Vai al contenuto
Speciale

Il mio carattere fa cagare

Recommended Posts

Speciale

Ciao raga, scrivo per la prima volta in questa sezione, volevo chiedere il vostro parere sul mio carattere.

Diciamo che mi è venuto lo stimolo di scrivere questo post ieri notte, dopo che ho fatto una riflessione su me stesso, dopo un certo avvenimento (sempre accaduto ieri notte) che ora vi racconterò.

Bar, stavo parlando del più e del meno con un mio amico quando a un certo punto mi ha parlato che aveva intenzione di mettersi un orecchino, allora io (che è un po' che me li vorrei mettere) gli ho fatto la battutina che me li sarei fatti, subito dopo ho chiesto scherzosamente il parere di una mia amica che mi ha smontato: semplicemente mi ha detto che sembrerei un coglione, perché non si addicono per niente al mio portamento e al mio carattere. Questo mi ha fatto venire un immediato flashback di un paio di settimane fa dove parlavo con alcuni miei colleghi dell'università sui tatuaggi, e anche in quel caso dissi che me ne farei un bel paio, e notai subito lo sguardo di uno che sicuramente non se lo aspettava da me.

Tutto questo per farvi capire che, sicuramente, sono visto dagli altri come un coglione (cosa se no?)

Allora ho pensato che forse io non mi rendo conto che se appaio in questo modo...vuol dire che c'è qualcosa che non va.

È vero, il mio carattere fa cagare e molto spesso mi sento 'fuori dal coro'.

Sarà per il fatto che non fumo e non bevo (non lo faccio per essere 'il bravo ragazzo' ma semplicemente perché non mi piace), sarà per il fatto che molto spesso sono zitto perché gli unici discorsi che si fanno sono: "ma la finale l'hai vista?" Oppure roba tipo: "no raga, ieri ero sfatto perso, non avete idea".

Cazzo, ma è possibile che in qualunque posto vada, qualunque persona parli(ovviamente non tutte per fortuna) i discorsi siano sempre gli stessi? Sempre, a ripetizione, le solite cazzate?

In conclusione, potrei essere visto in un certo modo, per il fatto che non mi sono 'omologato'.

Forse è anche per questo che ho perso la verginità un paio di mesi fa (a 22 anni), e mi sono pure affezzionato alla ragazza, probabilmente, perché ho paura di non riuscire a trovarne una dopo (lei ha voluto conoscere me tramite un mio collega), se non fosse per lei sarei di sicuro ancora vergine.

L'unica volta in cui ci ho provato con una ragazza è stata l'anno scorso, quando ho aiutato una tipa a passare un esame, poi le avevo chiesto se la potevo invitare a prendere qualcosa, ma la sua risposta fu "a me fa piacere, ma non vorrei fraintendessi le mie intenzioni" (piccola parentesi)

Cambiare? Non so se sono ancora in tempo... ormai sono abbastanza adulto, penso che il mio carattere, a questo punto, sia bello che consolidato.

Ho un problema di bassa autostima, e penso anche altro...forse problemi di socializzazione (ho molti amici, ma con le persone nuove sono sempre un po' a disagio)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

EdoardoG

Non per indurti a pensare di essere il migliore ma dagli esempi che hai fatto, più che far cagare il tuo carattere, sono i feedback che ricevi che provengono da gente un po' "semplice"

Sembri, per certi versi, la versione maschile di me ma alla fine basta cambiare compagnie

Penso sia profondamente sbagliato se ti sforzi di cambiare carattere per omologarti a quella gente, io non lo vedo come un affare, ma proprio per niente

Per quanto riguarda l'autostima è un altro discorso e non dipende dagli altri ma solo da se stessi quindi a maggior ragione non devi cambiare per omologarti ma semmai per piacerti di più

Con gli amici che hai riesci a sentirti sereno o ci esci giusto per non rimanere da solo?

Da come scrivi non mi sembri molto rattristato dal tuo carattere ma solamente noti delle frizioni con gli altri, o, meglio, quelli che frequenti e che sanno parlare solo di calcio, per cui per divertirsi occorre bere, fumare ecc ecc

Il fatto di sentirsi fuori da certi cori secondo me è solo positivo

Quello che non ho capito bene è questo: cosa veramente vorresti fare e che a causa del tuo carattere (come dici tu) non ti è permesso? 

Perché mi pare di capire che i discorsi che fanno gli altri non ti piacciono (e non sta scritto da nessuna parte che devi farteli piacere) e nemmeno ti piace bere e fumare (e anche qui non c'è scritto da nessuna parte che te li devi far piacere per forza)

Quindi mi sa che si tratta di trovare gente che fa per te più che cambiare il tuo carattere per uniformarti a persone con gusti che non sono nelle tue corde

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gerard
Inviato (modificato)
40 minuti fa, Speciale ha scritto:

Ciao raga, scrivo per la prima volta in questa sezione, volevo chiedere il vostro parere sul mio carattere.

Diciamo che mi è venuto lo stimolo di scrivere questo post ieri notte, dopo che ho fatto una riflessione su me stesso, dopo un certo avvenimento (sempre accaduto ieri notte) che ora vi racconterò.

Bar, stavo parlando del più e del meno con un mio amico quando a un certo punto mi ha parlato che aveva intenzione di mettersi un orecchino, allora io (che è un po' che me li vorrei mettere) gli ho fatto la battutina che me li sarei fatti, subito dopo ho chiesto scherzosamente il parere di una mia amica che mi ha smontato: semplicemente mi ha detto che sembrerei un coglione, perché non si addicono per niente al mio portamento e al mio carattere. Questo mi ha fatto venire un immediato flashback di un paio di settimane fa dove parlavo con alcuni miei colleghi dell'università sui tatuaggi, e anche in quel caso dissi che me ne farei un bel paio, e notai subito lo sguardo di uno che sicuramente non se lo aspettava da me.

Tutto questo per farvi capire che, sicuramente, sono visto dagli altri come un coglione (cosa se no?)

Allora ho pensato che forse io non mi rendo conto che se appaio in questo modo...vuol dire che c'è qualcosa che non va.

Più che un problema di carattere, o di essere visto come "un coglione", il tuo è un problema di errata percezione di te stesso.

C'è una disallineamento tra l'immagine gli altri hanno di te, e la tua autoimmagine. Da un lato pensi che saresti figo, interessante, alla moda con un orecchino o con qualche tatuaggio, dall'altro chi ti osserva ti percepisce in modo totalmente differente e ti dice a chiare lettere che queste aggiunte stonerebbero sulla tua persona.

Perchè se ascolti gli Slayer, se ti piace l'informatica, se giochi ai videogames, se leggi i manga, se odi le discoteche e le situazioni chiassose, non sarà un orecchino o un tatuaggio sul braccio a renderti magicamente figo, attraente e alla moda. Non saranno certo 2 inezie a cambiare l'immagine percepita dagli altri. Sarebbe come se una sera uscissi con una camicia rosa o gli stivali in pelle di pitone....un altro farebbe un figurone, tu faresti ridere.

Io non so la tua età, forse avrai trai 18 e i 25 anni come la maggior parte degli utenti qui dentro, e certi errori alla tua età sono anche giustificati, ma io vedo persone di 30 anni suonati che potrebbero essere padri di famiglia credere fermamente che grazie a un piercing avranno finalmente l'aria da cattivo ragazzo che tanto piace alle donne, e magicamente cadranno tutte ai loro piedi...

 

 

Modificato da Gerard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Improve Your Skill
1 ora fa, Speciale ha scritto:

Ciao raga, scrivo per la prima volta in questa sezione, volevo chiedere il vostro parere sul mio carattere.

Diciamo che mi è venuto lo stimolo di scrivere questo post ieri notte, dopo che ho fatto una riflessione su me stesso, dopo un certo avvenimento (sempre accaduto ieri notte) che ora vi racconterò.

Bar, stavo parlando del più e del meno con un mio amico quando a un certo punto mi ha parlato che aveva intenzione di mettersi un orecchino, allora io (che è un po' che me li vorrei mettere) gli ho fatto la battutina che me li sarei fatti, subito dopo ho chiesto scherzosamente il parere di una mia amica che mi ha smontato: semplicemente mi ha detto che sembrerei un coglione, perché non si addicono per niente al mio portamento e al mio carattere. Questo mi ha fatto venire un immediato flashback di un paio di settimane fa dove parlavo con alcuni miei colleghi dell'università sui tatuaggi, e anche in quel caso dissi che me ne farei un bel paio, e notai subito lo sguardo di uno che sicuramente non se lo aspettava da me.

Tutto questo per farvi capire che, sicuramente, sono visto dagli altri come un coglione (cosa se no?)

Allora ho pensato che forse io non mi rendo conto che se appaio in questo modo...vuol dire che c'è qualcosa che non va.

È vero, il mio carattere fa cagare e molto spesso mi sento 'fuori dal coro'.

Sarà per il fatto che non fumo e non bevo (non lo faccio per essere 'il bravo ragazzo' ma semplicemente perché non mi piace), sarà per il fatto che molto spesso sono zitto perché gli unici discorsi che si fanno sono: "ma la finale l'hai vista?" Oppure roba tipo: "no raga, ieri ero sfatto perso, non avete idea".

Cazzo, ma è possibile che in qualunque posto vada, qualunque persona parli(ovviamente non tutte per fortuna) i discorsi siano sempre gli stessi? Sempre, a ripetizione, le solite cazzate?

In conclusione, potrei essere visto in un certo modo, per il fatto che non mi sono 'omologato'.

Forse è anche per questo che ho perso la verginità un paio di mesi fa (a 22 anni), e mi sono pure affezzionato alla ragazza, probabilmente, perché ho paura di non riuscire a trovarne una dopo (lei ha voluto conoscere me tramite un mio collega), se non fosse per lei sarei di sicuro ancora vergine.

L'unica volta in cui ci ho provato con una ragazza è stata l'anno scorso, quando ho aiutato una tipa a passare un esame, poi le avevo chiesto se la potevo invitare a prendere qualcosa, ma la sua risposta fu "a me fa piacere, ma non vorrei fraintendessi le mie intenzioni" (piccola parentesi)

Cambiare? Non so se sono ancora in tempo... ormai sono abbastanza adulto, penso che il mio carattere, a questo punto, sia bello che consolidato.

Ho un problema di bassa autostima, e penso anche altro...forse problemi di socializzazione (ho molti amici, ma con le persone nuove sono sempre un po' a disagio)

cerco di darti per punti la mia visione personale:

- non so se gli altri ti vedano come un coglione, quel che so è che gli altri, vuoi per pigrizia o per superficialità, tendono a categorizzare le persone, soprattutto all'interno di un gruppo. È uno status quo che li rassicura, quindi se tu per dire sei sempre stato il giullare (tu generico), nel momento in cui tenterai di essere serio il gruppo si opporrà a questa cosa.

- se ti trovi con persone con cui pensi di non aver nulla da dire, che parlano di cose che non ti interessano, valuta di frequentare (anche) altre persone. Non mi pare un problema di carattere quanto più di compatibilità, e nei gruppi è molto comune, meno ci si omologa più gli altri tendono a farci sembrare "sbagliati".

- cerca di non pensare che senza questa ragazza non avresti trovato nessuna, ma mi rendo conto che se uno ha bassa autostima è difficile 

-sei sempre in tempo per cambiare, e con cambiare non intendo modificare il tuo carattere quanto cambiare il modo di porti in certe situazioni, costruendo la tua autostima. Io ho quasi 26 anni e tutt'ora mi sento ben lungi dall'essere fatto e finito, non autolimitarti

In conclusione, posso dirti che il confine tra rimanere se stessi e cambiare in meglio non è sempre evidente, ci sono momenti e momenti, l'importante è che tu capisca quanto di buono hai e su cosa puoi lavorare, ma per te stesso in primis. So che il mio è un discorso molto vago ma nel caso si può approfondire. E ripeto, sono cose che vivo spesso, in bilico tra cinismo e accettazione di ciò che non va, non sono assolutamente "arrivato", ma penso di capirti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

leavingmyheart
6 ore fa, Speciale ha scritto:

Ciao raga, scrivo per la prima volta in questa sezione, volevo chiedere il vostro parere sul mio carattere.

Diciamo che mi è venuto lo stimolo di scrivere questo post ieri notte, dopo che ho fatto una riflessione su me stesso, dopo un certo avvenimento (sempre accaduto ieri notte) che ora vi racconterò.

Bar, stavo parlando del più e del meno con un mio amico quando a un certo punto mi ha parlato che aveva intenzione di mettersi un orecchino, allora io (che è un po' che me li vorrei mettere) gli ho fatto la battutina che me li sarei fatti, subito dopo ho chiesto scherzosamente il parere di una mia amica che mi ha smontato: semplicemente mi ha detto che sembrerei un coglione, perché non si addicono per niente al mio portamento e al mio carattere. Questo mi ha fatto venire un immediato flashback di un paio di settimane fa dove parlavo con alcuni miei colleghi dell'università sui tatuaggi, e anche in quel caso dissi che me ne farei un bel paio, e notai subito lo sguardo di uno che sicuramente non se lo aspettava da me.

Tutto questo per farvi capire che, sicuramente, sono visto dagli altri come un coglione (cosa se no?)

Allora ho pensato che forse io non mi rendo conto che se appaio in questo modo...vuol dire che c'è qualcosa che non va.

È vero, il mio carattere fa cagare e molto spesso mi sento 'fuori dal coro'.

Sarà per il fatto che non fumo e non bevo (non lo faccio per essere 'il bravo ragazzo' ma semplicemente perché non mi piace), sarà per il fatto che molto spesso sono zitto perché gli unici discorsi che si fanno sono: "ma la finale l'hai vista?" Oppure roba tipo: "no raga, ieri ero sfatto perso, non avete idea".

Cazzo, ma è possibile che in qualunque posto vada, qualunque persona parli(ovviamente non tutte per fortuna) i discorsi siano sempre gli stessi? Sempre, a ripetizione, le solite cazzate?

In conclusione, potrei essere visto in un certo modo, per il fatto che non mi sono 'omologato'.

Forse è anche per questo che ho perso la verginità un paio di mesi fa (a 22 anni), e mi sono pure affezzionato alla ragazza, probabilmente, perché ho paura di non riuscire a trovarne una dopo (lei ha voluto conoscere me tramite un mio collega), se non fosse per lei sarei di sicuro ancora vergine.

L'unica volta in cui ci ho provato con una ragazza è stata l'anno scorso, quando ho aiutato una tipa a passare un esame, poi le avevo chiesto se la potevo invitare a prendere qualcosa, ma la sua risposta fu "a me fa piacere, ma non vorrei fraintendessi le mie intenzioni" (piccola parentesi)

Cambiare? Non so se sono ancora in tempo... ormai sono abbastanza adulto, penso che il mio carattere, a questo punto, sia bello che consolidato.

Ho un problema di bassa autostima, e penso anche altro...forse problemi di socializzazione (ho molti amici, ma con le persone nuove sono sempre un po' a disagio)

 

Non è che sei vecchio, è che non ci sono i numeri. Non puoi trarre una conclusione su "la tipa l'anno scorso" e gli aneddoti sui piercing.

Se non c'è selvaggina con cui lavorare è inutile qualsiasi discorso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Speciale
Il 15/4/2018 alle 16:34 , EdoardoG ha scritto:

Non per indurti a pensare di essere il migliore ma dagli esempi che hai fatto, più che far cagare il tuo carattere, sono i feedback che ricevi che provengono da gente un po' "semplice"

Sembri, per certi versi, la versione maschile di me ma alla fine basta cambiare compagnie

Penso sia profondamente sbagliato se ti sforzi di cambiare carattere per omologarti a quella gente, io non lo vedo come un affare, ma proprio per niente

Per quanto riguarda l'autostima è un altro discorso e non dipende dagli altri ma solo da se stessi quindi a maggior ragione non devi cambiare per omologarti ma semmai per piacerti di più

Con gli amici che hai riesci a sentirti sereno o ci esci giusto per non rimanere da solo?

Da come scrivi non mi sembri molto rattristato dal tuo carattere ma solamente noti delle frizioni con gli altri, o, meglio, quelli che frequenti e che sanno parlare solo di calcio, per cui per divertirsi occorre bere, fumare ecc ecc

Il fatto di sentirsi fuori da certi cori secondo me è solo positivo

Quello che non ho capito bene è questo: cosa veramente vorresti fare e che a causa del tuo carattere (come dici tu) non ti è permesso? 

Perché mi pare di capire che i discorsi che fanno gli altri non ti piacciono (e non sta scritto da nessuna parte che devi farteli piacere) e nemmeno ti piace bere e fumare (e anche qui non c'è scritto da nessuna parte che te li devi far piacere per forza)

Quindi mi sa che si tratta di trovare gente che fa per te più che cambiare il tuo carattere per uniformarti a persone con gusti che non sono nelle tue corde

Non sono problemi che ho con il mio gruppo, ma con la gente in generale (anzi, ritengo il mio gruppo migliore di molti altri). E per la questione discorsi...si fanno in tutti i gruppi purtroppo hahah

 

Il 15/4/2018 alle 16:34 , Gerard ha scritto:

Più che un problema di carattere, o di essere visto come "un coglione", il tuo è un problema di errata percezione di te stesso.

C'è una disallineamento tra l'immagine gli altri hanno di te, e la tua autoimmagine. Da un lato pensi che saresti figo, interessante, alla moda con un orecchino o con qualche tatuaggio, dall'altro chi ti osserva ti percepisce in modo totalmente differente e ti dice a chiare lettere che queste aggiunte stonerebbero sulla tua persona.

Perchè se ascolti gli Slayer, se ti piace l'informatica, se giochi ai videogames, se leggi i manga, se odi le discoteche e le situazioni chiassose, non sarà un orecchino o un tatuaggio sul braccio a renderti magicamente figo, attraente e alla moda. Non saranno certo 2 inezie a cambiare l'immagine percepita dagli altri. Sarebbe come se una sera uscissi con una camicia rosa o gli stivali in pelle di pitone....un altro farebbe un figurone, tu faresti ridere.

Io non so la tua età, forse avrai trai 18 e i 25 anni come la maggior parte degli utenti qui dentro, e certi errori alla tua età sono anche giustificati, ma io vedo persone di 30 anni suonati che potrebbero essere padri di famiglia credere fermamente che grazie a un piercing avranno finalmente l'aria da cattivo ragazzo che tanto piace alle donne, e magicamente cadranno tutte ai loro piedi...

 

 

Altra gente mi ha detto che mi starebbero bene... il problema è che sentire queste cose mi fa pensare che gli altri mi dicono "ti starebbe bene" e roba così, solo per una questione di cortesia.

Io comunque li metterei, non per avere l'aria da "cattivo ragazzo", ma per cambiare un po'...come dire, per avere un attimo di ""trasgressione"".

Il 15/4/2018 alle 17:04 , Improve Your Skill ha scritto:

cerco di darti per punti la mia visione personale:

- non so se gli altri ti vedano come un coglione, quel che so è che gli altri, vuoi per pigrizia o per superficialità, tendono a categorizzare le persone, soprattutto all'interno di un gruppo. È uno status quo che li rassicura, quindi se tu per dire sei sempre stato il giullare (tu generico), nel momento in cui tenterai di essere serio il gruppo si opporrà a questa cosa.

- se ti trovi con persone con cui pensi di non aver nulla da dire, che parlano di cose che non ti interessano, valuta di frequentare (anche) altre persone. Non mi pare un problema di carattere quanto più di compatibilità, e nei gruppi è molto comune, meno ci si omologa più gli altri tendono a farci sembrare "sbagliati".

- cerca di non pensare che senza questa ragazza non avresti trovato nessuna, ma mi rendo conto che se uno ha bassa autostima è difficile 

-sei sempre in tempo per cambiare, e con cambiare non intendo modificare il tuo carattere quanto cambiare il modo di porti in certe situazioni, costruendo la tua autostima. Io ho quasi 26 anni e tutt'ora mi sento ben lungi dall'essere fatto e finito, non autolimitarti

In conclusione, posso dirti che il confine tra rimanere se stessi e cambiare in meglio non è sempre evidente, ci sono momenti e momenti, l'importante è che tu capisca quanto di buono hai e su cosa puoi lavorare, ma per te stesso in primis. So che il mio è un discorso molto vago ma nel caso si può approfondire. E ripeto, sono cose che vivo spesso, in bilico tra cinismo e accettazione di ciò che non va, non sono assolutamente "arrivato", ma penso di capirti

Grazie mille per i tuoi consigli (per nulla vaghi), ora devo impegnarmi per migliorare la mia autostima, spero di riuscirci...se hai dei consigli su come fare, li accetto volentieri :)

 

Il 15/4/2018 alle 22:37 , leavingmyheart ha scritto:

 

Non è che sei vecchio, è che non ci sono i numeri. Non puoi trarre una conclusione su "la tipa l'anno scorso" e gli aneddoti sui piercing.

Se non c'è selvaggina con cui lavorare è inutile qualsiasi discorso.

Scusami, ma non ho capito cosa intendi dire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
leavingmyheart
3 ore fa, Speciale ha scritto:

Scusami, ma non ho capito cosa intendi dire.

 

non hai abbastanza esperienze per trarre conclusioni

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Francescosicilia7
Inviato (modificato)

Ciao Speciale,

mi sento particolarmente toccato dal tuo messaggio perche', in parte, ero visto così anche io durante i miei 15-17 anni.

Fisico mingherlino, vestiti del mercato a 5 euro, nessuna convinzione in me stesso e spesso le persone mi vedevano come uno sfigato.

Da allora, non per piacer agli altri, ma per CAMBIAMENTO PERSONALE, ho inziato a frequentare palestra, vestirsi in maniera appropriata e, di conseguenza, la mia autostima e' cresciuta a dismisura. Quando vivevo in Italia avevo lo stesso problema... gli unici discorsi che venivano fuori all'interno del gruppo di ragazzi con i quali uscivo erano: fumo, alcol, calcio, figa... e in alcune occasioni non mi sentivo completamente a mio agio nei loro paraggi. Non e' il nostro carattere a far cacare, e' semplicemente il fatto che non tutti siamo uguali e sia io che tu apparentemente abbiamo bisogno di piu' dei semplici argomenti del "ragazzo medio"...

Cio' che ti consiglio e', inizia a pensare in primis a cio' che VUOI TU, senza curarti del pensiero degli altri. Resta come sei e non cambiare per omologarti agli altri, questo e' uno degli sbagli che feci io a quel tempo, cercare di cambiare il mio carattere per essere "uno di loro"... niente di piu' sbagliato! Se ti diverti con loro, escici ma mostra loro CARATTERE, fa capire che anche se ci esci insieme, non condividi alcuni loro "hobby", come fumo, alcol ecc... 

Riguardo la ragazza, occhio a non affezionarti troppo e troppo in fretta. Goditi le tue esperienze ma prendi tutto con le pinze... le ragazze so strane! ;)

Modificato da Francescosicilia7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Lo sai già, ma te lo dobbiamo dire comunque...

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.