Vai al contenuto

Qualificazione


Canadair
 Condividi

Messaggi raccomandati

Canadair

E' un soggetto importante, sembra, eppure oltre al "fatela qualificare", o "leggi il capitolo del libro di Franco", e' difficile trovare più dettagli.

E non nascondo che l'argomento continua a sfuggirmi, ma penso sia davvero di itneresse generale.

Qualcuno se la sente di iniziare un thread "qualificazione", in cui capiamo cosa e', che meccanismi innesca, perche' psicologicamente e' valida, quanti e quali tipi di qualificazione ci sono?

Esempi giusti e sbagliati, teorici, pratici, vissuti, o casi di studio?

Ovviamente chiamo a raccolta i grandi di questo forum AiViA, Taurus, George Kaplan, Gelsomino, e mi scuso con chi non ricordo o non mi viene da menzionare adesso, ma si vorrei anche la vostra opinione

Penso che l'argomento sia assai interessante:

Modificato da Canadair
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Grimoaldo

Leggi Venusian Arts e RSD e tutto sarà chiaro.

Link al commento
Condividi su altri siti

Canadair

Non c'e' dubbio e grzie del consiglio; volevo parlarne tra noi però

Link al commento
Condividi su altri siti

Mr. Goldfingers

Allora iniziamo con il dire che il principio di fondo che sta nella "qualificazione" e quello di cercare di apparire di un valore superiore rispetto a quello che si e' al momento.

Quindi cercare di far qualificare una donna, rispetta il fatto che implicitamente nel tentativo di qualificarsi lei cerchi di aumentare il suo valore alla pari del suo interlocutore. E quindi indirettamente l interlocutore parte con un valore di partenza più alto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Interstellar

E' un soggetto importante, sembra, eppure oltre al "fatela qualificare", o "leggi il capitolo del libro di Franco", e' difficile trovare più dettagli.

E non nascondo che l'argomento continua a sfuggirmi, ma penso sia davvero di itneresse generale.

Qualcuno se la sente di iniziare un thread "qualificazione", in cui capiamo cosa e', che meccanismi innesca, perche' psicologicamente e' valida, quanti e quali tipi di qualificazione ci sono?

Esempi giusti e sbagliati, teorici, pratici, vissuti, o casi di studio?

Ovviamente chiamo a raccolta i grandi di questo forum AiViA, Taurus, George Kaplan, Gelsomino, e mi scuso con chi non ricordo o non mi viene da menzionare adesso, ma si vorrei anche la vostra opinione

Penso che l'argomento sia assai interessante:

L'argomento a volte sfugge perché qualcuno l'ha reso complicato, ma se capito bene é a mio avviso semplicissimo.

Ora dimentica tette e culi.

Immagina che ti chiami un conoscente per un fantomatico week end al mare in una localitá non ben precisata. Accetterai al volo?

O porrai una serie di domande per capire bene il livello della proposta?

Ora pensa di essere un imprenditore che deve assumere una persona. Farai una serie di domande per capire il suo livello e quella persona dovrá qualificarsi moltissimo per ricevere la tua approvazione ed il posto di lavoro.

Farla qualificare significa innanzitutto avere standard precisi o fingere molto bene di averli.

Avere degli standard subcomunica un tuo valore piú o meno alto.

se lei supera le tue prove (si qualifa rispondendo bene), tu la premi con le tue attenzioni (addestramento dei cani).

il fatto di ricevere un premio per aver fatto o dimostrato qcosa le fará pensare che tu ci stai provando per la sua laurea in fisica e non per la sua quarta di tette, quindi disinneschi la sua difesa antizoccola, perché lei sentirá di aver investito nella relazione.

Ovviamente questo é il discorso sulla carta, poi reintroducendo la componente "tette e culi" nella vita reale diventa piú difficile essere selettivi, perché l'emozione che ci provoca la bellezza femminile tende ad abbassare le facoltá razionali.

Il discorso di base rimane molto semplice se manteniamo il frame "io sono l'imprenditore, lei mi deve dimostrare di essere all'altezza. nel caso la premieró con l'assunzione".

Poi nella pratica é ovviamente piú difficile perché non é un reale colloquio di lavoro, anzi fare mille domande é controproducente, ma il frame "selettivo" si sub-comunica anche in altre maniere implicite.

Rischio principale? Mancanza di calibrazione, uno si mette su un piedistallo troppo alto e la ragazza lo vede come uno stronzo o irraggiungibile e desiste.

Bisogno ponersi un po' piú in alto della ragazza, ma non molto.

E’ anche importante capire cosa vuoi veramente: se é tanto sesso da una botta e via o ONS, il qualifiy sará poco piú di una routine. Magari bastano un paio di domande o un frame alpha per subcomunicare che non sei un beta interessato solo alle sue tette.

Se vuoi LTR, MLTR o forse anche solo FB, il qualify dovrebbe essere allineato con i tuoi veri valori e dovresti essere pronto a scartare tutto ció che ti possa arrecare danno nella vita, psyco, materialiste, donne con bassa autostima etc etc

Modificato da Interstellar
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Grimoaldo

Nel modello classico il termine qualificazione è riferito ai tentativi DIRETTI della ragazza di aumentare il proprio valore. I propri tentativi di aumentare il proprio valore invece dovrebbero essere indiretti (apparire incidentali) e di solito si definiscono DHV. Quando si parla del PUA che si sta qualificando invece di solito lo si fa in termini negativi alludendo a suoi tentativi di aumentare il proprio valore in modo diretto.

La qualificazione serve a influenzare il frame. Ogni volta che la spingi a qualificarsi la fai spostare in un frame in cui lei è la venditrice e tu il compratore. Lei inconsciamente si mette nella posizione di quella che sta cercando la tua approvazione ovvero sta cercando di conquistarsi ovvero in ultima analisi sta investendo su di te. Più la fai qualificare più lei si convince che sei un figo e che deve mettercela tutta per avere la tua approvazione. Questo significa poi meno DAZ, meno LMR, meno flakes eccetera. E'un modo di reframmare l'interazione a proprio vantaggio convincendola con sottigliezza che lei ti vuole.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Canadair
Inviato (modificato)

Nel modello classico il termine qualificazione è riferito ai tentativi DIRETTI della ragazza di aumentare il proprio valore. I propri tentativi di aumentare il proprio valore invece dovrebbero essere indiretti (apparire incidentali) e di solito si definiscono DHV. Quando si parla del PUA che si sta qualificando invece di solito lo si fa in termini negativi alludendo a suoi tentativi di aumentare il proprio valore in modo diretto.

La qualificazione serve a influenzare il frame. Ogni volta che la spingi a qualificarsi la fai spostare in un frame in cui lei è la venditrice e tu il compratore. Lei inconsciamente si mette nella posizione di quella che sta cercando la tua approvazione ovvero sta cercando di conquistarsi ovvero in ultima analisi sta investendo su di te. Più la fai qualificare più lei si convince che sei un figo e che deve mettercela tutta per avere la tua approvazione. Questo significa poi meno DAZ, meno LMR, meno flakes eccetera. E'un modo di reframmare l'interazione a proprio vantaggio convincendola con sottigliezza che lei ti vuole.

Questa mi interessa; quindi la qualificazione diretta "sei figo?" " si che sono figo" e' uan debolezza del PUA; come la si evita? Questo e' un aspetto da approfondire; il PUA non deve qualificarsi.sfuggendo alle domande dirette, e disinnescandole con C&F ?

E quindi mettendo tutto insieme ..l'atteggiamento dovrebbe essere uan cosa del tipo . "cara ti ho convocato perche' sto facendo una campagna acquisti, pensi di essere all altezza dei nostri requisiti?" che mi sembra di dapire non devono essere fisici e basta, o almeno la HB non deve pensare così.

Una parola, a questo punto ci sono molte HB talmente vuote, che falliscono ogni test. Ma che sono aiutate da uan grazia estetica che ti fa dimenticare il loro scadente valore intellettuale e morale

Ora come dice

Modificato da Canadair
Link al commento
Condividi su altri siti

alphabeta

ho letto i manuali un po di tempo fa

ti dico la mia idea di qualificazione poi può darsi che mi sbagli

quando ti fanno una domanda del tipo : " tu quanti anni hai " e tu rispondi " ho 40 anni "

e la tipa fa " ma sei grande ! " e tu inizi a dire " eh si sono abbastanza grande , però tutti mi danno massimo 30 anni , e poi dai la differenza di età non è mai contata ,etc. etc. "

in quel caso ti stai qualificando - ti stai giustificando , stai ammettendo che l'età può essere un problema , quindi hai poca fiducia , quindi sei uno che si può fare mille paranoie.... :D

quindi , può darsi che la mia idea di qualificazione sia totalmente sballata ma è questo quello che intendo

al contrario potete far qualificare una donna : potete capire se è psycho in due secondi - non so in chat , darle buca o parlargli di vostri problemi personali e vedere la reazione -

oppure chiederle " ma tu hai molti spasimanti ? " e lei risponde " si di solito qui su FB mi contattano di continuo , e io chiedo solo favori "

in pratica qualcosa che le hb attuano automaticamente ma che potete imparare

altro esempio : parlate con una su FB per un po - lei è fidanzata , vi scrive di continuo , voi a stento rispondete - provate a cancellarla senza motivo e poi la aggiungete di nuovo e notate la reazione - non ci vorrà molto a capire se è più o meno equilibrata o ha comportamenti da psycho : si qualifica

sono esempi banali non so se rendono il concetto , ho cercato di renderlo più semplice possibile

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...