Vai al contenuto

Forse ho capito. Cosa ne pensate?


mino
 Condividi

Messaggi raccomandati

mino

Dopo avervi spiegato la mia situazione, come suggeritomi dal buon Sting, eccomi su inner-game.

Ieri, tornando da una corsetta antistress, mi sono imbattutto nel traffico cittadino, ed allora quale migliore occasione di scavare nella mia diabolica mente!? Ho cercato di rispondermi alla domanda del perchè, nonostante fossi iscritto su FIDST da un anno, e conoscendo, anche se superficialmente, le meccaniche del gioco, non mi fossi ancora deciso a buttarmi ad aprire qualche SET.

Questa domanda probabilmente me la ero posta anche altre volte, ma mi fermavo sempre solamente ad i primi 2 motivi. Questa volta mi è venuta un illuminazione! Ne ho individuato un terzo:

1. Carenza di autostima, dovuta all'aspetto estetico.

2. Paura di aprire il set e poi non sapere cosa dire, quindi mancanza di argomenti di discussione.

3. Non so individuare le occasioni in cui buttarmi, fino ad oggi non mi ero mai posto il problema: in quali situazioni sono abbastanza sicuro per poter avviare un game?

Ora, il 1° punto posso dire di averlo superato. Ultimamente mi sto dando molto da fare e penso di aver raggiunto un livello tale da poter guardare a testa alta chiunque, o almeno di star bene con me stesso.

Il 2° punto ho capito che potrò svilupparlo soltanto facendo esperienza sul campo e quindi sviluppare quella prontezza di riflessi tanto utile per l’improvvisazione.

Poi c'è il 3° e penso più importante punto, frutto della mia illuminazione :p! Sul forum leggo sempre delle vostre avventure, di come aprite set di più persone con tanto di AMOG, e questo, se da una parte mi riempie di gioia per voi (quanto rosiko :1713: ), dall'altra mi abbatte, perchè penso: come posso mai IO pretendere di aprire un SET tanto enorme se non riesco ad aprire neanche le scatole?! Ma, come mi ha fatto capire sting riguardo il bacio, la questione è la stessa, ovviamente vado troppo avanti con la testa.

Ho capito che per il livello in cui sono devo interessarmi solo ad aprire SET di 1, massimo 2 ragazze. Quindi non devo sentirmi male con me stesso pensando di non averci provato con quel nSET (con n>2) stracolmo di fighe. Più tosto devo pentirmi se avrò perso l'occasione di aprire quella ragazza (anche brutta che sia) che era sola e magari annoiata, alla fermata del BUS!

A proposito di questo 3° punto ho allora analizzato la mia giornata tipo, e quindi ho individuato i luoghi e le situazioni in cui è possibile che io incontri una ragazza sola soletta.

Ora il mio prossimo lavoro è quello che, a seconda del luogo e della situazione in cui si trova la ragazza, possa schedulare una serie di materiale canned da poter utilizzare. Almeno così la prossima volta che ne avrò l'occasione sarò teoricamente preparato e questo sicuramente mi farà sentire più sicuro di me, e sarà di sicuro stimolo per tentare il game.

Faccio un esempio: mi capita spesso di andare al PARCO. Al parco c'è la possibilità di incontrare molta gente, ovviamente anche ragazze sole:

- Ragazza seduta sulla panchina, a leggere un libro, o giocare al cell, o ancora meglio che si sta semplicemente rilassando.

- Ragazza alla fontanella per dissetarsi.

- Ragazza che passeggia.

- Ragazza che fa sport.

...

Quindi per ognuna di queste situazioni voglio individuare del materiale canned da poter sfruttare.

Ovviamente una mano è gradita! :)

Si forse ho scoperto l’acqua calda, per molti questo passo era naturale, ma io ci ho messo un anno per capirlo e ne sono felice di esserci finalmente arrivato!

Credo che questa sia la giusta strada per me, visto che l’improvvisazione non è per niente il mio forte, anzi spesso anche per fare una battuta ci penso prima su 100 volte… nel frattempo che mi faccio pippe mentali il tempo utile per sparare la cazzata e passato e quindi… scena muta.

Vedo che i miei post sono sempre un po' lunghetti... forse prima di ricercare il materiale canned devo sviluppare prima la facoltà di sintesi. Tanto sono sicuro che voi nel frattempo lavorerete a tempo pieno per raccogliermi quanto più canned possibile ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Vedi amico, nulla da eccepire sulla tua analisi... tuttavia mi sembra eccessivo iperanalizzare una cosa (la socievolezza) che dovrebbe essere naturale come l'atto del respirare.

Quello che adesso ti ha illuminato è in realtà il tuo più grosso nemico, proprio quello che tu dici che ti blocca 100 secondi a pensare ai possibili effetti di una tua battuta e ti fa perdere le occasioni.

E te lo dico perchè tendenzialmente sono come te, e così potranno dire molte persone iscritte qui.

Noi abbiamo tre parti importanti del nostro cervello che ci guidano quotidianamente; una parte molto ancestrale che ci mantiene meccanicamente in vita (respiro, equilibrio, fame, sete ecc...), una parte emozionale che ci spinge ad accoppiarci, che ci tiene lontano dai pericoli con la paura ecc... e (conquista recente) una parte razionale.

Ebbene, ciò che ti spinge ad agire è la parte emozionale... invece uno degli scopi della più nuova parte razionale è quello di inibire gli eccessi della parte emozionale. Da qui è facile capire come mai un'eccesso di razionalità inibitrice ti impedisce di sfruttare al meglio ciò che le emozioni ti suggerirebbero di fare.

In seduzione, e nei rapporti umani in generale, la razionalità è il tuo peggior nemico. Prima te ne convinci, meglio è...

Modificato da ^X^
Link al commento
Condividi su altri siti

AlanCarter
In seduzione, e nei rapporti umani in generale, la razionalità è il tuo peggior nemico. Prima te ne convinci, meglio è...

E' giusto. Gli orientali ci insegnano che la razionalità ci allontana dal mondo. Perchè pensare implica sforzo e lo sforzo produce una reazione uguale e contraria. Invece il non-pensare ci consente di liberarci di tutti i i lacci che ci tengono incatenati, di adattarci al movimento delle cose e solo abbandonandoci al ritmo naturale degli eventi possiamo coglierli, abbracciandoli e riempiendoli con naturalezza. Però per riempire abbiamo bisogno di creare il vuoto e quindi il vuoto dentro la nostra mente (non pensare) e il vuoto nel non fare (non sforzarsi di fare), semplicemente non agendo (wu wei) (cit di oggi Piedamaro: "se cerchi una LTR non la troverai").

Se qualcuno non avesse capito...ho cercato di rendere il pensiero di ^X^ molto vicino a un modo di pensare dell'estremo oriente. Vedo similitudini. :)

Assodato tutto ciò...il problema per i nuovi arrivati come me e come mino...è rendere del tutto naturale De Angelo....e quindi non razionalizzarlo. Diciamo che ci vuole la mano de Dios (non quella di Diego Armando...)

PS Se avessi la stessa lucidità con cui ho scritto questo post...quando mi trovo davanti a un'hb....potrei fare grandi cose porca maiala..... ;):p

Link al commento
Condividi su altri siti

piedamaro
- Ragazza seduta sulla panchina, a leggere un libro, o giocare al cell, o ancora meglio che si sta semplicemente rilassando.

- Ragazza alla fontanella per dissetarsi.

- Ragazza che passeggia.

- Ragazza che fa sport.

...

Inizia con cose semplicissime, lancia solo un opener e vai via.

Non ti servono mega routine per INIZIARE a sargiare, va fatto a piccoli passi.

Chiedi informazioni. Di ciao, bel freschetto oggi eh? E te ne vai.

Qualunque cosa va bene.

Fallo 100 volte (magari bastano 25) e poi pensa a come proseguire il game.

(anche se io il primo set che ho aperto in vita mia ho fatto la ragazza gelosa, ma questa è un'altra storia).

Non ha senso preoccuparsi di come gestire un manage a trois se ancora sei vergine (per chi è digiuno di metafore...ERA una metafora.)

Modificato da piedamaro
Link al commento
Condividi su altri siti

XXchaking

penso che una cosa importante e che purtoppo ci dimentichiamo sia la regola dei 3 secondi, se stai + d 3 secondi a pensare a come abbordare una ragazza, lasciala perdere! ti verranno in mente cosi tanti blocchi che nn solo ti abbasseranno il frame ma ti faranno venire anche rimorsi dopo.

Bisogna buttarsi ricordiamoci che nn facciamo niente di male, se va va se nn va pazienza almeno ci hai provato(cmq vada ci guadagni in esperienza ;-) )

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^
Assodato tutto ciò...il problema per i nuovi arrivati come me e come mino...è rendere del tutto naturale De Angelo....e quindi non razionalizzarlo. Diciamo che ci vuole la mano de Dios (non quella di Diego Armando...)

E' abbastanza semplice, una volta capito il trucchetto di non cercare di prevedere la catena di eventi successivi alla prima azione.

Ti faccio un esempio. Vedo una HB e decido di approcciarla con l'opener universale. Sai qual'è? "ciao"

Se prima di farlo inizio a pensare alle sue possibili reazioni, a prepararmi quindi delle controreazioni ad ogni reazione possibile ecc... entro 3 secondi (appunto!) troverò qualcosa che mi convincerà del fatto che non devo aprire.

Esempio di pensiero bloccante:

AFC: "mumble mumble, ora la approccio con un ciao. Lei può ignorarmi, può sorridere, può scoparmi sul posto, può sfottermi, può chiamare la polizia. Uhmmm... escludiamo che mi scopi sul posto e che chiami la polizia, sarebbe davvero troppo eccessivo per un "ciao". Rimane che può sorridere, sfottermi o ignorarmi. Allora, se sorride allora vuol dire che è contenta che l'abbia aperta. Ma può anche essere che sia gentile. Come posso capirlo? Beh sul libro c'è scritto che devo stare attento a come mette i piedi. Quindi ricapitolando: se sorride ma tiene i piedi divergenti allora è solo gentile, altrimenti è contenta di essere aperta. E se mi sfotte? Uff troppo complicato, lasciamo perdere vah tanto è brutta."

L'unico modo è quello di FREGARSENE sempre di ciò che avviene come conseguenza ad una (innocua...) nostra azione sociale.

Il pensiero lineare deve essere:

PUA: "mumble mumble, ora la approccio con un ciao. Quello che succede dopo NON MI INTERESSA"

PUA: "ciao"

HB: ... [qualsiasi cosa]

A quel punto, qualsiasi cosa faccia la HB è già successa e non è più modificabile. Solo a quel punto occorre attingere alla propria esperienza per capire come proseguire. Solo a quel punto!

PS Se avessi la stessa lucidità con cui ho scritto questo post...quando mi trovo davanti a un'hb....potrei fare grandi cose porca maiala..... ;):p

L'avrai :)

Modificato da ^X^
Link al commento
Condividi su altri siti

aeternalblue
Ti faccio un esempio. Vedo una HB e decido di approcciarla con l'opener universale. Sai qual'è? "ciao"

Se prima di farlo inizio a pensare alle sue possibili reazioni, a prepararmi quindi delle controreazioni ad ogni reazione possibile ecc... entro 3 secondi (appunto!) troverò qualcosa che mi convincerà del fatto che non devo aprire.

Oh mio Dio! Esci dalla mia testaaaaaaa! :p

L'unico modo è quello di FREGARSENE sempre di ciò che avviene come conseguenza ad una (innocua...) nostra azione sociale.

Il pensiero lineare deve essere:

PUA: "mumble mumble, ora la approccio con un ciao. Quello che succede dopo NON MI INTERESSA"

PUA: "ciao"

HB: ... [qualsiasi cosa]

A quel punto, qualsiasi cosa faccia la HB è già successa e non è più modificabile. Solo a quel punto occorre attingere alla propria esperienza per capire come proseguire. Solo a quel punto!

Visto che qui è dove io (e molti altri ci blocchiamo... almeno a volte...) consigli su come non razionalizzare il tutto? Perchè, è vero c'è la regola dei 3 secondi, il fatto che esiste soltanto feedback...però alla fin fine... ci si blocca ;) .

Quindi la domanda è: come avete fatto a superare questo blocco (IL blocco)? (parlo di esperienze personali, al di là dei soliti consigli generici )

Penso che un confronto (per quanto personale,soggettivo,ecc.) possa comunque dare buoni spunti. :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Per me è stato molto utile essere consapevole della direzione della mia "energia".

Dove si orienta la mia energia,dove va quando mi muovo? Quando sono in mezzo la gente dove sta la mia attenzione? Parlo con me stesso di quanto è bello scorgere le barche e l'orizzonte?

Avere le redini delle proprie emozioni e del flusso che si cavalca può essere molto vantaggioso spesso.

Ascoltarsi anche, lasciare che tutto cio' che ci sta attorno entri in noi. Vibri e si fonda. Essere l'ambiente, far parte, anche nel piccolo, delle dinamiche e dei momenti che si condividono con gli altri. Essere il/nel flusso.

In un film che ho visto tempo fa c' è una frase molto significativa che pronuncia il protagonista :"io cammino in uno stato di totale ricettività,sono un fottuto parafulmini"..che è piu' o meno la sintesi del frame always sarge on.

Con questa mentalità qualcuno dei tuoi motivi potrebbe vacillare, in primis la necessità di raccogliere "tonnellate" di canned. Per me l'Opener (..O come Opportunità) non sta scolpita nel canned. L' oppurtunità vive nel contesto. E' la prontezza che bisogna allenare, la velocità nel coglierla.

Siamo animali sociali,e il nostro "regno" è nelle strade..a cielo aperto ed in mezzo la gente...il resto è blablabla.

Modificato da Tantra
Link al commento
Condividi su altri siti

piedamaro
Oh mio Dio! Esci dalla mia testaaaaaaa! ;)

Visto che qui è dove io (e molti altri ci blocchiamo... almeno a volte...) consigli su come non razionalizzare il tutto? Perchè, è vero c'è la regola dei 3 secondi, il fatto che esiste soltanto feedback...però alla fin fine... ci si blocca ;) .

Quindi la domanda è: come avete fatto a superare questo blocco (IL blocco)? (parlo di esperienze personali, al di là dei soliti consigli generici )

Penso che un confronto (per quanto personale,soggettivo,ecc.) possa comunque dare buoni spunti. :)

Mi sono alzato, ho messo le gambine una dopo l'altra, sono arrivato davanti alle hb, e ho pronunciato le seguenti magiche parole: "ragazzi mi serve un'opinione blablabla".

A parte gli scherzi (ma no nera uno scherzo) la regola dei 3 secondi va molto oltre "non aspettare più di tre secondi".

La regola serve anche per evitare di guardarsi in giro sembrando affamati e abbassando il proprio valore sociale.

Entrando in un posto senza scrutarlo a destra e sinistra, si dovrebbero già avere in testa tutte le posizioni delle persone e vagamente che tipo di persone sono.

Allenandosi si può arrivare ad acquistare una specie di potere magico (non che io ce l'abbia...)

Guardare un set per vedere se c'è una HB che VALE LA PENA di aprire? Meglio approcciare e basta. Non guardare.

Se poi la HB non è bella o non è ai nostri standard blablabla poco male, ci possiamo fare un'amica o come minimo social proof. :)

(e questo è un punto su cui mi devo dar da fare perché facevo esattamente il contrario).

Modificato da piedamaro
Link al commento
Condividi su altri siti

mino

Per capirci meglio ho cercato di dare un po’ di ordine alle idee

Nel nostro cervello agiscono 3 parti:

- Parte vitale: quella che comanda meccanicamente le nostre funzioni vitali (respiro, equilibrio, fame, sete ecc...).

- Parte emozionale: che ci da la voglia di accoppiarci, di intraprendere nuove sfide, ecc...

- Parte razionale: analizza la situazione che la parte emozionale ci suggerirebbe di compiere, quindi ne coglie PRO e CONTRO, inculcandoci forza o paura nell'eseguire l'azione.

Quando vediamo una HB entrano in azione dapprima la parte emozionale, che ci spingerà ad aprire il game, quindi a ruota la parte razionale, che analizzerà la situazione e ci farà pensare alle possibili reazioni dell'HB.

Per un principiante è quindi facile che la parte razionale inibitrice sovrasti quella emozionale, poichè l'AFC non avendo esperienza tenderà a dare maggior peso ai pensieri negativi, con la probabile conseguenza che preferirà starsene sulle sue, pensando: "hmmmm e se poi do l'impressione dello sfigato? Lei mi insulterà ed io mi abbatterò ancor di più! NONO, meglio non fare niente, rimandiamo a domani!"

Il problema è che all'indomani, al capitare della stessa situazione, l'AFC si comporterà sempre allo stesso modo, rinviando all’infinito…

Una possibile soluzione, per limitare la parte razionale, è la regola dei 3 secondi: dal momento in cui individuo il SET all'apertura, non devono passare più di 3 secondi!

Limitando quindi a 3 secondi il tempo utile alla parte razionale.

Questa regola inoltre quando viene applicata in luoghi chiusi assume anche un altro valore: agendo entro 3 secondi dal momento in cui si entra nel locale eviterà di guardarsi in giro sembrando affamati e abbassando il proprio valore sociale: bisogna sviluppare la capacità di aprire il SET senza scrutare prima se c'è un HB per cui ne vale la pena aprire. Meglio approcciare e basta. Non guardare. Se poi la HB non è bella o non è ai nostri standard blablabla poco male, ci possiamo fare un'amica o come minimo acquisire un po' di social proof.

La regola dei 3 secondi limiterà però solo in parte il nostro lato razionale, in 3 secondi l’AFC troverà comunque un futile motivo che lo convincerà a non aprire.

L'unico modo di agire è allora quello di FREGARSENE sempre di ciò che avviene come conseguenza ad una (innocua...) nostra azione sociale.

Il pensiero lineare deve essere:

PUA: "mumble mumble, ora la approccio con l’OpenerX. Quello che succede dopo NON MI INTERESSA"

PUA: "OpenerX"

HB: ... [qualsiasi cosa]

A quel punto, qualsiasi cosa faccia la HB è già successa e non è più modificabile. Solo a quel punto occorre attingere alla propria esperienza per capire come proseguire. Solo a quel punto!

In seduzione, e nei rapporti umani in generale, la razionalità è il tuo peggior nemico. Prima te ne convinci, meglio è...

Bello tutto molto interessante, chiaro, sembra così facile... ;) Spero di farlo mio al più presto!

Grazie dei consigli!

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...