Vai al contenuto

Pressione sociale


Sh3ar3r
 Condividi

Messaggi raccomandati

Sh3ar3r

Ciao a tutti. Posto questo topic per chiedere un consiglio ad un annoso problema su cui sto riflettendo da alcuni giorni, e che devo dire mi angustia non poco. Premetto che, a causa di una situazione lavorativa un tantino delicata che negli ultimi mesi mi ha provocato un intenso stress (sono un libero professionista, e si sa che lavorare in proprio a volte si rivela una bomba a orologeria), e di una serie di paranoie che ancora mi porto dietro da una delusione d'amore colossale (5 anni e mezzo di rapporto buttati nel cesso e un senso di colpa corrosivo), ultimamente non vivo un periodo particolarmente brillante, e la cosa fatalmente incide sul mio frame, con ovvie conseguenze anche sul sarge. Tuttavia, mi sono reso conto che io non ho affatto timore delle donne o timidezza o cose del genere; il problema credo sia ben altro, e ammetto che un pò mi spaventa. In breve: mi sono accorto che quando mi trovo in situazioni "pubbliche", in mezzo alle altre persone (non solo donne), mi sento come osservato. E' come se mi sentissi gli occhi di tutti puntati addosso, pronti a cogliere una mia gaffe o un gesto stupido, o un dettaglio estetico che non và (eppure vi assicuro, non sarò Brad Pitt, ma ho 27 anni e sono un tipo carino e sportivo)... Insomma, sembrerà una cazzata, ma vi assicuro che non è un bel vivere: non riesco ad essere spontaneo, fatico a sentirmi a mio agio, penso troppo e mi diverto poco, e la cosa mi provoca uno stato di ansietà davvero fastidioso....

Se avete una drittta per questo problema la accolgo a braccia aperte.... Grazie e ciao!

Link al commento
Condividi su altri siti

nicotico

Potrei dirti di non preoccupartene perchè a nessuno frega niente di quello che fai ... ma butterei la tua autostima sotto un autobus e non è mia intenzione farlo.

Ma insomma, è così. E non è male ...

ed anche se gliene fregasse? a te non dovrebbe interessare il loro giudizio.

ma è facile dire certe cose. è altrettanto facile viverserla così?

una volta capiti i motivi per cui sulla cristoforo colombo a mezzogiorno è meglio rispettare i semafori rossi è poi così difficile farlo in maniera naturale?

smettila di metterti al centro dell'attenzione e cambia punto di vista.

mettiti a osservare e giudicare gli altri ...

praticamente non lo hai mai fatto se non per giudicare male e sentirti meglio nella tua inadeguatezza (o perchè ti ci è caduto l'occhio, ma è un caso)

insomma, mettiti ad osservare gli altri, tutti gli altri e ti accorgerai che sei tra i pochi a farlo, e se ti metti a osservare chi sono quelli che lo fanno sono all'80% perdenti. (intendo quelli che cercano i difetti)

ora cambia di nuovo punto di vista ... c'è la gente, ci sei tu che osservi ed X (inteso come persona a caso, non come ^X^) che sta facendo qualsiasi cosa stia facendo. guarda la cosa da un punto di vista neutro.

ok? ora, sinceramente, tu che osservi X stai forse danneggiandolo in qualche modo? ad X cambia la vita se tu lo osservi e giudichi un qualsiasi particolare del suo essere?

Modificato da nicotico
Link al commento
Condividi su altri siti

^X^
Se avete una drittta per questo problema la accolgo a braccia aperte.... Grazie e ciao!

Ciao,

l'unica cosa che posso dirti è che per alcune persone (tra cui mi colloco io stesso senza dubbio) la pressione sociale è qualcosa di estremamente gratificante e corroborante.

Per quanto possa sembrare strano, a me piace da matti avere gli occhi addosso e sapere che in quel momento si stanno formulando giudizi... e credimi, anche se questi sono negativi!

Quello che non so dirti però è il perchè succeda questo... credo che di fondo tu debba sviluppare un certo snobismo e senso di superiorità rispetto alle masse. Il discorso cardine, un po' estremizzato, è: "le masse sbagliano sempre, quindi se vengo criticato significa che ho ragione".

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

-eFFe-
Per quanto possa sembrare strano, a me piace da matti avere gli occhi addosso e sapere che in quel momento si stanno formulando giudizi... e credimi, anche se questi sono negativi!

Quello che non so dirti però è il perchè succeda questo...

te lo dico io il perche'... perche' sei un maledetto esibizionista mitomane! :ROTFL:

:D:):p

Scherzi a parte quoto sia X che nicotico, e per dare un riferimento utile al nostro sh3ar3r consiglio anche a lui l'ottimo libro di Wayne Dyer "Le vostre zone erronee", dove tra le altre cose viene affrontato molto bene anche il fenomeno del bisogno di approvazione e il timore del giudizio altrui...

(giuro, non mi pagano per fargli pubblicita'! :) )

Link al commento
Condividi su altri siti

Sh3ar3r

Vi ringrazio dei consigli...intanto vedrò di dare una letta a questo libro (thank u effe!), che erudirsi non fa mai male

Link al commento
Condividi su altri siti

italo

giusto un'altra piccola considerazione: anche gli altri sono convinti di essere osserevati e giudicati, anche loro sono sottoposti alla pressione sociale. a te resta soltanto prendere atto anche di questo e, perciò, rilassarti quanto più è possibile, cercare di essere sciolto e libero. non dico che la pressione sociale a questo punto viene del tutto meno, ma lameno ci puoi convivere più serenamente. e poi anche a Socrate la maggioranza degli ateniesi aveva dato torto...

Link al commento
Condividi su altri siti

TNT

Hai provato a concentrarti sui difetti altrui? Anche i più snob, coloro che ti guardano dal basso verso l'alto con fare superiore, hanno i loro bei difetti...se sei un tipo sportivo di come dici già sei superiore alle categorie "pancetta". E così via...

Insomma, IMO devi cogliere i tuoi aspetti positivi, aspetti grazie ai quali non hai niente per il quale sentirti inferiore ad altri.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
Gangsta

anch'io soffro dello stesso problema ma non è una semplice "timidezza" è una vera e propria ansia che puo' sfociare in attacchi di panico improvvisi, poi ci si blocca e non si dice piu' niente.

Le volte successive capita soprattutto perchè si ha paura che succeda di nuovo e quest'ansia si somma a quella primaria e si crea un circolo vizioso....

Link al commento
Condividi su altri siti

nicotico
anch'io soffro dello stesso problema ma non è una semplice "timidezza" è una vera e propria ansia che puo' sfociare in attacchi di panico improvvisi, poi ci si blocca e non si dice piu' niente.

Le volte successive capita soprattutto perchè si ha paura che succeda di nuovo e quest'ansia si somma a quella primaria e si crea un circolo vizioso....

bhe, questo è decisamente più grave della semplice timidezza e, da profano, ti consiglio, se gia non lo fai, di consultarti con uno specialista.

Link al commento
Condividi su altri siti

Gangsta
bhe, questo è decisamente più grave della semplice timidezza e, da profano, ti consiglio, se gia non lo fai, di consultarti con uno specialista.

si ho ponderato l'idea, ma questa cosa va e viene, non è cronica, è da circa 3 mesi che succede e non ne comprendo il motivo. I sintomi poi non sono decisamente quelli degli attacchi di panico ma qualcosa paragonabile ad un vero e proprio blocco causato da un imbarazzo elevatissimo...quelle situazioni in cui per sdrammatizzare ti sforzi di sorridere ma non ci riesci perchè perfino i tuoi muscoli facciali sono in tensione... :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...