Vai al contenuto

Gli infedeli.....


newcome
 Condividi

Messaggi raccomandati

newcome

Il titolo è ironico...

Mi riferisco a quel genere di persone che, se inizi ad aprirti un po' raccontando qualcosa sulla tua vita da seduttore (giusto per capirci, non mi piace però come termine), ti prendono per cazzaro perché secondo loro si tratta di fantascienza.

Ultimo episodio in ordine di tempo:

stasera esco con un mio amico e in un locale incontro un collega con dei suoi amici....tra loro c'è uno simpatico che cerca di fare subito conversazione, ci chiede di dove siamo e parliamo del più e del meno.

Arriva il discorso relazioni e gli accenno che mi sto frequentando con alcune ragazze e che ne ho altre che sento/vedo e sto valutando...il discorso è scaturito parlando del fatto che il tempo libero è poco per uscire tra amici, il mio collega ha un bambino, poi c'è il lavoro, altre relazioni sociali e così ho accennato alla mia vita privata...ma non era in tono di vanto.

Lui mi risponde dandomi ragione in un modo come per dire "si si facciamo finta di crederci"....

Io me la sono presa a ridere...

Voi a chi accennate o a chi parlate della community? A chi del numero di ragazze con cui vi frequentate?

Io praticamente mai, e stasera ho avuto una ulteriore conferma che si viene presi per sparatori di cazzate da chi è sempre stato abituato al fidanzamento monogamo ogni 5 anni, dopo altrettanti anni di singletudine forzata.

Ho notato poi che le ragazze tendono sempre a capire se qualcuno sta dicendo cazzate o è la realtà, per cui con loro ho meno remore ad accennare qualcosa....

Ad esempio ho una collega con cui parlo raramente e che manco mi conosce, però ha messo in guardia un'altra dicendole "guarda che lui è un donnaiolo"....

Una mia amica invece mi disse testuali parole "noi donne capiamo chi può rimorchiare e chi no....ci sono ragazzi che glielo leggi in faccia che quando parlano di farsi una o l'altra stanno raccontando cavolate e non pensiamo: ma cosa vuoi mai fare...."

Modificato da newcome
Link al commento
Condividi su altri siti

Onyx

Con Nessuno. Nemmeno con gli amici più stretti. Se Esco/frequento una è una "cosa" prima mia poi semmai "Nostra".

Gli amici (anche se lo fanno senza cattiveria) ficcano spesso il naso malamente... Esempio: ad agosto ho fatto una settimana a NY e 5 giorni a Toronto.. l'altra sera sul cellulare ho fatto vedere alla moglie di un mio amico, nonchè mia cara amica, le foto delle vacanze.

Nello scorrere le immagini c'erano due foto di due ragazze: una con cui esco al momento e una di un'altra mia amica che era andata in Norvegia e mi ha mandato una foto dei fiordi con lei che mi manda un bacio.

Apriti cielo... la mia amica che guardava le foto (e che mi conosce) ha fatto di tutto per passare oltre in fretta ma un altro le ha sottratto il MIO cellulare dalle mani e urlava "NO NO FERMA VEDIAMO QUI CHI E' CHI E'...?!?!!?".

Alla fine ci sta tra amici... ma la cosa poi è andata vanti per tutta la serata... il tutto scaturito da una foto. Avrei potuto spiegare "No ma quella si chiama Alice la conosco da 11 anni mi ha pure invitato al matrimonio suo marito è mio amico..la conosco dei tempi dell'Uni... ecc ecc".

Sarebbe stato fiato sprecato e così son rimasto zitto. Il che non ha fatto altro che gettare benzina sul fuoco... ma a quel punto chissene.

Poi quando è arrivata la seconda foto mi sono goduto lo spettacolo.

Ergo: Evito.

Link al commento
Condividi su altri siti

"Il vero riconosce il vero"

Quello di parlare delle ragazze che frequento è un errore che faccio, purtroppo
Mi sto impegnando a coreggere questo comportamento

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

whitechocolate

ogni tanto c'è anche il problema opposto, quando la gente sa che un po' ci sai fare e non crede che non hai combinato nulla

per esempio un mio amico mi ha detto "ti ho visto passare l'altra sera? andavi a scopare eh?"
inutile cercare di spiegargli che andavo agli allenamenti...

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Gatto76

Nel bene o nel male la gente che ci circonda ama farsi gli affari nostri.e soprattutto si fanno i film nella loro testa come è capitato all'utente qui sopra.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
lime09

Non capisco questo atteggiamento del "chi va la" se ci rimaniamo male per ogni stronzata non dovremmo piu uscire da casa, magari voleva solo scherzare ed è stata solo una risposta a cazzo tanto per scherzare, magari a quello non frega niente se tu scopi tutti i giorni o solo il primo di ogni anno, magari lui è contento di farlo una volta a settimana sempre con la stessa persona e tanto gli basta.

Link al commento
Condividi su altri siti

Vladimir the Baron

Parlare della community o del proprio percorso di crescita personale agli altri (amici, famiglia, ragazze) lo trovo controproducente.

Mi spiego, non è che noi qui su questo forum facciamo qualcosa di così elittario e underground... non siamo come i primi cristiani sotto Roma che si riunivano nelle catacombe in attesa della loro ascesa. Siamo persone che si sono rese conto che qualcosa nella loro vita non andava ed hanno fatto la cosa più logica per la nostra generazione: siamo andati su Google e ci siamo messi a cercare delle risposte... che poi capitando su questo forum abbiamo trovato il meglio è un altro discorso.

Se andate in una libreria qualsiasi trovate un intera sezione di libri sull'Autostima, su come essere leaders ecc ecc... e se non li trovate sugli scaffali su internet ne trovate comunque una bibliografia sterminata. Quindi insomma è un argomento che tira.

Io sono uno che parla poco, ma ascoltando molto ed osservando molto noto che le stesse "tecniche" (set del si, varie su come essere dominanti ecc.) che vengono riportate su questi libri vengono puntualmente applicate (spesso anche in maniera goffa, il che denota che sono volute e non propriamente "naturali") da diversi individui "affamati di leadership", eppure se, in una conversazione, dalla bocca di qualcuno fuoriesce qualche barlume di scientificità sulle dinamiche sociali (che si tratti di seduzione o anche altro) significa che "AH! Sgamato! Tu sei uno di quegli sfigati che leggono i libri di autostima perchè sanno di essere degli sfigati! Io invece figo ci sono nato! Pappappero!"

Ho visto di persona nel mio gruppo di amici che chi si è azzardato ad uscirsene con teorie sul mitico maschio alpha poi è stato preso per il culo per anni (anche perchè di fatto scimmiottava solamente un'atteggiamento alpha) dagli stessi che lottano puntualmente per essere IL leader della compagnia con atteggiamenti goffi e palesemente recitati... Insomma l'entusiasmo per i propri studi sulla seduzione sono stati amaramente puniti con la derisione da parte degli stessi studiosi.

Tali "inquisitori" tra l'altro sono i primi a darti dei consigli non richiesti su come gestire donne ed altri rapporti umani, sciorinando altrettanta scientificità, quindi è palese che sono i primi ad aver fatto ricorso a letture del genere... Intendiamoci è lodevole il volersi migliorare, molti ne hanno davvero bisogno, ma penso che la società valuti molto di più la provenienza che il punto di arrivo...

Sei nato carismatico, altolocato e circondato da fighe? Sei un figo, darei un braccio per essere come te!

Sei nato nella spazzatura e hai dovuto lottare con tutte le tue forze per diventare come il tipo qua sopra? MUHAUHAUAHAUAH! XD

E' come se la società fosse permeata da quest'ipocrisia che devi accettare te stesso senza doverti migliorare... Direi che è quasi un comportamento inconscio ma credo che alcuni più furbi vi trovino volutamente anche un'utilità strategica in esso: se lo sfigato di turno rimane sfigato sarà un piranja in meno nella vasca domani e quindi anche con le mie parole farò in modo che pensi che deve accettarsi così com'è. Se sa che può migliorarsi potrebbe diventare anche un nemico temibile ed io che non sono abituato a lottare (o che ho dovuto lottare per ottenere risultati inferiori ai miei desideri) potrei veder minacciata la mia posizione. Quindi se lo faccio sentire in colpa (come fanno i Cattolici, ma solo perchè Gesù ti ha fatto così) o lo faccio sentire ancora più sfigato rimarrà nel suo buco in attesa di suicidarsi.

Probabilmente non mi sono espresso molto chiaramente ma, per riassumere, con il mio intervento volevo focalizzare l'attenzione sul fatto che la società stessa vede il miglioramento personale come roba da sfigati e chi vi fa ricorso è automaticamente uno sfigato, distruggendo così tutto ciò che ha costruito, perchè per gli altri non sei veramente tu, fai quello che hai letto su un libro. Quanto al fatto che la gente pensi che sia fantascienza avere più donne o comunque saperci veramente fare, direi che vale lo stesso discorso... Tacere sul vantaggio sleale e godersi il proprio miglioramento senza voler salire in cattedra, il messaggio sarà comiunque recepito nel peggiore dei modi... E poi la fuori vale il detto "Chi sa fa, chi non sa insegna"

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...