Jump to content

Ex...a distanza


girasole6
 Share
Followers 1

Recommended Posts

girasole6

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo sul forum perché stavolta ho veramente bisogno di avere pareri altrui, soprattutto maschili.

In breve: quasi tre mesi il mio ex mi lascia, nonostante le cose andassero decisamente bene tra i noi (per assurdo meglio di altri periodi, eravamo appena tornati da un viaggio che ci aveva unito ancora di più), ma avevamo ostacolo della distanza (per lui, ad ora, insuperabile, in futuro chissà, ma "poi rischiamo di perdere tempo", "io sono tornato da poco a casa, non so se riesco a ricominciare tutto di nuovo, ho paura, etc").  Io a fine di una relazione mi prendo sempre del tempo per razionalizzare e quindi evito sempre contatti con l'altra persona. Dopo un mese di silenzio, torna a riscrivermi, per aumentare sempre di più la frequenza dei messaggi. Dopo un iniziale mio non rispondere, colpevolmente decido di prestarmi a tutto ciò, anche per capire le sue intenzioni e quindi dopo una mia iniziale freddezza i rapporti tornano più che buoni. Non ci sono mai stati messaggi che lasciassero pensare ad un ritorno in modo esplicito (la ha presa molto da lontano), però era un rapporto che stava andando molto oltre una banale chiacchierata tra ex. Stufa di chiacchierare cosi a vuoto, chiedo a lui una decina di giorni fa delle spiegazioni in maniera tranquilla. Non lo avessi mai fatto, ha reagito malissimo, sottolineando che io ho sempre voglia di capire tutto, di dare un senso alle cose, etc. Non vuole amicizia, non mi scrive per noia o per infastidirmi - altro non mi ha detto. Ha concluso dicendo "se ti do cosi fastidio, non ti scriverò mai più." E cosi ha fatto, fino a ieri quando decide di riesumare un gruppo che avevamo in comune con altri amici (morto da tantissimi mesi) per mandarci un saluto. Io ho evitato di rispondere.

Oggi mi domando se ho sbagliato ad affrontare l'argomento...magari sarebbe stato il tempo a darci le risposte senza fretta. Tornerà a scrivermi, ne sono quasi certa, ma non so come comportarmi in futuro. Io non so cosa bene voglio, ma avrei voluto arrivare al momento in cui chiedermelo concretamente. Per la sua paura di un ennesimo cambiamento (lavoro, città, amici, colleghi, etc) sta buttando all'aria le sue prospettive di carriera, il suo futuro e ovviamente una relazione che lo vedeva veramente sereno (almeno mi era sempre sembrato così), ma non credo stia a me dirglielo, apparirei solo pesante e noiosa. Come comportarmi? Grazie!

 

Link to post
Share on other sites
kactus76

Devi specificare un pó meglio la distanza che vi separava, con quanto frequenza vi vedevate e se, soprattutto, vi era l’ intenzione di uno dei due  di lasciare tutto per raggiungerle l’ altro ( punto quest’ ultimo focale )

Link to post
Share on other sites
girasole6

Circa 300 km, almeno (se non di più) un weekend sì e uno. Da parte mia l'intenzione di cambiare città ma non per andare nella sua (è molto molto piccola e non troverei lavoro nel mio campo), ma in una terza città più grande volentieri. Da parte sua c'era una generale paura nell'affrontare un nuovo cambiamento, anche se ha sempre detto che raggiungermi nella mia città che offre di tutto e di più (anche a livello lavorativo, soprattutto per una persona ambiziosa come lui) e dove ha vissuto per qualche anno avrebbe avuto più senso che trasferirsi entrambi altrove. La storia durava da due anni circa, ma non avevo ancora chissà quale fretta di una convivenza, data anche la mia età e quindi concretamente non ci eravamo mai messi a tavolino per studiare le varie ipotesi e tempistiche. 

Link to post
Share on other sites
bruni

Per come l'hai messa giù non vale proprio la pena tutta questa tribolazione, continua la tua vita, i tuoi progetti e trovatene uno sano più vicino

Link to post
Share on other sites
Doom Head

Conosco molto bene le difficoltà di una relazione a distanza.

Conosco coppie che hanno iniziato lontane e son finite vicine a convivere e con pargoli allegati.

E' difficile ma non impossibile.

Tu già parti con il "Io non so cosa bene voglio" che è la morte di una relazione che nasce a distanza.

Quindi chiudi e basta.

Ciao.

Link to post
Share on other sites
Sabb

Fammi capire; le cose tra voi andavano bene (per quanto in una relazione a distanza "bene" è un termine che lascia un po' il tempo che trova, ma son fatti tuoi), ti lascia, tu giustamente eviti i contatti, lui ti ricontatta, tu ancora più giustamente chiedi dopo un po' spiegazioni e lui sclera come una 14enne in preda al primo ciclo facendo ste scenate da vittima perché hai solo chiesto delle spiegazioni?

Ma mandalo a fare in culo senza passare dal via. Tu non hai sbagliato nulla. 

Pensa a te stessa e trovatene un altro più centrato con il cervello e che sa quello che vuole.

Link to post
Share on other sites
girasole6
30 minuti fa, Doom Head ha scritto:

Conosco molto bene le difficoltà di una relazione a distanza.

Conosco coppie che hanno iniziato lontane e son finite vicine a convivere e con pargoli allegati.

E' difficile ma non impossibile.

Tu già parti con il "Io non so cosa bene voglio" che è la morte di una relazione che nasce a distanza.

Quindi chiudi e basta.

Ciao.

Io mi riferisco alla possibilità di iniziare se mai dovessero esserci le condizioni. Dovrei pensarci bene e vederlo convinto. Fino a tre mesi fa avrei messo la mano sul fuoco su di noi, ora qualche timore sia normale.

Link to post
Share on other sites
kactus76

Come ti hanno detto le relazioni a distanza sono assai difficili da mantenere soprattutto se si potraggono per molto tempo. Il vedersi poco non aiuta a creare quella complicità e quella quotidiniatà basilari per la buona riuscita di una relazione. Se siete entrambi giovani è normale avere qualche dubbio ed è molto difficile che uno lasci famiglia, amici e lavoro per raggiungere l’ altro. Da come hai descritto la cosa è lui che dovrebbe compiere il passo dato che vive in un piccolo paese mentre tu in una grande città. Probabilmente non si sente pronto per questo e contemporaneamente non ha più voglia di portare avanti una relazione dove vi vedete poco. Puó succedere..anzi la maggior parte delle volte in distanza finisce così. 

Link to post
Share on other sites
TheLastNinja

Ma lasa sta....300 km.

Varrebbe la pena se non ci fossero problemi, ma visto che ci sono....

Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...
girasole6

Riscrivo perché avrei bisogno nuovamente di qualche consiglio prima di fare qualche cavolata.

Dopo mesi di silenzio, torna a cercarmi. Dopo la mia iniziale diffidenza, i rapporti tornano più che distesi e in diversi occasioni ho avuto impressione che sembrava veramente che non ci fossimo mai lasciati. Abbiamo avuto modo di rincontrarci dal vivo e ciò ha confermato la mia sensazione: nonostante siano passati ormai diversi mesi dalla rottura, noi siamo ancora là. È come se entrambi avessimo messo da parte il “sentimento” reciproco, che poi poi però riemerge quando ci si risente o vede. 

Io ora sto bene e sono decisamente più lucida nel giudicare il tutto, sicuramente il distacco mi ha fatto bene e mi ha aiutato a superare la fase di dolore più avuta. La mia vita e’ andata avanti,  ho frequentato anche un’altra persona che però appunto non era lui.  

So benissimo che il nostro problema (distanza), anche se fosse, richiede tempo per essere risolto. Uno dei due deve avere il coraggio di stravolgere la propria vita è ora certo non è il momento migliore. 
Quello che mi chiedo ora in realtà è solo cosa fareste voi al posto mio. Potrei ignorare la mia sensazione e continuare a sentirlo quando capiterà come se niente fosse o invece condividerla con lui in maniera leggera, senza mettergli ansia o robe simili.

Dopo tanti mesi dalla rottura e alcuni anche di contact, non avrei creduto possibile che bastasse risentirsi con assiduità e vedersi per farmi avere questa confusione. Non mi era mai successo in passato e credo che qualcosa voglia dire. 

Lui per carattere esterna pochissimo e quindi posso solo dedurre i suoi pensieri/emozioni. Sa anche di essere la persona che ha mandato all’aria tutto (razionalmente sappiamo entrambi che avrebbe più senso un suo trasferimento) e quindi credo abbia più paura di me ad affrontare la cosa (almeno così persone in comune che tifano per noi - e non so quanto sia un bene- mi dicono). 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share
×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.