Vai al contenuto
EdoardoG

Un vostro parere/consiglio

Recommended Posts

Premesse: due mesi fa ho accettato felicemente di entrare a far parte di un "harem" di un ragazzo che ha una relazione aperta con la fidanzata e altre relazioni con alcune che chiameremo secondarie, io sono una di quelle (la genesi la trovate sul mio diario, il post con l'immagine degli scacchi ma qui poco importa)

Fin da subito ha specificato che relazione come la intende lui non è sentirsi o vedersi tutti i giorni. Ok, mi sta benissimo

Questione: è parecchio tempo che non lo vedo, quasi un mese e in questo mese ci siamo sentiti un paio di volte, qualche messaggio ma molto superficiale. Se ho voglia di sentirlo o lui con me ci scriviamo normalmente, senza pensare a strategie, tempistiche o che. Solo che che praticamente quando lo sento gli faccio un po' da sfogatoio. Ok, lo faccio per molti non è questo il punto ma mi sembra che sia io a sostenerlo emotivamente e psicologicamente. 

So che ha i suoi buoni motivi per avere paura di deludere le persone che ha intorno e c'è pure una forte paura dell'abbandono. Riconosco che, rispetto a ciò che ho potuto percepire, sembrerebbe che la fidanzata e l'altra secondaria si appoggino a lui e lui fa di tutto per esserci (davvero encomiabile) ma che allo stesso tempo nei miei confronti avvenga il contrario, come se lui si appoggiasse a me psicologicamente parlando, infatti se mi scrive è per sfogarsi o comunque mettermi al corrente delle sue debolezze (che emergono poco alla volta, quando a me piacerebbe sincerità e trasparenza fin da subito ma la psiche è una cosa delicata, ci vuole tanta pazienza)

Forse sono partita con troppe aspettative perché leggevo cose mirabolanti sulle MLTR qui ma, anche quando mi sono ridimensionata, pensavo comunque che i componenti di questo harem, a tutti i livelli, fossero persone combattive e che non ci fosse poi così tanto la logica dell'appoggio e della paura della solitudine.

È anche vero che lui per me non è il primo con cui ho dei rapporti sessuali quindi sicuramente ho una visione più distaccata

Sesso: anche qui forse partivo prevenuta, troppo prevenuta ma capisco che se uno ha degli stress di carattere psicologico anche la sessualità ne risente (per dire sono tre volte che ci vediamo, sempre a distanza di molti giorni, che di fatto non vengo scopata dove io intendo pene-trazione, non con le dita). La connessione psicologica non c'è mai stata, almeno da parte mia, non nel senso di come l'ho già sperimentata in passato o la sperimento tutt'ora con altre persone

Ciò nonostante vorrei che il Next fosse proprio l'ultima spiaggia. Se voglio sesso e basta sono autorizzata ad andare con altri basta che glielo dico, il mare è pieno di pesci ecc ecc. Però mi pare anche troppo facile buttare a mare le situazioni che non sono come io me le sarei aspettate

Lo stimo molto come persona, è arguto e intelligente anche se tanto tanto fragile psicologicamente. Forse da uno che sta in MLTR/coppia aperta poliamorosa mi sarei aspettata una guida lui a me non viceversa

Sostanzialmente, da sborratoio (poco) sono diventata sfogatoio (parecchio)

Siccome si tratta di una situazione nuovissima vi ho messi al corrente perché altre teste sono sempre molto utili per sviscerare certe cose

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli stai facendo da "psicologa" mentre lui probabilmente se la gode più con le "altre".

Dico io ma perché farsi usare e andarsi a mettere in queste situazioni assurde? Per quanto possa essere un esperimento o una nuova moda. 

Poi va male pure sul piano sessuale, non c'è connessione e lo vedi ogni morte di papa mentre nel frattempo sta con le altre.

Ma fate proprio di tutto per farvi male? 

Quello che stimi non è lui. Tu stimi l'illusione che hai di lui. O di quello che ti fa credere. Non ne trai nessun beneficio da quello che scrivi e né piacere. 

Probabilmente altri ti risponderanno in maniera molto diversa, sono curioso. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Cose mirabolanti non esistono da nessuna parte, o quasi.
Le MLTR sono relazioni a tutti gli effetti, eccetto per il fatto che si possano avere relazioni multiple (identificabili in primarie e secondarie se vogliamo, ma tutte quante relazioni)
Io qui non vedo NULLA, di tutto ciò.
Non si riesce proprio a capire il senso di questa "relazione" (?)... non saprei sinceramente come identificarla.

Dici che vi sentite poche volte al mese, vi vedete e non si va oltre al ditalino.
Dici che non c'è mai stata connessione psicologica.

Non vedo proprio il motivo di mandare avanti questa farsa, o stare ad interrogarsi sui perché e i per come.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2 minuti fa, kurayami ha scritto:

Alla fine, o hai questo tipo di "capacità" di gestire e bilanciare tutto il tuo spettro emotivo .... oppure finisce che hai una relazione monogama divisa solo tra piu' individui.

Esattamente questo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Apollodoro ha scritto:

Gli stai facendo da "psicologa" mentre lui probabilmente se la gode più con le "altre".

Dico io ma perché farsi usare e andarsi a mettere in queste situazioni assurde? Per quanto possa essere un esperimento o una nuova moda. 

Che se la goda buon per lui, ma vista la situazione se se la godesse veramente non sarebbe così, ha più volte ammesso che in confronto a lui io sono perfetta e invincibile (non ho mai creduto nella perfezione)

Non mi sono mai sentita usata perché comunque non ci sto sotto inteso come innamoramento o one itis

7 minuti fa, kurayami ha scritto:

la possibilità che questa scelta sia fatta perche' derivata da una vera e propria intelligenza emotiva è molto raro.

Intelligenza emotiva che, come saprai, non c'entra niente con intelligenza analitica, cultura e "arguzia"

Hai ragione Kura, è proprio questo che manca e credo di aver sicuramente un'idea sbagliata della MLTR. Però tutto sommato pensavo di mettermi in gioco e crescere anche se la realtà non rispecchia la mia fantasia, lo vedo come un percorso con sacrifici, ricalibrazione di sè ecc ma forse non è ancora questa la mia via

 

9 minuti fa, Anonimo.92 ha scritto:

Io qui non vedo NULLA, di tutto ciò.
Non si riesce proprio a capire il senso di questa "relazione" (?)... non saprei sinceramente come identificarla.

Esatto, anch'io non capisco come lui possa chiamarla relazione nonostante i "io non ti vedo solo per il sesso, in una relazione non c'è solo sesso, il sesso è tante cose, non serve vedersi o sentirsi spesso" mah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, EdoardoG ha scritto:

Che se la goda buon per lui, ma vista la situazione se se la godesse veramente non sarebbe così, ha più volte ammesso che in confronto a lui io sono perfetta e invincibile (non ho mai creduto nella perfezione)

E' per questo che cerca da te consigli. E' un po' paradossale in effetti. 

2 minuti fa, EdoardoG ha scritto:

Esatto, anch'io non capisco come lui possa chiamarla relazione nonostante i "io non ti vedo solo per il sesso, in una relazione non c'è solo sesso, il sesso è tante cose, non serve vedersi o sentirsi spesso" mah

"Lui"? 

Devi cercare quello che è buono per te e non per lui. Questo "lui" mi sembra qualcuno a cui basta fin troppo poco per definire una relazione una relazione. 

Sei tu che devi cercare una "Vera" relazione. Questa non lo è "abbastanza". Di certo non per te. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciò su cui mi piacerebbe avere lumi è perché io non sento la voglia di nextarlo

Cioè la connessione psicologica ce l'ho con altri, il sesso scarseggia ma se volessi non sarebbe un problema, gli faccio da sfogatoio e nonostante questo non lo nexto

Se fosse che mi scopa e basta sarebbe trombamicizia e tutto ok (al più una vorrebbe volere di più ma cazzi suoi di lei), se non mi scopasse sarebbe amicizia magari io potrei illudermi di volerlo come relazione ma a lui non piaccio abbastanza, e sarebbero comunque affari miei che mi devo risolvere

Ma perché la mia mente non sente la voglia di nextarlo??

Ho anche pensato alla cosa della paura della solitudine ma se fosse così non avrebbe senso visto che con lui non mi sento non-sola

La felicità che vivo ora non dipende dalla "relazione" con lui, infatti ci ho pensato un po' prima di scrivere 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, EdoardoG ha scritto:

Hai ragione Kura, è proprio questo che manca e credo di aver sicuramente un'idea sbagliata della MLTR. Però tutto sommato pensavo di mettermi in gioco e crescere anche se la realtà non rispecchia la mia fantasia, lo vedo come un percorso con sacrifici, ricalibrazione di sè ecc ma forse non è ancora questa la mia via

So che ora generalizzo molto, quindi ci sono sicuramente delle eccezioni.

E rispetto e, in un certo modo, ammiro la tua voglia di fare esperienze e il tuo percorso di sacrifici.

Ma è anacronistico tacciare di via "giusta" o "sbagliata", ora come ora.

Per entrare in una VERA MLTR devi avere un bagaglio di esperienze alle spalle veramente non indifferente.

Devi sapere come reagire alle varie dinamiche che ti si presentano.

A porti di fronte carattere, bisogni e aspettative diverse.

A bilanciare molto bene (come ti dicevo prima) "ragione e sentimento".

Ma, soprattutto, devi avere una conoscenza di TE , fatta e finita.

O che ci si avvicini.

Difficile trovare queste cose in un under 30. O anche under 40.

La maggior parte degli under 30 che parlano di MLTR, in realtà stanno solo cazzeggiando in giro e limitano il discorso 90% al sesso.

So che ci sono utenti in questo forum che la vivono davvero per quella che è e, soprattutto, la vivono bene.

Ma ti assicuro che non hanno 25 anni.

Magari chiedi consiglio a loro.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, EdoardoG ha scritto:

Premesse: due mesi fa ho accettato felicemente di entrare a far parte di un "harem" di un ragazzo che ha una relazione aperta con la fidanzata e altre relazioni con alcune che chiameremo secondarie, io sono una di quelle (la genesi la trovate sul mio diario, il post con l'immagine degli scacchi ma qui poco importa)

Fin da subito ha specificato che relazione come la intende lui non è sentirsi o vedersi tutti i giorni. Ok, mi sta benissimo

Questione: è parecchio tempo che non lo vedo, quasi un mese e in questo mese ci siamo sentiti un paio di volte, qualche messaggio ma molto superficiale. Se ho voglia di sentirlo o lui con me ci scriviamo normalmente, senza pensare a strategie, tempistiche o che. Solo che che praticamente quando lo sento gli faccio un po' da sfogatoio. Ok, lo faccio per molti non è questo il punto ma mi sembra che sia io a sostenerlo emotivamente e psicologicamente. 

So che ha i suoi buoni motivi per avere paura di deludere le persone che ha intorno e c'è pure una forte paura dell'abbandono. Riconosco che, rispetto a ciò che ho potuto percepire, sembrerebbe che la fidanzata e l'altra secondaria si appoggino a lui e lui fa di tutto per esserci (davvero encomiabile) ma che allo stesso tempo nei miei confronti avvenga il contrario, come se lui si appoggiasse a me psicologicamente parlando, infatti se mi scrive è per sfogarsi o comunque mettermi al corrente delle sue debolezze (che emergono poco alla volta, quando a me piacerebbe sincerità e trasparenza fin da subito ma la psiche è una cosa delicata, ci vuole tanta pazienza)

Forse sono partita con troppe aspettative perché leggevo cose mirabolanti sulle MLTR qui ma, anche quando mi sono ridimensionata, pensavo comunque che i componenti di questo harem, a tutti i livelli, fossero persone combattive e che non ci fosse poi così tanto la logica dell'appoggio e della paura della solitudine.

È anche vero che lui per me non è il primo con cui ho dei rapporti sessuali quindi sicuramente ho una visione più distaccata

Sesso: anche qui forse partivo prevenuta, troppo prevenuta ma capisco che se uno ha degli stress di carattere psicologico anche la sessualità ne risente (per dire sono tre volte che ci vediamo, sempre a distanza di molti giorni, che di fatto non vengo scopata dove io intendo pene-trazione, non con le dita). La connessione psicologica non c'è mai stata, almeno da parte mia, non nel senso di come l'ho già sperimentata in passato o la sperimento tutt'ora con altre persone

Ciò nonostante vorrei che il Next fosse proprio l'ultima spiaggia. Se voglio sesso e basta sono autorizzata ad andare con altri basta che glielo dico, il mare è pieno di pesci ecc ecc. Però mi pare anche troppo facile buttare a mare le situazioni che non sono come io me le sarei aspettate

Lo stimo molto come persona, è arguto e intelligente anche se tanto tanto fragile psicologicamente. Forse da uno che sta in MLTR/coppia aperta poliamorosa mi sarei aspettata una guida lui a me non viceversa

Sostanzialmente, da sborratoio (poco) sono diventata sfogatoio (parecchio)

Siccome si tratta di una situazione nuovissima vi ho messi al corrente perché altre teste sono sempre molto utili per sviscerare certe cose

Ma hai mai preso l'iniziativa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

      • 14 Posts
      • 538 Views
      • 42 Posts
      • 1624 Views
      • 12 Posts
      • 397 Views
      • 5 Posts
      • 217 Views
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×