Vai al contenuto

Pillola Rosa #1 - De Fang Da Friend


^'V'^
 Condividi

Messaggi raccomandati

zerozero

Situazione vissuta varie volte anch'io. Amica o amiche più o meno cesse che intervengono a "salvare" la loro amica carina.

Questo comportamento secondo me non è totalmente femminile. Ci sono amici o conoscenti invidiosi che a volte ci godono a metterti in difficoltà mentre rimorchi. Lo fanno in modo diverso dalle donne, cioè con battutine che finiscono per imbarazzare la ragazza e far alzare le sue difese.

La vera differenza tra maschi e femmine sta nella reazione dell'amico/a ostacolato/a. Nelle donne la reazione non è mai di rabbia verso le amiche che hanno rovinato la situazione ma di falsa riconoscenza. Negli uomini la reazione è spesso di irritazione o addirittura rabbia verso il disturbatore.

Ciò probabilmente è dovuto al fatto che un'amica "salvata" si esporrebbe troppo ad arrabbiarsi verso le amiche, apparirebbe come una facile e quindi deve simulare gratitudine.

Quindi perchè una donna continua ad uscire con amiche che la ostacolano? Per lo stesso motivo per cui un uomo esce con amici che lo ostacolano: perchè in altre situazioni questi amici lo fanno stare bene e quindi è disposto a sopportare e comprendere alcune invidie finchè non si esagera.

  • Mi piace! 8
Link al commento
Condividi su altri siti

Predator10

Quindi perchè una donna continua ad uscire con amiche che la ostacolano? Per lo stesso motivo per cui un uomo esce con amici che lo ostacolano: perchè in altre situazioni questi amici lo fanno stare bene e quindi è disposto a sopportare e comprendere alcune invidie finchè non si esagera.

Oppure perchè non ha il coraggio di lasciare queste amiche, e magari anche la paura di rimanere sola, come le ragazze che non mollano il fidanzato ormai noioso, ma non si fanno problemi a tradirlo.

Un mio conoscente qualche anno fa frequentava dei ragazzi, amici d'infanzia, i quali, nel periodo intorno ai 15/16 anni, iniziarono a drogarsi. Egli inizialmente non si fece trascinare, ma poi fu inevitabilmente condizionato e finì nel giro. Si drogava perché quelli erano i suoi "amici" (che adesso odia), e per la paura di rimanere solo, di non essere capace di trovarne altri. Come dice Giacobbe: era ancora un bambino.

Quando poi si unì alla mia compagnia, trovando così tanti nuovi amici, fu in grado di liberarsi da loro, e smise di drogarsi.

Ora voglio riportare un fatto che mi è accaduto circa un mese fa.

Ero ad una festa. Vedo hb9 ballare insieme ad altre 4 ragazze, tutte sul 5/4 (tutto ovviamente secondo i miei gusti). Approccio e comincio a ballarci, lei fa un po' la difficile ma rimane a ballare. La musica si ferma per una decina di secondi, lei ne approfitta e torna dalle amiche. Appena la musica riparte la riprendo e continuo come prima. Provo varie volte a baciarla ma non ci sta, nel frattempo le amiche se ne vanno. Ad un certo punto dice che vuole andare dalle sue amiche, ma non la lascio da sola altrimenti l'avrei persa, così la accompagno. Una volta trovate le amiche (erano sedute su un prato dato che la festa era all'aperto) lei si siede e si mette a parlare con una di loro togliendomi totalmente attenzione. Io mi siedo accanto alle altre 3 e faccio amicizia con loro, al che, dopo 5 minuti, si alzano tutte e vanno a ballare, lasciando me e hb9 da soli. Più tardi arriva il kclose..

In questo caso le amiche hanno aiutato me (e quindi lei) invece di "salvarla". Mi chiedo se ciò sia dovuto al fatto che erano 4 e potevano tenersi compagnia o perché ho fatto amicizia con loro.. ma ci possono essere anche altri motivi.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

IO.SI.TU.NO

In questo caso le amiche hanno aiutato me (e quindi lei) invece di "salvarla". Mi chiedo se ciò sia dovuto al fatto che erano 4 e potevano tenersi compagnia o perché ho fatto amicizia con loro.. ma ci possono essere anche altri motivi.

Nella situazione da te descritta, in quel gruppetto di amiche, la HB9 era evidentemente la figura dominante, e le altre le amiche rassegnate alla mediocricità.

Il discorso si complica invece quando le amiche sono pari bellezza o magari pari condizioni....cioè single o impegnate....vestite ugualmente costose e bene....stesso status sociale....stessa autostima.....

In quel caso c'è terreno fertile per invidie varie.

Un ragazzo di alto valore che approccia il suo target e non la amica/amiche, fa sorgere in loro la domanda "perché lei sì e noi no?"....

Generando così quella spirale autodistruttiva che fa implodere la sessualità di tutto il gruppo.

E' come se a dubai gli sceicchi si dessero fuoco a vicenda alle macchina perché "se lui è riuscito a prenotare ed avere per primo l'edizione speciale della mclaren, io che sono ricco come lui non è giusto che debba ripiegare su altro".....è follia....è un non-sense.

E l'ho visto succedere praticamente solo in Italia.

Modificato da IO.SI.TU.NO
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

frank00

Piccolo feedback sull'estero...sono stato in spagna in questo mese,tre volte sono uscito in disco,19 kiss-close e preso anche pali, ma mai per colpa dell'amica.

Una sola volta,mentre 2 ragazze stavano passando per la pista,ne ho piroettato una,lei si trova di fronte a me,stavo per provare subito il kiss-close perchè eravamo davvero vicino con il viso,ma l'amica del target è intervenuta,prendendo la mano del target e mostrandomi un anello che aveva al dito, dicendo che era fidanzata,e se le tirata per la mano,il mio target mi mostra di nuovo l'anello di sua volontà e se ne vanno.

Modificato da frank00
Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me "le more" di turno sono semplicemente invidiose, di non provare anche loro quello che sta provando "la bionda".

E quindi rompono le balle.

Da qui la necessità del wing. O comunque un prenderla larga sperando vada bene facendosele "amiche" entrambe, e poi riuscendo a trascinarsi dietro\isolare quella che vogliamo con una scusa innocente (tipo mi accompagni a prendere da bere o boh).

Tornando al wing, se quello che apre è un figo, il wing deve essere almeno simil-figo con quell'altra, o comunque percepito di valore dall'amica\ostacolo.

La meglio con un wing è infatti aprire due che interessano ad entrambi. In modo che nessuno si debba realmente "sacrificare". O aprire con amicizia sia l'una che l'altra, quella che interessa e quella che interessa meno, prendere contatto, e poi giocarsela "Tête-à-tête" tramite sms\messaggi fb\altro. "Isolarla" in "virtuale" dopo, per arrivare all'uscita in due, auspicabilmente.

Riassumendo (per me):

Fase uno: Secondo me è semplice invidia. Io comunque di media quando aprivo con un wing esteticamente ok, ma soprattutto socialmente capace (Simpatico\energico\&tc), difficilmente ho avuto di questi problemi in realtà.

Fase due : X

Fase tre : Wing\befriend il gruppo prima dell'isolare

Fase quattro: X

Fase cinque : X

...

Anyway, questa necessità di "proteggere" l'amica nasce da una para mentale loro, soprattutto italiana secondo me, dove c'é 0 rispetto per il maschio che è : Uno stron**\puttaniere\inaffidabile\bastardo. Non un essere umano, ma una bestia che pensa solo al sesso (è questo che gira eh). Specialmente se ci prova perché le piace una. Questo perché vengono tirate tutte su col "sogno disneyano", sono completamente dissociate dalla realtà, dove la dinamica normale sarebbe, io maschio mi faccio avanti, ci conosciamo se credi di aver interesse per me, ci frequentiamo, e vediamo come va.

Per loro no. Deve avvenire "per miracolo", e deve essere tutto perfetto da subito, ovvero devi puntare tutto sulla loro pancia, in modo che il cervello si stacchi, e poi razionalizzino postumo dopo che hai già fatto tutto con un "è successo".

Altrimenti non ti danno tempo loro razionalmente di far "avvenire il tutto". Stacchi cervello loro, postumo gli arriva tutto insieme, altra storia.

Ma ripeto, è una cosa secondo me anche e soprattutto italiana, dove "il sesso" è visto come sporco, e dove quindi la donna media è autistica\relazionalmente ritardata, dissociata dalle dinamiche reali umane. Molte italiane vivono nel mondo "Disney", confondono la realtà fantastica con la realtà reale, tangibile, vissuta veramente. Non vivono nel mondo reale. Autistiche socialmente condizionate.

Modificato da Lilian
  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

BillyTheCowboy

Voglio condividere anche io un feedback sulla differenza italia/estero in merito a questa cosa.

Mi trovavo in austria a fare un corso di tedesco.

Una sera ero nella piazza principale, semideserta, perché dovevo incontrarmi con una tipa del posto per fare serata: ero in anticipo e quindi me ne stavo seduto su una panchina a godermi qualche attimo da solo coi miei pensieri.

Mentre attendevo, da lontano vedo arrivare due tipe (anche loro studentesse al corso, ma di un livello differente); una era una adorabile Russa di 20 anni a cui sapevo di piacere un po, accompagnata da un italiana.

Come voto estetico, direi "appena sufficiente" per l´italiana, e un bel 7,5 per la russa, che anche senza trucco e vestita in felpa e jeans, restava comunque molto femminile.

Fatto sta che la russa mi vede, gli si illuminano gli occhi, e si avvicina verso di me.. la lingua era un ostacolo dato che il suo inglese era scarso, il suo tedesco pure.. io sorrido, lei pure, e vedevo in lei il desiderio di cercare una qualche forma di contatto, di dialogo..

Voleva condividere qualche minuto con me. E io ero ben felice di farlo.

Mentre parlavamo e cercavamo di comprenderci mescolando quel poco di tedesco e di inglese che lei sapeva, l´italiana comincia a tirarla via. Prima piano, discretamente, in modo quasi impercettibile.. poi sempre di piu.

Per inciso, l´italiana sapeva benissimo che non ero uno sconosciuto, sapeva benissimo che il giorno dopo avrei rivisto entrambe, ed era una di quelle che da ubriaca si lasciava fare di tutto... ma non c´é stato niente da fare.

Io parlavo, la russa, emozionatissima cercava di rispondere, l´attrazione e la chimica permeavano tutto.. ma ad ogni sua risposta, l´italiana la tirava via di peso.

Alla fine, la russa, un po imbarazzata dalla tracotanza dell´italiana, smette di opporre resistenza, e si lascia tirare via, il suo sguardo diventa quello che hanno i cani bastonati, e io resto li, sorridente.. ma non mi domandai il perché di questa cosa, non mi domandai se avessi sbagliato qualcosa..

Avevo capito che quel grido di battaglia "proteggero io l´integritá della tua santa figa" tipico di molte (ma non tutte) italiane nei riguardi delle ragazze con cui escono, era una realtá. Una stupida realtá.

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

Lubricure

Porto anch'io la mia esperienza, fresca di pochi giorni. Confermo pure io l'andazzo assurdo che c'è in Italia, sulla base di ripetuti episodi fotocopia.

Ero andato a ballare del latino americano con il mio socio, che usa sempre l'espressione "dare una possibilità alle italiane" invece di rimorchiare. :D

Una volta sul dancefloor, durante i balli di gruppo adocchio quattro ragazze. C'è uno scambio di sguardi tra me e questo gruppetto. Una mi colpisce e le sorrido, ma non appena lei ricambia il sorriso succede il pandemonio. Cominciano a consultarsi in modo selvaggio e sconclusionato, intuendo dalle loro reazioni che potessi piacere a tutte loro. In pratica, prendo la ragazza che volevo per mano e la faccio ballare con me.

Senza perdere troppo tempo, porto il ballo sul sensuale avvicinando il mio corpo al suo. Nonostante lei gradisca e c'è uno scambio di sguardi intenso, interviene una del gruppo abbiando "Guarda che è mia sorella! Datti una calmata, oh! E poi sei troppo grande!". Insomma, vedevo tutto il gruppetto adirato perchè avessi scelto proprio lei.

L'ho neutralizzata dicendo con il sorriso "Tranquilla, guarda che te la tratto bene. Rilassati e guarda!" E lei risponde, incazzata nera, "Eh perchè se no vedi!" Alzando gli occhi al cielo, le ho detto sarcasticamente "Aiuto!", risultando nell'essere derisa dal gruppetto stesso di amiche.

E no, non hanno smesso di infliggere disagi. A parte che queste altre 3 continuavo a ronzarmi intorno come per controllare la scena a distanza ravvicinata, il loro peggio lo hanno toccato quando riprendevano i balli di gruppo con i ballerini sul palco, ma lei invece era girata sempre verso di me e non si staccava un secondo. In un impeto di gelosia, la sorella la prende e le dice "Sei girata dalla parte sbagliata, si balla dall'altra parte!". Al che, come sbeffeggio le rispondo "Si, hai ragione, era girata dalla parte sbagliata!"

Lei si gira, ma sfruttando il fatto di rimanere nel suo angolo di visione periferica, piano piano la prendo e me la giro lo stesso. Senza trascurare che quando tentavano di girarla verso il palco, a volte si girava lei stessa in autonomia verso di me. Ad un certo punto, alla sorella che mi guardava indispettita e frustrata, visto che non riuscivo più di tanto a calmare le ostilità del gruppo, le ho fatto una risata "Muhahaha!", di quelle diaboliche e gutturali.

Abbiamo ballato tutta la sera corpo a corpo e l'ho n-chiusa, a dispetto del volere delle altre che cercavano di impedirlo. Per fortuna, non si è fatta dissuadere, anzi era entusiasta. Ma come mi sono allontanato un attimo per bere, me l'hanno scippata in tempo zero.

Anyway, questa necessità di "proteggere" l'amica nasce da una para mentale loro, soprattutto italiana secondo me, dove c'é 0 rispetto per il maschio che è : Uno stron**\puttaniere\inaffidabile\bastardo. Non un essere umano, ma una bestia che pensa solo al sesso (è questo che gira eh). Specialmente se ci prova perché le piace una. Questo perché vengono tirate tutte su col "sogno disneyano", sono completamente dissociate dalla realtà, dove la dinamica normale sarebbe, io maschio mi faccio avanti, ci conosciamo se credi di aver interesse per me, ci frequentiamo, e vediamo come va.

Penso la stessa cosa. Trovo ci sia una grave e profondissima dissociazione tra soddisfacimento bisogni e comportamento sociale. A parte la mancanza di rispetto palese, a mio avviso, sembra quasi un delirio di convinzione che hanno, la maggioranza, non tutte. Ho provato ad investigare, ma nemmeno loro sembrano capire perchè si comportino così. Ed anche se glielo espongo, mostrano un amnesia di carattere difensivo che gli fa dimenticare quanto recepito e le fa continuare a dire acriticamente che "l'uomo pensa solo a quello". Mi sembra quasi che siano programmate per funzionare in questo modo, è uno schema troppo diffuso per essere casuale.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

vanhalen

V ho una soluzione migliore che ho ainvece Negli ultimi 2 anni con estremo successo e profitto soprattutto in termini di salute mentale.

Premessa : la mia soluzione è banale ma funziona , ma rimane il fatto che non risolve il problema che c'è alla base, ovvero le fighe che s' impediscono a vicenda ogni piacere terrestre Ma semplicemente mi adatto e mi comporto di conseguenza bypassando il problema.

In soldoni, personalmente rimorchio solo di giorno ovunque capiti ma prendo di mira Solo le ragazze che sono da sole, non sto a inserirmi in un set maggiore superiore al singolo per una sola ragione : il risultato a cui si mira è sempre quello quindi alla fine della fiera quello che conta è poter interagire con la ragazza che m'interessa degli altri amici suoi me ne frega una sega detta francamente fra di noi.

Raramente mi vedrai prima di tutto prendere in considerazione un set superiore al singolo e poi aprirlo per tutta la serie di problemi che si trovano.

Non c'è alcuna differenza nell'obbiettivo cambia solo le rotture di palle che dovrai affrontare

È la stessa differenza che c'è fra un cecchino e un soldato semplice che si butta nella mischia.

Il primo seleziona chi prendere di mira quando meno se l'aspetta Cioè seleziona il target il secondo invece si butta nella mischia e in una pioggia di proiettili e bombe e granate con alte probabilità di rimetterci la pelle

Non so se la metafora renda bene ma più o meno io la vedo così.

E ad ogni modo mi rendo conto che ciò non risolve al 100% la storia perché comunque se ci devi uscire dovrà consultasi con l'amica ecc

Ma almeno così ho meno puttanate a cui pensare quando parlo con una che m'interessa

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

robinbreak

Saro' un pessimista (e misogino) ma riguardo il punto 4 non vedo alcuna speranza.

Le ragazze non hanno la capacita' analitica ne' tantomeno la voglia di fieldtestare una teoria, anche se in ultima istanza potrebbe portare loro benessere.

Parte tutto dalla pancia e finisce nella pancia. Non esiste altro.

Gli schemi da seguire saranno per loro delle gabbie ostiche che fanno ribrezzo, e di cui liberarsi il prima possibile.

Forse potrebbe funzionare con le milf, che dopo aver avuto 35+ anni di esperienza, capiscono meglio come gira e il mondo e sono disposte a sacrificare il loro "istinto" a vantaggio del loro benessere.

Ma le ragazze giovani, fresche, sode e solari possono avere chiunque vogliano scopare su un piatto d'argento.

Ma quello che vogliono in realta' non e' sesso, ma e' una relazione con tanto di massiccio investimento da parte del maschio piu' alpha che riescono ad incontrare... e questo e' abbastanza piu' difficile da ottenere... Ma purtroppo la dicotomia SMV vs MMV e' per loro quasi incomprensibile, vivendo in una realta' dove tutto e' dovuto e tutto e' regalato (dagli innumerevoli maschi beta).

P.S. SMV = Sexual Market Value; MMV = Marriage Market Value (intendendo Marriage anche LTR)

P.P.S. Tutte le volte che ho provato ad usare la logica con le ragazze, farle ragionare sul come migliorare la loro vita, mi sono ritrovato metaforicamente "cornuto e mazziato", cioe' tempo perso e nessun risultato concreto (anzi diverse volte mi andavano contro apposta per attrarre la mia attenzione e tentare di farmi incazzare o stimolare una mia reazione).

Quindi ho smesso. I mulini a vento li lascio a Don Chisciotte.

Modificato da robinbreak
  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...