Vai al contenuto

Comportamento ambiguo post-zozzerie


MerylSilverburgh
 Condividi

Messaggi raccomandati

MerylSilverburgh

Disclaimer: di seguito parlerò di un tizio tedesco, perché vivo in Tedeschia, quindi già partiamo male. Ma ci proviamo lo stesso.

Tizio tedesco conosciuto a lavoro, poco più grande di me, gentile, carino, sorridente e bla bla bla. Mi gironzola intorno sempre allegro a differenza dei suoi colleghi un po' seriosi, mostra chiari segnali di interesse senza mai tradire atteggiamenti vagamente lascivi o invadenti. Passiamo l'estate nascosti nel retrobottega a fumare qualche sigaretta e ridere del mio tedesco, senza che assolutamente niente di compromettente avvenga. Lui pulitissimo e rispettosissimo della frequentazione che avevo all'epoca.

Tempo qualche mese e la mia frequentazione, manco a farlo a posta, è kaputt. Lui sposta il rapporto su un altro livello, senza troppe esitazioni. Si decide (dopo mesi) a lasciarmi il suo numero, un po' timidamente. Perché così so' i tedeschi, si prendono tempo.
Qualcosa comincia a cambiare in modo piuttosto evidente, qualsiasi pretesto e mi gironzola intorno più spesso del solito, io ne sono ben lieta. Una sera ci fermiamo a bere con altri colleghi e io per tutto il tempo mi sento i suoi occhioni azzurri puntati addosso. Qui ci sarebbe da aprire una digressione infinita su quanto contraddittori e di difficile interpretazione possano essere gli atteggiamenti dei teutonici, soprattutto in fatto di relazioni, ma lasciamo stare. La notte stessa, complice l'alcol, si sbilancia e mi manda un messaggio un po' romantico (MIRACOLO).

Sulla scia dell'entusiasmo qualche giorno dopo mi chiede di uscire, senza colleghi stavolta. Passiamo una serata deliziosa, lui più timido e impacciato del solito ma adorabile lo stesso. Fino alla semi-batosta "Preferisco le donne più grandi perché si vivono i rapporti con più disinvoltura, senza pretendere troppo dall'altro". Così dal nulla. Tradotto: voglio solo scopare. Io incasso con classe da maestra senza tradire alcuna delusione e gli dico "Capisco a-ha, certo, hai ragione, ci mancherebbe", ma dentro di me penso sia stato un pessimo scivolone. Voglio dire, io sono più giovane di lui, sono una tipa schiva e che se la tira veramente poco, non ho mai dato modo di dare a pensare che volessi una storia seria, per di più siamo seduti al tavolo del bar più carino di Berlino, al nostro PRIMO appuntamento, a trascorrere una serata estremamente piacevole, con tutta probabilità di lì a poche ore saremo a fare porcherie da qualche parte e tu te ne esci che preferisci le milf perché almeno non ti rompono il cazzo. Nice one.

Ad ogni modo essendo io una donna indipendente, e non una ragazzina insicura, amando il sesso esattamente come un uomo e soprattutto non sentendomela placcata d'oro, mi trovo di fronte un uomo che mi attrae e che, malgrado il suo pessimo modo di provarci, mi ispira una certa tenerezza, così di lì a poche ore siamo veramente sotto al mio palazzo a fare porcherie, avvinghiati come due adolescenti. (mia iniziativa, in toto) Mi andava, l'ho fatto, stop. Tutto molto bello e arrapante.
Ora, io che non ho più 15 anni, so benissimo che non devo cadere nel tranello dei messaggini romantici post-sesso (anche se nel nostro caso era post-QUASI-sesso). Infatti, da parte mia, il silenzio. Il giorno dopo mi arriva un suo messaggio fintamente disinvolto, del tipo "Come stai? Dormito bene? Bla bla". Io rispondo molto tranquilla, gentile, ma senza eccessi di sentimentalismo. Poi lo cerco io con una battuta, lui risponde, e fine.

Da tre giorni il silenzio. Io non oso cercarlo, dopo la sparata delle ragazzine che "pretendono" a differenza delle milf. Mi ha traumatizzata.
Non voglio iniziare una storia, su questo lui è stato chiaro e non posso che rendergliene merito, vorrei solo avere la possibilità di frequentarlo. Ma continuo a pensare a quel suo mettere le mani avanti che ho trovato davvero di dubbio gusto e fuori contesto, e ho paura di fare la mossa sbagliata. (Questo è perché non ero insicura!). Non so neanche io bene cosa voglia sapere. Mi sembra che la cosa proceda in modo strano, se io fossi un uomo e avessi un principio di frequentazione con una donna che ho cercato per mesi e che ha dimostrato di ricambiare, con una certa elasticità e senza mai essere opprimente, cercherei di mostrare un po' più di entusiasmo, un interesse un poco più vivace e meno robotico di "Ciao-come-stai-tutto-bene" il giorno dopo che abbiamo avuto un momento di intimità così bello e intenso. Poi sti tre giorni di silenzio... E non venitemi a dire che sono pochi, lo so anche io che sono pochi, ma sono abbastanza per dare un qualsiasi cenno ad una persona verso cui si abbia almeno il minimo interesse. Non prendiamoci in giro con la storia del "Forse ha avuto molto lavoro", puoi essere tedesco quanto ti pare ma alla fine della giornata anche tu torni a casa, come tutti gli altri.
Niente, sono in paranoia.

Modificato da MerylSilverburgh
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...