Jump to content

agire di nascosto!


Fantasy
 Share

Recommended Posts

Fantasy

Ciao ragazzi! Ho un problema mirato che va risolto chirurgicamente:

esiste un modo di provarci senza fare capire di provarci? Aldila' del neg, parlo di atteggiamenti che nei confronti delle donne non siano del tipo: "voglio diventare il tuo migliore amico" e nemmeno "sono qui per trombarti". So che sembra una domanda dalla risposta banale, ma esporsi, come consigliano spesso i guru, a volte e' controproducente.

Ditemi la vostra!!!

Link to comment
Share on other sites

Whyle

Prendi quello che dico con le pinze, perchè sicuramente non è "IL" modo.

E non esiste nemmeno "IL" modo giusto, questo lo sanno anche i più afc degli afc.

Personalmente, prima valuto un po il contesto, poi sono solito usare c&f e neg.

difficilmente riesco nell'intento fino alla fine perchè ancora inesperto, ma cerca di far intendere, più che dire le cose. Con naturalezza e, se possibile, non avere aspettative. Se non le hai e della tipa te ne frega ben poco, tutto è più facile perchè non senti la pressione psicologica della situazione e sopratutto, eviti un sacco di pippe mentali.

Bene, ora che ho predicato "bene"  ma razzolo male, se qualcun'altro potesse intervenire, sarebbe buona cosa... :D

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

la sapienta scelta dei vocaboli utilizzati per descrivere le cose è la prima, potentissima, arma per indirizzare le azioni e per modificare a nostro piacimento l'inner-game.

Per questo motivo, il primo consiglio che ti do è quello di abolire il termine "provarci". "provarci" è un termine usatissimo soprattutto dalle HB, è la quintessenza della mentalità AFC e del coccolamento dell'ego femminile. Sottintende un ometto che "tenta" e una fanciulla che "concede". Not for us.

Tu non devi "provare", devi interagire con lei e con tutte le altre in modo da portarla in uno stato differente da quello della semplice conoscenza occasionale. Non stai "provando", la stai guidando verso la felicità.

Ovviamente lei potrà assecondare oppure scendere dal treno, quindi effettivamente ha l'ultima scelta; ma se ci pensi c'è un abisso tra "provare" e "proporre".

Detto questo, come fare?

Tra le varie teorie che mi sono passate sotto il naso, gli insegnamenti di David DeAngelo sono quelli che più mi hanno dato riscontri positivi in pratica. La parola chiave è flirting, un linguaggio differente tra uomo e donna reciprocamente interessati sessualmente.

Non riuscirei mai a spiegare qui l'essenza di svariate ore di audiolibro: quindi al limite posso consigliarti di procurarti "Cocky Comedy" di DeAngelo.

Se proprio devo fare un riassunto e adattarlo al tuo caso specifico... flirta con la HB in questione. Non ci stai "provando", stai giocando e nessuno (tantomeno lei) te ne farà mai una colpa. Flirtare significa trattarla come tratteresti la tua sorellina minore rompiballe a cui vuoi bene: non fargliene passare una liscia, ma sempre con allegria e spensieratezza. Non rispondere alle domande dirette in modo completo. Lascia sempre qualcosa in sospeso... ecc.ecc..

Link to comment
Share on other sites

Fantasy

ok grazie ^X^

Il mio limite finora e' che "mi propongo" sempre alle HB con cui so di andare a colpo quasi certo, anzi sicuro, perche' da sguardi sostenuti e ripetuti (e' il mio trojan) capisco che lei vuole interagire. Mi e' piu' difficile invece pescare una fanciulla che non ha dato la sua chiave d'accesso ma ammetto che, questo e' un mio limite momentaneo da superare!

La tua parola, "proporsi" e' chiara ed illuminante! Vedro' di non scordarla mai!

:metal:

Link to comment
Share on other sites

La tua parola, "proporsi" e' chiara ed illuminante! Vedro' di non scordarla mai!

:metal:

Solo una precisazione: non proporsi (termine riflessivo che implica azione da una sola parte), ma proporre... nel senso di proporre un percorso a due, di reciproca escalation.

Link to comment
Share on other sites

Slesh

Forse sono tra le persone che ti hanno scritto il più nuovo...

Ad ogni modo...

[Ross Jeffries Mode On]

da un paio d'anni quando voglio suscitare un'emozione in una gentil pulzella la prima cosa che mi viene in mente è quella di usare una citazione. Ad esempio posso dire "sai, oggi leggevo che " oppure "parlavo con XXX di..." in modo da avere una scusa per introdurre un qualsiasi argomento e lasciare comunque una via d'uscita in caso lei non risponda bene (questo è proprio quello che sosteneva il libro/la mia amica,ecc ecc)

Citare è un'arma fantastica in quanto se lei risponde bene puoi ancorare a te le sensazioni che prova, se risponde male ti basterà puntare fuori e distaccarti dal discorso.

[RJ mode off]

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...