Vai al contenuto

Ho un' ansia fo****a di andare a correre a fine orario di lavoro


DaOggiMiglioro
 Condividi

Messaggi raccomandati

DaOggiMiglioro

Buona sera ragazzi, dopo un anno dall'ultimo post scritto sul forum torno qui a chiedere pareri/consigli/insulti.

Ci tengo a dire che non ringrazierò mai abbastanza ogni singolo utente di questo forum, senza di voi difficilmente sarei uscito da quel buco nero che rasentava la depressione in cui ero caduto.

Torno a scrivere perchè in questo weekend, complice il ponte del 1 maggio mi è scoccata la scintilla della corsa e la voglia di buttar giù qualche chilo e successivamente metter su qualche muscolo.

Ho però un problema a livello interiore... fin che si tratta di andare a correre all'alba non ho nessun problema ma adesso che reinizio con il lavoro dovrei andare a correre il pomeriggio, e la cosa mi crea un disagio davvero pesante.

Pensandoci su a mente fredda direi che il problema è la pressione sociale che mi sento addosso, il non riuscire a fare nemmeno 3km di corsa ad un andatura decente mi spinge a pensare cose strane...

So che è una mentalità completamente sbagliata, idiota ed inutile oltre che autoboicottante ma è più forte di me dannazione.

Ho provato pure ad osservare attentamente ogni singola persona che vedo correre mentre torno a casa da lavoro e ovviamente dopo 5 secondi quella persona non me la ricordo più.. e stessa identica cosa accade al resto della gente! quindi perchè cacchio mi blocco?

Io davvero non so più a che rimedi pensare, spesso mi sono imposto il dogma "fake it till you make it" ed ha funzionato, od il "non pensare ma agisci"... ma sta volta sembra non funzionare... o almeno non così facilmente come in altri ambiti.

Help.

Link al commento
Condividi su altri siti

Mark81

Le persone che incroci mentre corri non sanno quanti km hai già macinato e a che velocità... potresti anche stare per concludere un allenamento di venti km... e quindi ovvio che in quel frangente vai a due all'ora con la lingua di fuori...

Poi, in generale, la gente ha altro da fare che pensare a te...

Fatti un favore: mettiti le scarpe e vai a correre!

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

adad

Non stai correndo la maratona, e anche quel caso svariati milioni di persone se ne fotterebbero di te a più non posso...

muovi il culo!...

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

19simone89

Buona sera ragazzi, dopo un anno dall'ultimo post scritto sul forum torno qui a chiedere pareri/consigli/insulti.

Ci tengo a dire che non ringrazierò mai abbastanza ogni singolo utente di questo forum, senza di voi difficilmente sarei uscito da quel buco nero che rasentava la depressione in cui ero caduto.

Torno a scrivere perchè in questo weekend, complice il ponte del 1 maggio mi è scoccata la scintilla della corsa e la voglia di buttar giù qualche chilo e successivamente metter su qualche muscolo.

Ho però un problema a livello interiore... fin che si tratta di andare a correre all'alba non ho nessun problema ma adesso che reinizio con il lavoro dovrei andare a correre il pomeriggio, e la cosa mi crea un disagio davvero pesante.

Pensandoci su a mente fredda direi che il problema è la pressione sociale che mi sento addosso, il non riuscire a fare nemmeno 3km di corsa ad un andatura decente mi spinge a pensare cose strane...

So che è una mentalità completamente sbagliata, idiota ed inutile oltre che autoboicottante ma è più forte di me dannazione.

Ho provato pure ad osservare attentamente ogni singola persona che vedo correre mentre torno a casa da lavoro e ovviamente dopo 5 secondi quella persona non me la ricordo più.. e stessa identica cosa accade al resto della gente! quindi perchè cacchio mi blocco?

Io davvero non so più a che rimedi pensare, spesso mi sono imposto il dogma "fake it till you make it" ed ha funzionato, od il "non pensare ma agisci"... ma sta volta sembra non funzionare... o almeno non così facilmente come in altri ambiti.

Help.

Ti ricordi anche solo di una persona che hai visto correre qualche giorno, settimana o mese fa? Direi proprio di no, bene gli altri faranno lo stesso.

Ora metti da parte tutte queste ansie e vai a correre, ricordati che tutti quanti dobbiamo lasciare questo mondo, se non fai danno agli altri fai cosa devi fare e sbattitene una buona volta dei giudizi altrui.

Modificato da 19simone89
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

JamesRyan

La tua è una paura del giudizio altrui molto accentuata, ti consiglio LE VOSTRE ZONE ERRONEE e COME SMETTERE DI FARSI LE SEGHE MENTALI E GODERSI LA VITA.

Rammenta una cosa: Quella che tu credi sia la realtà, semplicemente NON LO E'. Il fatto che tu abbia paura che gli altri ti giudichino male non è detto che ciò accadra. Perchè? Perchè molto probabilmente quelle persone hanno a loro volta paura di essere giudicate male da te, la nostra società funziona più o meno così. Quindi fissati un obiettivo riguardo la corsa, metti quelle scarpe e vola.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Paolo1986

ma che te ne frega degli altri!!! vai a correre per te stesso, mica gli altri hanno il contachilometri appresso, è normale all'inizio fare giusto 2/3 km di corsa, magari falla spezzata e se non ce la fai cammina, sai quanti tipi spanzati ci sono che vanno a correre e corrono male con le gambe storte a rombo ..ma che te frega!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

virgola

Conosco ragazzi che fanno 1km e sono morti.

È normale. Devi iniziare per arrivare a correre sempre di più.

Chi ben comincia è a metà dell'opera. Corri...quando non ce la fai più cammina. Scrivi i tuoi progressi e tieni d occhio l orologio e i metri.

Insomma...concentrati su cose più importanti

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

BeegBooties

Anche un pompato non abituato alla maratona dopo 3 km è morto, anche un maratoneta che non ha fatto mai push up al decimo è sfinito.

Inoltre Mark81 ha ragione, le persone non sanno quanti km hai già percorso.

Per buttare giu qualche kg come prima cosa concentrati sulla dieta: mangia meno kcal di quelle che bruci.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

DaOggiMiglioro

Anche un pompato non abituato alla maratona dopo 3 km è morto, anche un maratoneta che non ha fatto mai push up al decimo è sfinito.

Inoltre Mark81 ha ragione, le persone non sanno quanti km hai già percorso.

Per buttare giu qualche kg come prima cosa concentrati sulla dieta: mangia meno kcal di quelle che bruci.

Facile a dirsi XD

Avete tutti pienamente ragione, ed il punto di vista di mark81 non mi era nemmeno passato per la testa.

James Ryan inoltre ha centrato il punto ed il buco nero di cui parlavo nel primo post centra parecchio con ciò, complice anche qualche problema alla pelle che ho fin da quando ero piccolo.

Le vostre zone erronee l'ho già letto ormai quasi un anno fa assieme a no more mr nice guy ed altri 2 libri di cui non ricordo il titolo. Son libri che davvero mi hanno dato un grosso aiuto e che hanno attivato in me tutta una serie di meccanismi positivi.

Vi ringrazio tutti moltissimo per il sostegno e per aver ribadito una volta di più che mi sto fissando su delle stronzate.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

S.Barney

Ti sorprenderà notare quanto poco farai caso agli altri, nonostante le tue fissazioni.

E se è così per te, figurati chi non se ne cura quanto possa starti a guardare.

Primo.

Secondo, giudicare un corridore dalla velocità che riesce a tenere è come valutare un giocatore di basket dall'entità del suo stacco da terra.

A maggior ragione se poi stai cercando di buttare giù qualche kilo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...