Jump to content

L'imbarazzo


caronte
 Share

Recommended Posts

caronte

:ehm:

Chi non ne soffre?

Per molti, nell'approccio, e' un nemico ancora piu' insopportabile della paura del rifiuto.

Qui http://www.youtube.com/watch?v=oTujgo6Ud1I...related&search= un grandissimo filmato sull'imbarazzo, le sue cause e le conseguenze.

Da questo filmato riusciamo a trovare degli spunti per superarlo?

Sarebbe una discussione molto istruttiva, secondo me.

Link to comment
Share on other sites

Motivator

Mah, io vado controcorrente e dico che sono contento di provare imbarazzo anche solo guardando queste situazioni, perche' e' proprio cosi' che si evita di comportarsi come delle bestie e mancare di rispetto per il prossimo. Provare imbarazzo per le situazioni descritte del filmato e' solo positivo e sinceramente questa sensazione me la tengo stretta e non ho alcuna intenzione di rimuoverla.

In chiave puistica, io credo ci sia una differenza di fondo da fare, cioe' distinguere l'imbarazzo vero e proprio (come quello del filmato)  da quello che viene generato quando si fa qualcosa in cui non c'e' nulla da vergognarsi, ma che semplicemente non siamo abituati a fare. Sargiare, per chi non e' abituato a farlo, puo' essere imbarazzante, ma in fondo se ci pensiamo attentamente non c'e' nulla di cui vergognarsi, non stiamo mancando di rispetto verso gli altri,  credo sia proprio per questo che tutti i guru consigliano vivamente di provare molte volte, sia per migliorare le proprie tecniche che per vincere questo imbarazzo per mancanza di "abitudine".

Immagino che un Prieras o uno XAX non provino piu' imbarazzo nell'approccio perche' ormai hanno rotto il ghiaccio.

Link to comment
Share on other sites

kyros

Ecco! questo video è bellissimo!

Oltra al linguaggio del corpo che è importantissimo, da qui si capisce perchè bisogna essere alpha

"la persona che prova imbarazzo e anche chi sta vicino a quella che ha provato imbarazzo!"

Da sfruttare anche la situazione, c'è gente disposta a fare qualcosa che in condizioni normali non avrebbe mai fatto ( quì ad esempio il tizio compra i guanti pur di poter uscire da quella situazione).

Bel post, molto costruttivo!

Link to comment
Share on other sites

Compatto

Stavo notando, approposito dell'imbarazzo, una cosa che mi succede ogni tanto...e che credo succeda anche a molta altra gente. Una reazione praticamente incontrollata: ARROSSIRE.

Mi è capitato anche da pochissimo in un negozio, a causa di domande irriverenti di una commessa su di un regalo che stavo comprando...lei se n'è accorta e tutta sghignazzante mi ha preso in giro per il rossore  :ehm:

Io fortunatamente l'ho presa a ridere, a dire che ero un timidone e cavolate varie...ho improvvisato per bene e mi sono salvato... :rolleyez:

comunque è una cosa che non mi piace affatto...quindi non saprei...se qualcuno conosce qualche metodo per evitare l'imbarazzo...mi illumini  :-P

gracias  :metal:

Link to comment
Share on other sites

mercuzio

Come si dice nel video, l'imbarazzo deriva dal tipo di regole e dalla storia dell'individuo.

Non credo che esista un modo per controbatterlo... se non un modo radicale per sovvertire le priorità dell'individuo stesso.

Ad esempio: uno spesso si imbarazza di fronte ad una HB10. Ma a furia di aprirle, arriva un momento in cui ci si sta a proprio agio e non ci si imbarazza più.

Allo stesso modo, parlare in pubblico... le prime volte, forse, ci si sotterrerebbe... ma dopo un po' di volte s'impara. Credo che l'unico modo sia affrontare le "paure" ataviche...

Link to comment
Share on other sites

trinciatop

Caro Caronte, se ci pensi

imbarazzo = inesperienza

secondo le leggi della logica....

si potrebbe scrivere: esperienza=nessun imbarazzo

magari sotto quest'ottica sembra tutto diverso...vero?

Ora sai su cosa devi lavorare ;)

Link to comment
Share on other sites

Caro Caronte, se ci pensi

imbarazzo = inesperienza

secondo le leggi della logica....

si potrebbe scrivere: esperienza=nessun imbarazzo

magari sotto quest'ottica sembra tutto diverso...vero?

Ora sai su cosa devi lavorare ;)

fantastico.....

in poche righe hai creato un post da incorniciare!

complimenti trincia.

si potrebbe anche creare una routine "imbarazzo" "ragazzo/amico imbarazzato"...;-)

enjoy

Hell

Link to comment
Share on other sites

caronte

Ragazzi, sono contento che si sia creata una bella discussione su questo punto.

Aggiungo un paio di considerazioni che ho maturato leggendo i vostri post.

1- Domanda: se noi conosciamo le conseguenze dell'imbarazzo (nel BL, soprattutto), possiamo capire quando e se il nostro interlocutore si trova appunto in una tale fase,  in modo da poterlo mettere a nostro agio e spostarci verso una situazione di comfort?

2- Come si vede nel filmato, chi prova imbarazzo si trova in una situazione di sudditanza rispetto a qualcun altro che impone il frame (e' il caso del tizio che compra i guanti e dei due che spargono benzina nel bosco - assurdo, fra l'altro :D).

Domanda: conoscendo come creare imbarazzo, possiamo sfruttare questa situazione come arma a nostro vantaggio?

Penso al caso di HB particolarmente sprucide, tirate e altezzose, dove neppure i NEG siano riusciti nel loro compito...TAAAAAC! creiamo imbarazzo nella HB e ristabiliamo/imponiamo la nostra posizione di dominanza. Potrebbe funzionare?

[mi viene in mente anche un report di Arachno in cui chiede ad una tipa "Lo succhi?" riferendosi alla fettina di limone del cocktail, la tipa si imbarazza e lui se ne esce con la battuta "Mi riferivo al limone..."]

Infine rispondo a Trincia:

non sono d'accordo sull'equazione imbarazzo=inesperienza. Magari in alcuni casi particolari puo' essere cosi', ma seguimi nel ragionamento.

Per me imbarazzo = [situazione/circostanza/atto che ci catapulta fuori dalla nostra zona di comfort]

come esempio, ti porto il caso delle classiche "Figure Di Merda" :D

La FDM ci mette il piu' delle volte in imbarazzo. E non e' con l'esperienza che posso evitare di fare FDM (a volte si ;)), perche' per quante esperienze io possa fare, non le posso fare tutte e mi trovero' di sicuro in qualche situazione in cui provero' imbarazzo.

La soluzione quindi quale potrebbe essere? Boh, non sono mica Mandrake, io.

Pero' mi viene in mente un motto noto negli ambienti dello scoutismo: "estote parati" (siate pronti). Nel senso che, in quanto l'imbarazzo e' inevitabile, preventiviamolo. Non facciamocene un problema e lasciamocelo scorrere via con la stessa velocita' con cui e' arrivato.

Link to comment
Share on other sites

trinciatop
Per me imbarazzo = [situazione/circostanza/atto che ci catapulta fuori dalla nostra zona di comfort]

come esempio, ti porto il caso delle classiche "Figure Di Merda" :D

La FDM ci mette il piu' delle volte in imbarazzo. E non e' con l'esperienza che posso evitare di fare FDM (a volte si ;)), perche' per quante esperienze io possa fare, non le posso fare tutte e mi trovero' di sicuro in qualche situazione in cui provero' imbarazzo.

il tuo punto di vista su molti aspetti ha dei lati un po' oscuri, almeno per i miei parametri basati sul mio innergame.

comunque quello che intendo io è molto semplice: più figure di merda fai e più te ne sentirai abituato da saperle gestire addirittura come un gioco. E proprio questo che contraddistiungue afc dal pua. Il primo si mette a piangere per un due di picche. Il secondo continua avanti col game senza scomporsi...perchè è un professionista e magari proprio quella sicurezza di sè che ha acquisito facendo figure di merda gli permetterà di superare le barriere della ragazza in modo molto tranquillo. Quelle che per una altra persona sono da considerare figure di merda, per lui sono solo feedback, risposte, dinamiche da valutare, gli sono capitate tante volte che ora sa come gestirle e aggirarle...in fondo per lui non sono figure di merda, sono solo solletico.

Parliamoci chiaro...quale è il vero significato della frase "figura di merda" (riferito alla seduzione di una donna)?

Forse nemmeno esiste se ci pensi. Tutto si può solo banalmente ricondurre al rapporto tra IOI e IOD. Ma un pua dovrebbe essere abituato a ribaltare iod in ioi quando possibile o salutare la ragazza se non è il caso di andare oltre. Un IOD è solo un indicatore. Non è una figura di merda.

E' l'esperienza che ti porta a capire quali sono gli indicatori da valutare e soppesare e darti la giusta sensibilità per gestirli. 

Lo so che sono discorsi difficili da fare questi, e pure io trovo difficoltà a spiegarmi per il meglio, ma fidati...provare per credere.  :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...