Vai al contenuto

Credenze e Conflitti


Lilian
 Condividi

Messaggi raccomandati

Lilian

Il seguente è un estratto da "Io scelgo, io voglio, io sono" di Fabio Marchesi. Un libro che consigliai già tipo un anno fa in qua e là su forum e che ripropongo giacché mi è ricapitato di averlo tra le mani. Lo consiglio molto a tutti coloro con problemi di Inner.

...

"Qualunque. cosa tu possa consapevolmente credere, sei sicuro che sia stata scelta date ? Fin dalla nascita, qualcuno ci insegna e ci ripete che cosa è giusto e che cosa è sbagliato, ciò che è bene e ciò che è male, possibile o impossibile,come dobbiamo comportarci, nutrirci, vestirci, che cosa dobbiamo fare, dire, pensare... Crescendo veniamo circondati da altri che ci dicono, ci ripetono, ci urlano, ci suggeriscono, ci propongono ,ci impongono,ci consigliano, ci mostrano, quello che dobbiamo essere, pensare, dire e fare... tutto ciò contribuisce a produrre nella mente di ognuno di noi delle credenze, delle presunte verità che, pur permettendoci di sopravvivere, hanno l'alto rischio di essere false e inopportune e di produrre continui dubbi. Tutte le esperienze che abbiamo vissuto ci hanno portato a produrre credenze, quindi emozioni, quindi pensieri, che hanno a loro volta rinforzato le credenze da cui hanno avuto origine nonostante potessero essere fin dall'inizio inopportune o infelici. L'uomo produce credenze proprio per evitare il dubbio, la prima causa della sua infelicità. Se tutto quello che ci e è stato detto e mostrato da altri fosse sempre stato vero e corretto per ognuno di noi, nessuno avrebbe dubbi e tutti sarebbero probabilmente felici. Ma l'uomo interpreta soggettivamente la Realtà e la Realtà cambia, il corpo delle persone cambia, le situazioni e gli scenari che si vivono cambiano e anche ciò che per qualcuno un tempo poteva sembrare vero, cambia. Se i propri dubbi producono infelicità, le false credenze ritenute verità producono invece conflitti e quindi conducono anch'esse all'infelicità. Qual'è allora l'atteggiamento più felice che possiamo avere ? Un atteggiamento mentale basato su credenze possibilistiche ottimiste. Credere per evitare dubbi ma essere sempre pronti a dubbi temporanei per produrre nuove credenze. Qualunque dubbio tu possa avere, considera che c'é sempre una risposta che contiene un cambiamento costruttivo, allineato con quello che tu sei nel presente e con quello che la Realtà è nel presente. Qualsiasi Certezza tu possa avere, considera innanzi tutto che può essere sbagliata o obsoleta e che ce ne è sempre un'altra più costruttiva, più allineata con quello che tu sei nel presente e con quello che la Realtà è nel presente. Devi solo scegliere, tra infinite possibilità coesistenti, in che cosa credere ed essere disposto a cambiare. Anche se per la nostra mente Credenze e Verità sono equivalenti, abbiamo visto che si tratta di due cose completamente diverse !

Le proprie Credenze e i Propri Giudizi sono solo approsimazioni della Realtà capaci di rendere più probabile ciò che può divenire Realtà.

Ogni nostro pensiero contribuisce a produrre la nostra Realtà. Tutte le informazioni che derivano dai nostri pensieri entrano in relazione con la strada della Realtà e co-partecipano nel produrre quelli che in fisica quantistica sono definiti collassi di funzioni d'onda grazie ai quali, fra tutte le possibilità coesistenti che la trama della Realtà ha in sé, deriva, come se fosse “scelto”, ciò che si attualizzerà, ciò che si manifesterà nella Realtà con spazio e tempo.

Se credi che una cosa sia impossibile, ti sarà impossibile viverla, se credi che sia difficile, ti sarà difficile viverla.

Può sembrare assurdo e difficile da accettare, ma le esperienze che ognuno vive sono fortemente condizionate , anche a distanza di spazio e di tempo, da ognuna delle sue credenze che ognuno ha nella sua mente.

Ogni essere umano tende a condividere se stesso ma soprattutto le proprie idee, le proprie credenze con gli altri. Condividere se stessi – nonostante anche il concetto di condividere possa essere facilmente frainteso – è il principio che sta alla base dell'Amore autentico, quello a cui tutti, consapevolmente o no e indipendentemente da ciò che ognuno crede essere amore, tendiamo. Questo principio profondamente spirituale ed evolutivo ha però, quando viene interpretato in modo razionale, un brutto effetto collaterale : La mente consapevole di una persona può facilmente arrivare a ritenere giusto che le sue credenze\verità debbano automaticamente essere anche le credenze\verità degli altri. E' in questo caso che si producono conflitti. Questo accade perché, come abbiamo visto, nella propria mente il concetto di verità è associato al concetto di assoluto e la mente deduce che se una verità è valida per se stessi debba esserlo anche per tutti gli altri e tutti devono accettarla : si tende allora, anziché a condividerla per ridiscuterla, ad imporla. Questo approccio è contro natura perché è il concetto stesso di verità assoluta ad essere contro natura, come quello di uguaglianza.

Siamo tutti diversi, siamo tutti un divenire in una Realtà che è divenire

La realtà è possibilista e tutto ciò che esiste in essa sono possibilità in divenire. Tutto evolve e nulla può rimanere uguale per sempre. Anche se l'uomo riesce a descrivere in un modo apparentemente verosimile la Realtà, si tratta sempre e solo di interpretazioni, approssimazioni soggettive e temporanee riferite a ciò che può essere stato e potrebbe continuare ad essere per qualche altro presente ma che può cambiare, anche profondamente, nel futuro. La differenza tra una persona costruttiva che evolve e produce evoluzione rispetto a una distruttiva che “ferma” e produce caos è proprio nell'atteggiamento che ha nei riguardi delle proprie credenze. Entrambe hanno proprie convinzioni, idee, concetti, in cui credono, ma la prima le considera solo possibilità ed è sempre pronta a cambiarle con altre più efficienti, più utili, più attuali, e si impegna per farlo, la seconda no, le considera verità che devono essere valide per tutti, si oppone a priori a qualsiasi cambiamento e si impegna solo per imporle ad altri.''

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...