Jump to content
Sign in to follow this  
Edriv

Tech Jobs nel futuro

Recommended Posts

Edriv

Vorrei discutere di un tema che mi riguarda da vicino, ma che penso sia altrettanto legato a molte persone qui dentro.

Premettendo che mi sto laureando (triennale) in statistica e che in azienda non ho mai messo piede, mi stavo chiedendo cosa aspettarmi per quando entrerò nel mondo del lavoro.

Quali sono, a vostro parere, i cambiamenti piu rilevanti che avverranno per chi lavora in ambito informatico? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

RAWolf
5 ore fa, Edriv ha scritto:

Vorrei discutere di un tema che mi riguarda da vicino, ma che penso sia altrettanto legato a molte persone qui dentro.

Premettendo che mi sto laureando (triennale) in statistica e che in azienda non ho mai messo piede, mi stavo chiedendo cosa aspettarmi per quando entrerò nel mondo del lavoro.

Quali sono, a vostro parere, i cambiamenti piu rilevanti che avverranno per chi lavora in ambito informatico? 

Ciao

Visto che non hai mai messo piede in un'azienda ti faccio un quadro generale in base alla mia esperienza:

- disorganizzazione: spesso e volentieri si tirano su lavori senza aver ben chiaro cosa fare, come farlo e senza dare al cliente le tempistiche corrette. Quindi si fa tutto in fretta per diciamo 1 mese e poi si passano 6 mesi a manutenere e a mettere pezze qua e la

- stipendio: aspettati uno stipendio da operaio (senza offesa per gli operai) e di essere sottopagato appena inizi a lavorare, il che è anche normale, ma non riuscirai a raggiungere livelli soddisfacenti a meno che:

1) fai il mercenario e cambi azienda ogni tot tempo facendoti aumentare lo stipendio di volta in volta (funziona ma ha tutti i casini legati al cambio di lavoro) 

2) lavori 45839 ore a settimana per 100 euro in più a fine mese se ti va bene, c'è chi lo fa ben volentieri tanto della moglie e dei figli chi se ne fotte, meglio farsi cagare in bocca dal capo

3) lavori in una multinazionale dove si spera i ritmi di lavoro sono più bassi (paradossalmente in alcuni casi è così) e lo stipendio è decente / adeguato

Detto ciò, per il discorso di come sarà in futuro, io lavoro in ambito web per cui ti dico quello che conosco: già in questo periodo con la quarantena ecc molte aziende vogliono l'ecommerce, con tutti i vantaggi che comporta, e sembra che sarà così per un bel po'. 

Quindi specializzarsi su sviluppo di piattaforme di questo tipo non è una cattiva idea, anche se le tecnologie coinvolte viaggiano alla velocità della luce e bisogna sempre essere informati per stare al passo: guarda Angular per esempio, buttano fuori una versione ogni 3-4 mesi (a volte anche meno). 

Per quanto riguarda futuro, buona parte delle aziende "Smart", inteso come "azienda che non ha come core business la manutenzione di un gestionale fatto a cazzo negli anni 90 che sta in piedi con lo sputo" sa che conviene investire nel cloud computing, Internet of things ecc. Basta che ti guardi attorno, ormai anche la tazzina del caffè ha un processore. 

Anche l'integrazione con intelligenze artificiali, ci sono API che permettono di integrare il software con, ad esempio, Alexa di Amazon. 

In sintesi questo è quello che percepisco io della realtà del settore in questo momento. Se tu sei uno di quelli che ha la passione per l'informatica ecc allora ne hai di che "divertirti" (anche se avrai a che fare con idioti), mentre se lo vedi più come un modo per portare a casa lo stipendio beh, auguri. 

Ps: ma in statistica fate anche programmazione / sviluppo software? (domanda seria - non ne ho idea) Gli unici che ho sempre sentito occuparsi di questo all'uni sono gli informatici (sotto scienze matematiche) e gli ingegneri informatici / dell'informazione 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Edriv
47 minutes ago, RAWolf said:

Ciao

Visto che non hai mai messo piede in un'azienda ti faccio un quadro generale in base alla mia esperienza:

- disorganizzazione: spesso e volentieri si tirano su lavori senza aver ben chiaro cosa fare, come farlo e senza dare al cliente le tempistiche corrette. Quindi si fa tutto in fretta per diciamo 1 mese e poi si passano 6 mesi a manutenere e a mettere pezze qua e la

- stipendio: aspettati uno stipendio da operaio (senza offesa per gli operai) e di essere sottopagato appena inizi a lavorare, il che è anche normale, ma non riuscirai a raggiungere livelli soddisfacenti a meno che:

1) fai il mercenario e cambi azienda ogni tot tempo facendoti aumentare lo stipendio di volta in volta (funziona ma ha tutti i casini legati al cambio di lavoro) 

2) lavori 45839 ore a settimana per 100 euro in più a fine mese se ti va bene, c'è chi lo fa ben volentieri tanto della moglie e dei figli chi se ne fotte, meglio farsi cagare in bocca dal capo

3) lavori in una multinazionale dove si spera i ritmi di lavoro sono più bassi (paradossalmente in alcuni casi è così) e lo stipendio è decente / adeguato

Detto ciò, per il discorso di come sarà in futuro, io lavoro in ambito web per cui ti dico quello che conosco: già in questo periodo con la quarantena ecc molte aziende vogliono l'ecommerce, con tutti i vantaggi che comporta, e sembra che sarà così per un bel po'. 

Quindi specializzarsi su sviluppo di piattaforme di questo tipo non è una cattiva idea, anche se le tecnologie coinvolte viaggiano alla velocità della luce e bisogna sempre essere informati per stare al passo: guarda Angular per esempio, buttano fuori una versione ogni 3-4 mesi (a volte anche meno). 

Per quanto riguarda futuro, buona parte delle aziende "Smart", inteso come "azienda che non ha come core business la manutenzione di un gestionale fatto a cazzo negli anni 90 che sta in piedi con lo sputo" sa che conviene investire nel cloud computing, Internet of things ecc. Basta che ti guardi attorno, ormai anche la tazzina del caffè ha un processore. 

Anche l'integrazione con intelligenze artificiali, ci sono API che permettono di integrare il software con, ad esempio, Alexa di Amazon. 

In sintesi questo è quello che percepisco io della realtà del settore in questo momento. Se tu sei uno di quelli che ha la passione per l'informatica ecc allora ne hai di che "divertirti" (anche se avrai a che fare con idioti), mentre se lo vedi più come un modo per portare a casa lo stipendio beh, auguri. 

Ps: ma in statistica fate anche programmazione / sviluppo software? (domanda seria - non ne ho idea) Gli unici che ho sempre sentito occuparsi di questo all'uni sono gli informatici (sotto scienze matematiche) e gli ingegneri informatici / dell'informazione 

Ciao, ti ringrazio per la risposta intanto! 

A statistica di programmazione non ne facciamo poi moltissima, in realtà però lo sbocco professionale a cui per così dire ambisco è affine alla data science e all'intelligenza artificiale, chiaramente non avendo esperienze dirette tutto può cambiare, ma mi stavo chiedendo comunque su cosa puntare e specializzarmi in modo da non trovarmi senza lavoro perchè "non più necessario" da qui a 10 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

RAWolf
2 minuti fa, Edriv ha scritto:

Ciao, ti ringrazio per la risposta intanto! 

A statistica di programmazione non ne facciamo poi moltissima, in realtà però lo sbocco professionale a cui per così dire ambisco è affine alla data science e all'intelligenza artificiale, chiaramente non avendo esperienze dirette tutto può cambiare, ma mi stavo chiedendo comunque su cosa puntare e specializzarmi in modo da non trovarmi senza lavoro perchè "non più necessario" da qui a 10 anni.

Guarda, l'intelligenza artificiale molto probabilmente sarà un settore molto in voga nei prossimi anni. 

Io intanto ti consiglio di specializzarti in ambito web che non fa mai male, possibilmente su qualcosa di più complicato del classico sito vetrina. 

Cerca aziende che fanno ecommerce/ CRM eccetera o comunque che usino tecnologie recenti e in sviluppo contiuo, come angular, node.js e che si usino architetture REST 

Sono cose che potrebbero servire, se non altro per farti un po' di curriculum. Poi se hai intenzione di andare all'estero, i miei colleghi espatriati prendono molto di più come stipendio, tralasciando altre cose come qualità / costo vita ecc 

Share this post


Link to post
Share on other sites

bruni

Perdonatemi se mi intrometto, spero che non sia totalmente ot ma avrei delle domande forse un po' ingenuotte visto che siete entrambi immersi nel settore tecnologico:

In azienda da me sto cercando di costruire qualcosa che mi permetta di raccogliere ed analizzare dati ed anzi, visto il

"in modo da non trovarmi senza lavoro perchè "non più necessario" da qui a 10 anni."

Pagherei per avere uno che me li analizza, altrimenti sarei ancora al "vediamo come va e navighiamo a vista" e vi sfido ad andare di fronte alle banche con risposte simili. 

3 ore fa, RAWolf ha scritto:

le tecnologie coinvolte viaggiano alla velocità della luce e bisogna sempre essere informati per stare al passo

(Spero di intendere le stesse tecnologie, altrimenti stoppate mi)

È veramente così o siamo arrivati al punto che parliamo di mere pugnette per gli esperti del settore? ho la percezione che la tecnologia corre corre ma nel concreto quello che mi serve a livello di azienda e per la produzione non è l'ultima tecnologia, una cosa sì più efficiente e moderna ma non di certo da cambiare una volta all'anno, cioè tante cose che mi spacciano per futuro tipo "realtà virtuale" mi sembra che non siano prioritarie ora come ora anche se me la spacciano per il futuro 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
RAWolf
16 minuti fa, bruni ha scritto:

Perdonatemi se mi intrometto, spero che non sia totalmente ot ma avrei delle domande forse un po' ingenuotte visto che siete entrambi immersi nel settore tecnologico:

In azienda da me sto cercando di costruire qualcosa che mi permetta di raccogliere ed analizzare dati ed anzi, visto il

"in modo da non trovarmi senza lavoro perchè "non più necessario" da qui a 10 anni."

Pagherei per avere uno che me li analizza, altrimenti sarei ancora al "vediamo come va e navighiamo a vista" e vi sfido ad andare di fronte alle banche con risposte simili. 

(Spero di intendere le stesse tecnologie, altrimenti stoppate mi)

È veramente così o siamo arrivati al punto che parliamo di mere pugnette per gli esperti del settore? ho la percezione che la tecnologia corre corre ma nel concreto quello che mi serve a livello di azienda e per la produzione non è l'ultima tecnologia, una cosa sì più efficiente e moderna ma non di certo da cambiare una volta all'anno, cioè tante cose che mi spacciano per futuro tipo "realtà virtuale" mi sembra che non siano prioritarie ora come ora anche se me la spacciano per il futuro 

 

 

Io parlo di framework per lo sviluppo. Ovvero, per noi programmatori è un bordello perché dovremmo stare al passo sempre, per conoscere tutte le cose nuove ma a conti fatti è abbastanza impossibile. 

Per quanto riguarda un software sviluppato per terzi: in azienda da me stiamo usando le ultime tecnologie ed una volta finito comunque il prodotto viene manutenuto per anni, per cui il cliente è a posto, salvo ulteriori personalizzazioni grafiche e non che si pagano. 

Ma in linea di massima un prodotto che costa centinaia di k euri poi viene costantemente supportato. Però ad esempio, se usiamo angular 9 (ok magari non sai cos'è ma prendila come esempio) e tra 2 mesi esce il 10 non è che ci mettiamo a rifare tutto da 0. Questo intendo per tecnologia che corre alla velocità della luce. 

Poi ci sono aziende che usano ancora linguaggi di programmazione anni 90 perché "abbiamo sempre fatto così" per cui ti lascio immaginare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bruni
6 minuti fa, RAWolf ha scritto:

Io parlo di framework per lo sviluppo

...

Ma in linea di massima un prodotto che costa centinaia di k euri poi viene costantemente supportato. Però ad esempio, se usiamo angular 9 (ok magari non sai cos'è ma prendila come esempio) e tra 2 mesi esce il 10 non è che ci mettiamo a rifare tutto da 0. Questo intendo per tecnologia che corre alla velocità della luce. 

Poi ci sono aziende che usano ancora linguaggi di programmazione anni 90 perché "abbiamo sempre fatto così" per cui ti lascio immaginare. 

Ok penso di aver capito, in effetti anche io quando sono arrivata ed ho visto il nostro CRM ci son rimasta perché pareva na roba talmente vecchia e macchinosa, ancora devo fare degli sforzi per adattarmici se lo uso.

Allora scusatemi, la intendevo troppo genericamente e non solo sulla programmazione, tra Smart working e "realtà virtuale" (che forse qualcuno mi deve ancora dare una definizione precisa.) Mi sembra solo che tutti mi spingano a lasciare la gente a casa (definitivamente) e/o a farmi uscire soldi dal portafoglio. 

Scusate l'intromissione 🙇

Share this post


Link to post
Share on other sites
PSY
9 ore fa, Edriv ha scritto:

Vorrei discutere di un tema che mi riguarda da vicino, ma che penso sia altrettanto legato a molte persone qui dentro.

Premettendo che mi sto laureando (triennale) in statistica e che in azienda non ho mai messo piede, mi stavo chiedendo cosa aspettarmi per quando entrerò nel mondo del lavoro.

Quali sono, a vostro parere, i cambiamenti piu rilevanti che avverranno per chi lavora in ambito informatico? 

In Italia devi dividere per PMI o per grossa impresa, magari multinazionale.
Per pubblico/partecipata/grosse committenze pubbliche vs privata/per privati.

PMI = la maggior parte non capisce una minchia e la tecnologia e la ricerca di aumento di produttività è un miraggio.

Multinazionale = stessa cosa, dipende un po' dal branch, probabilmente il tuo lavoro non avrà grosso impatto e ti assegnano progetti che non spostano una virgola sulla bottom line perchè devono ritenere il personale

Pubblico = posto di lavoro garantito

Privato = oggi ci sei, domani chi lo sa...

Fai la matrice con questi quattro valori e hai la soluzione.

Se non vuoi stress e non vuoi fare carriera, in Italia, conviene una che fa consulenza sul software in italia, un prodotto che ha già installato, ad esempio alla pubblica amministrazione, e che ogni x anni "aggiorna" con discutibili migliorie.
Se vuoi imparare, probabilmente azienda innovativa pmi (ma non di quelle finte).

Se vuoi fare i soldi vai all'estero.

41 minuti fa, bruni ha scritto:

n azienda da me sto cercando di costruire qualcosa che mi permetta di raccogliere ed analizzare dati ed anzi, visto il

Non si fa così.

Prima vedi se ci sono delle API, se non puoi farlo tramite API
cerchi un software enterprise per fare ciò che vuoi fare (Salesforce?)
Sennò cerchi di automatizzare (Zapier?) oppure te lo fai disegnare appositamente da qualcuno su Upwork
Se non si può fare nessuna di quelle, puoi pensare di pagare uno che ti raccoglie e analizza i dati

Share this post


Link to post
Share on other sites
RAWolf
4 minuti fa, bruni ha scritto:

Ok penso di aver capito, in effetti anche io quando sono arrivata ed ho visto il nostro CRM ci son rimasta perché pareva na roba talmente vecchia e macchinosa, ancora devo fare degli sforzi per adattarmici se lo uso.

Allora scusatemi, la intendevo troppo genericamente e non solo sulla programmazione, tra Smart working e "realtà virtuale" (che forse qualcuno mi deve ancora dare una definizione precisa.) Mi sembra solo che tutti mi spingano a lasciare la gente a casa (definitivamente) e/o a farmi uscire soldi dal portafoglio. 

Scusate l'intromissione 🙇

Allora per l'intromissione sono 50 euri 😜

Immagino sia una merda il CRM che ti tocca usare, dove lavoro io è sviluppato con tecnologie recenti e io mi occupi di grafica, quindi è anche figo da vedere (😂). Fatevi fare un preventivo, poi al massimo ti insegno io ad usarlo, i miei colleghi sono brutti

La realtà virtuale per quanto ne so io è per i videogiochi ed i pornazzi. 🤟

Share this post


Link to post
Share on other sites
bruni
Posted (edited)
13 minuti fa, PSY ha scritto:

Non si fa così.

Prima vedi se ci sono delle API, se non puoi farlo tramite API
cerchi un software enterprise per fare ciò che vuoi fare (Salesforce?)
Sennò cerchi di automatizzare (Zapier?) oppure te lo fai disegnare appositamente da qualcuno su Upwork
Se non si può fare nessuna di quelle, puoi pensare di pagare uno che ti raccoglie e analizza i dati

Lo so, lo so che le cose dovrebbero essere fatte con un minimo di senno all'inizio

Purtroppo è stato fatto e poi..... Mai usato perché non hanno fatto né formazione e non era di nessuno il compito di monitorarlo in concreto, quindi prima di uscire altri soldi voglio vedere se qualcosa si può fare, anche perché hai pure lo scoglio di doverlo far digerire alle persone prima, hanno pure comprato dei tablet e mai usati, anzi non si sa come sono distrutti ora, io boh.

11 minuti fa, RAWolf ha scritto:

Allora per l'intromissione sono 50 euri 😜

Ellamadonna 😧

Spiegazione del perché non lo cambio subito è fatta sopra, anche se appena avrò un po' di potere e dindi lo lancio dalla finestra. Detesto anche solo tornare indietro con la grafica 😂

 

Guarda lascia perdere, mi è stato proposto di lasciar perdere il discorso fiere e spostarci sull'online perché "il virtuale è il futuro!!!1!", solo che noi siamo un BTB e di una materia prima in cui il vederla dal vivo avrà sempre l'ultima parola e come esempio di show room mi è stato mostrato un progetto in cui la grafica non era troppo lontana dai primi primi the Sims o GTA

 

Edited by bruni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.