Vai al contenuto

IL LUOGO


GREZZ
 Condividi

Messaggi raccomandati

GREZZ

in breve la mia storia: sono nato in Svizzera e son rimasto lì per i miei primi

14anni, poi con tutta la famiglia mi sono trasferito a Gallipoli, in Salento, dove ho

vissuto altri 5 anni. Finito il liceo non vedevo l'ora di andarmene il più lontano

possibile, di andare nella "civiltà" (dove si può trovare il mediaworld, l'ikea e il

mcdonald's tanto per capirsi); non avevo idea di dove andare e ho scelto quasi a caso

Modena, principalmente per il fatto della facoltà alla quale ho deciso di iscrivermi

(ing meccanica).

E' un anno che sto qui ma sinceramente questo posto mi sta stretto: ho un grave

conflitto interiore che si è amplificato notevolmente dopo recenti visite a amici di

Firenze e Roma. Lì riesco a fermare tranquillamente decine di persone per strada e a

farmi sorridere dalle ragazze, mentre qua mi sembra di non riuscire, non trovo mai

l'occasione giusta, riesco a stento a fare percepire la mia esistenza alle ragazze che incrocio.

Il problema è che non so se questo dipenda completamente dal posto oppure se mi son creato uno stupido blocco mentale che mi ferma e mi "protegge" dall'aprirmi troppo a "casa mia". Non so se trasferirmi, non ho problemi di distanze, quasi tutta l'Italia mi va potenzialmente bene, mi sto facendo tentare sempre di più dalla vicinissima Bologna (già stando qua appena ho l'occasione ci vado, ma è diverso viverci) oppure da Roma.

non so, devo capire qual'è il problema e cosa fare, scusate lo sfogo, è raro che mi metta a scrivere i fatti miei su un forum ma non ho amici su cui sfogarmi (prima di sera nessuno è raggiungibile, poi ho amici OVUNQUE ma non dove mi servono, QUI a Modena) mm sto delirando, chiudo qua che è meglio

ps. ho cannato sezione?

Link al commento
Condividi su altri siti

MISA

Io sono di Forlì, quindi anche relativamente vicino a te.. e posso dirti di avere in generale( soprattutto nei primi tempi), lo stesso problema. Credo sia un po' lo stesso discorso del " le ragazze della mia città sono piu difficili di quelle di altrove"; forse una autoinibizione inconscia per non scombussolare il nostro "stato di quiete locale"( poi magari e' una ca...volata senza senso). Per quanto riguarda Bologna, io ci saro' dal prossimo anno in poi, dato che ancora sto in citta' a studiare. Se mai volessi provare una sargiata tranquilla( magari proprio in territorio bolognese), nel limite del possibile, io ci sono^^. E comunque gli amici si fanno e si trovano... soprattutto, credo, all' interno di un percorso come questo che ti mette in contatto con la gente( e non solo hb, IMHO). Fammi sapere, e buon sargeXD

Link al commento
Condividi su altri siti

Thirsty

Secondo me è lo spirito dell'avventura, della novità di un posto, di una festa o di una città con persone nuove che toglie un po' il peso della quotidianità, e della monotonia del proprio "recinto".

Non credo che ci sia niente di strano, o almeno se così fosse siamo strani in 2 :emot-angel: .

Poi bisogna considerare tante altre cose, probabilmente c'è in mezzo un po' di insicurezza o di insoddisfazione di fondo generale, è un'ovvietà dirlo ma se una persona è veramente serena e appagata, può stare veramente ovunque...o per dirtela come dice un mio amico " se hai soldi e la salute stai bene anche su un albero" :)

Link al commento
Condividi su altri siti

AlanCarter

In un piccolo centro si può avere qualche occasione in meno rispetto alla grande città ma alla fine se hai voglia di sbatterti e di provare lo puoi fare in qualunque posto. Se hai voglia di trasferirti e vivere in una metropoli spero che lo faccia perchè ti piace la metropoli per tutto ciò che ti offre (come intuisco dalle tue parole) e non solo per il fatto che ci siano più hb da fermare.

Vivere in un'altra città significa cambiare un pò tante cose della tua vita. Devi viverla come una scelta fatta con responsabilità e consapevolezza.

Se senti questo bisogno insopprimibile dentro di te di cambiare (com'è capitato a me) vai...e fallo! Più ci pensi se trasferirti o meno e più non lo fai. Insomma un pò come la regola dei 3 secondi :emot-angel:

Link al commento
Condividi su altri siti

LuK

guarda ho sperimentato anche io sensazioni simili alle tue... anche io abito in un piccolo centro del nord e, andando con amici per qualche giorno a Roma, ho avuto molta più facilità ad approciare e migliori feedback dalle ragazze rispetto che qua al nord.

A mio avviso dipende da due fattori:

un elemento personale, che ci rende più aperti all'approccio in una città che non è la nostra, dove non abbiamo "blocchi mentali" pensando che ci conoscono, possiamo fare brutte figure ecc... (sò bene che sono stupidi preconcetti da superare, ma in chi è alle prime armi come me sono presenti)

e un fattore esterno: ho notato che nelle grandi città, soprattutto del centro sud, c'è più apertura al dialogo da parte delle ragazze, un'atteggiamento meno "guardingo"... mai ricevute risposte acide, talvolta erano proprio ragazze a cominciare a parlarci sentendo che eravamo del nord e attaccando discorso sul nostro accento e chiedendoci da dove venivamo... 2 ragazze ci hanno invitato ad una festa che si teneva nel palazzo di fronte a quello dove alloggiavamo, semplicemente perchè ci siamo affacciati alla finestra e abbiamo salutato e scambiato due parole con loro!

sono senz'altro d'accordo che con volontà e il giusto frame si può andare bene ovunque e scuse tipo "le ragazze qua se la tirano tutte.." ecc. sono senz'altro da AFC! però le cose che ho riscontrato mi sembrano abbastanza oggettive...

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...