Jump to content
roberto5552

Mente bloccata... non riesco a liberarmi

Recommended Posts

roberto5552

Ho già scritto in passato la mia storia.... uomo separato, poi divorziato dopo 10 anni di matrimonio e oltre 17 di relazione.... finita in modo molto travagliato per causa mia che prima ho lasciato la mia ormai ex moglie, poi ho avuto ripensamenti... ma era troppo tardi. Dopo poco incontro donna di 10 anni più giovane di me anche lei con figli della mia stessa età.... dopo tira e molla scatta la relazione. Non so se a causa della mia fresca separazione o altro divento bisognoso e appiccicoso.... oppure forse sono semplicemente così e non me ne sono mai reso conto. Mesi stupendi, mi rendo conto di non essere mai stato così preso da una donna ma alla fine lei dopo mesi mi molla ancora non capisco perché... riavvicinamento poi verso novembre 2018 mi dice basta. E le chiedo se ha conosciuto qlcuno in queste ultime settimane (lo sentivo non chiedetemi come ma beh lo sentivo...) e lei conferma.... purtroppo vivo mesi d'inferno. Mi butto nelle dating apps e incontro tantissime donne nella speranza di dimenticare ma sono tutte situazioni di one night stand che alla fine mi fanno più male che altro. Non riesco a legare con nessuna donna.... 

C'è un ricontatto con la oneitis e in estate ci rifrequentiamo.... ma lei dopo un po' (è una persona molto insicura...) mi dice che non sente il bisogno di continuare..... Sono al punto di partenza e non riesco a farmene una ragione. Ho il fottuto terrore di non provare mai più nulla per nessuna e che resterò solo.... è tutto molto infantile ma sono completamente bloccato. La mia testa (nonostante sia in cura da psicologo e prendo leggeri antidepressivi) è sempre perennemente lì. Faccio sport, mi alleno, esco ogni tanto, ho le mie bambine ma niente mi tira fuori dal mio buco mentale..... 

La rivoglio nonostante lei non mi voglia anche se è sempre lì..... Perso è dir poco. Datemi una mano. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Schenker

Lei non è l'unica.

Lei non è speciale.

Lei non vuole stare con te e ha un altro.

E che vorresti fare in queste condizioni pietose?

Devo continuare?

Sei un lupo selvaggio e libero non un barboncino da salotto; levati sto guinzaglio.....

 

Edited by Schenker

Share this post


Link to post
Share on other sites

roberto5552
56 minutes ago, Schenker said:

Lei non è l'unica.

Lei non è speciale.

Lei non vuole stare con te e ha un altro.

E che vorresti fare in queste condizioni pietose?

Devo continuare?

Sei un lupo selvaggio e libero non un barboncino da salotto; levati sto guinzaglio.....

 

No lei non ha più nessuno. Ma comunque è irrilevante. 

"Sei un lupo selvaggio e libero non un barboncino da salotto; levati sto guinzaglio....."  come riuscire a farlo. Ci sto sbattendo la testa da mesi. Ho paura di perdere anni dietro tutto ciò ma sono bloccato. La mia mente è bloccata. Lo so sembra vittimismo patetico ma non so che fare per liberarmi. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tormento

Non sono un esperto di one-itis essendoci dentro da poco ma vorrei dire la mia: il contatto estivo é partito da te o da lei? Ogni qualvolta che si verifica un ricontatto da parte di chi o verso chi ci ha fatto (e ancora ci fa) stare male credo sia normale che si debba ripartire, se non da zero, quantomeno da uno stato di malessere. 

Questo sentirsi e non, questo stare in un eterno limbo non ti fa bene. Eclissati definitivamente con lei (bruciando ogni fonte di comunicazione) e prima o poi, per forza di cose, tornerai a stare bene.

Ps sull'essere bisognosi ed appiccicosi beh...quello é un errore che hai fatto (proprio come me) con te stesso, piú che con lei. Perché puó capitare anche ad un uomo di avere certi periodi, specie quando dall'altra parte arrivano atteggiamenti incomprensibili. Non darti colpe. Lei invece, come tante altre, dovrebbe fare pace col cervello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

pomok@ko

la gente può anche consumarsi le falangi sulla tastiera per farti capire quanto inutile e patetica sia la strada che stai percorrendo

ma la spinta per il cambiamento deve venire da te

sta a te decidere

Share this post


Link to post
Share on other sites
roberto5552
21 minutes ago, pomok@ko said:

la gente può anche consumarsi le falangi sulla tastiera per farti capire quanto inutile e patetica sia la strada che stai percorrendo

ma la spinta per il cambiamento deve venire da te

sta a te decidere

Lo so che la strada è patetica ed inutile, non so come cambiarla. In termini strettamente pratici. È come vivere groundhog day.... ogni giorno lo stesso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Igor123
2 ore fa, roberto5552 ha scritto:

Lo so che la strada è patetica ed inutile, non so come cambiarla. In termini strettamente pratici. È come vivere groundhog day.... ogni giorno lo stesso. 

Fatti gli affari tuoi per un po'. Annulla l'esposizione a qualsiasi elemento che ti faccia ripensare alla tua oneitis. Se ti capita di stare da solo cerca di tenere la testa occupata. I giorni sembreranno tutti uguali, ti sembrerà di non avere stimoli. Nella realtà non sarà così, ma non riuscirai ad accorgertene perché l'evoluzione sarà molto lenta. È solo questione di tempo, fisiologicamente ti distaccherai. Qualche volta potrai ricascarci ma se continui su questa linea reggerai sempre meglio il contraccolpo. Si superano i lutti gravi, ma ora non riesci a rendertene conto. E lo capisco. 

Edited by Igor123

Share this post


Link to post
Share on other sites
roberto5552

Grazie per i preziosi consigli, Igor123

Share this post


Link to post
Share on other sites
pomok@ko
17 ore fa, roberto5552 ha scritto:

Lo so che la strada è patetica ed inutile, non so come cambiarla. In termini strettamente pratici. È come vivere groundhog day.... ogni giorno lo stesso. 

la strada che hai di fronte è la tua, DEVI percorrerla, non puoi sottrarti ad essa

non esistono scorciatoie, fattene una ragione

cambia la prospettiva, detronizza l'immagine idealizzata che hai lei e metti te stesso al centro del tuo mondo

Share this post


Link to post
Share on other sites
roberto5552
On 9/19/2019 at 9:47 AM, pomok@ko said:

la strada che hai di fronte è la tua, DEVI percorrerla, non puoi sottrarti ad essa

non esistono scorciatoie, fattene una ragione

cambia la prospettiva, detronizza l'immagine idealizzata che hai lei e metti te stesso al centro del tuo mondo

La mia vita è sempre stata una scorciatoia, ora in più dopo il fallimento del mio matrimonio ed immediatamente dopo il fallimento di questa relazione ho l'ansia e il terrore della solitudine. Che ho perso le mie occasioni e nn si ripresenteranno. Purtroppo vedo la vita solo in relazione e da solo mi spaventa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.