Jump to content

Difficoltà a letto


barbra
 Share

Recommended Posts

barbra

Ciao a tutti, ho bisogno di pareri soprattutto maschili. Sto frequentando un ragazzo da poco meno di un mese, ci troviamo bene per ora (anche se ci stiamo ancora conoscendo) e qualche giorno fa abbiamo provato a fare sesso.
Dico provato perché per ora l'esperienza è stata un po' meh: nonostante avesse molta voglia il suo pisello non ha collaborato moltissimo.

La prima sera ho scoperto/mi ha detto di avere poca sensibilità al pene e di avere tempi lunghi per orgasmo. L'erezione gli va e gli viene, anche se lo stimolo col sesso orale (coperto, quindi immagino non senta moltissimo, ma al momento non mi va di fare diversamente). Non riusciva a penetrarmi: dopo un po' di tentativi in cui l'ho aiutato, abbiamo cambiato posizioni varie ecc. alla fine è riuscito ma mentre lo facevamo ha perso l'erezione (non pensavo fosse possibile). Se lo tocco io lo faccio nel modo "sbagliato" e o non sente o è troppo sensibile, quindi alla fine sono venuta solo io con lui che mi stimolava. Diceva che il condom era troppo spesso e non aveva con sé quelli sottili. Ok, l'ho preso per buono attribuendo il tutto a scarsa sensibilità e confidenza tra noi, e stop.

La sera successiva si è messo in testa di riprovare diretto con rapporto (approccio secondo me del tutto sbagliato), ha preso i condom sottili, ma la sostanza non è cambiata, anzi direi peggiorata: non siamo proprio arrivati alla penetrazione perché si è ammosciato appena si è incappucciato, ovviamente grande risentimento da parte sua tanto che voleva andarsene subito. Io sono stata super comprensiva, lui si è un po' calmato, abbiamo ripreso i preliminari e dopo diverso tempo è venuto stimolandosi principalmente lui con me "a supporto": lì dopo si è rincuorato tantissimo avendo potuto dimostrarmi che "funziona". Ma io non ho dubbi che gli funzioni, so di piacergli, credo la sua sia solo ansia (mi ha detto che se è un po' brillo la situazione migliora e il cazzo gli va per conto suo) unita forse a questa poca sensibilità che sostiene di aver sempre avuto. Io credo che possa essere una cosa risolvibile, col tempo e la confidenza, e se lui riesce a calmarsi un po' (mi sa che è una persona che tende parecchio al nervosismo e all'ansia) senza andare diretto con l'idea di penetrarmi e senza entrare nel loop che tanto va male (già mi ha detto che ci sarebbero stati altri episodi).

Soluzioni? Prossima volta lo faccio bere un po'... ma non mi sembra una soluzione valida sul lungo periodo. Mollare il condom (anche facendo le varie analisi del caso) mi sembra decisamente prematuro. Suggerirgli di andare dal medico, boh. 

La situazione oltretutto mi risveglia ricordi non proprio piacevoli di una relazione passata in cui lui non voleva proprio scoparmi perché era depresso, e quando ci ha provato è stato un flop... non voglio finire a fare nuovamente la crocerossina, anche se questo ragazzo mi interessa sotto altri aspetti.

Grazie per i vostri pareri ragazzi!

Link to comment
Share on other sites

Aladino
1 ora fa, barbra ha scritto:

Ciao a tutti, ho bisogno di pareri soprattutto maschili. Sto frequentando un ragazzo da poco meno di un mese, ci troviamo bene per ora (anche se ci stiamo ancora conoscendo) e qualche giorno fa abbiamo provato a fare sesso.
Dico provato perché per ora l'esperienza è stata un po' meh: nonostante avesse molta voglia il suo pisello non ha collaborato moltissimo.

La prima sera ho scoperto/mi ha detto di avere poca sensibilità al pene e di avere tempi lunghi per orgasmo. L'erezione gli va e gli viene, anche se lo stimolo col sesso orale (coperto, quindi immagino non senta moltissimo, ma al momento non mi va di fare diversamente). Non riusciva a penetrarmi: dopo un po' di tentativi in cui l'ho aiutato, abbiamo cambiato posizioni varie ecc. alla fine è riuscito ma mentre lo facevamo ha perso l'erezione (non pensavo fosse possibile). Se lo tocco io lo faccio nel modo "sbagliato" e o non sente o è troppo sensibile, quindi alla fine sono venuta solo io con lui che mi stimolava. Diceva che il condom era troppo spesso e non aveva con sé quelli sottili. Ok, l'ho preso per buono attribuendo il tutto a scarsa sensibilità e confidenza tra noi, e stop.

La sera successiva si è messo in testa di riprovare diretto con rapporto (approccio secondo me del tutto sbagliato), ha preso i condom sottili, ma la sostanza non è cambiata, anzi direi peggiorata: non siamo proprio arrivati alla penetrazione perché si è ammosciato appena si è incappucciato, ovviamente grande risentimento da parte sua tanto che voleva andarsene subito. Io sono stata super comprensiva, lui si è un po' calmato, abbiamo ripreso i preliminari e dopo diverso tempo è venuto stimolandosi principalmente lui con me "a supporto": lì dopo si è rincuorato tantissimo avendo potuto dimostrarmi che "funziona". Ma io non ho dubbi che gli funzioni, so di piacergli, credo la sua sia solo ansia (mi ha detto che se è un po' brillo la situazione migliora e il cazzo gli va per conto suo) unita forse a questa poca sensibilità che sostiene di aver sempre avuto. Io credo che possa essere una cosa risolvibile, col tempo e la confidenza, e se lui riesce a calmarsi un po' (mi sa che è una persona che tende parecchio al nervosismo e all'ansia) senza andare diretto con l'idea di penetrarmi e senza entrare nel loop che tanto va male (già mi ha detto che ci sarebbero stati altri episodi).

Soluzioni? Prossima volta lo faccio bere un po'... ma non mi sembra una soluzione valida sul lungo periodo. Mollare il condom (anche facendo le varie analisi del caso) mi sembra decisamente prematuro. Suggerirgli di andare dal medico, boh. 

La situazione oltretutto mi risveglia ricordi non proprio piacevoli di una relazione passata in cui lui non voleva proprio scoparmi perché era depresso, e quando ci ha provato è stato un flop... non voglio finire a fare nuovamente la crocerossina, anche se questo ragazzo mi interessa sotto altri aspetti.

Grazie per i vostri pareri ragazzi!

Ti dico la mia. Entrano in gioco tantissimi fattori, primi fra tutti l'età e le precedenti esperienze (se ne ha avute o meno). Poi il condom che toglie sicuramente sensibilità e infine "ansia da prestazione" che frega oltre la metà dei maschi. In questi casi ci sono dei farmaci che risolvono velocemente. Quindi credo che una capatina dal medico curante è assolutamente necessaria. Ovvio che un ragazzo giovane è restìo ad andarci, per orgoglio o per vergogna, specie se il suo medico è donna. A me è successo una sola volta quando ero alle prime armi, ho risolto senza andare dal medico facendomi dare da un amico un paio di pastiglie di cialis a basso dosaggio, le usai per due volte di seguito e non ci fu bisogno di una terza perchè entrai più in "confidenza" con la tipa e ormai mi sentivo ormai a mio completo agio. L'alcool? Beh, a me fa l'effetto contrario, ma se lui dice che l'aiuta non ti resta che fare una prova! Tutto può essere. Facci sapere.

 

  • Mi piace! 3
Link to comment
Share on other sites

Giraluna
2 ore fa, barbra ha scritto:

se questo ragazzo mi interessa sotto altri aspetti.

Sei sicura che non sia semplicemente incompatibilità a letto?

Non ho mai letto di donne free (non prostitute) che fanno il preliminare coperto. Sei la prima. Mi chiedo quali blocchi portino anche te ad essere così chiusa. 

Forse i vostri blocchi reciproci sono ancora troppo insediati dentro di voi per aiutarvi davvero a vicenda. 

Se anche lui ti penetrasse, ma poi appunto fai il preliminare coperto, credo che sareste da punto a capo. 

Praticamente, e cerca di non offenderti, andare con te non porta alcun beneficio, se fai addirittura il preliminare coperto. 

Non stimola la cosa a livello cerebrale un uomo. Con le pro accade di farlo coperto. E ok. Sono pro. 

Se anche con te c è tutto l ambaradan identico, con in più il discorso che certamente non ti ha pagata per zero messaggi e chiacchiere di conoscenza, ci sta che il pisello non funzioni, soprattutto alle prime armi. 

Dovresti fidarti un po' di più almeno nel sesso orale. E vedere se effettivamente sai fare bene le seghe. A letto i problemi sono divisi a metà. Mai solo da una parte. 

I tuoi quali sono? 

Link to comment
Share on other sites

PapuPetagna

Non sono lì quando vi vedete ma direi che si tratti solo di ansia di prestazione. Tutte quelle cose che dice sono scuse razionali per giustificare a te e soprattutto a lui stesso queste defaillances.

Mettiamo da parte un attimo il sesso. Cosa si fa quando una determinata situazione ci provoca ansia? Cerchiamo di approcciarla in modo graduale.

Torniamo adesso al sesso. Prova a utilizzare un po’ lo stesso metodo che si usa in allenamento: carico graduale. È probabile che abbia paura di venire già durante i preliminari, quindi poi si trattiene e provoca l’effetto contrario con conseguente perdita di erezione. Potreste fare così per esempio: 1-2 o 3 volte venite senza rapporto completo e alla quarta ci riprovate.

Link to comment
Share on other sites

Celeste
3 ore fa, barbra ha scritto:

La prima sera ho scoperto/mi ha detto di avere poca sensibilità al pene e di avere tempi lunghi per orgasmo

Questo lo dicono in tanti. Basta rispondere di non preoccuparsi - “Meglio, abbiamo più tempo”. Devi distrarlo. 
 

Già la situazione sembra essere partita freddina...sesso forse dopo troppi appuntamenti (quante volte vi siete visti in un mese? Da vestito aveva erezione?), profilattico sin da subito, sobrietà, tu non abituata alle defaillance...

Con il profilattico di mezzo risulta difficile darti consigli, peró immagino che ognuno faccia ció che si senta. 
Lavora sul pre-contesto. Non vedetevi di pomeriggio, per chiavare col sole da sobri. Ma per le prime volte almeno, fatelo a fine serata, dopo essere usciti, aver bevuto (o comunque un contesto tipico da “appuntamento romantico”). 
Se vi siete visti un po’, avrete parlato...avrai carpito le sue preferenze. In ogni caso chiedi (ma in maniera non ansiogena), provoca con dei racconti (evitando di parlare di cazzi altrui). Conoscere le sue preferenze ti servirà per insistere su quelle al momento dell’azione. Quando lo spogli deve avercelo già duro. Quindi baciatevi da in piedi, strusciati, ecc ecc. 

Siete senza vestiti. A questo punto devi strusciarti con tutto il corpo e continuare a distrarlo, distrarlo sempre...toccalo tu con la mano, lascia che si tocchi lui senza infastidirti, non importa. A questo punto immagino prenderai il profilattico - ti avrei consigliato altro, altrimenti. Continuerà a non amarlo. Nei momenti in cui è calante dovresti prendere l’iniziativa di smettere la penetrazione e iniziare a fare altro o farti fare altro - senza commentare. Sarà una roba lunga, ma se riesci a farlo concludere, poi si sblocca.

E in ogni caso gratifica e rimarca il fatto che ti abbia fatto venire. Così è contento, ecc.

Durante petting dì che durante la settimana hai pensato a quella volta in cui ti ha fatto venire e ti sei toccata. Cose del genere. Così si eccita e al contempo distrae.

Link to comment
Share on other sites

Celeste

Comunque anche se con queste problematiche, sicuro gli viene duro anche se non toccato. E quello deve essere il tuo obiettivo, creare tensione. Farglielo venire duro a cena, al bar.

Non lo saprai a meno che te lo dica, ma dalla faccia un po’ si capisce su cosa insistere e i discorsi invece da lasciare perdere.

Basta buttare lì dei raccontini, con innocenza e nonchalance. Devi fingere di star raccontando senza intenzione di provocare. Devi solo farlo visualizzare.
Ad esempio, hai capito che lui è fissato con le tette. A un certo punto sistemati, e e escitene dicendo che speri che il reggiseno regga (con tono perplesso, preoccupato), perchè oggi a lavoro ti è saltato via il laccetto e te lo sei dovuto far sistemare dalla collega (combo tette + donne che ti vedono e ti toccano). Cose così. Devi riscaldare l’ambiente. Così lui visualizza, perde un po’ la brocca come fanno tutti e distoglie l’attenzione dalla performance asettica.

Link to comment
Share on other sites

Diagonale

Sesso orale coperto? Se capita a me mi rivesto e vado a prendere le carte da briscola e dico per davvero.

Cioè praticamente mi stai dicendo che ti ispiro la fiducia di un barbone tossico dipendente da eroina e che probabilmente vuoi scopare con me solo perché non ti prende internet a casa questa sera o non hai trovato uno che ti interessa davvero.

E ne conosco tante che trombano con il preservativo con quelli meh, giusto per provare, ma poi quando arriva quello che le piace per davvero via tutto, e non solo per dare la massima esperienza a lui ma dicono di essere loro in primis eccitate dal farlo senza con lui e di sentirlo, ma davvero la pelle della vagina ha questo grado di sensibilità?

Edited by Diagonale
Link to comment
Share on other sites

Celeste
4 minuti fa, Diagonale ha scritto:

ma davvero la pelle della vagina ha questo grado di sensibilità?

L’aderenza è diversa. Inoltre basta quel rumore tipo sacchettino a far pensare al banco ortofrutticolo e infastidire. Chiaramente la smania di togliere viene solo dopo aver provato senza; altrimenti stai lì buonina a pensare che il sesso sia così.

 

In ogni caso, @barbra, se non ti va di passare al cabrio, almeno lecca l’asta, la base...e il resto che trovi nei dintorni. (: Prendi le sue dita in bocca, le tue...tieni alta la barra del contatto in altra maniera. La sicurezza è importante, concordo, ma il sesso in realtà si basa su principi e scambi tutt’altro che asettici. Se snaturi troppo, come fai a rendere l’esperienza godibile?
Se al di là della sicurezza, leccargli le palle ti fa schifino sul serio, - capita, ma - posso consigliarti di cambiar partner?!

  • Mi piace! 2
  • Grazie! 1
Link to comment
Share on other sites

Celeste
5 ore fa, barbra ha scritto:

quindi alla fine sono venuta solo io con lui che mi stimolava

Comunque @barbra vera bomber della situazione che riesce a godere anche in contesti ambientali deludenti, sacchetti e non sacchetti, insensibilità e difficoltà varie & assortite. 💕


Cosa si prova ad essere fra le preferite dell’Altissimo?

Link to comment
Share on other sites

barbra
5 ore fa, Giraluna ha scritto:

Sei sicura che non sia semplicemente incompatibilità a letto?

Non ho mai letto di donne free (non prostitute) che fanno il preliminare coperto. Sei la prima. Mi chiedo quali blocchi portino anche te ad essere così chiusa. 

Dovresti fidarti un po' di più almeno nel sesso orale. E vedere se effettivamente sai fare bene le seghe.

Non credo che dopo 2 soli incontri già si possa parlare di incompatibilità. Anche perché a questo punto tutti siamo incompatibili con tutti, queste cose hanno bisogno di tempo (almeno per quanto mi riguarda).

Non credo di avere blocchi particolari, ma anche se le possibilità di una MST con sesso orale sono remote, non ho intenzione di correre questo rischio per un tizio a caso. E lui non ha fatto una piega quando glielo ho proposto, io l'ho messa come gioco ecc ecc.

Per le seghe, nessuno si è mai lamentato prima, anzi, di solito come li tocchi vengono, ma magari oh, c'è sempre una prima volta.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.