Vai al contenuto

Apro poco : paura , pigrizia , abitudine perché?


Marcus93
 Condividi

Messaggi raccomandati

Marcus93

Ciao come tutti ormai sapete sono in crisi..pensavo di essere uscito dalla fase di depressione ansia che ho passato ma non è così, ne sono uscito al 99% ma non al 100%. Vado già da uno psicologo, ma non mi fido di lui per quanto riguarda l ambito " DONNE " per cui chiedo qua. Esco abbastanza spesso : piscina ( solo ) , discoteca+ pub ( con amico afc più di me ), poi frequento alcuni corsi. Non riesco aprire perché apro così poco e perché quando lo faccio...lo faccio sforzandomi. Non sono gay ho avuto fidanzate ecc...però non riesco a capire il mio problema..le ragazze mi piacciono ma se c è anche il minimo motivo per non approcciarle non lo faccio..del tipo l hb non è solo ma con amiche oppure anche ( e qui vi incazzerete ) perché magari lei è troppo lontano da me, tipo dall' altra parte della strada. Io vorrei capire perché faccio così, conoscete qualche percorso spirituale e non che aiuti a prendere coscienza delle nostre paure e dei pensieri più profondi della nostra mente? Vi ringrazio perché mi rispondete sempre e siete stra gentili ?

Link al commento
Condividi su altri siti

brandy89

è la paura del rifiuto. inconsciamente il tuo cervello mette in atto un meccanismo di auto difesa anche se te non lo vuoi. difatti trovi delle scuse...del tipo.."è troppo lontana" ecc..

e quindi stai nella tua zona confort. è più facile stare come si è che cambiare perchè ti fa sentire il vuoto sotto i piedi. per agire fuori dagli schemi a cui sei abituato c'è solo una cosa da fare..............il FARE! fallo e basta! a volte andrà bene, altre volte andrà male. prendila come un gioco. hai gettoni infiniti. fatti una risata!

per curiosità cosa dice lo psicologo in fatto di donne? se non è troppo personale? mi incuriosisce

Link al commento
Condividi su altri siti

Drugo94

Ciao come tutti ormai sapete sono in crisi..pensavo di essere uscito dalla fase di depressione ansia che ho passato ma non è così, ne sono uscito al 99% ma non al 100%. Vado già da uno psicologo, ma non mi fido di lui per quanto riguarda l ambito " DONNE " per cui chiedo qua. Esco abbastanza spesso : piscina ( solo ) , discoteca+ pub ( con amico afc più di me ), poi frequento alcuni corsi. Non riesco aprire perché apro così poco e perché quando lo faccio...lo faccio sforzandomi. Non sono gay ho avuto fidanzate ecc...però non riesco a capire il mio problema..le ragazze mi piacciono ma se c è anche il minimo motivo per non approcciarle non lo faccio..del tipo l hb non è solo ma con amiche oppure anche ( e qui vi incazzerete ) perché magari lei è troppo lontano da me, tipo dall' altra parte della strada. Io vorrei capire perché faccio così, conoscete qualche percorso spirituale e non che aiuti a prendere coscienza delle nostre paure e dei pensieri più profondi della nostra mente? Vi ringrazio perché mi rispondete sempre e siete stra gentili

Secondo me l'hai presa dal verso sbagliato. Sai spesso quando abbiamo dei problemi personali tendiamo a far coincidere tutti i nostri insuccessi con quel problema lì. Ti confido questa cosa: a tutti fa fatica aprire.

Tranne in rari casi dove hai un particolare stato d'animo e ti trovi in particolari situazioni devi fare dello sforzo per approcciare.

Passa più di un palmo tra il sentire l'approccio come qualcosa di strano e innaturale rispetto al fare fatica e provare un po' di stress nell'aprire una sconosciuta.

Non so quanti approcci ho fatto, sono tanti da due anni ormai quando ho bisogno di scopare la prima cosa che faccio è uscire in centro e aprire sconosciute.

L'ho sempre fatto da due anni a questa parte, ho spesso avuto successo, ma continuo a sentire un po' di ansia nel momento che devo parlare.

CI sta. È normale. Non farne un problema perché il 70% dei ragazzi che conosco non approccerebbero comunque.

Io terrei la cosa separata da un qualsiasi percorso spirituale, o almeno non ne farei una questione così importante.

La questione importante invece è il perché pensi tu abbia delle paure e dei pensieri profondi nella tua mente che non riesci a tirar fuori.

PS:

Se posso permettermi di farti una critica, cerca d basarti più su te stesso che su altri, hai bisogno di riuscire a darti le risposte alle tue domande e ai tuoi problemi da solo. Può essere utile prima di sentire l'opinione degli altri di partire dalla tua, dalla tua opinione ben approfondita e testata. I percorsi spirituali hanno più o meno in comune la stessa cosa: introspezione.

Se tu sondi varie fonti e poi condividi quella che più sembra darti fiducia manchi di qualcosa.

È un metodo che a volte ha senso però secondo la mia modestissima opinione dovresti iniziare a provare il contrario:

dovresti iniziare a non aver bisogno di nessuno e non sentir nessuno (non sto parlando di donne).

Poi c'è il tempo per riequilibrarsi. Siamo quasi coetanei quindi prendilo per un pensiero da amico :)

Modificato da Drugo94
Link al commento
Condividi su altri siti

Barack

Tutti hanno questa fase, approccia lo stesso...solo questa è la soluzione, smettila di crogiolarti e lamentarti e se i tuoi problemi diventano troppo seri vai dallo psichiatra invece che dallo psicologo. Un antidepressivo può essere necessario ed è un farmaco usatissimo e tranquillo...comunque oltre ad approcciare lo stesso impara a divertirti facendolo, lo devi fare non solo per risultati futuri, ma anche divertendoti...ti consiglio anche di andare in un posto estremamente affollato e fare machine gun approaching( approcciare a manetta una donna dopo l'altra..), io l'ho provato l'altra sera e sconvolge il mdo in cui la pensi :D..

Link al commento
Condividi su altri siti

Julian89

Tutti hanno questa fase, approccia lo stesso...solo questa è la soluzione, smettila di crogiolarti e lamentarti e se i tuoi problemi diventano troppo seri vai dallo psichiatra invece che dallo psicologo. Un antidepressivo può essere necessario ed è un farmaco usatissimo e tranquillo...comunque oltre ad approcciare lo stesso impara a divertirti facendolo, lo devi fare non solo per risultati futuri, ma anche divertendoti...ti consiglio anche di andare in un posto estremamente affollato e fare machine gun approaching( approcciare a manetta una donna dopo l'altra..), io l'ho provato l'altra sera e sconvolge il mdo in cui la pensi :D..

Cosa?!?!?! Sei un medico per caso?

Link al commento
Condividi su altri siti

Marcus93

@brandy : lo psicologo dice che una donna potrebbe aiutarmi ad essere felice e mi dice di fare tante attività di gruppo in modo da conoscerne di nuove. Tuttavia io non sono d'accordo, non voglio una crocerossina, io devo essere FELICE anche da solo...poi posso avere una fidanzata ma non devo collegare Felicità = fidanzata, secondo me è sbagliato . Poi gli ho detto che ho letto dei libri di seduzione per capire le donne, ha detto che sono stronzate...diciamo che lui ha una visione da AFC delle donne, le vede un po' come delle madonne. Per me invece è importante l' aspetto fisico perché sono un ragazzo passionale..e vorrei una ragazza che mi rendesse duro il c***o e non la vita. Comunque dallo psicologo ci vado non per le donne ma per problemi del tipo che do troppa importanza al giudizio altrui, che non riesco a rapportarmi bene con gli uomini e quindi spesso ci litigo.

@drugo94 : dallo psicologo ci vado per le cose dette sopra, non per le donne. Hai ragione, una volta dopo un 30 preso in un esame, nonostante fossi stanco sono andato in discoteca ed ho aperto..mi sentivo vivo e lo facevo perché avevo voglia di divertirmi, ero carico e mi sentivo Dio..sentivo che potevo fare tutto ( no ho però concluso nulla,Solo riso e scherzato ) Purtroppo di solito non mi sento così, mi alzo dal letto e sono nervoso, anche se esco vivo il tutto con un senso di noia..vorrei fare altro ma non so cosa!! Forse è anche per questo che apro poco..non sono mai dell'umore giusto, ma esiste un umore giusto per aprire? Ricordo che anni fa ero felice, tuttavia non aprivo lo stesso, proprio 0 ancora meno di ora quindi forse è un altro il motivo? L introspezione è importante, il mio problema è che non riesco a capire qual' è il mio problema...una volta capito poi posso risolverlo

Link al commento
Condividi su altri siti

Marcus93

Tutti hanno questa fase, approccia lo stesso...solo questa è la soluzione, smettila di crogiolarti e lamentarti e se i tuoi problemi diventano troppo seri vai dallo psichiatra invece che dallo psicologo. Un antidepressivo può essere necessario ed è un farmaco usatissimo e tranquillo...comunque oltre ad approcciare lo stesso impara a divertirti facendolo, lo devi fare non solo per risultati futuri, ma anche divertendoti...ti consiglio anche di andare in un posto estremamente affollato e fare machine gun approaching( approcciare a manetta una donna dopo l'altra..), io l'ho provato l'altra sera e sconvolge il mdo in cui la pensi :D..

Hai ragione devo aprire lo stesso!! Ci vado in posti affollati ma quando arrivo cazzo mi manca la cattiveria per aprire. So che dovrei pensare " che bello adesso mi diverto aprendo "...io invece penso " cazzo marcus sei qua adesso fai uno sforzo ed apri qualche ragazza dai "...lo vivo male...ma già quando esco di casa ho una mentalità come se dovessi farlo per forza e penso che alla fine andrà come sempre ossia non aprirò. Quando esco per me è come se dovessi fare un esame...non esco con la mentalità di divertimi e non mi diverto..non esco sereno tranquillo e rilassato..aprire non è la ciliegina sulla torta ma è quello che io sento che DEVO fare.
Link al commento
Condividi su altri siti

Drugo94

@brandy : lo psicologo dice che una donna potrebbe aiutarmi ad essere felice e mi dice di fare tante attività di gruppo in modo da conoscerne di nuove. Tuttavia io non sono d'accordo, non voglio una crocerossina, io devo essere FELICE anche da solo...poi posso avere una fidanzata ma non devo collegare Felicità = fidanzata, secondo me è sbagliato . Poi gli ho detto che ho letto dei libri di seduzione per capire le donne, ha detto che sono stronzate...diciamo che lui ha una visione da AFC delle donne, le vede un po' come delle madonne. Per me invece è importante l' aspetto fisico perché sono un ragazzo passionale..e vorrei una ragazza che mi rendesse duro il c***o e non la vita. Comunque dallo psicologo ci vado non per le donne ma per problemi del tipo che do troppa importanza al giudizio altrui, che non riesco a rapportarmi bene con gli uomini e quindi spesso ci litigo.

@drugo94 : dallo psicologo ci vado per le cose dette sopra, non per le donne. Hai ragione, una volta dopo un 30 preso in un esame, nonostante fossi stanco sono andato in discoteca ed ho aperto..mi sentivo vivo e lo facevo perché avevo voglia di divertirmi, ero carico e mi sentivo Dio..sentivo che potevo fare tutto ( no ho però concluso nulla,Solo riso e scherzato ) Purtroppo di solito non mi sento così, mi alzo dal letto e sono nervoso, anche se esco vivo il tutto con un senso di noia..vorrei fare altro ma non so cosa!! Forse è anche per questo che apro poco..non sono mai dell'umore giusto, ma esiste un umore giusto per aprire? Ricordo che anni fa ero felice, tuttavia non aprivo lo stesso, proprio 0 ancora meno di ora quindi forse è un altro il motivo? L introspezione è importante, il mio problema è che non riesco a capire qual' è il mio problema...una volta capito poi posso risolverlo

Allora hai troppo tempo libero e fatichi troppo poco per le cose serie.

Prova a trovarti un impiego part-time.

Scommetto che nelle giornate in cui sei alle strette e hai poco tempo per fare le cose che devi fare

ti vengono in mente diverse altre cose che invece ti andrebbe di fare ma non puoi.

Ripeto non esiste un umore giusto per aprire e non ci si diverte per un cazzo ad aprire.

Ci si diverte dopo che hai aperto se ti va bene..

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Kir

Le cause del non aprire possono essere molteplici: potrebbe essere tranquillamente sia la noia che l'abitudine formatasi come difesa dalla paura.
Per la paura non svanirà mai del tutto, ma se anteponi altri bisogni alla paura riesci ad aprire. Se riesci a superare la paura(ed io amplierei la cosa la semplice giudizio che ti lancerà la ragazza, potrebbe essere anche questo), per la noia è tutto "semplice".

Se si sfoglia nei topic ci sono persone che escono per fare più approcci possibili, e ci si gioca così sui grandi numeri, dicendosi in testa "devo aprire, devo chiudere ecc".
Nulla da dire sulla cosa dato che loro si divertono anche così, è un'ottima pratica per essere sciolti nel primo approccio(a forza di fare una cosa migliori nel farla) ma se qualcuno pensa di fare ciò sforzandosi forse è meglio non farlo:i risultati sarebbero pessimi e tu non ti divertiresti.
Se devi uscire non pensare alle aperture, ma semplicemente divertiti per davvero. Sembrerà strano ma se ti diverti davvero, lasci perdere i filtri anti-sociale ponendoti con la voglia di conoscere gente, ci sarà qualche ragazza che ti aprirà(anche se spesso a me capita che non sono le ragazze che mi interessano, ma non perché siano brutte).

L'approccio lo farai solo con qualcuna che ti colpisce particolarmente(in una serata ne potresti beccare zero, una o n) e di conseguenza non ti annoierai nell'approcciarla dato che pensi sia interessante.

Tutta una questione di mente ed equilibrio che si può acquisire solo se si sta bene con se stessi e gli altri. Per cui lavorerei su questa cosa se fossi in te, ma non saprei se dovrei consigliarti la sezione innergame o meno(io sono migliorato abbandonandola xD)

Io non sono un pua, probabilmente il mio consiglio può stonare rispetto la mentalità di molti altri ma se non hai niente da perdere prova.

Link al commento
Condividi su altri siti

Barack

utti hanno questa fase, approccia lo stesso...solo questa è la soluzione, smettila di crogiolarti e lamentarti e se i tuoi problemi diventano troppo seri vai dallo psichiatra invece che dallo psicologo. Un antidepressivo può essere necessario ed è un farmaco usatissimo e tranquillo...comunque oltre ad approcciare lo stesso impara a divertirti facendolo, lo devi fare non solo per risultati futuri, ma anche divertendoti...ti consiglio anche di andare in un posto estremamente affollato e fare machine gun approaching( approcciare a manetta una donna dopo l'altra..), io l'ho provato l'altra sera e sconvolge il mdo in cui la pensi :D..

sono uno studente di medicina che vuole fare lo psichiatra...ho profondo rispetto per la psicologia, i suoi studi e ritengo davvero che questa sia la base attreverso la quale effetivamente si curi una depressione...ma quando questo genere di fenomeno arriva a livelli molto patologici per un primo periodo prendere un antidepressivo e quando la situazione migliora un pò lavorarci sopra con la psicoterapia sia l'approccio migliore e più in grado di migliorare la vita delle persone,o salvare vite...

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...