Jump to content

Xuma - "Spacconeria, Audacia, Sfacciataggine, Sicurezza, Autostima"


kirk
 Share

Recommended Posts

kirk

Anche in riferimento ad un recente post del Prof. Trick che ho letto nella sezione Report - ma non solo - posto la traduzione di un passo da "Secrets of the Alpha Male" di Carlos Xuma.

L'ho trovato un passo molto utile e "maturo", ricco di metafore chiare e comprensibili, un po' come tutto il libro del resto. Che consiglio a tutti (personalmente trovo Xuma un grande, e la sua grandezza sta nel fatto che ciò che dice vale per la vita in generale e non solo per la seduzione)

***

Spacconeria, audacia, sfacciataggine (“Cockyness”), sicurezza (confidenza), autostima.

Ognuno di questi termini significa qualcosa di differente dagli altri e ognuno ha una sua collocazione nella scala che conduce alla dimostrazione di comportamenti Alpha.

Collochiamo questi comportamenti in una scala:

Arroganza/Spacconeria---Sfacciataggine---Audacia---Self-confidence/Vera Autostima.

All’estrema sinistra abbiamo la forma meno disciplinata di uomo, che comprende chi è schiavo delle proprie insicurezze e delle opinioni degli altri. Allo stesso estremo abbiamo la Spacconeria, che è una falsa fiducia in se stessi tipica di chi non è capace di gestire se stesso. E’ come avere una mitragliatrice incredibilmente rumorosa. E’ tipica dell’indisciplinato e scarsamente controllato, cerca solo di attirare l’attenzione su di sé. [La spacconeria] può anche farti ottenere alcune donne, ma è probabile te ne farà perdere almeno tante quante ne hai impressionate. Le donne (e gli uomini) possono accorgersi della differenza. La Spacconeria è falsa self-confidence.

Continuando verso destra, la Sfacciataggine, è un genere che comprende più sicurezza (confidenza) dello Spaccone, ed è più simile ad una mitragliatrice con scarsa mira. Non si cura di cosa colpisce, ma genera un suono più controllato e quindi risulta molto impressionate per le donne. In questo contesto significa che tu, dopo che sei stato abbastanza coraggioso da fare qualcosa (chiedere di uscire ad una donna, chiedere un aumento etc.), ti comporti un po’ come se assicurassi te stesso in modo scherzoso, raccontando agli altri che lo meritavi e che te lo aspettavi.

La sfacciataggine è un’azione, ma un’azione con abbastanza Humor da non essere confusa con l’arroganza. 

Hai bisogno di Audacia per accendere il tuo motore. Tuttavia, anch’essa è indisciplinata – necessita di una base. L’audacia è come una granata – BOOM! Esplode ed è molto luminosa ed impressionante, ma impersonale. Usi l’audacia quando vuoi mandare su di giri il tuo motore quando l’entusiasmo o l’energia sono bassi. Questo si chiama “fingi finché non lo sai fare”. E’ una finzione differente dalla Spacconeria e dalla Sfacciataggine, poiché tu sei audace allo scopo di innalzare la tua energia fino a livelli che ti permettono di innescare la tua vera Sicurezza. Si tratta solamente di una transizione.

L’Audacia è una sicurezza più realistica, che dimostra il tuo coraggio e il tuo controllo, con l’abilità di sottolineare nel modo giusto che hai stima in te stesso. L’audacia è come una splendida rivoltella in una fondina. Affidabile. Mai inceppata. E fa la giusta asserzione circa le tue abilità.

Poi viene la Self-confidence, che è la tua abilità di mostrare sicurezza in te stesso. E’ il lato rivolto verso l’esterno della tua Autostima, che è l’ultimo tratto, ed anche quello più interno. E’ il fucile da cecchino del tuo arsenale.

L’Autostima ha a che fare col modo in cui ti senti nella tua pelle. E’ quello che tu realmente pensi di te stesso. Non ha bisogno di essere resa esterna, ma poiché è al fondamento dei tuoi comportamenti, trova il modo di uscire. La bassa autostima ti fa sempre scivolare lontano verso il resto della scala. L’autostima è la polvere da sparo in ognuno di queste armi. Se non hai abbastanza autostima, la potenza delle tue armi viene limitata dalle false forme di Sicurezza che trovi verso il lato sinistro della scala.

Quando arrivi ad ottenere un reale senso di ciò che sei, e riesci a dimostrare questo in modo costruttivo, sarai capace di muoverti sempre più verso la parte destra della scala. Se tuttavia ti muovi troppo lontano verso destra e perdi di vista le tue qualità umane, finisci di nuovo indietro verso l’Arroganza, così devi prestare attenzione.

La vera autostima è come la cintura nera del Kung-fu, che non è visibile, ma l’abilità è lì, pronta per essere usata.

“Non posso ascoltare ciò che stai dicendo a voce così alta”

***

Link to comment
Share on other sites

pirata

ASSOLUTAMENTE FANTASTICO!!!

non credo che esistano metafore e similitudini migliori!

ottimo post.

se non ho capito male il nostro contagiri dovrebbe ruotare tra audacia e self-confidence in modo da avere sia un'arma dirompente (come la granata) sia un'arma chirurgica (il fucile da cecchino).

Per quanto riguarda le mitragliatrici, se usate male non servono a nulla...servono solo a fare rumore ed il nemico si accorge subito da dove stiamo sparando e usa contromisure (per rimanere in tema).

Link to comment
Share on other sites

EL9

Pero, io ho notato per esperienza personale che chi per natura è portato a sedurre, ha quasi sempre in se tutte queste caratteristiche, e quasi sempre estremizzate tutte al massimo,

e piu sono estremizzate piu ha fascino (a primo impatto)

Link to comment
Share on other sites

kirk
ASSOLUTAMENTE FANTASTICO!!!

non credo che esistano metafore e similitudini migliori!

ottimo post.

se non ho capito male il nostro contagiri dovrebbe ruotare tra audacia e self-confidence in modo da avere sia un'arma dirompente (come la granata) sia un'arma chirurgica (il fucile da cecchino).

Per quanto riguarda le mitragliatrici, se usate male non servono a nulla...servono solo a fare rumore ed il nemico si accorge subito da dove stiamo sparando e usa contromisure (per rimanere in tema).

Provo a spiegarti in base a quello che ho letto di Xuma... non è facile perchè si tratta di un pensiero molto complesso ed articolato il suo, quindi il pregio è che non è banale ma il problema è che va interpretato. Xuma non ti lancia un salvagente, ma ti fornisce il kit per la sua costruzione, con tutti gli strumenti necessari. 

Agire con self-confidence significa muoversi in modo indipendente e sicuro. E' un tratto che si può mostrare solo attraverso le azioni (per questo motivo vantarsi non funziona: usi le parole per dimostrare self-confidence). Il principio qui è molto semplice: se sei veramente in salute, non hai bisogno di dimostrare o peggio spiegare agli altri quanto bene riesci a muovere i piedi uno davati all'altro: lo fai e basta.

Avere self-confidence significa che il bioritmo dei tuoi pensieri e delle tue azioni è essenzialmente un bioritmo interno, e questo significa AGIRE anzichè REAGIRE. Per esempio, è una semplice dimostrazione di self-confidence muoversi da un gruppo per fare da soli alcune cose che ci interessano e poi tornarci. Il motivo deve essere: sentivo di doverlo/volerlo fare. Punto. Da qui "non giustificarsi", "non scusarsi", "non chiedere il permesso" etc.

In generale, dimostra elevata self-confidence chi agisce al limite di ciò che è ritenuto socialmente educato, o politicamente corretto. Senza cadere nell'essere apertamente maleducato, perchè chi ha elevata self-confidence ha rispetto per gli altri e delle loro opinioni. Semplicemente sceglie di non adeguarvisi (ma sa che gli altri sono liberi di fare altrettanto).

Il punto è che un comportamento arrogante può essere all'apparenza simile ad un comportamento di elevata self-confidence. La differenza è sottile ed enorme allo stesso tempo. Enorme perchè l'arrogante è l'OPPOSTO della persona con elevata self-confidence. Sottile perchè i comportamenti che esprimono possono essere abbastanza simili.

Anche chi è arrogante mette se stesso e i suoi moti d'animo davanti a tutti e si muove incurante dell'educazione e delle convenzioni sociali. Anzi, *beffandosi* delle convenzioni sociali. Ed è proprio qui il suo errore. Bertrand Russell dice: "Chi si BEFFA delle convenzioni sociali dimostra di esservi ancora dipendente, pur volendosene liberare".

La differenza è che l'arrogante REAGISCE, chi invece ha vera self-confidence AGISCE. Non deve ribellarsi a niente: sente di fare una cosa e la fa.

Infatti Xuma sottolinea molto chiaramente che l'autostima che è all'origine della vera self-confidence non ha bisogno di essere resa esternamente (cioè dimostrata), e tuttavia trova un modo per uscire dato che è all'origine di ogni nostro comportamento. Così, quasi per sbaglio, senza volerlo, chi ha elevata autostima finisce per agire con elevata self-confidence... nessuna forzatura. Chi invece è arrogante deve tirare fuori a forza la sicurezza CHE NON HA, e così il tutto diventa forzato e fastidioso, anzichè spontaneo ed armonioso.

Il problema con la self-confidence è che si tratta di una cosa fluttuante, con alti e bassi. Nessuno ha solamente picchi di autostima. Ci sono momenti in cui la self-confidence deve essere RICHIAMATA in qualche modo. Ed ecco allora che subentra l'audacia, che è il coraggio di buttarsi in qualcosa che al momento non ci sentiamo di fare o non sappiamo fare. Con questo si sfiora veramente il limite dell'arroganza, ma si tratta di uno stadio transitorio, che dura quel tanto che serve affichè la vera self-confidence faccia la sua comparsa ed equilibri il tutto.

L'audacia è solo un mezzo per un fine, serve per richiamare qualcosa che al momento per qualche motivo latita, ma che C'E'. L'arroganza è il fine e basta e serve per colmare un'assenza definitiva.

Dunque è vero che anche l'arroganza può funzionare, in alcuni casi. Però:

1. non funziona affatto con le persone intelligenti e sveglie, che sono quelle che alla fine io desidero avere attorno a me;

2. è un modo per mostrare qualcosa che dentro so di non avere (l'autostima). L'arrogante basa la propria vita e le proprie interazioni su ciò che lui intimamente non è - cioè una persona sicura. La vera tragedia è che più gli altri dimostrano di apprezzare la sua facciata, o di temerla (l'arrogante pensa che temere=rispettare), più l'arrogante si convince di non valere un c***o. E così finisce per costruire un altro strato protettivo di arroganza attorno a sé.

Tutto inizia con una mancanza di autostima. Il futuro arrogante indossa immediatamente una maschera, impaurito dalle possibili reazioni della gente a questa sua mancanza, e la porta per molto tempo. Così facendo, i rinforzi positivi esterni (cane di Pavolv) cadono sulla maschera, che diventa sempre più spessa e il suo Io si riduce al lumicino. Lo spessore crescente della maschera si traduce in comportamenti di SUPERCOMPENSAZIONE. 

Il futuro uomo con self-confidence che si trova inizialmente nella stessa situazione, affianca invece alla maschera una componente di accettazione delle sue debolezze. Non si culla nelle sue manchevolezze come un bimbo viziato, ma neppure le rinnega. Ci lavora sopra. Quando ancora lo spessore è sottile, può togliere la maschera e sostiutirla con le sue NUOVE ABILITA'.

Conclusione: l'arroganza, anche se può al limite anche funzionare, non paga. Perchè l'arrogante non vive bene con se stesso: in fondo si rende perfettamente conto che i feedback positivi ricevuti dalla gente non sono rivolti a lui, ma a ciò che sa di non essere e che non potrà mai essere.

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...
athos

bel post.. compliments!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Tantra

Questo post è splendido, hai fatto bene a riportarlo su perchè mi era sfuggito. 5 stelle.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...