Vai al contenuto

Considerazioni nude e crude, fini a sé stesse.


Ninfetta87
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ninfetta87

Ciao a tutti, anche se sono stata accusata di essere un troll (....) torno a scrivere su questo forum per fare delle riflessioni/considerazioni su quello che mi sta capitando nel rapportarmi con gli uomini.

Premessa: sono stata fidanzata (prima e unica storia) con un ragazzo della mia età che non mi ha mai amata, che non è venuto neanche a trovarmi quando sono stata ricoverata in ospedale (per una stupidaggine, ma lui non aveva NIENTE da fare e non mi è stato cmq vicino). Non mi ha mai trattata male, è sempre e solo stato freddo, distaccato, non mi ha mai considerato parte della sua vita e non ho mai potuto contare su di lui, tanto che anche nell'intimità ho degli enormi blocchi a livello fisico e psicologico.

Da qualche anno a questa parte mi sono accorta di attirare l'attenzione degli uomini adulti, solitamente di bell'aspetto, bel lavoro, a volte impegnati.

Purtroppo mi sono resa conto che effettivamente quello è diventato il mio target (l'uomo adulto, non impegnato), perché in un uomo io vado a ricercare una sicurezza che in me manca totalmente -purtroppo sono insicura a livelli patologici, ho sofferto di depressione, disturbi alimentari, attacchi di panico e avrei bisogno di uno psicologo- e che uno della mia età non può darmi, tanto che ho rifiutato in toto avance di ragazzi anche oggettivamente molto belli.

Ho notato però che è una cosa naturale, cioè mi si avvicinano loro anche senza che io faccia nulla.

L'ultima mia frequentazione (finita dopo poche uscite, forse a causa dei miei blocchi regressi) è stata infatti con un uomo di 40 anni, e mi è bastato a capire che avere accanto un uomo adulto, sicuro di sé, già vissuto, con il suo bagaglio di esperienze, è tutta un'altra cosa...ma questo l'avevo già capito da subito, perché in realtà ho sempre provato attrazione per quelli più grandi.

Non solo: un uomo adulto, che occupa un posto di rilievo all'interno della società, rispetto alla maggior parte dei ragazzi ha gusti più raffinati, è più selettivo, quindi andarci è più gratificante.

Pensavo di essere pazza a fare queste considerazioni, quando la volta scorsa in discoteca sono stata avvicinata da un uomo di 45 anni, bell'aspetto, estremamente distinto nel modo di vestire e in viso, colto nel parlare. E infatti parlando è venuto fuori che è uno ricco, parcheggiato fuori dal locale aveva un macchinone molto costoso.

Mi ha riempita di complimenti (su particolari che uno non avvezzo alle donne non noterebbe mai, studiandomi come un sommelier studia un buon vino, nonostante io non sia oggettivamente una strafiga ma solo carina), mi ha chiesto di mandargli foto, siamo stati più di un'ora a parlare.

Mi ha detto una cosa che conserverò sempre, che forse nessuno aveva mai notato e che mi ha estremamente colpito perché vera, che sembro una in grado mettersi addosso una forte corazza, all'occorrenza. So benissimo a quali situazioni alludeva.

Purtroppo (o per fortuna) la cosa è caduta nel vuoto perché non ho il bagaglio di esperienze necessarie a gestirmi una situazione del genere, una ragazzina di 16 anni ne ha avute più di me che ne ho quasi 30 (ma ne dimostro 20-22).

Dentro di me ormai da mesi sento che si è liberato un mostro, un drago, da ragazza goffa, bruttina, sovrappeso, presa in giro da tutti a scuola, ingenua e facile da ingannare, sento di essere diventata una cosa fredda, cinica, arrogante. Una donna mi ha definita "matta come una cavalla di razza" ed è così che mi sento effettivamente, quando mi rapporto con gli uomini ormai mi vedo a questo modo, senza aspettarmi più niente da nessuno. Mi sento arida, sola, non ho amiche.

Mi chiedo se è possibile tornare indietro, o se la ragazza dolce, fiduciosa, quasi senza malizia che ero prima ormai è perduta per sempre.Quella che pensava di farsi accettare comportandosi bene, coltivando passioni, hobby.Quella che aveva la pretesa di essere amata, sostenuta, ricevere affetto.

Quando si guarda in faccia un dolore, senza più cercare di nasconderlo o di arginarlo dentro di noi, quando non si riesce più a dominarlo, allora questo comincia a divorarci dentro, e cosa lascia poi?

Avete presente la frase "se fissi l'abisso...l'abisso ti fissa a sua volta". Non è solo una frase, è la verità.

  • Mi piace! 5
Link al commento
Condividi su altri siti

france

Hai scritto una confessione molto profonda, triste ma bella. Capire ed evidenziare i propri problemi rappresenta un primo passo per risolverli. Purtroppo alcune esperienze ci lasciano dentro dri dolori e delle diffidenze difficili da superare, ma tutto passa. Forse devi solo trovare la persona giusta che ti apprezzi per come sei.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

france

Ah penso che sia un errore "puntare" chi ha il macchinone o è affermato: dopo un paio di giretti ti scaricherà senza intestartela ne dividere il suo cc... devi cercare qualcuno che abbia invece voglia di crescere insieme piuttosto....aalmeno mu sembra potrebbe esserti più utile.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

gelsomino

Avete presente la frase "se fissi l'abisso...l'abisso ti fissa a sua volta". Non è solo una frase, è la verità.

niche,e prosegue coloro che vogliono combatter i mostri stiano bene attenti a non diventare essi stessi un mostro..

ps..per quanto riguarda questo.. uomini ormai mi vedo a questo modo, senza aspettarmi più niente da nessuno. Mi sento arida, sola, non ho amiche.... consiglio,cerca di trovare la PERSONA GIUSTA,sembra una banalita' ma non lo e' ,e' un consiglio della nonna evergreen 8-)

Link al commento
Condividi su altri siti

Connor

Un passo avanti sulla strada della conoscenza di sé, dell'accettazione e della consapevolezza.

Vai avanti, altre sorprese arriveranno.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Er Monnezza

provato con un ottimo psicoterapeuta?

Link al commento
Condividi su altri siti

jackshepard40

Ormai si sente parlare solo di depressione di ansia..e con questo non dico che una piccola dosa non sia cosa buona e giusta anzi è il motore e stimolo a non darsi mai per vinti!!!

Ma sono proprio in pochi quelli che vogliono godersi la propria vita dandosi degli obiettivi positivi, consapevoli delle difficoltà' giornaliere??

Ora detto questo anzitutto mi chiedo in discoteca con chi ci sei andata se dici di non avere amiche?

Ma credi davvero che la tua cura sia un rapporto con un uomo più vecchio di te di 10-15 anni?

Mi chiedo ancora come sia possibile dare peso al modo di fare di uno sconosciuto 40-50 enne, avventore in discoteca, alla ricerca solo di una sveltina?

Ma credi che in genere e alla lunga la troppa distanza di età' non sia un boomerang?

Hai 30 anni hai la tua personalità' non sei sbagliata anzi...ma se vuoi ottenere di più è il caso di capire quali sono le cose che fai e che pensi che ti portano a non cogliere le opportunità che ti vengono offerte; dici di avere una corazza, ma credo che devi liberartene prima possibile.

Parla con le persone, esprimiti con scioltezza, fai capire chi sei poniti obiettivi, cura l'aspetto e mettici tanta intelligenza nelle cose che fai; non avere paura delle critiche e diffida di chi dice di essere tuo amico!!

Spero che la vita ti riservi bene, anche senza psicoterapia perchè non fa per te!

Sei una donna normale anzi potresti tendere allo straordinario se solo lo pensassi e se lo fai in grande e bene sali fino in cima ..ma sta a te!!!

Sei donna usa il tuo dna e la tua indole per ottenere ciò' che vuoi !!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

clay72

Ciao Ninfetta,quello che avevi scritto nel post riguardo l'amicizia tra uomo e donna mi aveva lasciato molto deluso,si capiva che dietro quelle parole amare c'era una persona con tante delusioni alle spalle,e data la differenza d'età che ci divide con tutte le annese esperienze,ho preferito non replicare.Stasera invece ti rispondo ( guarda che onore ....starai pensando :-) ).

Quello che ti sta succedendo è normalissimo,chi di noi non ha incontrato le persone sbagliate nella propria vita?

Tu scrivi che sei attratta dalle persone mature,quarantenni,cinquantenni...perché trovi in loro quello che i giovani non hanno ed è fisiologico questo,io stesso a 42 anni se iniziassi una storia con una ragazza di trenta chissà quante belle attenzioni le regalerei visti gli anni d'esperienza che ci dividono ma la mia domanda è questa: credi che sia il vero motivo della tua scelta?Per me non lo è Ninfetta,esistono uomini immaturi a 20 e a 40 e tu dai spago all'uomo più grande per via di un'insicurezza che ti logora,perché credi di non piacere ai tuoi coetani.

Non ti manca nulla ricordalo sempre,noi siamo unici ed irripetibili.

Lavora su te stessa,e non dimenticare che nella vita si vive di tutto,che tutto va dosato nella quantità giusta,non si vive solo d'amore,solo di amici, di figli di lavoro, ma di tutto.

Grazie per la tua sincerità e buona serata.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Non stereotipizziamo troppo le relazioni tra 40enni e quasi 30enni, please.

Molti di noi preferiscono le più giovani perchè sono le uniche che riescono (a fatica) a stare dietro al nostro stile di vita e ad apprezzare uscite, divertimento e vita sociale...

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

jackshepard40

sicuramente a patto che le due parti sappiano concedersi certi svaghi!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...