Vai al contenuto

Domanda per gli psicologi iscritti al Forum


^'V'^
 Condividi

Messaggi raccomandati

Sebbene anch'io studi psicologia e affini da molti anni, non ho mai approfondito nulla ad indirizzo clinico e avrei bisogno di rispondere ad un dilemma che da alcuni giorni mi stuzzica l'ingegno.

Ormai sono anni che ogni conoscente o amico, durante fasi critiche di una storia o alla fine della stessa, dopo aver scoperto gli orribili retroscena, mi descrive la stessa tipologia di donna, che in rete si trova descritta come Narcisista Perversa.

In realtà in rete la figura del Narcisista Perverso si trova al maschile, e si va dai centri anti violenza delle donne che insegnano come i maschi siano manipolatori e cattivi, alle psicologhe che spiegano come difendersi da un narcisista perverso ecc.

Questo potrebbe essere un bell'esempio di proiezione di massa, visto che la descrizione di alcuni siti sul maschio narcisista perverso calza alla lettera, parola per parola, sulla stragrande maggioranza delle donne di cui mi viene riferito (e che ho conosciuto sentimentalmente).

Ora.

Dato che ormai ogni maschio con cui parlo del suo stress con una donna e del suo dolore alla fine o durante una relazione, mi descrive quella tipologia, che sembra essere il 90% delle donne che conosce chi conosco io...

E visto che alcuni di questi maschi, finiti dallo psicologo, si sono sentiti ripetere la litania degna di The Secret che se tu ordini la ciambella col buco non ti devi aspettare che ti arrivi la pizza, che le tue donne sono così perché tu attrai quel genere...

La mia serie di domande è:

1) E' possibile che io conosca solo gente (gente che conosco per i motivi e i contesti più disparati) che è così folle da attrarre serialmente questo tipo di donne?

2) E' possibile che in italia il 90% delle donne sia Narcisista Perversa, nonostante ovunque si legga che è una "patologia" maschile?

3) E' possibile che in italia quando una donna parla male di un maschio alla psicologa ella le spieghi che quel maschio è un narcisista perverso e che è da evitare, mentre quando un maschio devastato descrive la stessa identica tipologia di donna la stessa psicologa gli spiega che lui è deviato e quindi attira delle mentecatte e che quindi lui è da curare?

4) E' possibile che io sia così cerebroleso da non accorgermi che attiro quasi solo donne NP perché sono matto e per lo stesso motivo tutta la gente con cui ho diversi gradi di conoscenza, siccome parla con uno come me, significa che è da terapia elettroconvulsivante ed è normale che attragga quella ridottissima ed introvabile percentuale di italiane NP...

O forse è una pandemia così vasta nelle donne nostrane che non viene nemmeno considerata patologia ma normalità?

Come dire che se il 90% della gente è obesa allora viene considerato normale avere il 40% di lardo?

  • Mi piace! 5
  • Haha 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Connor

Io quando sono andato dalla psicologa psicoterapeuta avevo una trentina d'anni e covavo un po di rabbia.

Mi ha fatto sentire bene parlarci, veramente. Peccato che la terza volta che l'ho vista abbiamo smesso la terapia.

Avere una relazione clandestina con un paziente non é etico, diceva. Vabbé, ho pensato. Purché stia bene al marito, per me no problem.

Quanto alle tue domande:

Ho idea che sia molto peggio di cosí.

E il fatto che Max Weber, uno dei massimi pensatori della società moderna (a mio giudizio) sia morto dicendo "non serve a niente" mi fa riflettere.

E i post come quello di Prisma mi inducono a pensare che dovrei pensare di meno.

Godere di più è lasciare che il resto si fotta.

Perché la tua serenità è più importante di qualsiasi donna, di qualsiasi cifra in banca e di qualsiasi cosa per la quale in questo preciso momento tu che leggi ti stai preoccupando, rodendo il fegato o rovinando la serata.

Io stasera sono andato a cena con la mia ultima one itis, una FB che ho frequentato qualche anno fa per breve periodo.

Mi ha fatto tenerezza. L'ho vista per quello che era: una ragazza giovane, con quasi vent'anni meno di me, a cui piace scopare in giro perché così le dice il suo istinto, ma che vorrebbe qualcuno che la ami perché così avrebbe conferma del proprio valore.

Prevedibilmente non mi sentivo nemmeno particolarmente attratto, anche se era abbastanza oggetto di attenzioni, in giro.

Altrettanto prevedibilmente quando l'ho riaccompagnata mi ha ringraziato della bella serata alla luce dei lampioni sotto casa sua, a modo suo.

E ho pensato che averla lasciata andare, nonostante lo struggimento interiore, ai primi segnali ambivalenti sia stata la mossa migliore che potessi fare.

Se ciò ti fornisce qualche risposta ne sono felice, se sono andato fuori tema ti chiedo venia.

Connor il sociologo

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

ah,allora te ne sei accorto che c'è qualcosa di strano eh? :D

Prima una piccola riflessione sull'analisi dei dati...l'oroscopo funziona?

No,però quella volta su 10 che ci azzecca,la consideri più delle 9 volte che non ci azzecca.

Quindi o ti metti a scrivere su un foglio di carta ogni singola valutazione e la consideri in maniera analitica,o ti fai fregare dalla tua soggettività.

Quanti uomini che ti parlerebbero dei propri problemi conosci?Tanti immagino.

Quanti sono quelli che effettivamente si lamentano?Spero non tutti,sennò sei te che porti sfiga,facciamo un 10%.

Quanti sono quelli che effettivamente stavano con una NP?Beh,non il 10% ma magari l'8%...se hanno problemi ci sarà un motivo ed è facile che sia perchè stavano con una persona malata,magari l'altro 2% è dato dal fatto che l'uomo si è comportato male(corna scoperte,carenza di attenzioni etc etc).

Se però non ti soffermi a ragionarci dici,minchia,tutte NP sono.

Andiamo ora alla persona in sè.

Posso fare un esempio di personalità che attira le manipolatrici,mensito.

Un player allenato si accorge che mensito ha delle carenze di inner game,figuriamoci una donna,quindi attirerà prevalentemente un certo tipo di hb,io le chiamo le manipolatrici.

Ha un rate intorno l'80% e parliamo di 5-6 hb,quindi non è un caso.

Nel corso dei mesi ho presentato mensito alle hb con cui uscivo o alle mie amiche,tutti mi hanno espresso lo stesso feedback,da negativo a estremamente negativo...e non si riferivano all'aspetto fisico visto che è caruccio.

Stesso discorso per l'hb di dechodinguy,pure lei era perplessa.

Se poi ci aggiungi che sei solito andare di MLTR,magari una che era solo debolmente manipolatrice,per avere un po' di controllo lo diventa di più,la vedo come una situazione ad alto rischio.

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

freefall

Sebbene anch'io studi psicologia e affini da molti anni, non ho mai approfondito nulla ad indirizzo clinico e avrei bisogno di rispondere ad un dilemma che da alcuni giorni mi stuzzica l'ingegno.

Ormai sono anni che ogni conoscente o amico, durante fasi critiche di una storia o alla fine della stessa, dopo aver scoperto gli orribili retroscena, mi descrive la stessa tipologia di donna, che in rete si trova descritta come Narcisista Perversa.

In realtà in rete la figura del Narcisista Perverso si trova al maschile, e si va dai centri anti violenza delle donne che insegnano come i maschi siano manipolatori e cattivi, alle psicologhe che spiegano come difendersi da un narcisista perverso ecc.

Questo potrebbe essere un bell'esempio di proiezione di massa, visto che la descrizione di alcuni siti sul maschio narcisista perverso calza alla lettera, parola per parola, sulla stragrande maggioranza delle donne di cui mi viene riferito (e che ho conosciuto sentimentalmente).

Ora.

Dato che ormai ogni maschio con cui parlo del suo stress con una donna e del suo dolore alla fine o durante una relazione, mi descrive quella tipologia, che sembra essere il 90% delle donne che conosce chi conosco io...

E visto che alcuni di questi maschi, finiti dallo psicologo, si sono sentiti ripetere la litania degna di The Secret che se tu ordini la ciambella col buco non ti devi aspettare che ti arrivi la pizza, che le tue donne sono così perché tu attrai quel genere...

La mia serie di domande è:

1) E' possibile che io conosca solo gente (gente che conosco per i motivi e i contesti più disparati) che è così folle da attrarre serialmente questo tipo di donne?

2) E' possibile che in italia il 90% delle donne sia Narcisista Perversa, nonostante ovunque si legga che è una "patologia" maschile?

3) E' possibile che in italia quando una donna parla male di un maschio alla psicologa ella le spieghi che quel maschio è un narcisista perverso e che è da evitare, mentre quando un maschio devastato descrive la stessa identica tipologia di donna la stessa psicologa gli spiega che lui è deviato e quindi attira delle mentecatte e che quindi lui è da curare?

4) E' possibile che io sia così cerebroleso da non accorgermi che attiro solo donne NP perché sono matto e per lo stesso motivo tutta la gente con cui ho diversi gradi di conoscenza, siccome parla con uno come me, significa che è da terapia elettroconvulsivante ed è normale che attragga quella ridottissima ed introvabile percentuale di italiane NP...

O forse è una pandemia così vasta nelle donne nostrane che non viene nemmeno considerata patologia ma normalità?

Come dire che se il 90% della gente è obesa allora viene considerato normale avere il 40% di lardo?

Non sono uno psicologo, sono solo interessato all'argomento narcisiste da tempo.

Il fatto che si parli dei maschi narci, secondo alcuni specialisti, è anche dovuto al fatto che le femmine si fanno meno problemi a confessare il loro disagio allo psicologo/a. Per il maschio, pare, la difficoltà è riconoscersi nel ruolo di vittima. Come a dire che si è maschi dimezzati.

Quindi sarebbero più restii ad andare dallo specialista.

Quanto all'attirare, non può essere che sei capace di smascherarli e quindi li vedi, mentre la gente comune non ha questa sensibilità e quindi non si accorge delle persone narci quando le incrocia?

Modificato da freefall
  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

cabeleira

Sinceramente penso che se vuoi una risposta alla tua domanda, Aivia, tu debba rivolgerti personalmente ad uno psicologo esperto, che abbia trattato personalmente determinati casi, e che abbia il buon senso di non pensare che sia sempre colpa dell'uno o dell'altro.

Buon senso ed esperienza è quello che cerchi....non se puoi trovarlo su un forum , ma sicurmanete conoscerai qualche psicologo affidabile in fatto di relazioni.

Detto questo :

E possibile che i tuoi amici si comportino con la propria donna, mettendola su un piedistallo e facendola sentire una regina anche e soprattutto quando non lo merita ?

E possibile che i tuoi amici dipendano dalle decisioni di lei, e che le prestino i servizi più assurdi pur di rimanere assieme ad una figa anche se bella ?

Ho un amico che perennemente mi rompe i coglioni per il fatto che non ho una "brava ragazza"..

esteriormente appare molto più di quello che vale realmente. Ha fatto arti marziali, ha avuto il suo buon successo, ha il rispetto di tutti......

Ho potuto osservarlo nelle sue "relazioni"

I suoi principi cardine sono quelli tipici dello "spartano" sempre presente, risolve i problemi....ecc......

La prima ragazza con cui l ho visto lo mandava a prendere le sigarette a mezzanotte......con lui e passata da 15 a 30 sigarette.....

Con la seconda si vede tutt'ora, al momento è esaltatissimo, ma come al solito è completamente sparito dai radar.....

Ce n'è stata un altra prima ma non la menziono perché era così brutta che avevo spavento a vederla, e infatti è stata l' unica che ci ha presentato.

Chiramente è molto geloso, tanto da non presentare a nessuno la sua donna quando supera una certa soglia estetica.

Detto questo, credi che il fatto di trattare le sue donne come se fossero principesse abbia influenzato questa ragazza che sclerava di continuo e lo trattava peggio di uno straccio ?

Pensi che quando si siano lasciati lei abbia sofferto ?

Le precedenti , salvo una, si sono comportate nello stesso identico mdo, insultandolo e minacciandolo quando non soddisfaceva i loro bisogni emotivi ......

A me , queste scelrogene non capitano mai......non dico che le ragazze che frequento abbiano il pedegree, ma se si comportano in un certo modo , o se vedo che alla lunga vogliono sopraffarmi e/o cambiarmi radicalmente, le lancio.

Ho rifiutato una ragazza perché mi ha confessato di godere nel tagliare le palle ai cani ( fa la veterinaria).

Mi è sembrato patologico e non ci ho più fatto nulla.

E una ragazza molto bella, ma anche le sue precedenti relazioni parlano per lei.

Credo comunque che dopo un po di tempo, con l'abitudine, la noia, la consapevolezza di averti tolto ogni chanches di inzuppare il biscotto, ogni donna si trasformi in una psicolabile.

Modificato da cabeleira
Link al commento
Condividi su altri siti

The_Ross

Purtroppo Aivia non ho esperienza diretta con psicologi, ma ho conosco ragazze che si sono iscritte a psicologia. Per questo sposo la tesi di KrisD in toto. Entrano a psicologia perchè sono confuse di loro, non si comprendono, alcune di esse sono borderline, allora pensano di risolvere i propri problemi studiando, senza sapere che i problemi sono causati da qualche deficienza che lo studio non potrà mai colmare.

Considerando poi che la mia ex LTR andò dalla psicologa per un periodo e non faceva altro che dirle semi-cazzate che la "laureata" si beveva (ottimo modo per ricambiare la madre che la costringeva ad andarci), potrai immaginare quanto "serve" tante volte un consulto.

Sono d'accordo sulla proiezione di massa, ma è anche da considerare da chi e come vengono descritti questi soggetti NP.

Una psicologa vede un uomo a pezzi come un fallito, in quanto uomo a pezzi senza energia. E probabilmente quell'uomo non riesce ad aprirsi con una donna come può fare con te, vuoi perchè non vuole sputtanare il vecchio investimento che fece agli occhi di una estranea, o perchè non è nelle condizioni psicofisiche adatte a chiarire le proprie sensazioni.

D'altra parte, esistono ragazze veramente devastate da un troncamento? Sottolineo devastate. Mai viste.

Da qui la proiezione di massa: sono donne, non è mai colpa loro. Siamo uomini, siamo stronzi.

In ogni caso è un parere generalizzante, mi piacerebbe sentire qualche altra idea.

D'accordissimo con cabeleira. La psicolabilità potenziale derivata dalla scissione "mente/corpo", "accettazione sociale/perversioni", Miss/Dea esce fuori col tempo. Le considero come bombe ad orologeria.

Odio far uscire questo lato misogino.

Modificato da The_Ross
  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Odio far uscire questo lato misogino.

Ma sono l'unico a vederci amore per le donne in questa misoginia dilagante verso le "donne"?

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

uno_qualunque

Ma sono l'unico a vederci amore per le donne in questa misoginia dilagante verso le "donne"?

No, non sei l'unico. Ma dobbiamo accettare le donne per quello che sono: creature fantastiche che possono farti provare brividi di emozione fortissimi e poi, quasi senza apparente logica, gettarti nel baratro senza un briciolo di rimorso. Le donne, come ben sai, vivono in un eterno presente emozionale. Bisogna cercare di godere al massimo di tale presente, finché ce n'è la possibilità. Pur sapendo che dopo si starà male. Almeno per scacciare lo spettro del grigiore delle nostre esistenze fugaci. Noi, ormai consapevoli, sappiamo come vanno le cose e... le accettiamo.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...