Vai al contenuto

ora si volta pagina


gianlucaaa
 Condividi

Messaggi raccomandati

gianlucaaa

Ciao a tutti, ho avuto il piacere di scambiare due parole con Connor e colgo l'occasione di ringraziarlo per i consigli utili che mi ha dato e che mi han fatto riflettere.

Sono da poco approdato in questo magnifico forum e mai scelta fu così appropriata.

Sono un ragazzo di 27 anni, che ha deciso di dare una svolta alla propria vita.

Mi sono reso conto che ci sono davvero tante cose che non mi vanno bene e che vorrei poter cambiare, per poter star bene con me stesso prerequisito necessario per poter stare bene con il prossimo uomini e donne che siano.

Sono nato in un ambiente famigliare che dir si voglia "strano" nel senso che non ho mai ricevuto un abbraccio, mai ricevuto un "ti voglio bene" sempre e solo critiche che mi han portato ad essere la persona che sono ora.

Anche da parte dei miei amici lo stesso trattamento, ma non do nessuna colpa a loro, sono io quello che pensa di meritarselo ed è proprio per questo che ho deciso questo cambiamento.

Sia chiaro a tutti voi che non è uno sfogo, non vuole essere un post di vittimismo che non fa parte della mia persona, ma cerco di mettermi a nudo per poter raccontare la mia vita e dar modo a voi di darmi consigli su come muovermi.

Questa non accettazione se così vogliamo definirla, ha suscitato in me quest'enorme senso di timidezza nell'approcciarmi con il prossimo.

Penso che ci siano davvero tante cose in me che devo cambiare e ho deciso di partire dalle basi, per poter costruire delle fondamenta solide per poi costruire tutto il resto.

Sarà un percorso lungo, ma al tempo stesso credo eccitante, perchè potrei spingermi fin dove finora non ho mai osato spingermi.

Ho iniziato a leggere il libro "le tue zone erronee" che è servito a molti e colgo l'occasione di consigliarlo a chi non lo ha ancora letto.

Mi ha colpito una frase molto interessante : "L'essenza della grandezza consiste nella capacità di scegliere la propria personale realizzazione in circostanze nelle quali altri scelgono la follia"

Questa frase mi ha fatto riflettere e ripensare a tutti i miei comportamenti sbagliati che in alcuni momenti della mia vita ho compiuto.

Vuoi per questa carenza d'affetto, vuoi per un insieme di cose, mi sono ritrovato a compiere atteggiamenti (sbagliati) per far piacere agli altri e solo adesso mi sto rendendo conto che tutto ciò ha solo conseguenze negative.

Ed è forse per questo che molto spesso vengo classificato come "bravo ragazzo", cercando di trovare questa mancanza di affetto dimenticandomi di quello che io voglio realmente.

Ora mi rivolgo a voi, c'è qualcuno che si ritrova o si è ritrovato in questo mio racconto, che potrebbe darmi consigli utili su come muovere i primi passi?

Sappiate che la mia voglia di cambiamento è enorme, l'ho presa come una sfida con me stesso e voglio riuscirci a tutti i costi.

Non voglio messaggi di comprensione o di compassione.

Vi ringrazio tutti per l'attenzione e spero possiate aiutarmi raccontandomi le vostre esperienze e di come avete modificato la vostra vita.

Ciao :)

la
Link al commento
Condividi su altri siti

_Daniel_

Ciao, mi ritrovo tantissimo nel tuo racconto.

Ho iniziato molto presto a interessarmi di crescita personale e cercare di cambiare la mia vita, che mai mi é piaciuta.. e per vari anni, diciamo tutta l'adolescenza, ho provato di tutto, convinto di poterne uscire da solo, senza nessun risultato, andando solamente a sprofondare sempre di piú nel buio.

E' come entrare in un labirinto da cui non riesci piú a uscire...

Giunto nel momento piú brutto in assoluto, ho deciso di chiedere aiuto a un professionista: é stato questo il primo passo.

Da allora il grosso del lavoro l'ho sempre fatto io, con la mia mente e i miei pensieri, ma avevo una sorta di mano che mi guidava evitando che mi perdessi nei meandri nel mio cervello.

A quel punto si é trattato (e si tratta tuttora) di acquisire determinate consapevolezze, le quali aprono la strada al cambiamento.

Il lavoro piú importante riguarda l'accettazione di sé, come si é ora.

Perdonarsi per gli errori passati, comprendere ed accettare i propri difetti e debolezze.. solo cosí avrai la forza di iniziare a migliorare.

Personalmente ho individuato gli elementi della mia vita che piú mi fanno sentire insicuro e a disagio, e ho deciso di concentrare le mie energie nel migliorare quegli aspetti.

Un ultimo appunto lo farei sulla questione FAMIGLIA.

E' importane comprendere i meccanismi familiari che ti hanno fatto diventare come sei, ma non esserne ossessionato... acquisisci la consapevolezza che la TUA felicitá dipende solo da TE STESSO, e non odiare i tuoi familiari se non sono riusciti a darti l'affetto che avresti voluto.

Questi consigli che mi sono permesso di darti rappresentano ció che io ho fatto e sto facendo per cambiare la mia vita... eh sí, rispetto a qualche mese fa mi sento molto meglio.

Ciao!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

gianlucaaa

Grazie per aver condiviso la tua esperienza, come detto io non ho odio nessuno e non pretendo niente da nessuno, mi rendo conto però che un pò questo mi ha segnato.

Come hai giustamente detto la felicità devo trovarla dentro me stesso.

Purtroppo forse per una concezione sbagliata che ho, non ho mai cercato di farmi aiutare da nessuno, le scelte che ho fatto giuste o sbagliate che siano le ho sempre fatte da solo.

Le mie intenzioni sono quelle di provare questo cammino da solo, per quanto difficile possa essere e in estremis qualora non dovessi riuscirci affidarmi a qualche professionista.

Sono certo che ce la farò ;)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...