Vai al contenuto

Abusi sulla Figlia Minorenne


Er Monnezza
 Condividi

Messaggi raccomandati

Er Monnezza

ecco cosa potrebbe capitare a chiunque di noi.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_giugno_30/ex-portiere-sereni-condannato-3-anni-abusi-minori-151f406c-1f2d-11e5-be56-a3991da50b56.shtml?refresh_ce-cp

È stato condannato a 3 anni e sei mesi di reclusione, e alla perdita della patria potestà l’ex portiere di Torino, Lazio e Sampdoria Matteo Sereni. Si è concluso martedì a Tempio Pausania il processo con rito abbreviato contro l’ex calciatore, accusato dalla ex moglie, la modella Silvia Cantoro, di aver abusato della loro bambina. Il Gup, Marco Contu, ha condannato Sereni per fatti che sarebbero stati commessi in una villa in Costa Smeralda nell’estate del 2009.

La replica del calciatore

«Sono sconvolto. Ho perso ogni fiducia nella giustizia. L’unica cosa che mi mantiene vivo è sapere che i miei figli conoscono la verità». Sono queste le dichiarazioni che l’ex calciatore Matteo Sereni ha affidato ai suoi legali, subito dopo la lettura della sentenza del Gup del Tribunale di Tempio che lo ha condannato a tre anni e sei mesi di reclusione per violenza su minore. «Si tratta di una sentenza gravemente ingiusta che ci ha molto sorpreso e che certamente appelleremo. La condanna riguarda un processo nel quale la denuncia proviene dalla ex moglie di Matteo Sereni nel corso di una asperrima separazione coniugale ed in cui persino la bambina, più volte registrata dalla madre, ha successivamente ammesso che le accuse al padre non erano vere», spiegano gli avvocati Michele Galasso, Giacomo Francini e Giampaolo Murrighile. Di altro avviso i legali di Silvia Cantoro, ex moglie e procuratrice legale del calciatore. «In rappresentanza dei minori ribadiscono che la giustizia fatta con la sentenza non potrà mai ripagare i minori degli eventuali danni psicologici subiti per le condotte delittuose accertate», commenta l’avvocato Daniele Galloppa.

Dall’idillio alla «guerra»

Prima di cominciare la «guerra dei Roses», i coniugi Matteo Sereni e Silvia Cantoro potavano avanti pure una proficua collaborazione professionale: lui parava tra i pali e lei si occupava dei contratti come procuratore, talvolta scatenando il corto circuito per innescare il cambio di club e il logico aumento di stipendio. È successo, per esempio con la Lazio, squadra nella quale il parmigiano Sereni arrivò 28enne (era il 2003, lui è nato nel 1975), nel pieno della maturità, cioè dopo aver consumato una gavetta partita dalle giovanili della Sampdoria e proseguita in cinque club italiani (Crevalcore, ancora Samp, Piacenza, Empoli, Brescia).

La carriera

Nel ‘97 vince i Giochi del Mediterraneo con la Nazionale come riserva di Gigi Buffon), con, in più, anche un’esperienza inglese (Ipswich Town nel 2001/02). Ma la Lazio non fu il trampolino per il successo, anzi. Nel luglio 2003 Sereni si accordò con Lotito firmando un quadriennale a 2,5 milioni a stagione sul quale aveva lavorato direttamente la moglie. Dopo qualche apparizione non esaltante, però, il portiere scalò alle spalle di Peruzzi nelle gerarchie stabilite dal tecnico, Delio Rossi. Fu lì che si scatenò una guerra sull’ingaggio, con Lotito che prima patteggiò una riduzione del 40% salvo poi provare a sforbiciare ancora di più. La cosa non andò giù al clan dei Sereni che si mise subito in moto per cambiare aria: dopo una breve parentesi al Treviso in A, arriva al Torino (due anni in A e uno in B) diventando uno degli idoli della tifoseria granata per un carattere istrionico ed esuberante. La carriera finisce proprio mentre cola a picco il matrimonio, al Brescia nel 2011: Sereni ha solo 36 anni ma decide di smettere col calcio per concentrarsi sulla causa scatenatagli contro proprio dalla moglie.

Link al commento
Condividi su altri siti

virgola

Al di la dell'ultima parentesi del calcio... ( ha SOLO 36 anni...ahahahah guardate che a meno che non sei un prodigio non è che fai il calciatore fino a 40 anni perché al club gli piace tenersi i vecchi invece dei miracolosi giovani che il calcio produce).

Prima cosa: toh guardacaso uno accusato di molestie dice che non è vero. È proprio strano. Eppure se io uccidessi qualcuno lo ammetterei subito!!

Seconda cosa: strano che un calciatore , pieno di soldi, con tanta gente brava che gli consiglia dica le parole drammatiche " ho perso fiducia nella giustizia" "l'importante è che i mieo figli sappiano" ecc ecc . Lo sappiamo che i calciatori sono stupidi...non so come gli sia uscito.fuori ;)

Terza cosa: la bambina REGISTRATA non è stata usata come prova a favore di lui? Forse perché ci vuole poco a dire una bambina: dici qualcosa e ti rinchiudo in una botola ( sto estremizzando ovviamente (?) ) .

Quarta cosa: chi sta nei tribunali ha un lavoro orrendo. Devono decidere e ti assicuro che non prendono le cose alla leggera. È ovvio che tu hai un problema con la fiducia nella giustizia

..ma cosi non sei affatto obbiettivo. Io so che i giudici possono sbagliare. Ma so che tranne casi di lucro e mafia coinvolta (non mi pare il.caso) si impegnano davvero proprio come un chirurgo cerca di non ucciderti quando ti toglie l'appendice.

Quinta cosa: ma non la meno importante... ti basi su quello che dice lui e i suoi avvocati. ( ti ricordo che vengono pagati) , ma non è una cosa da prendere alla leggera. Qualunque uomo accusato di una cosa grave ( come la pedofilia) DEVE e sarà sempre messo di fronte alla giustizia. E dovrà avere prove LAMPANTI della sua innocenza proprio perché è una cosa molto grave.

Una bambina molestata ha sul serio gravissime ripercussioni sulla sua vita. Turbe psicologiche. Molto difficillida togliere. E molto di più se la violenza la subisci da un genitore che dovrebbe proteggerti.

Immaginati piccolo...che vieni molestato da tuo padre. Però non ci sono prove che lui lo abbia fatto e allora la passa liscia

Vuoi questa giustizia?

Ancora una volta un mondo guidato da voi ignoranti ( nel senso che ignori) e senza regole morali è un mondo pieno di turbe ed ingiustizie.

Ps:.complimenti per il tuo accanimento a favore dello stupro e della molestia sui bambini. Non sai quanto ti sono grata di non volerti sposare e procreare. Tu il preservativo usalo SEMPRE

Link al commento
Condividi su altri siti

Er Monnezza
Inviato (modificato)

Quinta cosa: ma non la meno importante... ti basi su quello che dice lui e i suoi avvocati. ( ti ricordo che vengono pagati) , ma non è una cosa da prendere alla leggera. Qualunque uomo accusato di una cosa grave ( come la pedofilia) DEVE e sarà sempre messo di fronte alla giustizia. E dovrà avere prove LAMPANTI della sua innocenza proprio perché è una cosa molto grave.

tralasciando le offese personali, le derive pseudo femministe totalmente sconclusionate, ti consiglio di leggere meglio quello che è scritto. inoltre le dichiarazioni dei figli contano fino un certo punto, guardati il secondo video. certo la verità ci mette anni a venire a galla.

il pezzo che ho quotato, invece, merita un commento a parte: mi rendo conto che per una vetero-femminista misandrica sia difficile da capirlo, ma in Italia(sulla carta certo perché della giustizia e della legge hanno fatto "carne di porco") non esiste l'inversione dell'onere della prova: non è l'innocente a dover provare la sua innocenza, non so se mi spiego.

chiaro che spesso per gli uomini questo basilare principio del diritto viene spesso negato o, nel migliore dei casi, riconosciuto dopo decenni.

Modificato da Er Monnezza
Link al commento
Condividi su altri siti

virgola

Sul secondo video non posso pronunciarmi perché pur avendolo ascoltato non ho capito come sono andate le cose. Insomma... l'assistente sociale è stata scoperta?quando? Addirittura sa il prezzo (500euro)...lui.come lo sa? Va be...

Quello che hai detto sull'onere non c'entra un cazzo. Quando c'è una denuncia ( o una querela ecc) vengono comunque analizzate le prove da entrambe le parti.

Al di la della sciocchezza che scrivi se lui è veramente innocente può benissimo presentare la denuncia per calunnia.

Link al commento
Condividi su altri siti

Er Monnezza
Inviato (modificato)

Sul secondo video non posso pronunciarmi perché pur avendolo ascoltato non ho capito come sono andate le cose. Insomma... l'assistente sociale è stata scoperta?quando? Addirittura sa il prezzo (500euro)...lui.come lo sa? Va be...

Quello che hai detto sull'onere non c'entra un cazzo. Quando c'è una denuncia ( o una querela ecc) vengono comunque analizzate le prove da entrambe le parti.

Al di la della sciocchezza che scrivi se lui è veramente innocente può benissimo presentare la denuncia per calunnia.

ahahahah, denuncia per calunnia....

sei davvero tenera, se non fossi misandrica saresti anche simpatica.

sull'onere c'entra e come visto che tu hai scritto:

Qualunque uomo accusato di una cosa grave ( come la pedofilia) DEVE e sarà sempre messo di fronte alla giustizia. E dovrà avere prove LAMPANTI della sua innocenza proprio perché è una cosa molto grave.

nessuno deve fornire prove della propria innocenza bensì l'accusa deve presentare prove della presunta colpevolezza. il perché è anche facilmente intuibile, non farti umiliare ancora, dai.

Modificato da Er Monnezza
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

virgola

Facciamo che facciamo intervenire qualche utente che ne sappia di più sulla legge. Perché parlare con te è come parlare con uno che ha studiato scienza su wikipedia.

Io le mie fonti le ho ( vivo con un avvocato) ma ovviamente non potendotelo dimostrare vale come zero..

Comunque. .. sull'inversione di onere sono sicura...non c'entra. Quello che ti dico io è: c'è il processo per denuncia di molestie? Bene. Entrambe le parti portano le loro prove.

Carino come te la sei sbrigata sul discorso della denuncia per calunnie :) se la soluzione c'è e non ti piace non capisco con quale ipocrisia ti lamenti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Er Monnezza
Inviato (modificato)

Facciamo che facciamo intervenire qualche utente che ne sappia di più sulla legge. Perché parlare con te è come parlare con uno che ha studiato scienza su wikipedia.

Io le mie fonti le ho ( vivo con un avvocato) ma ovviamente non potendotelo dimostrare vale come zero..

Comunque. .. sull'inversione di onere sono sicura...non c'entra. Quello che ti dico io è: c'è il processo per denuncia di molestie? Bene. Entrambe le parti portano le loro prove.

Carino come te la sei sbrigata sul discorso della denuncia per calunnie :) se la soluzione c'è e non ti piace non capisco con quale ipocrisia ti lamenti.

ancora con la calunnia in italia.... chiedi alla tua dolce metà come funziona, poi apri un topic che ne parliamo, così ci facciamo altre 4 risate. a parte le bestialità legali che scrivi(comunissimo a tutte le femministe misandriche), il problema è proprio che c'è un doppio standard nei tribunali(giornali ecc.), per cui basta che una donna denuncia un uomo e l'uomo è messo subito in croce, giornali, condanne ecc, al contrario, invece, niente di tutto questo.

Modificato da Er Monnezza
Link al commento
Condividi su altri siti

virgola

La mia dolce metà è la mia coinquilina con cui non ho rapporti fisici o sentimentali ;)

Comunque ripeto: meglio che taci non sapendo di cosa parlano le leggi.

Comunque sei di roma . Potremmo parlarne davanti un caffè. ..

...cosi poi posso stuprarti. Ma ovviamente dirò che sono innocente :D e che lo stupro è falso. E pensa un po ti userò proprio come prova...visto che anche tu non credi.agli stupri.

Al di la della battuta provocatoria ;) sul serio vorrei tipo cabaleira che intervenisse...perché una conversazione fra me e te non è oggettiva per niente.

Link al commento
Condividi su altri siti

Er Monnezza
Inviato (modificato)

La mia dolce metà è la mia coinquilina con cui non ho rapporti fisici o sentimentali ;)

Comunque ripeto: meglio che taci non sapendo di cosa parlano le leggi.

Comunque sei di roma . Potremmo parlarne davanti un caffè. ..

...cosi poi posso stuprarti. Ma ovviamente dirò che sono innocente :D e che lo stupro è falso. E pensa un po ti userò proprio come prova...visto che anche tu non credi.agli stupri.

Al di la della battuta provocatoria ;) sul serio vorrei tipo cabaleira che intervenisse...perché una conversazione fra me e te non è oggettiva per niente.

ahahahahah, certo, certo, parli di qualcosa di cui non sai niente e poi ti appelli all'oggettività... ahahahah.

stuprarmi per te sarebbe impossibile, non siamo neanche sposati, però potresti accusarmi facilmente di molestie inventandoti qualunque tipo di aggressione sessuale, e probabilmente verresti anche creduta. dovrei portarmi almeno2 testimoni,meglio se femmine.

Modificato da Er Monnezza
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...