Jump to content

Le parole, il dubbio e il mito dell'intuizione femminile


kirk
 Share

Recommended Posts

kirk

Siamo tutti d'accordo sul fatto che le donne prestano maggior attenzione e danno maggior valore ai messaggi non verbali e agli atteggiamenti di quanto facciamo noi uomini. Tuttavia, le donne non ne hanno abbastanza di questi messaggi impliciti. Le donne hanno bisogno che un uomo dimostri loro amore, con le azioni e i comportamenti, E dica loro TI AMO. Il fatto che l'uomo razionalizzi il sentimento d'amore e lo esprima a parole costituisce una conferma e dà loro un senso di certezza.

Nel contesto del game la mia impressione - la tesi di questo post - è che, in larga misura, le donne FINGANO di avere capito tutto delle nostre intenzioni leggendo i nostri atteggiamenti, quando invece non è vero.

Senza le parole, le donne permangono nel DUBBIO. Per esempio, un certo comportamento di un'uomo non è sufficiente ma necessita di uno shit-test per verificarne la coerenza e verificare che non si tratti di una maschera - cioè per capire le reali INTENZIONI. Se loro avessero raggiunto un qualsiasi livello di certezza, non servirebbero shit-test.

Sanno benissimo che questo vale anche per l'uomo. Dire le cose esplicitamente (cioè a parole) le espone alla critica razionale, mentre insinuando le stesse cose (dirle implicitamente, cioè attraverso BL e gli atteggiamenti), sono protette dal beneficio del dubbio. L'uomo non è sicuro del messaggio, quindi evita di esplicitarlo per paura di fare la figura dell'illuso o del credulone.

Si mette in piedi così un gioco basato sull'insinuare il dubbio nell'altro, cercando allo stesso tempo di ottenere delle certezze dai suoi atteggiamenti, che l'altro non ne vuole sapere di confermare con le parole. E' una specie di gioco di frames molto molto sottile e pieno di trappole.

Esplicitare a parole un messaggio implicito dell'HB significa cadere nel frame dell'HB, perchè lei si proteggerà dietro l'ambiguità del suo messaggio implicito e dirà che sei stato tu ad averlo interpretato male, e che ti sei illuso (per esempio) che lei sia interessata a te. E se questo non è vero (le sue parole dicono che non è vero), significa che è vero il contrario: che TU sei interessato a LEI e che è stata questa tua prospettiva a male interpretare i suoi segnali.

Le donne usano continuamente questi giochetti perchè, come dice Mystery, hanno bisogno continuamente di un'opportunità di disconoscimento delle proprie intenzioni. Comunicare implicitamente attraverso atteggiamenti serve a questo scopo, perchè insinua il dubbio, non rende certezze. Invece nessuno può dire a parole una cosa e poi negare d'averla detta senza fare la figura dell'idiota.

Il punto è che le HB ad un certo momento potranno anche fingere di aver compreso tutto, ma noi sappiamo che fino a che non rendiamo la cosa esplicitamente a parole in loro rimarrà il dubbio, e a noi l'ultima parola.

E' vero che l'80% della comunicazione è non verbale, ma è anche vero che culturalmente il valore dato alla comunicazione verbale è immensamente maggiore. Inoltre la comunicazione verbale si avvale anche del vaglio della mente razionale e cosciente, sia dalla parte di chi parla sia dalla parte di chi ascolta. Questo significa che, quando ci pensiamo su, le parole che abbiamo ricevuto sembrano "più vere".

L'atteggiamento ha in generale una componente che riguarda l'interpretazione da parte dell'interlocutore maggiore di quella che hanno le parole. Se per esempio dico "paura" significa una cosa ben precisa, se invece mi limito a sgranare gli occhi potrebbe essere anche stupore, e la scelta tra paura e stupore non dipende tanto da me ma dal contesto e dall'interpretazione di chi mi guarda. Alla fine solo io so se era paura o stupore, e solo io ho l'ultima parola. Se sembrava un'espressione di paura e poi io dico, a parole, che invece quello che provavo era stupore, nessuno può contestarmi.

Non so voi, ma io percepisco un grosso potere sfruttabile in questo giochetto, che è un giochetto diabolico e fortemente voluto dalle HB, tra l'altro. 

Loro desiderano l'opportunità di disconoscimento e lo ottengono lanciando solo messaggi impliciti. Al primo accenno di razionalizzazione negano tutto. Dovremmo fare lo stesso noi, è l'unico modo per uscirne vivi.

Innanzitutto cominciando a non temere di essere contraddittori tra atteggiamenti e parole. Gli atteggiamenti sono complessi e hanno alla base un'intenzione che è soggettiva, non oggettiva, e che nessuno potrà mai conoscere direttamente.

Il problema è che nella prima fase del game conviene togliersi dalla condizione di essere i cacciatori, e tuttavia in qualche modo l'HB dobbiamo pure avvicinarla. Se i nostri atteggiamenti indicano che ci stiamo provando, oppure se lei si comporta come se noi le avessimo inviato quel messaggio, dobbiamo essere pronti a negare tutto spudoratamente e con una faccia di bronzo assurda non appena ci accorgiamo che la HB tenta di razionalizzare la cosa. Lei farà finta di aver capito tutto, ma quello che ha è solo IL DUBBIO e quello che sta cercando è una conferma. Lei non tenterà subito di esplicitare la cosa, alla ricerca di questa conferma, perchè vuole che TU la espliciti per primo. Quindi occorre prima fare lo gnorri e poi, quando è il momento, domandarle se per caso è impazzita ad aver pensato una cosa del genere. In questo gioco vince non chi è più coerente, ma chi riesce a sopportare il dubbio più a lungo, ovvero, a rimanere più a lungo nel suo frame, nonostante tutto quello che fa dimostri il contrario. Tipicamente, quando un uomo per un po' di tempo non riceve alcun genere di conferma implicita comincia a cercare dall'HB quelle esplicite, e le cerca più o meno esplicitamente, esponendosi così al loro generatore di disconoscimento.

Naturalmente questo modo di comportarsi, nelle sue forme più estreme, non è molto bello e comunque ha senso solo se la HB sta giocando a questo gioco - che comunque secondo me un po' tutte fanno e fa quindi parte del corteggiamento - diventa così un modo per rigirare il gioco contro di lei. Non ha invece alcun senso se per es. lei è già "persa" di noi ed è questo il motivo per cui cerca una conferma esplicita.

Concludo dicendo che ora, a parte tutto, è chiaro che una HB che faccia un uso smoderato di questo giochetto è una che non ha la minima capacità di prendersi una responsabilità nella vita. IMHO, da evitare come la peste. 

 

Link to comment
Share on other sites

Marlon

Post molto interessante imo. Premetto che ho letto il metodo di DD e sto iniziando quello di Mystery, ma ho trovato sempre la storia del 60% bl, 30% tono di voce, 10% discorso un po' un luogo comune, e in particolare mi chiedo quanto veramente conti quel 10%, e, pur essendo esso una percentuale minima sul totale, se sbagli quando e come intervenire, sia agli st che ad altro, pregiudichi in qualche modo il bl corretto.

Link to comment
Share on other sites

Provo a buttare li i miei 0.02 euro, sperando in bene.

Quando tempo fa è emerso l'argomento durante un corso di comunicazione della mia azienda, mi sono preso la briga di ricercare un po' l'origine di questa informazione e sembra che i presupposti scientifici stiano tutti in un esperimento degli anni 60.

(http://www.ecademy.com/node.php?id=70030&seen=1)

'remember that all of my findings on inconsistent or redundant communications dealt with communications of attitudes. This is the realm in which they are applicable.'

'ricorda che tutti i miei ritrovamenti di comunicazioni inconsistenti o ridondanti riguarda la comunicazione degli atteggiamenti. QUesto è l'ambito in cui sono applicabili'

e anche

'Clearly it is absurd to say that the verbal portion of all communication constitutes only 7% of the message….'

'chiaraente, è assurdo dire che la comunicazione verbale costituisce solo il 7% del messaggio'

Insomma, la comunicazione non verbale sarebbe quasi tutto per quanto riguarda il comunicare il proprio atteggiamento, la propria "alphaness", che è a sua volta quasi tutto per quanto riguarda l'attrazione.

Se il bl e il tono di voce sono giusti credo che le parole sbagliate siano un errore molto minore. Tutt'al più l'incoerenza causerà uno sguardo o una domanda un po' perplesse (un mini st?).

Lo sbagliare sul "quando" intervenire mi sembra possa già sconfinare nel bl. Il fatto di rispondere immediatamente può in certi casi costituire una dimostrazione del proprio interesse (ero lì che stavo solo aspettando di poterti dire qualcosa).

Tutto ciò imho, ovviamente, che sto ancora cercando di assimilare i vari concetti e soprattutto sono mooolto lontano dall'essere capace di applicarli.

(ah, e bello e interessante il post originale. Ero indeciso se dirlo o no, perchè se lo dicessi di tutti i post che mi interessano su questo forum mi farei cacciare per avere intasato il db di "bel post")

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...