Jump to content

Linguaggio femminile, interpretare le donne


Nexis
 Share

Recommended Posts

Nexis

Salve, 

Volevo cercare risposte per chiarire un concetto e approfondire qualcosa che mi interessa molto. Si dice sempre che non bisogna cercare di capire la logica delle donne per non rischiare di impazzire. Vero. Ma questo succederebbe se noi applicassimo al linguaggio femminile la logica maschile. Anche il linguaggio femminile ha una logica tutta sua e benché si consiglia di guardare al linguaggio del corpo e alle azioni/comportamenti delle donne e mai badare alle loro parole, tra le righe penso si possano capire molte cose, per cui ignorarle non penso sia la cosa migliore. Anche perchè ci sono situazioni nell'era moderna (es. vocali chat) dove le uniche informazioni che puoi ottenere sono appunto le parole. Ecco, sto cercando di imparare a leggere tra le righe quello che dicono le donne (es banale: se una donna dice "fai pure" in realtà ti sta sfidando per vedere se capisci che in realtà è preoccupata e le importa quello che ti stai facendo e vorrebbe non lo facessi. 

Oppure se una donna dice "sai ho avuto molti ragazzi" vuole vedere se reagisci) 

 

Insomma le parole delle donne hanno un loro significato preciso ed imparare ad interpretare il loro linguaggio è fondamentale. Ovviamente l'esperienza sul campo aiuta molto e anche imparare a riconoscere gli shit-test più comuni etc, ma voi cosa usate come chiave di lettura? Esiste un modo per imparare a capire meglio i meccanismi dietro le parole delle donne, al di là della pratica e della frequentazione? 

  • Mi piace! 1
Link to comment
Share on other sites

Fajan

Se una non mi ha mai chiamato per nome in anni , e dopo una battuta di un'amico sul mio fallo, ha iniziato a farlo, dici di non darci peso?

Cavolo, mi stavo montando la testa , pensavo volesse testare il mio XL , grazie , mi sento un seduttore migliore ora.

Link to comment
Share on other sites

Back Door Man

C'è una tizia che mi chiama Pablo.

Le prime volte gli ho detto che si sbagliava, ora ho cominciato a starci.

In mezzo c'è stata una fase in cui gli dicevo "Chiamami Pablo..." tipo pubblicità della Peroni.

Quindi c'è stato un Pablo nella sua vita, e per ignoti motivi mi associa a costui.

Una specie di transfert.

Se ci fosse da rimediare qualcosa... 🐷

 

  • Mi piace! 1
Link to comment
Share on other sites

ciccioman333
6 ore fa, Nexis ha scritto:

Salve, 

Volevo cercare risposte per chiarire un concetto e approfondire qualcosa che mi interessa molto. Si dice sempre che non bisogna cercare di capire la logica delle donne per non rischiare di impazzire. Vero. Ma questo succederebbe se noi applicassimo al linguaggio femminile la logica maschile. Anche il linguaggio femminile ha una logica tutta sua e benché si consiglia di guardare al linguaggio del corpo e alle azioni/comportamenti delle donne e mai badare alle loro parole, tra le righe penso si possano capire molte cose, per cui ignorarle non penso sia la cosa migliore. Anche perchè ci sono situazioni nell'era moderna (es. vocali chat) dove le uniche informazioni che puoi ottenere sono appunto le parole. Ecco, sto cercando di imparare a leggere tra le righe quello che dicono le donne (es banale: se una donna dice "fai pure" in realtà ti sta sfidando per vedere se capisci che in realtà è preoccupata e le importa quello che ti stai facendo e vorrebbe non lo facessi. 

Oppure se una donna dice "sai ho avuto molti ragazzi" vuole vedere se reagisci) 

 

Insomma le parole delle donne hanno un loro significato preciso ed imparare ad interpretare il loro linguaggio è fondamentale. Ovviamente l'esperienza sul campo aiuta molto e anche imparare a riconoscere gli shit-test più comuni etc, ma voi cosa usate come chiave di lettura? Esiste un modo per imparare a capire meglio i meccanismi dietro le parole delle donne, al di là della pratica e della frequentazione? 

Lascia stare, non c'e' riuscito nemmeno Freud, figurati se riusciamo noi 4 cialtroni del forum

 

Cio' detto dell'impossibilita' di capire/prevedere cio' che le femmine vogliono, tu puoi solo 'difenderti' sargiandone sempre tante, in ogni occasione, in contemporanea...

Mai sargiarne solo una senno' sei fritto

 

Link to comment
Share on other sites

Nexis
5 hours ago, ciccioman333 said:

Lascia stare, non c'e' riuscito nemmeno Freud, figurati se riusciamo noi 4 cialtroni del forum

 

Cio' detto dell'impossibilita' di capire/prevedere cio' che le femmine vogliono, tu puoi solo 'difenderti' sargiandone sempre tante, in ogni occasione, in contemporanea...

Mai sargiarne solo una senno' sei fritto

 

No, ma su questo siamo d'accordo. La vastità è importante, non bisogna focalizzarsi su una sola. Forse mi sono spiegato male. Se ci fosse un "trucco" o un metodo universale per capire le donne saremmo tutti trombadores. Io intendevo dire come a seconda delle vostre esperienze avete interpretato le parole delle donne in certe situazioni, se si può entrare meglio nella loro testa e avvicinarsi un minimo (comprenderle sarebbe da folli autolesionisti) e se effettivamente bisogna dargli un "peso" o se conviene ignorarle totalmente e badare solo al loro linguaggio del corpo a quello che fanno e non starle manco a sentire (sto esagerando ma è per rendere il senso)

Link to comment
Share on other sites

Seth44
Il 15/8/2021 at 01:59, Nexis ha scritto:

Insomma le parole delle donne hanno un loro significato preciso ed imparare ad interpretare il loro linguaggio è fondamentale. Ovviamente l'esperienza sul campo aiuta molto e anche imparare a riconoscere gli shit-test più comuni etc, ma voi cosa usate come chiave di lettura? Esiste un modo per imparare a capire meglio i meccanismi dietro le parole delle donne, al di là della pratica e della frequentazione? 

Secondo me no.

Già fai un errore in partenza, perché scrivi "le donne" come se si trattasse di un unicum. E, se è vero che alcune generalizzazioni possono aiutare e anzi sono innegabilmente utili, rimango dell'idea che ogni donna richieda un approccio personalizzato, e che quello che va bene per una possa non andar bene, o addirittura rivelarsi estremamente controproducente, per un'altra.

La chiave di lettura universale? Provarci e vedere se ci sta, se ti pare che ci sia quantomeno il margine per fare il tentativo. La mia esperienza mi ha insegnato che, a parte pochi casi eclatanti, non c'è parola né linguaggio del corpo che sia rivelatoria/o al punto da darti la certezza che la persona che hai davanti ci starà.

Come ho qualche volta raccontato, mi è capitato di prendere dei pali pazzeschi (non perché brutti o troppo sgradevoli, ma perché provenienti da ragazze con cui pensavo di andare a colpo sicuro), e questo mi ha insegnato a diffidare sempre. Pur senza mai perdere l'amore per il genere femminile, ovviamente.

Link to comment
Share on other sites

Nexis
Posted (edited)
2 hours ago, Seth44 said:

Secondo me no.

Già fai un errore in partenza, perché scrivi "le donne" come se si trattasse di un unicum. E, se è vero che alcune generalizzazioni possono aiutare e anzi sono innegabilmente utili, rimango dell'idea che ogni donna richieda un approccio personalizzato, e che quello che va bene per una possa non andar bene, o addirittura rivelarsi estremamente controproducente, per un'altra.

La chiave di lettura universale? Provarci e vedere se ci sta, se ti pare che ci sia quantomeno il margine per fare il tentativo. La mia esperienza mi ha insegnato che, a parte pochi casi eclatanti, non c'è parola né linguaggio del corpo che sia rivelatoria/o al punto da darti la certezza che la persona che hai davanti ci starà.

Come ho qualche volta raccontato, mi è capitato di prendere dei pali pazzeschi (non perché brutti o troppo sgradevoli, ma perché provenienti da ragazze con cui pensavo di andare a colpo sicuro), e questo mi ha insegnato a diffidare sempre. Pur senza mai perdere l'amore per il genere femminile, ovviamente.

Beh Seth, concordo sul fatto che l'unico modo per vedere se una ci sta è provare a baciarla e fare kino/spingere sessualmente. Ed è vero che ognuno di noi uomini o donne che sia siamo diversi e abbiamo bisogno di approcci differenti e non si può universalizzare un metodo, una chiave di lettura o qualsivoglia approccio. Però è anche vero che la psicologia umana ha molto spesso dei punti in comune (magari diversi tra uomini e donne) esistono dei pattern che sono quasi universali altrimenti non ci sarebbero manuali sulla seduzione e sulla psicologia sociale che spiegano determinate cose perchè ci vorrebbe un libro singolo personalizzato per ognuno di noi. Comunque va bene, dalle risposte che sto vedendo penso di capire che è una stronzata stare a sentire quello che dicono o leggere tra le righe. Prendi l'appuntamento, spingi e finchè lei sta con te lì e non se ne va può dire il cazzo che vuole, ma è l'unica cosa he conta. Solite cose insomma. 

Edited by Nexis
Link to comment
Share on other sites

Seth44
16 minuti fa, Nexis ha scritto:

Beh Seth, concordo sul fatto che l'unico modo per vedere se una ci sta è provare a baciarla e fare kino/spingere sessualmente. Ed è vero che ognuno di noi uomini o donne che sia siamo diversi e abbiamo bisogno di approcci differenti e non si può universalizzare un metodo, una chiave di lettura o qualsivoglia approccio. Però è anche vero che la psicologia umana ha molto spesso dei punti in comune (magari diversi tra uomini e donne) esistono dei pattern che sono quasi universali altrimenti non ci sarebbero manuali sulla seduzione e sulla psicologia sociale che spiegano determinate cose perchè ci vorrebbe un libro singolo personalizzato per ognuno di noi.

Vero, la mia risposta era alquanto pedante, me ne rendo conto. 😂

Ci tenevo però a sottolineare la cosa perché in passato, come scrivevo poco su, mi è capitato di prender pali anche da ragazze il cui linguaggio corporeo, ai miei occhi, ululava "SONO TUA, PRENDIMI QUI E ORA!", quindi da allora tendo a non dare nulla per scontato.

Edited by Seth44
Link to comment
Share on other sites

Nexis
Posted (edited)
25 minutes ago, Seth44 said:

Vero, la mia risposta era alquanto pedante, me ne rendo conto. 😂

Ci tenevo però a sottolineare la cosa perché in passato, come scrivevo poco su, mi è capitato di prender pali anche da ragazze il cui linguaggio corporeo, ai miei occhi, ululava "SONO TUA, PRENDIMI QUI E ORA!", quindi da allora tendo a non dare nulla per scontato.

No no pienamente ragione. Io adesso sto sentendo una HB che non vedo da un annetto che sta passando un brutto periodo e mi sta dicendo "non vedo l'ora che torni, non so poi come fai se devi lavorare, ma preferisco che li mandi a quel paese e vieni lo stesso perché con te sto bene e mi diverto" (p.s non ci ho ancora fatto sesso). Per la logica maschile questo potrebbe voler dire "questa vuole essere presa, via libera" , ma magari in realtà poi sei lì, provi a spingere col kino e lei non ci sta. Vai a capire...😁

Edited by Nexis
Link to comment
Share on other sites

leavingmyheart
10 ore fa, Nexis ha scritto:

esistono dei pattern che sono quasi universali altrimenti non ci sarebbero manuali sulla seduzione e sulla psicologia sociale che spiegano determinate cose perchè ci vorrebbe un libro singolo personalizzato per ognuno di noi.

 

 

Certo che esistono ma non è facile spiegarli. Ad esempio, il fatto che una ragazza ti regali delle cose materiali è solitamente negativo. Perché? eh.. boh 🤷‍♂️

io la predisposizione a capire le persone ce l'ho sempre avuta, sono molto sensibile. Anche quando avevo quasi zero esperienza me ne accorgevo subito di un rigetto nei miei confronti. Sono finezze. 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.