Vai al contenuto

Farsi conoscere all'Università


B_Barney
 Condividi

Messaggi raccomandati

B_Barney

Ciao ragazzi :) voglio esporvi il mio problema.

Quando ho cominciato l'università ho cominciato a conoscere dei ragazzi ed a formare un gruppetto, ci sono riuscito, ma mi sono fermato lì, ovvero mentre loro continuavano a conoscere altre persone io mi sentivo "a posto" e non mi sono dato da fare.

Ora sono arrivato al punto in cui, i miei amici conoscono molte persone, e nonostante anche io chiacchieri con loro quando sono con i miei amici, è come se non sapessero minimamente chi sono, e questo mi da l'impressione di essere tipo un "emarginato".

Ora, essendo una persona normale xD, secondo voi cosa è che sbaglio?come posso "recuperare"? :)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

lime09

Ti senti l'ultima ruota del carro, è capitato spesso anche me. Si fa sempre in tempo a recuperare ed essere consapevole del problema è già un inizio.

Cosa sbagli? probabilmente niente, prima ti andava bene questa situazione ora non più, devi solo lavorare per ottenere quello vuoi adesso. Acquista sicurezza in te stesso, inizia a proporre cose e diventa utile alle dinamiche del gruppo.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Esseppi

Ti racconto la mia storia.

Al liceo, i primi 3 anni sono stato un emarginato sociale praticamente. Alla fine del terzo anno, non ricordo come, bazzicavo in giro per la scuola (cosa che prima non facevo perché rimanevo in classe), con i 3 tipi più svegli della classe (che adesso sono 3 dei migliori amici). Ti dirò, prima non mi ci trovavo bene, venivo preso in giro, ma poi siamo diventati amici stretti ed è passato tutto. Stando con loro, molto popolari (odio questo termine) in una scuola di 1000 persone, ho avuto una sorta di popolarità "di riflesso" ma dentro di me comunque mi sentivo un po' """" inferiore"""". È finito il quinto ed è iniziata l'Università. Non conoscevo nessuno. Non sono stato come molti che ci vanno per farsi altri 5 anni con l'amichetto del cuore e scelgono la stessa facoltà. Ho scelto ciò che mi piace fare: ingegneria. I primi giorni ho conosciuto due persone con cui ho legato abbastanza. Adesso, dopo sei mesi e qualcosa, conosco tutti i gruppetti, ho sempre una via per aprire diversi set. Ho avuto intuito nell'entrare in un gruppo semi-fisso con HB dietro cui sbavano dietro la maggiore delle 300 circa matricole (e non) che stanno la. Tutto questo mi ha fatto prendere la nomea di "bomber" e da quel momento in poi sono gli altri che mi hanno chiamato per scambiare due parole con loro. Donne che non conoscevo, che sentivano la discussione scherzosa nata sulla domanda di un mio amico "ma come fai a essere circondato di fighe?" (sorridevo perché al liceo era l esatto opposto) si intrufolavano e cercavano di dare risposte. La chiave del successo all'Università ha due nomi:

Intuito sociale.

Donne.

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

B_Barney

Ti racconto la mia storia.

Al liceo, i primi 3 anni sono stato un emarginato sociale praticamente. Alla fine del terzo anno, non ricordo come, bazzicavo in giro per la scuola (cosa che prima non facevo perché rimanevo in classe), con i 3 tipi più svegli della classe (che adesso sono 3 dei migliori amici). Ti dirò, prima non mi ci trovavo bene, venivo preso in giro, ma poi siamo diventati amici stretti ed è passato tutto. Stando con loro, molto popolari (odio questo termine) in una scuola di 1000 persone, ho avuto una sorta di popolarità "di riflesso" ma dentro di me comunque mi sentivo un po' """" inferiore"""". È finito il quinto ed è iniziata l'Università. Non conoscevo nessuno. Non sono stato come molti che ci vanno per farsi altri 5 anni con l'amichetto del cuore e scelgono la stessa facoltà. Ho scelto ciò che mi piace fare: ingegneria. I primi giorni ho conosciuto due persone con cui ho legato abbastanza. Adesso, dopo sei mesi e qualcosa, conosco tutti i gruppetti, ho sempre una via per aprire diversi set. Ho avuto intuito nell'entrare in un gruppo semi-fisso con HB dietro cui sbavano dietro la maggiore delle 300 circa matricole (e non) che stanno la. Tutto questo mi ha fatto prendere la nomea di "bomber" e da quel momento in poi sono gli altri che mi hanno chiamato per scambiare due parole con loro. Donne che non conoscevo, che sentivano la discussione scherzosa nata sulla domanda di un mio amico "ma come fai a essere circondato di fighe?" (sorridevo perché al liceo era l esatto opposto) si intrufolavano e cercavano di dare risposte. La chiave del successo all'Università ha due nomi:

Intuito sociale.

Donne.

Potresti spiegarmi meglio come sfruttare l'intuito sociale?

Ovvero: sto nel gruppo forse più conosciuto del corso, Comincio a conoscere qualche altro ragazzo "popolare", ma non so come "sfruttare la situazione".

Per le donne, nel mio corso, non ne parliamo xD

Link al commento
Condividi su altri siti

Venusda

ciao! A me la prima cosa che viene in mente é quella di frequentare la biblioteca dell'università e il bar frequentato dagli universitari il pomeriggio per la pausa caffè. Inutile dire che la cosa più importante, qualsiasi sia il contesto, é quella di attaccare bottone con tutti (comprese le sedie e i muri).

Una cosa che ho notato é che più ci si muove da soli (in modo naturale e rilassato) più si emerge dal gruppo di amici, che talvolta fa un po' da scudo, che se da un lato ti fa sentire sicuro dall'altro potrebbe limitare la tua visibilità.

Personalmente non credo che essere popolari o conosciuti aiuti tanto, anzi può anche creare un certa pressione sociale gratuita...

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

B_Barney
Inviato (modificato)

ciao! A me la prima cosa che viene in mente é quella di frequentare la biblioteca dell'università e il bar frequentato dagli universitari il pomeriggio per la pausa caffè. Inutile dire che la cosa più importante, qualsiasi sia il contesto, é quella di attaccare bottone con tutti (comprese le sedie e i muri).

Una cosa che ho notato é che più ci si muove da soli (in modo naturale e rilassato) più si emerge dal gruppo di amici, che talvolta fa un po' da scudo, che se da un lato ti fa sentire sicuro dall'altro potrebbe limitare la tua visibilità.

Personalmente non credo che essere popolari o conosciuti aiuti tanto, anzi può anche creare un certa pressione sociale gratuita...

Grazie del consiglio :D, in ogni caso il mio obiettivo non è essere "popolare", ma avere anche una cerchia di amici anche al di fuori del gruppo.

E poi la pressione sociale mi spingerebbe a dare al massimo ed a migliorarmi ;)

Modificato da B_Barney
Link al commento
Condividi su altri siti

Esseppi

Potresti spiegarmi meglio come sfruttare l'intuito sociale?

Ovvero: sto nel gruppo forse più conosciuto del corso, Comincio a conoscere qualche altro ragazzo "popolare", ma non so come "sfruttare la situazione".

Per le donne, nel mio corso, non ne parliamo xD

Intuito sociale = individuare uomini e donna di alto valore (sociale, economico, estetico) e stringervi amicizia in modo che il loro valore possa, in un certo senso, "proiettarsi" su di te. Di conseguenza attrarrai persone dello stesso valore.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

achilless

Ciao!

Io sono pure al primo anno di università e anche io i primi mesi avevo il tuo stesso problema.

Avevo il mio gruppetto, conoscevo qualcun altro del mio corso e stop.

Da Gennaio in poi decisi di spingermi oltre, e staccarmi un po'.

Ho conosciuto davvero un casino di persone, da ogni parte di Italia. Come ho fatto ? Semplicemente mi do da fare!

Apro i colleghi che non conosco, magari conosco qualche loro coinquilino con una grande cerchia di amici, cerco di instaurare un buon rapporto e mi inserisco anche nella loro cerchia.

Poi da lì conosci gli amici degli amici, i coinquilini, i colleghi e più gente conosci più questo "fenomeno" diventa esponenziale. E fidati che in poco tempo conoscerai molta gente.

Spesso quando mi presento a qualcuno (fallo sempre, ogni volta che ne hai occasione, presentarsi è il primissimo passo per costruire un rapporto con una persona) e mi capita di incrociarlo per strada (studio in una piccola città) evito sempre di salutarlo da lontano e continuare per la mia strada, ma al contrario mi fermo e inizio a conversare (anche se ci eravamo solo presentati la sera prima) cercando di guadagnarmi la sua simpatia! E pian pianino inizi ad avere più cerchie!

P.s.: il periodo di esami comunque è molto più difficile, quindi non ti scoraggiare e a settembre riparti a bomba!

P.s. 2: cerca di migliorare quanto più possibile le tue abilità comunicative, che ti permetteranno non solo di essere più apprezzato, ma di venire a contatto con persone differenti e oltre ad un fattore puramente matematico (se conosci più tipologie di ragazzi in genetale ti ritroverai a conoscere molte più persone), venire a contatto con diversi tipi di persone (i festaioli, gli intellettuali, i fattoni, gli sportivi) ti farà anche crescere grazie al confronto continuo.

Modificato da achilless
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

B_Barney

Ciao!

Io sono pure al primo anno di università e anche io i primi mesi avevo il tuo stesso problema.

Avevo il mio gruppetto, conoscevo qualcun altro del mio corso e stop.

Da Gennaio in poi decisi di spingermi oltre, e staccarmi un po'.

Ho conosciuto davvero un casino di persone, da ogni parte di Italia. Come ho fatto ? Semplicemente mi do da fare!

Apro i colleghi che non conosco, magari conosco qualche loro coinquilino con una grande cerchia di amici, cerco di instaurare un buon rapporto e mi inserisco anche nella loro cerchia.

Poi da lì conosci gli amici degli amici, i coinquilini, i colleghi e più gente conosci più questo "fenomeno" diventa esponenziale. E fidati che in poco tempo conoscerai molta gente.

Spesso quando mi presento a qualcuno (fallo sempre, ogni volta che ne hai occasione, presentarsi è il primissimo passo per costruire un rapporto con una persona) e mi capita di incrociarlo per strada (studio in una piccola città) evito sempre di salutarlo da lontano e continuare per la mia strada, ma al contrario mi fermo e inizio a conversare (anche se ci eravamo solo presentati la sera prima) cercando di guadagnarmi la sua simpatia! E pian pianino inizi ad avere più cerchie!

P.s.: il periodo di esami comunque è molto più difficile, quindi non ti scoraggiare e a settembre riparti a bomba!

P.s. 2: cerca di migliorare quanto più possibile le tue abilità comunicative, che ti permetteranno non solo di essere più apprezzato, ma di venire a contatto con persone differenti e oltre ad un fattore puramente matematico (se conosci più tipologie di ragazzi in genetale ti ritroverai a conoscere molte più persone), venire a contatto con diversi tipi di persone (i festaioli, gli intellettuali, i fattoni, gli sportivi) ti farà anche crescere grazie al confronto continuo.

Qualche consiglio riguardo le abilità comunicative di cui parli nel p.s. 2?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...