Vai al contenuto

Gente che non sa


Anciaki
 Condividi

Messaggi raccomandati

L'altro ieri mi sono visto per la prima volta il gran successo dei fratelli Wachowski (che per chi non sa di cosa sto parlando mi riferisco al grande Matrix).
Un film di una profondità eccezionale ricco di spunti e riflessioni come pochi altri film che io abbia mai visto ma veniamo al punto: di tanti messaggi di cui questo film è intriso ce n'è uno di cui ne sono rimasto particolarmente colpito.
Non è il messaggio direttamente riferito al matrix che è questa prigione che non vediamo, non sentiamo e non tocchiamo che ci tiene imprigionati e controllati ma è che non tutti possono essere risvegliati dalla gestazione.

Ripeto: non tutti possono essere risvegliati dalla gestazione che dura da tutta la loro vita.

C'è chi può ma anche chi non vuole e soprattutto chi crede di volerlo.

Negli ultimi due casi è meglio non farlo perchè potrebbe portare a cattive conseguenze per chiunque: loro con i loro nuovi poteri e conoscenze potrebbero/vorrebbero solo far male a chi hanno intorno e poi tu che li hai risvegliati ti ritroveresti faccia a faccia a spiacevoli situazioni.

Il fatto è: mi ritrovo a volte ad incontrare ed ascoltare le sofferenze di amici di vita mooolto afc.
Ecco, cosa dire loro?

Ascoltarli in silenzio o dare consigli utili ma comunque parsimoniosi?
Non tutti ne fanno buon uso di queste cose.

Non tutti possono sapere di questa community, sarebbe la morte stessa della community.

Spesso gli altri vogliono soltanto quello che gli hanno convinto di volere e non c'è storia, per quanto tu gli voglia bene e cerchi di farglielo capire non cambiano idea.

Bisogna accettarli così come sono e per quello che hanno scelto, se si vuole amarli.

Io e gli altri membri della community Abruzzese per esempio abbiamo alcune esperienze a riguardo:

materiale regalato dimenticato, libri prestati mai letti e lurkers di qualche giorno del forum che non hanno mai messo in pratica nulla ma che ora sanno "il nostro segreto".

Insomma informazioni personali in mani di cui non sempre possiamo fidarci più di tanto.

Quante sono le persone che hanno mollato tutto dopo il primo mese?

Evidentemente non era questo che volevano, non lo hanno mai voluto.

Io ho maturato l'opinione di velarmi della massima discrezione di cui sono capace e di condividere quello che so soltanto con gli altri membri della mia community.

Quello che faccio io sta a me ed a nessun altro.

Non è perchè sapendo ste cose che mi credo chissà quanto speciale come ai primi tempi, ma ora che è passato quasi un anno semplicemente non voglio rotture di coglioni, per dirla semplicemente.

Qualcuno andrà pur "risvegliato" ma quando sarà il momento lo saprò e fino a quel momento io darò soltanto lo "stretto necessario" solo quando serve.

Non mi riferisco al valore umano, ma a tutto questo "sapere" che mi sono sudato notte dopo notte, palo dopo palo.

Anzi, mi riferisco proprio a tutto in generale: sono una persona che tende a dare troppo, anche dal punto di vista umano.

Me lo ha insegnato la mia amica bisex recentemente "se tu hai 100 ma lei/lui può ricevere soltanto 10 tu dai 10".

Gli altri dovranno guadagnarsi quello che ho loro da dare, ogni singolo giorno.

Che poi gli altri facciano come vogliono e preferiscono loro, io saprò adattarmi.

Avete delle obiezioni? Ne voglio tante, accorrete numerosi! :p

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

Matrix è veramente un film notevole e condivido in toto quello che hai scritto.

Aggiungerei solo uno spunto a questa frase:

"non tutti possono essere risvegliati dalla gestazione"

Già perchè come dice Morpheus stesso:

"Matrix è un sistema, Neo. E quel sistema è nostro nemico. Ma quando ci sei dentro ti guardi intorno e cosa vedi? Uomini d'affari, insegnanti, avvocati, falegnami... le proiezioni mentali della gente che vogliamo salvare. Ma finché non le avremo salvate, queste persone faranno parte di quel sistema, e questo le rende nostre nemiche. Devi capire che la maggior parte di loro non è pronta per essere scollegata. Tanti di loro sono così assuefatti, così disperatamente dipendenti dal sistema, che combatterebbero per difenderlo."

E questa citazione se la proietti nel tema della "seduzione", vedi che i nemici diventano le persone che cercano di ridicolizzarti o farti qualificare quando gli fai 2 o 3 ragionamenti base sui meccanismi di "seduzione", vuoi per invidia, vuoi per senso d'inferiorità, vuoi per paura...

L'assuefazione e la dipendenza dal sistema in realtà è solo la loro assuefazione e dipendenza a zone di comfort e ragionamenti autolimitanti, e combattono proprio per rimanerci, perchè uscirne lo vedrebbero come una minaccia alla loro "incolumità".

E lo so perchè anche io la vedevo così, anche io ero così, per cui li si può biasimare fino ad un certo punto.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Ti capisco molto bene Anciaki poiche' vengo dalle tue stesse zone e proprio ieri sera vedevo i ragionamenti fatti dai miei amici di sempre, e sentivo di aver sprecato tempo dando consigli inutili. Forse quando saranno disposti a cambiare li potremmo aiutare.

OT: mi piacerebbe conoscere te ed altri esponenti abruzzesi sia su fb che dal vivo quando se fosse possibile, per un po' di confronto dato che in provincia non so come muovermi, rispetto a roma dove vivo la maggior parte del tempo!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

IO.SI.TU.NO

"se tu hai 100 ma lei/lui può ricevere soltanto 10 tu dai 10"

Sono 100% d'accordo con questa frase.

In linea di massima credo che il mio sottofondo di egoismo mi abbia aiutato a non sprecare parole, consigli, tempo e eventualmente a sputtanarmi il social circle passando per megalomane o peggio, spara minchiate.

Lo avrò scritto 1000 volte sul forum ma lo ripeto volentieri, c'è gente che non ha la minima intenzione di iniziare a migliorare una condizione di svantaggio, pur avendo sotto il naso la via da intraprendere....per queste persone è molto molto molto più comodo lamentarsi e lasciare tutto come sta...

Alla fine curare il proprio fisico costa fatica, provare routines, diversi approcci e leggere manuali costa fatica, mettersi alla prova uscendo dalla comfort zone costa fatica....molto più comodo lamentarsi.

E' un po' la storia di chi si lamenta che non trova lavoro (un mio parente ad esempio), però le giornate le passa in casa a giocare alla play e a bere birra....se tu fossi una sorta di dio in possesso della facoltà di scelta su chi fare piovere dal cielo un lavoro, lo meriterebbe di più questo genere di persona o uno che si sbatte tutto il giorno tra consegna di curriculum e corsi di formazione?

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

IO.SI.TU.NO

È tutto là fuori. Il libro di Mistery e The Game sono presenti sugli scaffali di tutte le feltrinelli, così come è pieno di siti e forum che propagandano lezioni di seduzione (chi più affidabile, chi meno), ma comunque è tutto alla luce del sole.

Si ma la quasi totalità della gente che passa davanti ad un libro-manuale di seduzione lo considera al livello di quei venditori di aspirapolvere secondo cui il loro prodotto ti fa pure il caffè, è il migliore del mondo, previene i tumori....insomma molti ci vedono dietro solo delle commercialate, aggiungici poi lo scetticismo di base degli italiani verso ciò che esce dalla massa....per cui quei manuali nemmeno li sfogliano.

Discorso diverso invece per chi si iscrive su IS e poi abbandona subito....

Quella è gente che secondo me legge un manuale e un paio di thread, aspettandosi senza sforzo di passare da sfigato alla american pie a trombare più di cristiano ronaldo....ovviamente vedendo che il miglioramento personale riguarda ogni aspetto della vita e che costa sacrifici, lasciano marcire l'account e si dedicano a riempire di cazzate da AFC le conversazioni nei bar.

Pourparler:

io e un mio amico ci scambiamo libri PDF in lingua originale.

Tra i tanti che gli ho passato c'era The Game....gli ho accennato brevemente di cosa parlava e a lui nemmeno importava qualcosa di leggerlo.

Alla fine lo legge per noia (una cosa come un anno dopo che glielo avevo passato), poi evidentemente la storia lo aveva preso e lo finisce in pochi giorni.

Gli chiedo un commento e lui mi dice "è una storia carina però sono stronzate....ste cose succedono solo in nord america"....

Che vuoi mai spiegargli??

A molti piace essere AFC.

Modificato da IO.SI.TU.NO
  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

@IOSITUNO essere egoisti come si deve è buono, purtroppo questa parola ci suona così brutta per l'accezione negativa che gli è stata data dalla società per renderci dei castrati.

Mi fa pensare ad un'altro film di fantascienza dove c'erano dei bambini che venivano allevati per organi di ricambio che vivevano in un collegio dove veniva detto loro di non superare lo steccato perchè sarebbero morti, mentre invece sarebbero stati padroni di tutta la loro libertà.

Essere conformi è tranquillo e facile, DANNATAMENTE FACILE.

@Amnesiac nella città dove vivo io sono il solo utente del forum, ma comunque 50 mila o più iscritti cosa vuoi che siano in confronto all'Italia intera? Comunque la mia impostazione non è quella del "se la community venisse svelata al mondo" ma piuttosto dire che le "perle" che ho faticato tanto a procurarmi(come dice iosituno) non le do ai "porci", che sarebbero coloro che non le trattano con il valore che hanno.
E questo per rispetto di me stesso.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ecco, cosa dire loro?

Ascoltarli in silenzio o dare consigli utili ma comunque parsimoniosi?

Dipende...

L'unico consiglio buono, è quello richiesto... se non ti chiedono consiglio, ascoltali, falli sfogare e stai zitto.

Se ti chiedono consiglio, lasciali chiedere più e più volte... e solo dopo rispondi.

Ah.. e prima di dare consigli, devi ottener risultati.

Il "Chi non sa fare, insegna" dilaga nella community e spesso si viene presi in giro quando si tenta di avvicinare gli amici alla community o di "aiutarli" perché, la stessa persona pronta a consigliarli, l'unica cosa che ha ottenuto è legger 300 libri e prendersi due pali.

Prima ti crei la tua vita da sogno, impari come fare, poi, se proprio ti chiedono consiglio, rispondi.

E, ultima cosa, dai consigli base e terra terra.

Parlare di psicologia evoluzionistica e neurologia........................... è troppo.. ed è svilente pensare che sei diventato un mezzo scienziato solo per trombare...

non spiegarle tutta la teoria del push&pull, gli shittest i dhv etc. piuttosto digli di non cagarla, prenderla in giro ridendo, toccarla, portala in un posto appartato, fai meno il pirla e baciala........... questo, lo riescono a capire.

ma devono esser loro a chiedertelo.

"Aiutare" gli altri, se non hai già un giro di 10 donne al tuo comando, è solo una sega mentale per raccontare a tutti i prodigi che hai imparato........... come qualunque galletto da bar di provincia.

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

Dipende...

L'unico consiglio buono, è quello richiesto... se non ti chiedono consiglio, ascoltali, falli sfogare e stai zitto.

Se ti chiedono consiglio, lasciali chiedere più e più volte... e solo dopo rispondi.

Queste sono esattamente cose a cui avevo pensato anch io un paio di mesetti fà.

Ah.. e prima di dare consigli, devi ottener risultati.

Il "Chi non sa fare, insegna" dilaga nella community e spesso si viene presi in giro quando si tenta di avvicinare gli amici alla community o di "aiutarli" perché, la stessa persona pronta a consigliarli, l'unica cosa che ha ottenuto è legger 300 libri e prendersi due pali.

Prima ti crei la tua vita da sogno, impari come fare, poi, se proprio ti chiedono consiglio, rispondi.

Ecco questo mi sembra un pochino esagerato, anche se non stai al massimo e ancora non "sei arrivato" (anche perchè non si "arriva") potrebbe benissimo capitare di avere un'esperienza buona dalla propria.

Comunque in Matrix era trattato anche un'altro tema che ora mi è tornato in mente: aiutare gli altri è dire loro, non come stanno le cose, ma quello che hanno bisogno sentirsi di dire.

Questo è qualcosa di difficile, che se capita l'occasione va bene perchè non è che mi metto a fare psicologia solo per dare i super aiuti alle persone, non sono un dannato crocerossino (dannato all'inferno proprio), purtroppo sono un predatore ed anche piuttosto competitivo.

A una ragazzo o un ragazzo la mania da crocerossino di solito è un brutto segno, che riflette tutte le parti che di noi vorremo cambiare.

E, ultima cosa, dai consigli base e terra terra.

Parlare di psicologia evoluzionistica e neurologia........................... è troppo.. ed è svilente pensare che sei diventato un mezzo scienziato solo per trombare...

non spiegarle tutta la teoria del push&pull, gli shittest i dhv etc. piuttosto digli di non cagarla, prenderla in giro ridendo, toccarla, portala in un posto appartato, fai meno il pirla e baciala........... questo, lo riescono a capire.

ma devono esser loro a chiedertelo.

"Aiutare" gli altri, se non hai già un giro di 10 donne al tuo comando, è solo una sega mentale per raccontare a tutti i prodigi che hai imparato........... come qualunque galletto da bar di provincia.

Link al commento
Condividi su altri siti

thecrow

io per esperienza personale ho dato mille su 100 e ricevevo zero o quasi,le stesse persone al quale ho dato mille su 100 e a me hanno dato zero( parlo di donne) ad altri hanno dato diecimila su 100 e hanno ricevuto zero.

quindi meno dai e piu' ti danno e vieni rispettato

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...