Vai al contenuto

Gestione della Relazione


-Grey-
 Condividi

Messaggi raccomandati

-Grey-

Dato che c'è stato molto interesse all'argomento nell'altro post, apro questo 3d apposta per parlare di relazioni SEMPRE nella mia ottica di relazione il più possibile sana e naturale nella sua evoluzione.

Comincia con un'attrazione sessuale, procede col sesso, poi col sesso regolare, poi con la conoscenza personale, poi con l'attaccamento e solo alla fine col rapporto in termini sociali e di providing per un'eventuale discendenza genetica.

Di solito nella nostra ottica di società malata è il contrario, ma non è l'unico stupro della natura a cui assistiamo continuamente.

Perchè questo processo naturale delle cose toglie molti problemi dalla relazione e permette una vita meno stressante e più godibile da entrambe le parti?

Ecco 2 storie (inventate) su due diverse relazioni di due diverse coppie:

Giulio e Giulia:

Giulio e Giulia si conoscono all'università.

Giulia, giovane, bella, femmina. Fa sesso con 2 o 3 uomini diversi al mese.

Giulio, piuttosto timido, non particolarmente attraente. Ha una fidanzata ogni 2 o 3 anni.

Giulio è single e conosce Giulia che è single. Le piace. Parlano, si conoscono, frequentano la stessa università, si vedono spesso, cominciano a uscire con amici, fare cose assieme, scoprono cose in comune...

Giulio NON è molto ALTO, Giulio NON è molto BELLO, Giulio NON ha una sguardo molto ECCITANTE, Giulio NON ha un fisico molto MUSCOLOSO, Giulio NON si muove molto BENE. Questa percezione fa si che Giulia non lo desideri sessualemente.

Giulia continua a fare sesso con uomini diversi che la eccitano e Giulio continua a uscire con lei in amicizia.

Un sera a una festa, parlano un po' più a lungo

Giulia scopre tante qualità di Giulio, che è simpatico, divertente, vivace nel parlare, ha tanti amici, piace alla gente, alla festa tutti gli vogliono bene

Alla fine tutti se ne vanno e rimangono loro due soli, continuano a parlare e Giulia scopre altre qualità di Giulio, scopre che ha ristrutturato da sè casa propria, che ha un lavoro con cui guadagna parecchio, che passa ogni estate le vacanze in Kenya (dove Giulia avrebbe sempre voluto andare, ma non ha mai avuto i soldi), che è un bravo pittore, lui le mostra ritratti di alcune sue ex fidanzate, parlano di loro, le racconta momenti romantici vissuti e la bellezza di quei rapporti.

Ecco che improvvisamente Giulio NON è molto BASSO, Giulio NON è molto BRUTTO, Giulio NON ha una sguardo molto INQUIETANTE, Giulio NON ha un fisico molto FLACCIDO, Giulio NON si muove molto MALE. Questa percezione comincia a farlo desiderare sessualmente.

Ecco che il cuore di Giulia quella sera batte forte, come quando faceva l'amore con il modello super attraente del mese scorso. Non capisce cosa sia cambiato, ma improvvisamente lo desidera.

Quella sera fanno l'amore.

Si fidanzano, vivono assieme, Giulia ha trovato l'uomo perfetto e non capisce come abbia fatto a non vederlo per così tanto tempo, non cerca più altri da scopare, ha tutto quello che può volere.

Dopo un po' di tempo, Giulio ha un orario di lavoro per cui la sera torna a casa tardi, rincasa e i due si mettono a letto. Ma qualcosa non va, Giulia non è eccitata. Giulio è tornato a casa tardi e dopo un po' di tempo assieme non ha più molte cose da mostrare cose da raccontare, lati di sè da mostrare per far battere il cuore di Giulia come la prima volta. Giulia non sa perchè, ma non vuole fare l'amore "questa sera non se la sente"

La sera dopo, la stessa scena. Giulio decide di parlare un po' con Giulia, e riesce a farle tornare la voglia, come quella sera. Intanto però si sono fatte le 3 di notte e Giulio deve alzarsi alle 7 per andare a lavorare il giorno dopo. Il sesso quella sera è frettoloso, in ansia, un'esperienza bruttissima per entrambi. E Giulio dome 20 minuti per dover affrontare una giornata di lavoro.

La sera dopo ancora la stessa scena, Giulia decide di fare l'amore con Giulio anche se non è eccitata, e fa sesso con lui per pietà.

Questi 3 scenari leggermente variati si ripetono più o meno ogni sera.

Dopo un po' Giulia comincia a sentire che le manca qualcosa. Sensazioni che non riesce più a provare.

Una sera Giulia esce da sola, va a ballare e viene rimorchiata da un bestione di 2 metri. Da una parte si tira indietro, ma lui non deve fare molto sforzo per farla cedere, si afferrano, si baciano, e fanno sesso in macchina. Si conoscono da mezz'ora.

Anche se si sente una puttana, Giulia continua a farlo per altre sere ogni tanto, è l'unico modo che ha di avere quelle sensazioni.

Roberto e Roberta:

Roberto e Roberta si conoscono in discoteca.

Si guardano, si piacciono, si sorridono, ballano, si baciano, fanno sesso. Si conoscono da 1 ora.

Il sesso piace molto a entrambi, si scambiano i numeri

Nei giorni successivi Roberta fa sesso allo stesso modo con altri uomini, Roberto fa lo stesso con altre donne

Dopo qualche giorno si telefonano e si rivedono. Si salutano, si baciano, fanno sesso e tornano a casa. Il tutto è durato qualche ora.

Nei giorni successivi Roberta fa sesso allo stesso modo con altri uomini, Roberto fa lo stesso con altre donne

Dopo qualche giorno si telefonano e si rivedono. Si salutano, si baciano, fanno sesso e tornano a casa. Il tutto è durato qualche ora.

questa routine si ripete per un po'

Dopo un po' di tempo i due si rendono conto che preferiscono andare a letto l'uno con l'altra piuttosto che con altre persone. Si vedono più spesso e perdono interesse nell'uscire a cercare altri sconosciuti.

Qualche volta dormono assieme, fanno colazione assieme, cominciano a parlare, Roberta scopre molte qualità di Roberto oltre l'attrazione e Roberto scopre molte qualità di Roberta oltre il sesso. Cominciano a uscire assieme, cenare assieme, andare a correre assieme, vedere film che scoprono piacere a entrambi, passano dei weekend assieme, fanno un viaggio.

Dopo un po' sono a tutti gli effetti fidanzati, vivono assieme e da mesi nessuno dei due fa sesso con altre persone.

Nessuno dei due ha mai accennato\parlato della cosa con l'altro, nessuno dei due ha mai anche solo pensato alla cosa, è semplicemente successo.

Le storie non arrivano al finale, perchè le possibilità sono sempre infinite, tutto può succedere e i finali possibili sono illimitati.

Sono però illustrative dei problemi derivanti da un tipo di approccio o un altro.

Ho fatto 2 esempi molto semplici e basilari, per chiarire il concetto. Per impostare bene una discussione e dare possibilità di capire un discorso da un punto di vista più ampio partiamo da una divisione in 3 tipi di relazioni principali, in modo da sapere a quale dei 3 stiamo facendo riferimento ogni volta:

MONOGAMIA

Significa 1 maschio e 1 femmina legati sessualmente, emotivamente, socialmente uno all'altra.

Implica unicità e "fedeltà" (termine a sua volta stuprato da queste concezioni, ma ormai nella mente collettiva è chiaro e comprensibile per tutti quindi utilizziamolo) in tutti e 3 questi campi:

sessuale (senza nessuna tolleranza)

sentimentale (con un certo margine di tolleranza)

sociale (con la maggior tolleranza)

Capiamo come prima cosa che NON è naturale per gli esseri umani, è imposta socialmente e moralmente

POLIGAMIA

Significa generalmente 1 maschio e 1 femmina legati emotivamente ma NON sessualmente

Come uomo (stesso discorso invertito per la donna se poliginia o poliandria non fa differenza) hai LA TUA donna, ma sei libero di avere svaghi sessuali con altre purchè non ci sia coinvolgimento emotivo

Implica fedeltà sentimentale, ma NON fedeltà sessuale nè fedeltà sociale

POLIAMORE

Significa avere rapporti sessuali e sentimentali con più persone contemporaneamente

Non implica nè fedeltà sessuale, nè fedeltà sentimentale, nè fedeltà sociale

E' implicito nella descrizione che la mancanza totale di gelosia ne è il requisito basilare e fondamentale

A mio parere è l'unico genere di rapporto e di sessualità sana

Normalmente si distingue polarmente solo tra monogamia e poligamia, ma poligamia e poliamore hanno premesse, strutture e dinamiche diverse. La ragione per cui vengono sempre messe nello stesso mucchio di "altre cose" è sempre la stessa, che si cerca di imporre la monogamia come unica soluzione degna moralmente e accettabile, di cui non doversi vergognare, il resto va tutto sotto il nome di "perversione" o "tradimento" di norma. Ma inutile dire che non è così.

Ricollegandoci alle 2 storie in ottica di questo tipo di relazioni e dei loro problemi:

MONOGAMIA:

Giulio e Giulia?

Giulia è insoddisfatta sessualmente e non le è consentito di cercare soddisfazione sessuale in altri uomini

Giulio non può fisicamente reggere il doppio ruolo di sesso e providing e non gli è permesso cercare soddisfazione in altre donne

Roberto e Roberta?

Entrambi abituati a una grande varietà sessuale, dal momento che la parola RELAZIONE piomba sul loro rapporto questo improvvisamente deve finire

POLIGAMIA:

Giulio e Giulia?

Giulia può trovare appagamento sessuale in altri uomini mantenendo una distanza emotiva e mantenere la sua relazione sentimentale e sesso occasionale con Giulio

Giulio può concentrarsi sulle sue doti di providing, pagarsi le donne per essere appagato sessualmente e mantenere varietà sessuale e mantenere il suo rapporto sentimentale e sesso occasionale con Giulia

Roberto e Roberta?

Entrambi possono frequentarsi regolarmente e fare sesso regolarmente tra loro, ma non devono rinunciare alla varietà sessuale, dedicandosi solo l'uno all'altra nel rapporto sentimentale e togliendosi gli sfizi con altre persone, cosa in cui entrambi sono bravi

POLIAMORE:

Giulio e Giulia come anche Roberto e Roberta

Possono mantenere il loro legame sentimentale e sesso occasionale, cercare appagamento e varietà sessuale in altre avventure e permettersi di stringere legami anche sentimentali con altre persone. Possono ritrovarsi ad avere più relazioni sullo stesso piano in totale onestà e trasparenza l'uno con l'altra

La gestione di ogni relazione si basa sulle premesse con cui è impostata.

E, attenzione, questo non avviene dopo mesi di frequentazione, avviene immediatamente, appena si conosce una persona (soprattutto una donna) imposterà in breve tempo il suo pensiero su di voi come relazione\svago e come monogamia\poligamia\poliamore

Modificato da -Grey-
Link al commento
Condividi su altri siti

zerozero
Posto qui la risposta:

Assolutamente no, hai stravolto il concetto: Giulia non sentirà MAI il bisogno dei geni di Giulio. Le ragioni per cui vanno a letto e stanno assieme sono del tutto indipendenti. Rileggi bene la storia.

Roberta al contrario sente dal primo istante il bisogno dei geni di Roberto, è di tutto il resto che non sente il bisogno e non cerca di "strapparglielo" in qualche modo in cambio di qualche cosa, semplicemente arriva da sè quando è il momento.

E invece no, ti invito a riflettere meglio sul discorso dei geni. Oltre a geni buoni e cattivi esistono geni adatti e non adatti all'ambiente.

Geni non buoni e non cattivi in sè, ma buoni o cattivi a seconda dell'ambiente in cui ci si ritrova. In qualche modo la donna deve scovare istintivamente i geni adatti all'ambiente, che possono essere una volta magari geni che aumentano l'aggressività verso altri uomini e dopo 200 anni magari geni che aumentano la socialità. Come fa ad operare sempre la miglior scelta? Semplice, misurando i risultati che questi geni ottengono nell'ambiente attraverso accumulo di ricchezze, potere sociale ecc

Quindi magari 2000 anni fa la donna più bella era attratta dal capo tribù che ha preso il potere con la violenza, oggi invece è attratta dallo studioso che ha scritto un libro che ha avuto successo. La donna DEVE valutare i risultati che i geni ottengono nell'ambiente, in un modo o nell'altro.

Quindi Giulia è attratta anche dai geni di Giulio, oltre che dalle risorse che fanno comodo ai figli.

Per gli uomini il discorso è diverso. L'ambiente è cambiato ma il parto è rimasto più o meno sempre lo stesso. Per questo gli uomini sono attratti da indicatori che evidenziano la buona condizione della donna per affrontare il parto (buona salute, giovinezza, proporzione vita-fianchi), indicatori che rimangono sempre gli stessi e che non misurano l'adattabilità all'ambiente circostante ma l'adattabilità al processo del parto che rimane immutato.

Per questo dico che per la valutazione degli uomini vengono tenuti in conto sia l'attrattiva fisica-sessuale, sia quella sociale ed entrambe portano ai medesimi risultati, mentre per le donne quasi esclusivamente quella fisica-sessuale. Questo trae in inganno noi uomini che non riusciamo a concepire come possa essere attraente il possedere o potersi permettere qualcosa, ma riusciamo a capire benissimo come possa essere attraente una certa forma fisica.

Per quanto riguarda la progenie è vero che si ottengono combinazioni diverse anche combinando gli stessi geni, ma fino ad un certo punto. Un gene particolare, quello vincente nel mondo futuro, potrebbe trovarsi in un beta. E' bene che ci siano tante combinazioni, il chè è in contrasto con le relazioni durature, sia quelle dei giuli sia quelle dei roberti.

Link al commento
Condividi su altri siti

-Grey-
Inviato (modificato)
E invece no, ti invito a riflettere meglio sul discorso dei geni. Oltre a geni buoni e cattivi esistono geni adatti e non adatti all'ambiente.

Esistono SOLO geni adatti e non adatti all'ambiente, forse non è chiaro questo punto del ragionamento.

POTENZIALE GENETICO nel mio discorso indica un dna DESIDERABILE, ed è desiderabile SOLO in base all'ambiente, per programmazione genetica dell'essere umano.

(EDIT: altri animali NON hanno capacità di adattamento come le nostre e i loro "geni desiderabili" sono sempre gli stessi, se li metti in un ambiente dove questi sono uno svantaggio non cambierà nulla nemmeno in generazioni, semplicemente si estinguono)

I geni che mostra Giulio NON sono geni adatti all'ambiente. Ne avrà anche lui e magari tanti, ma NON li mette in mostra abbastanza da eccitare al punto giusto Giulia.

Come fa ad operare sempre la miglior scelta? Semplice, misurando i risultati che questi geni ottengono nell'ambiente attraverso accumulo di ricchezze, potere sociale ecc

Questa è un'altra confusione, ne avevo già trattato nel 3d:

cose come la socialità, la cultura, l'intelligenza (razionale) ecc... sono frutto di APPRENDIMENTO molto più (se non totalmente) di quanto lo siano codificati geneticamente. In ogni caso non sufficienti a essere percepiti come genetica.

Il cervello umano si sviluppa in gran parte (anche fisicamente come massa) DOPO la nascita in base agli stimoli, e la maggior parte di tutto questo è corteccia. GENETICAMENTE le capacità intellettuali e sociali sono codificate pochissimo (se non per niente)

Quindi magari 2000 anni fa la donna più bella era attratta dal capo tribù che ha preso il potere con la violenza, oggi invece è attratta dallo studioso che ha scritto un libro che ha avuto successo. La donna DEVE valutare i risultati che i geni ottengono nell'ambiente, in un modo o nell'altro.

di nuovo nell'ambivalenza: da cui farsi ingravidare o con cui crescere i figli.

Meglio farsi ingravidare da dna forte e poi avere un "padre" intelligente e socievole che esponga quel dna forte a stimoli di intelligenza e socialità

ma ripeto ENTRAMBI i maschi sono attreanti per la donna, ma in modi radicalmente diversi

Quindi Giulia è attratta anche dai geni di Giulio, oltre che dalle risorse che fanno comodo ai figli

No, per i motivi di sopra.

Per questo dico che per la valutazione degli uomini vengono tenuti in conto sia l'attrattiva fisica-sessuale, sia quella sociale ed entrambe portano ai medesimi risultati, mentre per le donne quasi esclusivamente quella fisica-sessuale

Non portano gli stessi risultati, radicalmente diversi nei modi.

Sesso per sesso

Sesso per vantaggi

Già trattato nell'altro 3d, però, ora non posso ricopiare tutto qui e andate OT in tutti e due i post perchè in uno si parla dell'altro

Questo trae in inganno noi uomini che non riusciamo a concepire come possa essere attraente il possedere o potersi permettere qualcosa

perchè concepiamo l'attrazione sessuale e non l'attrazione di providing, che non abbiamo quasi per niente programmate nel nostro cervello. E infatti è così difficile per molti capire la differenza tra le due e da quale sia attratta una donna (da quale sia PIU' attratta) che porta a non comprendersi in storie di gelosia, sentimenti, lunghi periodi di astinenza sessuale, ecc...

E' bene che ci siano tante combinazioni, il chè è in contrasto con le relazioni durature

SOLO in relazioni MONOGAME che infatti NON sono sane in nessun caso.

La differenza tra Giulio monogamo e Roberto monogamo sta nel fatto che Roberto può stufare dopo un po', mentre giulio da una parte (genetica) non ha mai interessato, dall'altra parte (providing) interesserà sempre, ma non se questo impedisce a Giulia la ricerca di dna più forte da portare in quel providing

Modificato da -Grey-
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...