Vai al contenuto

La vergogna


 Condividi

Messaggi raccomandati

maxrider

In due anni ne ho fatte di tutti i colori. Menzogne, sotterfugi, controlli, scenate, vendette da bambino stupido, cadute di stile...

All'inizio era innamoratissima di me, avevamo un'intesa pazzesca, io ero egocentrico a livelli assurdi e non ho fatto altro che riempirle la testa parlando di altre. Tutto per colmare il mio ego spropositato...

In seguito a questo, le cose cominciano a cambiare fino ad entrare in una crisi che non riesco più a risolvere, e così inevitabilmente coliamo a picco.

Continuiamo a sentirci per chiarirci, tutti i santi i giorni. Io perdo completamente la dignità e la testa perché non reggo il peso della mancanza...

Soffro come un cane, mi esplode un mal di testa che dura quasi un anno e non riesco nemmeno a pensare, cerco tutte le soluzioni possibili tranne quella giusta, ripeto sempre gli stessi errori, nego l'impossibile. Sono ufficialmente un coglione. E nel frattempo lei conferma la sua idea di me.

A quel punto inizia la fase tre: smetto di fare lo zerbino e simulo un cambiamento, ma in realtà tutto quello che faccio è in funzione di lei e risulto patetico e sconfortante perfino ai miei stessi occhi. Lei stessa mi dice che finalmente mi rivelo per quello che sono sempre stato: un superficiale, incoerente, bugiardo e vuoto.

Io non mi sono mai ritenuto un superficiale, non me ne importava niente delle altre, la mia pseudo leggerezza era un bluff più di me.

Rottura definitiva... e dice delle cose pesanti, non come insulti, ma perché le pensava davvero. E l'ha anche sottolineato.

Mi sono preso del patetico, del cazzaro, di uno senza testa e senza polso. E ahimè... è proprio così che mi sento.

Non m'interessa la riconquista di qualcosa di impossibile. E' andata. La conosco abbastanza da sapere che, a differenza mia, la sua fermezza e coerenza è irreprensibile.

Ero un needy a tutti gli effetti, non solo non riuscivo più ad essere me stesso, ma non sapevo nemmeno dov'ero finito. Ho perso il mio senso pratico, l'umorismo, la capacità di parlare e di ascoltare.

Ho perso interesse verso qualsiasi cosa che non fosse il "quando si aggiusterà tutto tra noi?". 24 ore su 24 con questo pensiero fisso, e nessuna speranza per me.

Non ho bisogno di rimorchiare, non ho bisogno di frequentare nessuna adesso. Il problema è che ho fatto così tanti errori che adesso la mia autostima è sotto le scarpe ed io non so nemmeno chi cazzo sono.

Non so nemmeno quando precisamente ho perso le palle. Ma ho bisogno di ricominciare a scorrere. Prendetemi a pugni, insultatemi, aiutatemi a risorgere dalle mie ceneri... ho bisogno di credere che sia possibile.

Modificato da maxrider
  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

dumbdumber

Hai tutto quello che ti serve per ripartire alla grande.

Devi solo rimboccarti le maniche e non aver paura di soffrire e di sudare.

Certo che ce la fai. ;)

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

maxrider

Mi manca un esame alla laurea e da un anno non riesco a studiare neanche una pagina, perché la testa mi ha abbandonato. E lei se ne accorgeva, eccome... non mi ritrovava più.

Grazie, dumb, sono terrorizzato dalla mia stessa ombra, e non so se sentirmi un verme sia un bene per ripartire, o l'ennesima scusa per crogiolarmi nel dolore e nelle mie stesse cazzate.

Link al commento
Condividi su altri siti

dumbdumber

Mi manca un esame alla laurea e da un anno non riesco a studiare neanche una pagina, perché la testa mi ha abbandonato. E lei se ne accorgeva, eccome... non mi ritrovava più.

Grazie, dumb, sono terrorizzato dalla mia stessa ombra, e non so se sentirmi un verme sia un bene per ripartire, o l'ennesima scusa per crogiolarmi nel dolore e nelle mie stesse cazzate.

Primo obiettivo: LAUREARTI. In tempi brevissimi. Fissa una data, e spaccati il culo per rispettarla.

Concentrati su questo, al momento.

Basta crogiolarti. ;)

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Constantine

Ridi e il mondo ridera' con te. Piangi e piangerai da solo.

Scrivi come se avessi imparato la lezione. Bene. Come dice Dumb, basta compatirti e poniti degli obiettivi. Raggiungerli è l'unico modo per riguadagnare la fiducia in se stessi.

In gamba.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

fuzlod

Sfogati, butta fuori tutto e ricomincia daccapo quando te la senti. Fregatene dei condizionamenti sociali "trovati la ragazza, fai x, fai y".

Ritrova te stesso e fai tesoro dell'esperienza soprattutto, guardandola a 360 gradi :)

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

layne82

Amico sono nella tua stessa situazione..tranne per la laurea :pardon: datti tempo e ne vieni, ne verremo, fuori..anche si ci sono ancora completamente dentro.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

dumbdumber

Amico sono nella tua stessa situazione..tranne per la laurea :pardon: datti tempo e ne vieni, ne verremo, fuori..anche si ci sono ancora completamente dentro.

Se ne esce. Tranquilli.

Il tempo necessario però lo possiamo decidere noi...reagendo con i fatti, ovvero prendendoci cura di noi stessi e migliorarci.

Lavorare su noi stessi e' sempre il modo migliore di impiegare il tempo, soprattutto in questi momenti.

Modificato da dumbdumber
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

maxrider
Inviato (modificato)

Grazie ragazzi... il fatto è che lei mi manca da troppo tempo, mi piaceva davvero tutto e lo dico senza idealizzarla perché conosco i suoi difetti e li volevo così com'erano.

Da oltre un anno sono ridotto così male a causa dei miei fallimenti, che ho dimenticato pure quelle 4 cose buone che avevo dalla mia parte. Mi sono cancellato con le mie mani.

Questo è un momento terribile, il no contact è appena cominciato e sono già in riserva... Tra l'altro mi sento anche patetico perché mi ha dato dello stupido, del frivolo, del coglione, e mi fa più male che non ci sia e che le faccio schifo... che il mio orgoglio (inesistente ormai!).

Devo legarmi le mani per non chiamare, è dura ammetterlo ma attualmente sono una nullità.

Scrivo qui queste cose, così magari rileggendomi mi faccio pena e mi ricordo che:

- non devo cercarla

- non devo preoccuparmi di cosa pensa di me

- non devo farmi le paranoie su cosa sta facendo, con chi sta parlando

- non devo infilarmi in pensieri come: "se non avessi fatto questo, adesso starei meglio" oppure: "quando starò meglio, potrei provare a sentirla".

Così messo male sto!

Modificato da maxrider
Link al commento
Condividi su altri siti

maxrider
Inviato (modificato)

Se ne esce. Tranquilli.

Il tempo necessario però lo possiamo decidere noi...reagendo con i fatti, ovvero prendendoci cura di noi stessi e migliorarci.

Lavorare su noi stessi e' sempre il modo migliore di impiegare il tempo, soprattutto in questi momenti.

Quanto hai ragione, dumb! Grande.

Sono convinto che se fossi stato un po' più forte quando serviva, oggi non mi ritroverei in questo stato: significa che ho bisogno di più di qualche miglioramento personale!

Da domani riprendo a studiare duramente (sono mesi che ci provo senza risultati).

Credo che leggerò in lungo e in largo questo forum TUTTE le dannate volte che la testa mi suggerirà di fare qualcosa di stupido e ridicolo, come andare su facebook.

Non la cancello perché mi sembrerebbe ancora più infantile (e già peggio di così, credetemi, non potevo fare... ho raccontato più palle io, e mi sono inzerbinato di più io di tutti gli stronzi d'Italia), ma i social sono il veleno, e me ne rendo conto.

Modificato da maxrider
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...