Jump to content

Divide et impera


satira
 Share

Recommended Posts

satira

Questa è la strategia per mantenere un impero. Noi la usiamo per dominare un set.

Il concetto è molto semplice: mai mettersi contro un gruppo. Mai attaccare tutto un gruppo. Ma, se devi, attacca singolarmente un membro mettendoti dalla parte degli altri. O meglio ancora facendo combattere i membri del set tra di loro.

Esempio di questa sera: entro in un set per chiedere un'info. I ragazzi del set erano palesemente alticci e si mettono a sparare cazzate e a parlarsi sopra tra loro: "vai qui, vai lì"

Tattica sbagliata: "smettete di fare i coglioni" in questo caso dividi da una parte te e dall'altra il gruppo.

Tattica che ho usato: "ragazzi, mettetevi d'accordo su chi risponde" in questo caso non era più il gruppo contro di me, ma avevo imposto il frame che erano i due amog che si stavano combattendo tra loro :D Infatti un secondo dopo quello dominante guarda l'altro come per dirgli: "allora stai zitto?" e quello chiude subito la bocca ;)

Questa è gestione avanzata dei set o semplicemente un buon uso dei detti latini ;)

p.s. tengo a precisare che questa è e deve essere considerata una tecnica per gestire un set ostile o un bersaglio particolarmente ostico. quando questa tecnica è usata nella vita quotidiana diventa invece particolarmente odiosa. senza dimenticare che sul lungo periodo chi ha l'abitudine di mettere uno contro l'altro le persone viene individuato ed emarginato. perciò usate questa tecnica solo quando è strettamente necessaria ;)

Link to comment
Share on other sites

ExiBit

Wow, complimenti! Sinceramente io troverei troppo pesante vivere facendomi questi problemi. Quelli che preferisco pormi tendono ad essere più del tipo 'come posso far star meglio la gente che mi sta attorno?'.

Link to comment
Share on other sites

satira

Il principio di questa tecnica è ne più ne meno che la classica riprova sociale: un gruppo non sapendo come comportarsi si guarderà intorno e imiterà i comportamenti degli altri.

E' ciò che Cialdini spiega nel caso di incidenti. La gente non soccorre un ferito non perchè sia cinica e cattiva, ma perchè si guarda intorno e vede che gli altri non lo soccorrono (e gli altri a loro volta si guardano intorno per capire cosa fare). La soluzione che da Cialdini è molto semplice: stacca una persona dalla massa (divide et impera ;) ) ed invece di gridare un generico "aiuto!" guarda qualcuno e digli: "signore chiami un'ambulanza".

Questa tencia è poi la medesia che insegnano agli educatori per la gestione delle classi di bambini ;) Se la classe è molto agitata è inutile urlare "state tutti zitti". Ma bisogna prenderne uno singolarmente e puntare a far star zitto lui.

Chiaramente quando la gente è felice e ricettiva, noi siamo felici e ricettivi, tutto è più bello e non occorre più utilizzare queste tattiche :)

Link to comment
Share on other sites

ExiBit
Il principio di questa tecnica è ne più ne meno che la classica riprova sociale: un gruppo non sapendo come comportarsi si guarderà intorno e imiterà i comportamenti degli altri.

Yeah suppongo che funzioni, non lo so, non l'ho mai provato e non credo che lo proverò manco. Sono convinto che quello faccio influenza molto quello che penso e di conseguenza come vivo e percepisco il mondo. Senza scadere nel buonismo, so che a me fa un gran bene mantenermi positivo e propositivo e non vedo come potrei esserlo io personalmente se pensassi alla mia vita sociale nei termini del tuo post. Per quello ti facevo i complimenti:) Io davvero non ci riuscirei, sarebbe una faticaccia, preferisco stare easy :)

Chiaramente quando la gente è felice e ricettiva, noi siamo felici e ricettivi, tutto è più bello e non occorre più utilizzare queste tattiche :)

Vero, le persone tendono ad essere felici e ricettivi quando si relazionano con persone felici e ricettive, per questo penso che ad essere io in primo luogo felice e ricettivo aiuti in un qualche modo ad avere attorno persone felici e ricettive, per cui ci guadagno ANCHE sotto quel profilo :)

Link to comment
Share on other sites

XAX
Questa è la strategia per mantenere un impero. Noi la usiamo per dominare un set.

Il concetto è molto semplice: mai mettersi contro un gruppo. Mai attaccare tutto un gruppo. Ma, se devi, attacca singolarmente un membro mettendoti dalla parte degli altri. O meglio ancora facendo combattere i membri del set tra di loro.

Mi ricorda molto qualcosa che fu scritto a proposito di Termynator.

Non ricordo, però, le conclusioni a cui eravamo giunti.

Qualcuno se le ricorda?

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
mad4hb

Se la situazione è "non c'è nessuno nell'arco di kilometri cui chiedere aiuto e non saprei dove sbattere la testa se non mi aiutano" (ed ogni tanto può accadere) è mia opinione che è meglio disporre anche di tecniche come questa per dominare il gruppo e tirarne fuori qualcosa di buono.

Ti ringrazio Satira per questo ulteriore pezzettino di tattica che hai messo a mia disposizione.

Naturalemnte per il fatto che in giro ci siano pistole e che magari una volta ti sei anche esercitato ad un tiro a segno non vuol dire che andrai in giro armato come rambo e col ghigno assassino in fronte. Semplicemente avrai una possibilità in più tra le te4cniche che conosci, e questo non può essere considerato un male, a mio avviso.

Non credo, ancora, che per lo stesso motivo dovresti sentirti stressato, del tipo "oddio, ora so sparare, potri uccidere qualcuno e perdere la mia serenità".

Ecco in definitiva, con tutto il rispetto che desiderate, cari moderatori, non credo che una tecnica come questa dovesse essere accolta con sufficienza, tanto più perché insieme alla tecnica sono stati chiariti i suoi limiti.

Ecco, ho detto quello che dovevo. Grazie ancora Satira.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...