Vai al contenuto

andare all estero per lavoro


Neiral Blackarm
 Condividi

Messaggi raccomandati

Neiral Blackarm

Ciao ragazzi, chiedo aiuto e consigli per un esperienza di lavoro all estero.

Premetto che siamo tre amici con cui abbiamo deciso di fare un periodo all estero, stufi della povera realtà italica.

Volevamo sapere zona Austria -svizzera-Germania c'era ancora qualcosa di buono o se conviene andarsene un po più lontano.

Ringrazio Chi ha voglia di aiutarci la sua esperienza, in quanto ci teniamo abbastanza a questo nostro progetto.

Grazie :)

Link al commento
Condividi su altri siti

core33

Dipende quanta flessibilita' avete (soprattutto mentale).

Io ho lavorato in USA, ora sono in Cina e probabilmente andro' in Spagna a breve, ma dipende tutto da che tipo di persone siete, ovviamente se si e' molto conservatori e chiusi con le novita' meglio rimanere piu' vicino possibile all'Italia, se invece si e' aperti, allora entrano in gioco i fattori economici e le offerte di lavoro e ci si puo' affacciare a realta' lontane e molto diverse.

Link al commento
Condividi su altri siti

Neiral Blackarm

Non é il problema l'apertura mentale, noi siamo apertissimi a nuove esperienze e nuove mentalità :) il problema é: Lavoro ce n'è? Non siamo laureati, cerchiamo lavori fisici, manuali... :)

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Qualche consiglio spicciolo.

10 anni fa emigrare era un'esperienza utile sia economicamente che culturalmente, ora è diventata una necessità per disperazione.

Questo cambia moltissimo l'aspetto psicologico sia di chi si sposta, sia delle popolazioni locali che sono sempre più intolleranti (parlo di quello che vedo, con cinismo e schiettezza).

Premesso questo io consiglio di:

1) privilegiare se possibile luoghi atipici, con pochi italiani/spagnoli/greci

2) evitare quanto possibile gli altri italiani all'estero, e sforzarsi di integrarsi subito con i nativi (lingua, usanze, feste, abitudini). È naturale cercare di aggregarsi con i connazionali, e inizialmente da qualche vantaggio, ma è un ostacolo formidabile.

I latini all'estero sono ormai un piagnucolatorio fastidioso.

3) non accettate qualsiasi situazione per disperazione, perché è esattamente questo che sta facendo impennare l'intolleranza e il nazionalismo specie nel nord Europa.

Detto questo, non esistono destinazioni jolly. Tutto dipende da quello che sapete fare.

  • Mi piace! 5
Link al commento
Condividi su altri siti

Kobol

Giusto per curiosità qualcuno sa dirmi com'é la situazione in Russia dal punto di vista lavorativo e sociale?

Link al commento
Condividi su altri siti

Neiral Blackarm

Diciamo che io ho sempre lavorato in magazzino, mulettista, o come elettricista, muratore...insomma mi so adattare un po a tutto...

Pero ho un attesta di qualifica professionale e quindi non so se all estero questo venga considerato ormai "spazzatura"

Link al commento
Condividi su altri siti

lime09

Per quale motivo volete andare per forza al estero? e sopratutto quanti anni avete?

Se andate li semplicemente per fare lavori manuali credo sia meglio qui, se invece è semplicemente per fare un esperienza momentanea è un altra storia però dovete tenere conto dei soldi che investirete in questa esperienza e del tempo (lavorativo) che perderete.

Link al commento
Condividi su altri siti

Eurogianlu

Che amarezza vedere il livello che ha raggiunto la crisi econonica...

Domande per voi:

Conoscenza di che lingue?

Reali capacita' lavorative ed esperienza diretta?

Lavori fisici, manuali....

O avete skill particolari (Saldatura, frigorista, elettricista) e ben certificate oppure sarete sempre indietro a ogni altro essere umano....

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

lennon

Andare in Russia per lavorare in un magazzino?!?!

Neanche l'ultimo degli armeni farebbe una cosa del genere...

Ribadisco la tristezza nel vedere queste richieste...

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Non sono un grande esperto di lavori manuali, ma ho l'impressione che gli stipendi siano ovunque livellati verso il basso.

Il vantaggio dei lavori manuali è che non è necessario cercarli nelle grandi città, che sono carissime e assolutamente fuori portata di tali stipendi, ovunque nel mondo che conosco.

Ribadisco di cercare in zone meno famose, nei piccoli centri di qualunque nazione. È molto più difficile orientarsi e trovare, ma è l'unica possibilità che vedo per avere una vita decente.

Consiglio generale per valutare: cercate in rete le statistiche sugli stipendi MEDIANI (non medi) dei luoghi che state prendendo in considerazione.

Ora, dal momento che non avete appoggi o proprietà immobiliari sul luogo, aggiungete un buon 20%: questo è lo stipendio che garantisce una via libera e dignitosa.

Modificato da ^X^
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...