Vai al contenuto

Siate curiosi, siate folli...


Aion
 Condividi

Messaggi raccomandati

Aion

L’articolo e il video che seguono riguardano il discorso di laurea fatto da Steve Jobs tempo addietro a Stanford.

Sono molto belli entrambi e permettono di capire bene qual’è la filosofia di vita di un uomo veramente straordinario, che nel suo piccolo (mica tanto :3some:) è riuscito a cambiare il mondo.

http://macintosh.wordpress.com/2007/01/03/...si-siate-folli/

Link al commento
Condividi su altri siti

Escalus

Siate affamati. Siate folli :3some:

Modificato da Escalus
Link al commento
Condividi su altri siti

LeoVince

si ma che c'azzecca con la seduzione?

lui è Steve Jobs, presidente della Apple, una delle societa piu importanti al mondo.

mica ogni pirla di noi puo diventare importante come lui, è un caso eccezionale

Link al commento
Condividi su altri siti

torquemada
si ma che c'azzecca con la seduzione?

lui è Steve Jobs, presidente della Apple, una delle societa piu importanti al mondo.

mica ogni pirla di noi puo diventare importante come lui, è un caso eccezionale

non sono d'accordo nemmeno con una lettera di quello che hai scritto!

dire " è un caso eccezzionale" è la scusa che ci inventiamo per dire "io non potrò mai farcela".

se parti da questo presupposto che possono farcela solamente le persone eccezzionale, mi spiace ma farai poca strada nella vita.

dobbiamo SEMPRE essere convinti del nostro lavoro, sforzarci di dare sempre il meglio di noi stessi in qualunque ambito nella vita;

e avere questo atteggiamento è fondamentale anche nella seduzione.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Nooctua

Grande torquemada. Sono pienamente d'accordo. Nessuno è "un caso eccezionale", siamo tutti uguali e abbiamo le stesse capacità. Prova sempre a realizzare i tuoi sogni, che tu voglia essere il futuro Gates o Casanova. Altrimenti resterai l'unico "caso non eccezionale".

Love,

Nooctua

Link al commento
Condividi su altri siti

casper

Steve Jobs vivena nella Silicon Valley quando 'era un boom (quello del pc) senza precedenti nella storia.

Poi, per la carità nella Silicon Valley c'erano altre persone, magari con più capacità di lui che non sono diventate nessuno.

Ma prendere come esempi quella gente li è un pò esagerato, sono geni.. vivono in Usa, un posto dove le banche se hai un idea geniale te la sponsorizzano, mentre in Italia, puoi avere tutte le idee che vuoi, ma non ti fanno credito per una sola idea, devi essere in grado di pagare...

Con questo non voglio assolutamente avere scuse per il mancato successo, o dire che non bisogna credere nei propri sogni, ma essere realisti nelle proprie capacità e vedere dove si vive.

casper

Link al commento
Condividi su altri siti

Misanthropic
in Italia, puoi avere tutte le idee che vuoi, ma non ti fanno credito per una sola idea, devi essere in grado di pagare...

Con questo non voglio assolutamente avere scuse per il mancato successo, o dire che non bisogna credere nei propri sogni, ma essere realisti nelle proprie capacità e vedere dove si vive.

Sì, in italia spesso le banche non fanno credito così facilmente e questo non significa che non fanno MAI credito.

Sono d'accordo con te a patto che essere realisti NON significhi mollare prima di provarci ;)

Modificato da Misanthropic
Link al commento
Condividi su altri siti

casper

Infatti in fondo l'ho detto.

Niente scuse, provarci prima di tutto.

Ma se uno ha il QI nella media e vive a Taranto (niente contro chi vive li), difficilmente può diventare il nuovo Steve Jobs o Briatore.

Briatore viveva a Cuneo, alla domanda chi deve ringraziare per cos'è diventato lui risponde sempre: A mè in primis, perchè se rimanevo a Cuneo non avrei combinato nulla, poi alla famiglia benetton che mi ha dato l'occasione..

casper

Link al commento
Condividi su altri siti

FightClub87

Secondo me quì non avete capito il senso del discorso, qui non si tratta di prendere in considerazione ciò che dice lui, per aver la vana speranza di diventare come lui o come un qualsiasi potente. Innanzitutto lui fa un discorso a dei laurendi in un college da quello che ho capito, quindi lui parla da uno che ha esperienza nella vita, perchè ha inventato qualcosa, ha fatto qualcosa, non perchè è diventato un ricco o potente. Poi che sia li perchè è anche famoso è vero, ma è li perchè ha una storia, li non parla di bit, byte, ms-dos o teraflops perla della vita al di fuori di un college, quello che ci vuole far capire è chè lui si è realizzato, perchè ha saputo guardare in avanti, quando è caduto si è rialzato e quello che credeva fosse un tunnel senza uscita ha scoperto invece che era una scorciatoia per la vittoria (mi riferisco al suo licenziamento, che gli è servito a scoprire altri aspetti della sua vita per poi ritornare alle origini, il ritorno ad apple), il senso è che se sbattiamo contro un muro, o più muri non è detto che questi siano invalicabili, non ci si deve arrendere, perchè non sono altro che ostacoli della vita, che si possono presentare in ogni istante e poi perchè allora esistono detti come "non tutto il mal vien per nuocere"?.

Lui consiglia di fare quello che si vorrebbe fare come se fosse l'ultimo giorno della propria vita, non penso che nemmeno Steve fosse partito con l'idea di aprire un'azienda in un garage con la convinzione che un giorno fosse diventata una compagnia da 4 miliardi di dollari, magari era un'idea per far soldi per dar vita a macintosh quel connubio tra grafica e tecnologia. Quà nessuno deve capire che facendo come dice lui si diventerà una persona di successo, quà si deve capire che se vuoi fare quello che vuoi fare devi: CREDERCI, CADERE E RIALZARTI, CAPIRE CHE NON TUTTO E' MALE ANCHE SE LO SEMBRA. Questo vale per qualsiasi cosa si voglia fare nella vita, dal programmatore di PC a chi vuol far la velina, o a chi vuol far il veterinario, che c'azzecca con Italian Seduction? bhe la risposta è ovvia se vuoi conoscere una ragazza fallo, dai tuoi errori capirai e andrai meglio, credici, non sono le stesse cose che si ribadiscono quì?

Qui invece si "scade" in argomenti più materiali... soldi, finanziamenti... che centra? lui parla di sogni, di timori, passioni non dei mezzi con i quali ci è arrivato, quelli li dobbiamo trovare noi, nei modi già ribaditi. In più aggiungo, uscendo un'attimo dal contesto, che non dobbiamo pensare agli USA come la terra delle grandi opportunità, se credete che basti uno qualsiasi con un'idea ad avere un finanziamento allora siete proprio nel mondo mondo dei sogni, l'america non è mica quella che vediamo nei film, non è mica quella di arma letale dove bianco e nero vanno a braccetto, in america è la scuola pubblica ad esser scadente, in america la gente deve metter via migliaia di dollari per far studiare i figli, dalle prime scuole, fino al college, perchè la tutto è privato. L'america è ancora divisione raziale, bianchi e neri convivono ma così come nei film?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...