Vai al contenuto

Come comportarmi?


monsoon
 Condividi

Messaggi raccomandati

monsoon

Ciao ragazzi, sono nuovo qui ma conosco il forum già da tempo e di recente ho letteralmente divorato il manuale di Franco e Witcher cosa che avevo in programma di fare già da parecchio.

L'occasione (ahimè?!) è dovuta alla frequentazione che sto avendo con una ragazza, cugina di un amico.

Premetto che sono inesperto in materia e forse sono già in uno stato avanzato di qualcosa che mi porta a pensare (almeno solo pensare, per ora) di essermi fatto troppo prendere da tutta la faccenda.

Ho 23 anni e sto sperimentando per la prima volta nella mia vita robe mai viste (a cui per qualche strano motivo credevo di essere immune) e per cui fino a pochissimo tempo fa prendevo in giro alcuni amici (maschi) di comitiva alle prese con situazioni analoghe.

Insomma, per farla breve, credo di essermi fatto troppo coinvolgere. Penso sempre a lei, sto continuamente in cerca di interpretare ogni suo gesto e comportamento nei miei confronti per esaminare ogni possibile scenario operativo. Ho pochissimo appetito, sono stressato, ho difficoltà a concentrarmi se mi passa lei per la mente mentre sto facendo altro. Tutto ciò che sono sempre stato solito fare ha perso ogni attrattiva... trovo tutto senza significato. Durante la giornata senza motivo apparente spesso mi assale un senso di desolazione (dovuto al non sapere quale esito avrà tutta la faccenda) terribile.

Lei, chiamiamola S, ha 19 anni, ed è da un paio di mesi che usciamo insieme in gruppo. Mi è capitato anche un paio di volte di stare da solo con lei ma essenzialmente troppo timoroso di essere respinto non ho mai fatto gesti troppo espliciti (tipo provare a baciarla) perché in caso di fallimento non vorrei poi passare come uno qualunque che ci ha provato, conoscendo bene suo cugino e avendo moltissimi amici in comune.

In ogni caso ho sempre agito con lei in modo - almeno secondo me - sufficientemente chiaro. Non sono arrivato certo a dirle cosa provo per lei, ma penso le sia chiaro al 100% che non ho interesse ad averla come amica. Fin dall'inizio ho agito in tal senso per scongiurare il rischio friendzone.

Dico con sufficiente certezza questo perché ritengo ci siano evidenze a supporto di questa tesi. Il mese scorso, durante una manifestazione sportiva a cui abbiamo partecipato insieme io, lei e altri amici, lei è stata contattata più volte da un tizio che voleva provarci con lei. Lei, in tutto questo, ha pensato bene di mandarmi continuamente gli screenshot delle conversazione in cui questo ci provava.

Dalle mie parole infastidite in risposta, ritengo molto probabile che il suo intento fosse provocare in me una qualche reazione. E questo può averlo fatto solo se sospettosa della mia posizione nei suoi confronti, ossia non certo quella di amico.

Inoltre, parlando in privato con un'altra mia amica che chiameremo Y (che conosce il mio interesse per S), pare che S, interpellata da Y sulla questione "situazione sentimentale", abbia speso parole positive nei miei diretti confronti.

E questo senza che la mia amica Y facesse niente per tirarmi in ballo nel discorso. Pare dunque che S abbia una buona opinione di me. "Non è che non le piaccio, ma ha bisogno ancora di tempo". Queste le parole che la mia amica Y mi ha riferito che S ha detto durante la loro conversazione.

In questi due mesi i contatti anche per chat sono sempre stati frequentissimi e giornalieri (in maniera equidistribuita rispetto a chi dei due contattava l'altro/a). Lo scorso venerdì, in vista di un evento sportivo a cui avremmo partecipato insieme in serata, mi chiama in mattinata per conferma e siamo stati più di un'ora al telefono parlando del più e del meno.

Da parte mia ovviamente c'è sempre stata estrema attenzione per evitare che questa situazione si trasformasse in io che divento il suo confessore, ma fortunatamente non è accaduto nulla di tutto ciò direi.

Riferisco di questa mia lunga telefonata con S all'amica Y e lei mi consiglia di provare una nuova "strategia" per provocare una sua reazione. Ossia ignorarla completamente.

Agisco così dunque a partire dalla sera stessa in cui quindi ci siamo visti. In realtà io non avrei mai creduto potesse essere la cosa giusta da fare, al contrario, vista la telefonata in mattinata, a maggior ragione avrei insistito a scherzare, provocarla e battere il ferro fin che è caldo insomma. Ma ho capito che in realtà bisogna fare l'esatto contrario, dunque accetto il consiglio dell'amica Y e la ignoro.

Il giorno dopo evito di sentirmi per chat e quindi in serata usciamo nuovamente insieme in compagnia di altri amici. A me risulta difficile continuare a fare il distaccato però, e riprendo a fare un po' il cretino (senza nulla di eclatante sempre) con lei. Scherzo, faccio kino (lei non si sottrae), roba tranquilla.

Dopodiché io ho cominciato seriamente a non capirci più niente (credo di provare qualcosa per lei, visti i sintomi precedentemente descritti) e lei però ha smesso di contattarmi dall'inizio di questa settimana. Se la contatto io, allora mi risponde, ma noto una maggiore freddezza. Se non tiro io gli argomenti fuori la conversazione non va avanti temo. E' come se fosse cambiato qualcosa.

Non so se possa essere stato il mio cambio di atteggiamento improvviso?!

Adesso io vorrei cercare di non essere troppo insistente e pressante nei suoi confronti perché so benissimo è la cosa in assoluto più sbagliata da fare. Ci penso spesso e vorrei dirle esplicitamente quello che penso, ma è una cosa egocentrica, rischiosa e da puro disperato (perché in questi giorni sto veramente male), dunque non lo farò. Anche perché non è certo per pietà che vincerà le sue (ammesso che esistano) remore.

Non so se le parole che S ha detto ad Y su di me (tirandomi in ballo nel discorso relazioni sentimentali di sua spontanea volontà) siano oneste, e quindi ha veramente bisogno di tempo per convincersi, oppure, lei ha capito tutto e dice così perché non ci sta e non vuole dispiacermi.

La mia idea attuale è quindi evitare di contattarla per quanto possibile, e nelle occasioni in cui siamo insieme continuare a giocarmela per provare a convincerla. Temo però di non riuscire a reggere a lungo perché la cosa è diventata negli ultimi giorni abbastanza pesante (come detto, impatta in maniera pesante sulla mia vita).

Smettendo di contattarla, però, temo che lei (se davvero pensa quello che ha detto su di me e quindi in futuro potrebbe starci) al momento troppo timorosa per contattarmi o aspettando sempre una mia mossa, non faccia nulla. E quindi la perderei.

Se c'è qualche temerario che è arrivato fin qui nella lettura ed è desideroso di spendere ancora qualcosina in più del suo tempo per darmi qualche suggerimento, non potrei che ringraziarlo infinitamente.

Ne ho davvero bisogno.

Link al commento
Condividi su altri siti

monsoon

Nessuno?!

Capisco la lunghezza del post, ma un aiuto non farebbe male.

Sto già cercando di superare la fase "rincoglionimento totale" però di fatto rimane la necessità di un parere da parte vostra, grazie!

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...