Vai al contenuto

complesso di superiorità


giako
 Condividi

Messaggi raccomandati

giako

Bè ragazzi credo che sia arrivato il momento anche per me di scrivere un post serio, infatti oramai mi sento quasi un ladro a "rubare" informazioni preziose senza dare anche io il mio contributo e adesso che ho un po di tempo causa malattia ;) e libertà dal lavoro ;) , volevo parlare di come ero prima di conoscere le tecniche qui insegnate.

Avevo si può dire tre facce.

La prima la mostravo alla famiglia e agli amici più cari e fidati ed era il classico comportamento alpha: molto sicuro di me, leader del mio gruppo, centro dell'attenzione e così via.

La seconda invece era riservata a quelli che non conoscevo: molto chiuso, stavo sulle mie e non esponevo il mio pensiero anche se in contraddizione con quello degli altri; questo non perchè mi vergognassi o fossi timido, ma perchè non mi davo chance di conoscere gli altri. Il mio classico pensiero era: ma perchè devo sprecare tempo a discutere con questa persona su quello che penso tanto non me ne frega niente di quello che ha da dire, io ho la mia opinione e quella rimane. Ma soprattutto in questo modo non davo chance agli altri di conoscere me, e questo mi ha penalizzato e non poco nelle relazioni.Avevo (mi duole ammetterlo) una sorta di complesso di superiorità.

E poi alla fine quando la gente non mi trattava nel modo che credevo di meritarmi pensavo: ma se mi conoscessero non si comporterebbero così. E ciula, dico adesso col senno di poi, non mi conoscevano...

La terza infine era riservata alle hb, con loro ero il tipico gentiluomo e bravo ragazzo credo dovuto alla mia educazione e indole personale. Adesso ho capito che va bene essere gentiluomo e bravo ragazzo ma nella fase di comfort non prima.Preciso che anche prima non arrivavo a farmi trattare a pesci in faccia...

Concludendo mi ritengo strafortunato ad aver incrociato is e in generale tute le tecniche sul giusto modo di porsi con gli altri.

Ho finalmente realizzato che non è tanto quello che sei, ma quello che fai che ti qualifica. Puoi anche essere la persona migliore del mondo, ma se non lo dimostri per gli altri non lo sei.

Ho finalmente realizzato che in linea di massima anche se incontro una persona che oggettivamente ritengo inferiore a me devo dargli l'occasione di dimostrarmi che mi sbaglio senza pregiudizi(anche se di solito la mia prima impressione non si sbaglia :1shifty: ) se penso infatti che paradossalmente loro mi giudicavamo male solo perchè non mi conoscevano mi sento veramente un c******e.(e se poi dovessero rivelarsi veramente inferiori c'è anche un lato da non trascurare senza false ipocrisie:la nostra persona fa ancora più bella figura e viene appagato anche il nostro ego con l'istinto primordiale che hanno tutte le persone e in particolare i maschi di prevalere sugli altri).

Bè questo è quanto. Non so quanto possa servire questo post a voi però almeno è servito a me per riordinare le idee e lasciare una traccia tangibile di "ammissione di colpa" e quindi una testimonianza del tentativo di cambiamento

P.S. volevo aggiungere che finalmente in questo sito ho trovato gente veramente in gamba che mi piace come ragiona e i di cui post sono fonte spesso di belle riflessioni che mi fanno crescere come spessore personale e quindi volevo ringraziare tutti coloro che "perdono" il loro tempo nello scriverli.

Ho finito (finalmente ;) )

Saluti

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...