Vai al contenuto

"Non so"


Panacea21
 Condividi

Messaggi raccomandati

Panacea21

Ciao ragazzi, vi racconto in breve come è andata avanti questa vicenda http://www.italianseduction.club/forum/t-47364-leimeboy-il-triangolo-no/

Dopo essersi mollata -forse con troppa fretta- diamo libero sfogo a tutto ciò che avevamo trattenuto per mesi. Per la precisione, è LEI che prende l'iniziativa su molte cose, non per mia ingenuità ma perchè non volevo che la cosa fosse un chiodo schiaccia chiodo. In fin dei conti però la miss non si tira indietro la mattina dopo e per un mese le cose vanno a meraviglia. Lei è anche più viva, la sua compagnia mi "ringrazia" per averla fatta rinascere dopo averla vista per un anno chiusa e distaccata dal mondo.

Arriva metà aprile, sono costretto ad una trasferta di lavoro di 16 giorni, lei ne è al corrente. Ci salutiamo, lei piange, dice che le mancherò. Per tutta la durata del viaggio non fa altro che scrivermi, trovo nella borsa di lavoro, sparse un po' ovunque, delle lettere/fogli in cui mi dice perchè le piace star con me, che le mancherò, ecc... pensieri dolci, in sostanza.

Un giorno l'ex fa capolino, le fa una sopresa. Lei prontamente mi scrive per avvertirmi, ma ormai era già tutto in crash. Per quanto mi dicesse che ormai era sicura della sua scelta, era palpabile l'indecisione: una sera, tornato stanchissimo da una riunione durata per più di 5 ore, decido di scriverle un paio di messaggi ma vedo che risponde dopo tanto tempo intervallato -si sentiva con lui-, e tra l'altro anche freddamente.

Non avevo intenzione di sottostare alle sue coglionate quindi opto per un freeze -amaro e doloroso, ma sentivo di far così-. Lei mi cerca con qualche messaggio di circostanza, ma nient'altro. Era stata "scoperta" nonostante fosse stata lei stessa ad avvertirmi che si erano incontrati, come a voler dimostrare che non ci fosse nulla di male. Sono abbastanza sicuro che non ci sia stato nulla in quel giorno che si videro, ma non ci metterei la mano sul fuoco nè mi interessa più di tanto.

Come già detto nell'altro post, lei è una mia subordinata a lavoro. Dunque me la ritrovo di nuovo fra i piedi una volta tornato dalla trasferta, dopo 7 giorni in cui non ci parliamo. Appena ha un secondo libero ha il coraggio di chiedermi per quale motivo non le parli più, in ufficio ma in disparte, e perchè io sia freddo nei suoi confronti.

ok, ALLORA, va bene che le donne possano fare le stronze, ma far finta di non rendersi conto della gravità dell'accaduto è sconcertante. Non le rispondo e la esorto a terminare il lavoro. Ci vediamo qualche giorno dopo per appuntare alcune novità al progetto, ma ovviamente, stando da soli, lei parte con la solita tiritera (mi è sembrata più infantile di quanto l'avessi potuta "inquadrare"). La invito a riflettere su ciò che è accaduto, e al "che cosa è accaduto? stai ingigantendo" le rispondo che probabilmente la sua genuina infantilità le fa capire cosa è successo ma non riesce a pesare gli eventi. Aggiungo che il comportamento è stato ignobile, lo scomparire da un istante all'altro dopo aver praticamente "convissuto" era un problema secondario di fronte al suo esimersi dal dare spiegazioni (l'unica cosa che mi abbia realmente dato fastidio, mostrandola per ciò che speravo non fosse. Per il resto, tipo il dolore e la delusione, con gli anni e le esperienze mi ci son fatto le ossa). Le dico che io e lei siamo colleghi e per questioni di lavoro non si discute, dobbiamo collaborare, ma che non si sogni di poter diventare mai amici nè mi scriva per motivi diversi dal lavoro finchè non avrà fatto chiarezza, e di chiamarmi a quel punto e SE io sarò ancora disponibile si vedrà. Non erano frasi di circostanza, pensavo davvero queste cose nonostante stessi "morendo" dentro, ma da fuori ero imperturbabile e serissimo. Lei mi dice che non si sta rimettendo con l'ex, dice "NON SO", al che io apro la porta e la invito ad uscire.

Non ho aspettato i suoi comodi, sono subito uscito con un'altra ragazza che da tempo tenevo a "freno" in quanto speravo in una buona storia con questa qui.

Però, non è la stessa cosa. Vorrei riaverla, era un piacere per me -mi ha fatto molto bene e mi ha capito, senza che io spiegassi nulla delle mie esigenze, in generale-, ma per un briciolo d'orgoglio non muovo un dito. Nè posso mostrarmi debole, sia per la mia posizione lavorativa, sia perchè diverrei istantaneamente il suo zerbino. Preciso, per completezza, che non ha vantaggi "lavorativi" dalla mia presenza, tipo promozioni o altro.

Ad oggi non si è ancora rimessa con l'ex, anche se si sentono in continuazione, suppongo. Il che non mi fa capire perchè lo abbia lasciato, se ora si illude che sia cambiato (questo è il fatto in breve, la "sorpresa" l'ha stupita come se lui fosse un'altra persona).

Consigli su come comportarmi? Grazie dell'attenzione, ragazzi, e della pazienza :)

Modificato da Panacea21
Link al commento
Condividi su altri siti

Panacea21

Up please! Domattina ho un nuovo incontro diretto e non ho intenzione di toppare alcun comportamento :) grazie!

Link al commento
Condividi su altri siti

Panacea21

LOL, ve la debbo raccontare questa :shok:

Ufficio, fine del turno, mi consegna il suo lavoro. Lo controllo e le dico che ci sono un paio di errori, al che lei mi fa "scusa, che errori stupidi. Mi cospargo di problemi inutili". Non ce l'ho fatta, sono scoppiato a ridere, pensando a quanti ne facesse in altri ambiti.

Lei, forse cogliendo la mia risata a "doppio senso", si chiude la porta alle sue spalle -per privacy? :fool: c'eravamo solo noi due- inizia da sola a parlare dicendo -in sintesi, c'ha messo 10 minuti buoni per dire tutto- che non c'è stato un giorno in cui non abbia smesso di pensare al suo ex, che non è importante se sia cambiato o meno ma che comunque sapeva sin dall'inizio che ciò che c'era con me era destinato a finire, non vedeva un futuro senza di lui.

Giuro, l'ultimo concetto esposto mi ha talmente tanto fatto accapponare la pelle che mi son dovuto trattenere un attimo, poi rompo il silenzio che avevo tenuto per tutto il tempo e le dico, in ordine:

-Cara HB7, tre cose. Primo: comunque hai fatto un ottimo lavoro, ti consiglio di rivedere quei piccoli dettagli per Venerdì sera, sai che dobbiamo andare alla convention X insieme a presentare il lavoro. Secondo: mi dispiace che tu ti debba portare il fardello di essere venuta spontaneamente a letto con me nella tua prossima rinnovata storia col tuo ex; dato che è così importante, avresti potuto tenere le tue labbra a freno-

qui mi interrompe, con gli occhi stralunati, puntandosi l'indice alle labbra e dicendo "labbra?" e io "entrambe" facendo su e giù con l'indice :p

poi continuo -terzo, hai ragione. Ti cospargi da sola di problemi inutili. Secondo me dovresti già esserti rimessa con lui, mi chiedo perchè tu non l'abbia fatto ancora. Comunque, sono fatti personali tuoi, mi è solo sfuggito un pensiero: buona serata!- mi alzo dalla scrivania e la invito ad uscire, con un bel sorriso in faccia.

Ok, dentro stavo morendo, però mi son fatto una risata dopo! Cioè, ragazzi, vorrei che mi diceste cose ne pensate voi :D per me questa è una psycho di dimensioni cosmiche, lascia l'ex perchè stufa del rapporto, fa di tutto con me -preciso, per la cronaca, ben soddisfatta in ogni ambito-, lo scaga, e quando vede -sue testuali parole- che "lui è lì, fermo. questo mi tranquillizza, che non va con altre", impazzisce e vuole tornarci insieme, "anche se non è cambiato. Non ce la faccio".

Vi prego, fatevi 'na mezza risata con me :friends:

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...