, dopo cena per stare al telefono un’oretta) anzi ero io che cercavo di starci di meno..

- Ho ancora alcune cose da lei che non mi ha reso

- Sul suo profilo FB ha ancora tutto come prima, le nostre foto e sembra che non posti più nulla dal 20 febbraio

Bene, adesso sto veramente male, non riesco a dimenticarla, ogni cosa che faccio o che guardo mi riporta a lei e a tutto quello che di bello abbiamo condiviso, ed è stato veramente tanto..

Non so cosa fare, ovviamente non la cerco, vorrei scriverle una lettera per dirle ancora i motivi veri che sono stati alla base del mio comportamento chiuso e diffidente, senza chiederle nulla, solo per spiegarle cosa mi opprimeva e che adesso che finalmente mi ero tolto questo macigno sarei mi sentivo molto meglio…ma non so se servirebbe..

Ditemi voi cosa ne pensate e cosa mi consigliate…io sono veramente a pezzi.

Modificato da grigory33
Link al commento
Condividi su altri siti

bull72

Grigory.Ma cosa dici?Ma quale storia importante con un uomo sposato?Ma sei serio?

Link al commento
Condividi su altri siti

grigory33

Intendevo dire che era ancora sposato anche se non viveva più con la moglie

Link al commento
Condividi su altri siti

Ci sono due livelli di "debolezza" a questo mondo che fanno male ad un rapporto:

Il primo è aprirsi troppo verso una persona, mettendola al centro del proprio mondo e quindi essere bisognoao di lei.

L'altro e il non aprirsi o esprimere i propri sentimentj per paura di soffrire, o di soffrire ancora.

Tu hai commesso il secondo errore.

Insieme però hai condito il tutto con questi "bronci" che detta fra noi, sono veramente infantili e per quanto possano avere successo dopo un po stufano, perchè sono sintomo di vurnerabilità agli occhi della tua donna.

Successivamente, hai dato prova di scarsa capacità al controllo incazzandoti in quel modo e dicendogli quelle cose.

Potevi ancora salvare la cosa, ma invece di darle le tue scuse e fare come se nulla fosse hai continuato ad incazzarti.

Lei questo l'ha percepito e qui sono nati tutta una serie di errori che vengono fuori dal tuo istinto, per la paura della perdita del controllo che avevi su di lei.

Ti sei incazzato, l'hai rincorsa, l'hai supplicata, hai messo in mezzo le sue amiche.

Tutte cose che gli hanno agevolato il compito di lasciarti definitivamente.

È finita!? Si! Ma se la rivuoi hai ampi spazi di manovra.

Lascia stare la lettera, che altro non sarebbe che un ripetere le stesse cose che lei già sa.

Se ti sei scusato una volta, basta e avanza.

Lei in parte ci tiene a te, devi solo capire che in questo momento è in una fase che qualsiasi tuo tentativo perggiorerebbe solo le cose.

Lasciala sbollire e regalagli la tua assenza, con le annesse conseguenze delle sue scelte, nel mentre riprenditi e vedi di rifocillare il tuo ego e le tue sicurezze notando che al di fuori di Lei c'è un mondo da vivere.

Dopo, potrai sicuramente rigiocartela, ma ora non cercarla, mi raccomando.

E se lo fa lei, non recriminare, non parlare di cose passate, se lo fa lei svia, mostrati cortese, distaccato e sereno.

Il tempo per lei verrà, ma non è adesso.

Datti un po di tempo per te stesso ora.

Link al commento
Condividi su altri siti

grigory33

Caro Human, vorrei davvero che fosse come dici tu nella tua analisi, che peraltro condivido, ma non so cosa aspettarmi sinceramente... L'ho vista così determinata e infuriata, che sarebbe veramente un miracolo se si facesse sentire.. Certo, quello che le ho confessato del mio passato e che era la causa della mia chiusura, mi ha comunque liberato la coscienza è tolto un peso, ma a parte averle placato la rabbia enorme che aveva, non credo che le abbia fatto minimamente cambiare idea..

Più passa il tempo e più si insinua in me l'idea che possa avere interesse per qualcun altro, e che la sua decisione irremovibile dopo vari tentennamenti, sia stata incentivata da questo nuovo interesse. Da parte mia, non ho mai notato nulla che mi facesse pensare minimamente a questa ipotesi, ma so bene che la realtà e' spesso diversa da come ce la rappresentiamo, e non essendo proprio uno sprovveduto, nel conto metto anche questa ipotesi. forse sarebbe la motivazione più logica semplice ed il motivo di questa sua rabbia cresciuta mano a mano nei giorni dopo la chiusura, atteso che quando al telefono mi disse che era finita, non abbiamo litigato o avevamo rabbia...anzi

Link al commento
Condividi su altri siti

Io non penso proprio abbia un altro.

Certo, ogni cosa è possibile, ma non penso proprio sia questo il caso.

Staccati, e non arrovellarti più su cosa hai fatto, come ha reagito, cazzi e mazzi.

Concentrati su te adesso, questi pensieri non servono a nulla se non a farti fare azioni o cose di cui potresti pentirti.

Voleresti Mai all'interno di una tempesta!?

certo puoi farlo, ma le possibilità che tu ti possa schiantare sono prossime al 100%.

Fai calmare il cielo, le sue emotività, e poi se vuoi ritorna a solcare i cieli.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

IlPasseggeroMisterioso

Io ho una mia idea, per una piccola esperienza recente, ma prima: i motivi del suo divorzio quali sono?

Link al commento
Condividi su altri siti

grigory33

Motivi del divorzio furono dovuti al fatto che con l'ex marito stavano insieme da quando erano ragazzi e con il tempo emersero le relative differenze e il sentimento si era trasformato in un affetto quasi fraterno. Del sue ex marito ne parlava comunque di una persona di cui aveva un buon ricordo e stima, tanto da aver mantenuto buoni e amichevoli rapporti anche dopo anni (lui si è poi risposato ed ha un figlio).

Link al commento
Condividi su altri siti

alphabeta

un consiglio

eviterei di riportare nomi e situazioni con tanta precisione

Modificato da alphabeta
Link al commento
Condividi su altri siti

grigory33

un consiglio

eviterei di riportare nomi e situazioni con tanta precisione

I nomi non sono reali, e nemmeno le città... era solo per rendere più realistica la lettura della storia

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...