Jump to content

MALEDETTO STREET (ultimo problema da AFC)


 Share

Recommended Posts

K

Cari colleghi  :D Ho un quesito da porvi.

Quando mi ritrovo ad aprire per strada (street) in condizioni ordinarie, ritorno AFC, ma non AFC normale, ma proprio un caso disperato  :mad:!!!!!!!!!!!!!!!

Allora partiamo dal presupposto che se devo aprire in un club, pub, palestra, spiaggia, piazza, stazione, aeroporto, fermata del pullman o qualunque altro posto, non ho nessun problema a farlo, anzi nel giro di 10-20 minuti nel 50% dei casi in genere ottengo un #close (a volte non solidissimo.......... però).

Il problema ce l'ho quando mi ritrovo per strada o in giro, in occasioni in cui non riesco a trovare un opener contestuale.

PRATICAMENTE MI RITROVO AD AVERE LA SENSAZIONE DI DAR FASTIDIO AL SET DI TURNO, TIPO CHE POSSANO PENSARE: "MA QUESTO CHE VUOLE?" RISULTATO: NON APRO!!!!!

Paradossalmente mi trovo meglio ad aprire se c'è un solo set, magari singolo piuttosto che con centinaia di set a disposizione.

In tutte quelle occasioni che non ho la sensazione di dar fastidio, come per esempio lo street serale (dove le HB escono proprio per essere sargiate), o i locali, oppure sui mezzi pubblici (dove comunque loro devono aspettare, ed è sicuro che non abbiano nulla da fare) non ho alcun problema ad aprire.

Ma appena mi si presenta un set per esempio in fila al supermarket, o seduto su una panchina o che cammina per strada oppure gente che lavora (cameriere, bariste, ecc) non lo apro, perchè penso: avrà altro che fare che pensare alla mia opinione da 10 sec, E IL FRAME SI AZZERA!

Ovviamente un consiglio utile può essere: apri dove  riesci ed evita lo street, Il problema è che con lo stile di vita che faccio, e col lavoro che ho, la maggior parte delle occasioni la spreco proprio perchè non riesco con lo street!!!!!!!!!

Se un giorno riusciro ad aprire anche nello street senza problemi, allora potrò dire di essere uscito COMPLETAMENTE dallo stato AFC, anche perchè aggiungendo lo street mi ritroverò a vedere aumentate in modo esponenziale le possibilità di close  :metal:

Grazie in anticipo per i vostri consigli

Link to comment
Share on other sites

Elmer
PRATICAMENTE MI RITROVO AD AVERE LA SENSAZIONE DI DAR FASTIDIO AL SET DI TURNO, TIPO CHE POSSANO PENSARE: "MA QUESTO CHE VUOLE?" RISULTATO: NON APRO!!!!!

PREMESSA: Quello che scrivo non è farina del mio sacco, ma consigli che ho letto e che per ora mi sono stati utili.

1)Regola dei 3 secondi, la applichi? per me è essenziale, sopratutto in street.

2) Se dai fastidio o le persone che stai approcciando hanno da fare TE LO DIRANNO LORO!

Se un giorno riusciro ad aprire anche nello street senza problemi, allora potrò dire di essere uscito COMPLETAMENTE dallo stato AFC

Magari bastasse quello :D o forse è meglio dire che per fortuna ci stanno molte altre skills da sviluppare prima di diventare un PUA, forse sono infinite, e forse un PUA è colui che ha aquisito determinate skills e riesce a creare qualcosa di nuovo sulla base di quelle e contemporaneamente a dimenticarsene totalmente uscendo dagli schemi razionali e creando lui stesso una nuova, diversa, realtà che per qualche assurdo motivo però sembra adattarsi perfettamente all'essenza vera delle cose, forse perchè è in questo che consiste l'essere artisti. Quindi forse per diventare PUA non basta imparare le skills (anche se impararle è essenziale all'inizio), ma si deve fare un passo in più. Come un musicista che impara a suonare, prima impara le scale, poi le varie tecniche, ma per diventare un'artista sul serio deve essere la sua musica, deve essere parte di ogni singola vibrazione, dimenticandosi della teoria e la tecnica e andando oltre la teoria e la tecnica.

[pippe mentali mode: OFF]

sono andato un attimo OT :ehm:

Spero che il ripeterti questi consigli ti possa aiutare a superare questo ostacolo ;)

ciao

Link to comment
Share on other sites

harryhaller

C’è la funzione cerca

In questo forum si trova di tutto

E niente che non sia stato già chiesto

Il tuo problema poi è un classico

questi mi hanno aiutato moltissimo e sono diversi metodi…

Eccone una classica:

Cmq, PNL a parte, io ti consiglio il vecchio metodo: prima fai quello di cui hai paura, poi la paura ti passa.

Poi vedrai che alla 20esima HB che vedi in un pomeriggio e che non approcci, qualcosa  dentro di te si smuove e inizi ad aprire come un arabo :)

un'altra più positiva:

Pensa sempre positivo.

Tutti i giorni immagina alla tua disinvolutura mentra fai "open", prova le sensazioni che ti darebbe la consapevolezza di saper essere in grado di "aprire" come pochi sanno fare.

Mentre sei nel pieno della tua immaginazione prova a pensare a com'eri prima di provare tutto questo e... torna indietro immaginandoti sempre al meglio delle tue possibilità.

Vince più chi pensa al premio che non chi pensa a ciò che può perdere.

una più elaborata:

Sto guardando con calma i video di DaveDeangelo e verso la mezz'ora del secondo video lui spiega una tecnica di reframing dialogico che non fa uso della visualizzazione classica, tipica nella pnl.

Detta in due parole:

Si comincia nell'individuare un limiting belief, ovvero una convinzione limitante, tipo "se approccio una per strada questa si scoccia e io mi innervosisco".

Ogni convinzione limitante secondo quanto spiega Dave è composta da un fatto esterno e da una sensazione interiore, solitamente collegati senza nessa logici reali.

Quindi:

fatto esterno - fermo una per strada

sensazione interiore - sento che si scoccia e mi innervosisco

L'obiettivo della tecnica a questo punto è quello di distruggere con domande tettiche il collegamento che si è creato casualmente tra questi elementi.

Il limiting belief infatti prende vita da un errore logico che può essere corretto grazie ad un'analisi razionale, che ci dimostra la sua inesattezza.

Quindi:

- ogni volta che fermo una, questa si scoccia?

- e se la fermo per chiedere la strada? si scoccia?

- e se ho di fronte una persona scocciata mi innervosisco per forza?

- sono nervoso solo quando ho di fronte una persona scocciata?

Ara, mi sai dire fino a che punto sta tecnica è efficace? se è come dice Dave (che la presenta come una cosa potentissima) o meno?

E se è efficace, mi sai indirizzare verso un testo rintracciabile che la spieghi in modo completo?

Il testo di riferimento per Deangelo è "Mind Lines", che non sono riuscito a trovare sul P2P e non è mai stato tradotto in italiano.

a cui arachno risponde consigliando un testo e non solo:

Le tecnica di reframing sopracitata è il cosiddetto "Sleight of Mouth", molto cara a Dilts e a Robbins :)

Un testo in italiano di riferimento è "Il potere delle parole e della PNL" di Dilts.

Non possiedo ancora Mind-Lines, ma dovrei averlo presto :D ..a quanto ho letto/capito è in qualche modo il testo definitivo in merito :)

Sull'efficacia...posso dirti che la ritengo una signora tecnica di ristrutturazione :) è senz'altro meglio averne un'infarinatura piuttosto che no :D

Personalmente ritengo comunque che il vero problema sia individuare le credenze limitanti, rispetto al sciogliere la matassa per liberarsi da essa :) in altre parole...per alcune persone certe credenze limitanti lo sono a tal punto che non vengono nemmeno percepite come tali :D

eccone una invece al negativo,protagonisti sempre jdf e arachno:

Be', uno dei precetti base citati sul libro è che ogni giorno i samurai devono immaginare di morire in qualche modo atroce, sempre diverso. Così facendo perdono la paura del combattimento e della morte e combattono con ancora maggiore forza e sprezzo del pericolo.

Così stamattina ho avuto un'idea splendida (o almeno mi pare).

Ho provato a immaginare come può andare di merda un tentativo di apertura. MI sono infilato con gli occhi della mente nel più orrendo Crash&burn che mi venisse in mente.

Be', a parte che la situazione peggiore che potevo immaginare stamattina mi ha fatto ridere ("tutto qui?" ho pensato) ho intenzione di farlo ogni mattina per un po' e vedere se la paura si stempera come capitava ai vecchi samurai.

arachno risponde:

mica scemi i samurai :) penso sia un buon esercizio mentale, tralaltro non è molto diverso da una tecnica che usava Erickson  :D  :D  :D

ed anche alle critiche su questa tecnica:

in realtà è una strategia per esorcizzare le paure e non farsi prendere alla sprovvista in certe situazioni, non vedo il problema :)
Link to comment
Share on other sites

^X^

Ciao,

ci sono varie sfumature d street, e sono molto diverse l'una dall'altra.

Io ti consiglio di iniziare in situazioni che siano già da cazzeggio in partenza... i set il sabato sera non hanno lo stesso scopo di stare in street che, per dire, il lunedì mattina: sono potenzialmente molto più predisposti ad essere aperti.

Sai la cosa più facile? Aprire set fermi a guardare una vetrina: se è un negozio di scarpe, il successo è garantito al 90%. Soprattutto se sono scarpe femminili e tu chiedi un'opinione (field-testato... bho... 30 volte?)

Link to comment
Share on other sites

K

:thankyou: per la risposte

In queste occasioni mi trovo in modalità [sarge off] e il frame si azzera, questo è il problema.  In una situazione [sarge on], riesco ad aprire e a mantenere il discorso, ma in questi casi già è difficile che mi esca un ciao!!!

Se dai fastidio o le persone che stai approcciando hanno da fare TE LO DIRANNO LORO!

Non mi preoccupo del fatto di dare fastidio a loro, ma del fatto che Io mi possa ritreovare con lo stato mentale di star dando fastidio.

Faccio un esempio: L'altra sera mi sono ritrovato in pizzeria con degli amici superAFC (che già ti abbassano il frame), la (s)fortuna vuole che a servirci ci sia un HB9  :sbav:, beh malgrado lei venisse al nostro tavolo a prendere le ordinazioni e malgrado alcuni IOI da parte sua, IO non ho aperto  :meaculpa:,anche se però continuavo ad avere atteggiamenti alpha (tipo non distogliere EC quando LEI lo iniziava, postura e altre cose) tanto che quasi ci è rimasta male (per lo meno questo credo di aver letto dal suo BL, aperto all'inizio, completamente chiuso alla fine, tipo mi stesse facendo un freeze-out).

Alla fine il consiglio che voglio non è come aprire un set, ma come mantenermi nello stato [sarge on] ALMENO 25 ORE AL GIORNO  :D

Magari bastasse quello  o forse è meglio dire che per fortuna ci stanno molte altre skills da sviluppare prima di diventare un PUA, forse sono infinite, e forse un PUA è colui che ha aquisito determinate skills e riesce a creare qualcosa di nuovo sulla base di quelle e contemporaneamente a dimenticarsene totalmente uscendo dagli schemi razionali e creando lui stesso una nuova, diversa, realtà che per qualche assurdo motivo però sembra adattarsi perfettamente all'essenza vera delle cose, forse perchè è in questo che consiste l'essere artisti. Quindi forse per diventare PUA non basta imparare le skills (anche se impararle è essenziale all'inizio), ma si deve fare un passo in più. Come un musicista che impara a suonare, prima impara le scale, poi le varie tecniche, ma per diventare un'artista sul serio deve essere la sua musica, deve essere parte di ogni singola vibrazione, dimenticandosi della teoria e la tecnica e andando oltre la teoria e la tecnica.

Concordo in pieno, ma riuscire già ad aprire tutto quello che vuoi aprire è già un bel passo avanti

:yourock: :yourock: :yourock: :yourock:

*************************EDIT***************************************************

******

ci sono varie sfumature d street, e sono molto diverse l'una dall'altra.

Io ti consiglio di iniziare in situazioni che siano già da cazzeggio in partenza...

Questi set sono facili, il mio post non è riferito al fatto di non aprire ma al fatto di non riuscire ad aprire anche in situazioni impossibili, cioè se camminando per strada vedo un hb9,5, IO voglio aprire quella e non quelle ferme  a guardare le scarpe. Credo che più che un problema di apertura sia un problema di frame.

PS noto con piacere che abbiamo raccolto in un unico post tutte le tecniche per superare i blocchi in apertura

:thankyou:

Link to comment
Share on other sites

Elmer
Se dai fastidio o le persone che stai approcciando hanno da fare TE LO DIRANNO LORO!

Non mi preoccupo del fatto di dare fastidio a loro, ma del fatto che Io mi possa ritreovare con lo stato mentale di star dando fastidio.

Questa sì che è una pippona mentalona :D, cioè tu ti preoccupi di una probabile preoccupazione e la cosa bella è che entrambe le preoccupazioni non hanno senso :D, cioè la seconda non ha senso e di conseguenza anche la prima.

La mente umana è talmente complessa che a volte le sue potenzialità ci si ritorcono contro per il semplice fatto che non le sappiamo gestire, tranquillo succede anche a me e forse a un po tutti :rolleyez:

Però ci si può lavorare, e penso che la chiave sia la pratica :)

Alla fine il consiglio che voglio non è come aprire un set, ma come mantenermi nello stato [sarge on] ALMENO 25 ORE AL GIORNO  :D

Il cervello è abitudinario, più fai qualcosa di piacevole, più lo farai spesso, più sargi, più sargerai spesso, e i risultati saranno migliori :)

ciao

Link to comment
Share on other sites

sweetangel
Il cervello è abitudinario, più fai qualcosa di piacevole, più lo farai spesso, più sargi, più sargerai spesso, e i risultati saranno migliori :)

ciao

verissimo :cool2:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...