Vai al contenuto

Il DHV, il target e il wing


XAX
 Condividi

Messaggi raccomandati

XAX

Vi propongo qualcosa nato sul campo.

Qualcosa di cui non ho ancora parlato con il gruppo con cui sono uscito.

Si parla spesso di regole di wingaggio ma si parla poco di come si possa fare in modo che il target sia interessato alla persona che stiamo wingando.

E' vero, il lavoro lo deve fare lui, ma noi sappiamo, ad esempio, che ad un certo punto possiamo interessarci al resto del set mentre lui isola il target.

Prima, però, come possiamo aiutare i nostri compagni di sarge?

Ecco qualcosa che è nato sul campo.

Sabato scorso eravamo in tre XAX, PUAP e PUAF, in un set da due: HBbionda ed HBmora.

Dei tre, solo PUAP era interessato ad HBbionda, gli altri due, per motivi diversi, non erano interessati al set.

Mentre parlavamo con il set, mi sono accorto di un particolare di HBbionda che ho esplicitato e con cui ho aperto un nuovo filone.

Questo particolare poteva avere una valenza fortemente sessuale ed ho usato quel particolare per fare DHV sul target di PUAP.

Mi sono accorto, mentre lo facevo, che questa mia operazione faceva avvicinare sempre di più il target a PUAP.

PUAP se la stava cavando bene (e questo è necessario) ma ovviamente non aveva ancora introdotto argomento sessuali per non "spaventare" il target.

Era incredibile: più io facevo i complimenti ad HBbionda, più cercavo di lanciarle dei challenge e più lei si giustificava con PUAP e si avvicinava aisuoi discorsi.

Mi sono chiesto se potessi elevare a regola questo tipo di interazione.

PUA che interagisce con il set e il target.

Target che inizia a rispondere al PUa.

Wing che fa DHV sul target.

Ovviamente deve essere qualcosa di limitato, calibrando i propri challenge sul feedback dell'HB: non appena lei risponde positivamente dobbiamo tirarci indietro lasciando il campo al PUA.

Ci sono delle esche che può lanciare il PUA ed a cui l'HB abbocca.

Ci sono delle esche che deve lanciare il wing in quanto sarebbe prematuro che lo facesse il PUA stesso.

In questo caso, il "particolare sessuale" sarebbe stato un argomento interessante per "il gruppo di amici" ma in quella fase avrebbe generato troppe barriere se l'avesse citato il PUA.

Il wing, dopotutto, sta li per dare supporto. Al wing interessa farsi vedere come amico dal target del PUA, e per questo può prendersi in carico "gesti" che potrebbero essere controproducenti per il PUA.

Il wing, quindi, si sostituisce al ruolo del "gruppo di amici" nell'introdurre il discorso ma lascia il campo al PUA non appena lei risponde positivamente alle provocazioni.

Un'altro vantaggio di questo comportamento è che si è tolta attenzione ad HBmora (se ne è tolta poca, calibrazione ... sempre) che, ovviamente, dovrà dimostrarsi più socievole per recuperare terreno. Questo potrebbe andare a vantaggio del wing nel caso fosse interessato ad HBmora ... che ancora non ha capito perchè nessuno gli ha chiesto il numero.

Sperimenteremo meglio in seguito. Intanto sperimentate anche voi.

Modificato da XAX
Link al commento
Condividi su altri siti

zlatan

Credo sia una buona cosa. Sinceramente non avevo mai pensato a niente di simile, agendo da wing come noto a tutti, ovvero entrare con energia più bassa, lasciar guidare l'interazione al PUA nei confronti del target, non fare kino con lei, tenere maggiormente d'occhio gli altri componenti del set facilitando split e isolamento del PUA.

Tuttavia a parole sembra una cosa da quattro soldi, ma in questo momento credo che non sia una cosa facilissima. Improvvisare per attuare un piano del genere lo vedo abbastanza difficile, almeno per me e almeno inizialmente. Preparsi qualcosa di canned non penso sia una cattiva idea, tanto per fieldtestare per un primo periodo. Chiaramente se a qualcuno venisse in mente qualche idea da buttar giù sarà accolto volentieri, almeno da me. ;)

Buona l'idea XAX!

Zlatan

Link al commento
Condividi su altri siti

smartboy

Wing che fa DHV sul target.

Ciao XAX,

la cosa è interessante anche se faccio fatica a farmene una scena.

Vediamo se riesco a costruirmela un pezzetto alla volta.

PUA fa game su Target, Wing è lì: in che modo fa DHV? IL DHV è in favore di PUA?

In che modo Wing e PUA si alternano sul target?

Riesci a farmi un esempio di challenge che Wing fa su Target?

Meglio ancora riesci a fare uno stralcio di conversazione PUA-Target-Wing?

Hai notato che sia necessario qualche accorgimento sul BL di wing?

Link al commento
Condividi su altri siti

XAX

Rispondo a tutti.

In realtà non è una tecnica e non ho nemmeno un algoritmo consolidato.

E' qualcosa che nasce da una consapevolezza che ho ottenuto poco per volta sabato scorso.

Per Zlatan.

Non è facile. Io non mi ero reso conto di stare mettendo in pratica una strategia di quel genere. In quel momento io avevo in mente due sole preoccupazioni: lanciare poco alla volta un challenge ad HBbionda e non rubare il target a PUAP. Sappiamo tutti che un challenge, per essere efficace, deve essere costruito come una spirale discendente. Come un vortice deve partire lentamente da lontano in modo da attirare l'HB all'interno del vortice stesso. Per fare questo dovevo piano piano farla scoprire su quel particolare aumentando sempre di più il livello della sfida.

Contemporaneamente dovevo stare attento a non rubare le battute a PUAP.

Lasciavo che fosse lui a rispondere alle frasi più personali di HBbionda (in fondo lei doveva sentirsi di giustifcarsi nei confronti di PUAP) ma dovevo comunque tenere tesa la corda sul challenge.

Per smartboy

La scena non può essere presa ad esempio in quanto il particolare di HBbionda era "troppo particolare" e perchè a distanza di tempo non ricordo bene tutti i dialoghi.

Comunque ci provo.

Partiamo dal non verbale.

HBbionda era poggiata su una staccionata con a destra HBmora e a sinistra PUAP, mentre io le stavo difronte.

E' stato "quasi un caso" che fossimo disposti cosi, ovvero ormai sappiamo per esperienza che accanto al target ci deve stare chi è interessato al target, mentre gli altri possono stare difronte in modo da sentirsi liberi di fare anche altro.

In realtà è una posizione "da manuale": il target sentiva PUAP in posizione "amichevole" mentre sentiva noi altri due in posizione "di sfida". Lei poteva rivolgersi con confidenza a PUAP mentre io potevo riprendermi l'attenzione facilmente.

Il DHV viene fatto sul target.

Un Wing che fa DHV direttamente sul PUA sbaglia. Il DHV lo deve fare eventualmente il PUA stesso. Il Wing può solo mostrare gli effetti dell' HV con riferimenti indiretti.

In realtà forse ho un pò esagerato a dire DHV e Challenge, comunque deve essere qualcosa per cui inizialmente l'HB deve sentirsi gratificata (DHV) ma su cui poi si può costruire un Challenge.

La vanità femminile è sempre disposta a sentirsi gratificata da un complimento.

La vanità femminile è sempre disposta a sostenere una sfida pur di dimostrarsi all'altezza della situazione.

La vanità femminile è sempre disposta a difendersi con i denti per non essere scambiata per meretricio.

Innanzitutto si gratifica l'HB notando il particolare carino (un orecchino, un bracciale, delle scarpe ecc.) poi nel discorso si allude indirettamente ad un lato sexy del particolare e si cerca di oscillare tra i due poli del "sensuale" e "porca".

Prendiamo ad esempio delle unghie lunghe e curate.

La vanità si gratifica dicendole che sono belle (lo hai notato)

La sensualità la si gratifica dicendole che il colore delle unghie può indicare la personalità (es: rosa romantica, bianca pura, rosse sensuali, ecc.) NB è un cold reading che fa effetto ma che non ha alcun valore scientifico.

La porcaggine la si stimola con "bè poveraccio chi ti capita sotto".

Quest'ultima frase è ben differente dal dire "non vorrei mai capitarti sotto" o dal "chissà a quanti avrai fatto male" :fclose:

Come si alternano PUA e Wing?

Qui stavamo subito dopo l'apertura. Non era stato ancora costruito un bridge e si era lontani dal comfort.

Parliamo, quindi, di fasi iniziali in cui l'HB sta appena capendo chi è interessato a lei e in cui ancora non sono ben definiti i rapporti di forza nel set.

Il Challenge, quindi, diventa facile da costruire in quanto non si hanno delle "polarità" ben definite di interazione, ma tutti interagiscono ancora con tutti. Con "polarità" intendo dire la situazione in cui ogni elemento del gruppo inizia a dedicare molta della sua attenzione al proprio target, ossia i momenti che precedono l'isolamento.

Ovviamente il PUA deve intuire che il wing sta avendo una idea "buona" e deve lasciare un pò del suo spazio al wing senza entrare in competizione con lui. Il wing, di contro, sa bene che non deve rubare tutta l'attenzione del target ma solo le piccole parti che servono per il challenge.

Ora, a quest'ora il dialogo non mi viene in mente bene.

Comunque immagina che il wing inizi notando le unghie.

Lei un pò imbarazzata un pò per non passare da vanitosa risponderà in modo cortese ma tiepido (è chiaro che il complimento va fatto in un momento opportuno).

Il PUA dice qualcosa magari parlando che deve essere complesso mantenere quelle unghie così particolari.

Il wing introduce l'argomento personalità.

NOTA: il PUA permette questo proprio perchè ha capito che sta succedendo qualcosa di interessante.

Il PUA fa in modo che l'HB e lui si confrontino sulla personalità.

Il wing introduce l'argomento sessuale.

A questo punto se il PUA ha lavorato bene, l'HB inizierà un pò a giocare ed a giustificarsi sull'argomento.

Il PUA farà il paraculo, non avvallando ne smentendo e magari lasciando che il wing dica qualcos'altro ancora, in modo da poter essere complice dell'imbarazzo dell'HB.

Attenzione che il wing deve farsi capire sull'argomento senza calcare la mano, altrimenti il tutto va in vacca.

:p

Inoltre, per Zlatan, la cosa è nata su un particolare dell'HB. Non semrpe l'HB ha un particolare che si presta a questo discorso. Non sempre l'HB è disposta a farsi mettere in mezzo così ;) ;) ;)

Mi sembra difficile pianificare il "cosa usare" ;)

Modificato da XAX
Link al commento
Condividi su altri siti

-eFFe-

Ho votato la discussione perche' molto interessante ;)

accanto al target ci deve stare chi è interessato al target, mentre gli altri possono stare difronte in modo da sentirsi liberi di fare anche altro.

In realtà è una posizione "da manuale": il target sentiva PUAP in posizione "amichevole" mentre sentiva noi altri due in posizione "di sfida". Lei poteva rivolgersi con confidenza a PUAP mentre io potevo riprendermi l'attenzione facilmente.

riporto e sottolineo perche' molto importante ;)

Il DHV viene fatto sul target.

Un Wing che fa DHV direttamente sul PUA sbaglia. Il DHV lo deve fare eventualmente il PUA stesso. Il Wing può solo mostrare gli effetti dell' HV con riferimenti indiretti.

In realtà forse ho un pò esagerato a dire DHV e Challenge, comunque deve essere qualcosa per cui inizialmente l'HB deve sentirsi gratificata (DHV) ma su cui poi si può costruire un Challenge.

Qui invece faccio fatica a comprendere e ti chiedo chiarimenti.

Siamo abituati a fare DHV su noi stessi (in maniera indiretta, assolutamente), oppure sui wing o sul PUA che stiamo wingando (anche qui sarebbe preferibile DHV indiretto, ma anche essere diretti e' accettabile, poiche' non stiamo parlando di noi stessi)...quindi che significa "fare DHV sul target"?

Significa farle un complimento (sincero ed originale) su un aspetto non banale di lei? Significa introdurre un argomento che permetta al target di fare DHV su se' stessa?

La vanità femminile è sempre disposta a sentirsi gratificata da un complimento.

La vanità femminile è sempre disposta a sostenere una sfida pur di dimostrarsi all'altezza della situazione.

La vanità femminile è sempre disposta a difendersi con i denti per non essere scambiata per meretricio.

Vero vero vero! Dannatamente vero.

Parliamo, quindi, di fasi iniziali in cui l'HB sta appena capendo chi è interessato a lei e in cui ancora non sono ben definiti i rapporti di forza nel set.

Il Challenge, quindi, diventa facile da costruire in quanto non si hanno delle "polarità" ben definite di interazione, ma tutti interagiscono ancora con tutti. Con "polarità" intendo dire la situazione in cui ogni elemento del gruppo inizia a dedicare molta della sua attenzione al proprio target, ossia i momenti che precedono l'isolamento.

Bravo XAX ;)

Hai introdotto un concetto che forse mancava di terminologia appropriata: "polarita'" descrive alla perfezione una dinamica alla quale credo tutti abbiamo assistito ;)

L'instaurarsi di questa polarita' e' un momento cruciale dell'interazione con un set, perche' determina la fine del disinteresse attivo nei confronti del target, e rende piu' visibile al set (ma anche ai wing stessi) quali siano gli interessi in gioco e chi stia puntando verso chi.

Spesso capita di arrivare a questa fase senza una chiara visione di chi sia il target del PUA e quale quello dei wing, vuoi per mancanza di esperienza o affiatamento tra i wing, vuoi per impossibilita' a comunicare, vuoi per calibrazione sul set (raccolta di IOI specifici verso uno dei PUA), vuoi per scelta esplicita di far evolvere liberamente l'equilibrio di attrazione/interesse in mancanza di preferenze specifiche da parte dei PUA.

Propongo di inserire "polarita'" nella terminologia ufficiale :p

Il PUA fa in modo che l'HB e lui si confrontino sulla personalità.

Il wing introduce l'argomento sessuale.

A questo punto se il PUA ha lavorato bene, l'HB inizierà un pò a giocare ed a giustificarsi sull'argomento.

Il PUA farà il paraculo, non avvallando ne smentendo e magari lasciando che il wing dica qualcos'altro ancora, in modo da poter essere complice dell'imbarazzo dell'HB.

Un dubbio:

trovo che per il wing, introdurre l'argomento personalita' (magari unito a cold-reading) e quello sessuale, sia fin troppo azzardato; credo che per molto meno il wing possa rubare il target al PUA :fclose:

Come evitarlo? Come rimediare al rischio che il target provi attrazione per il wing in seguito a queste sue mosse? Che immagine da' il PUA facendo "il paraculo" e mantenendosi sostanzialmente neutro e in disparte rispetto all'interazione wing-target?

Link al commento
Condividi su altri siti

XAX
Qui invece faccio fatica a comprendere e ti chiedo chiarimenti.

volentieri

Siamo abituati a fare DHV su noi stessi (in maniera indiretta, assolutamente), oppure sui wing o sul PUA che stiamo wingando (anche qui sarebbe preferibile DHV indiretto, ma anche essere diretti e' accettabile, poiche' non stiamo parlando di noi stessi)...quindi che significa "fare DHV sul target"?

Significa farle un complimento (sincero ed originale) su un aspetto non banale di lei? Significa introdurre un argomento che permetta al target di fare DHV su se' stessa?

Aggiungo altre info che non avevo scritto.

La "cosa interessante" dell'HB era veramente interessante, inoltre la potevo notare solo io che le stavo difronte e non PUAP che le stava di lato.

In quel frangente, notare quel particolare era fare DHV sul target proprio perchè quel particolare la distingueva positivamente (almeno per noi) dal resto delle donne della massa.

Ti faccio un esempio simile.

Fai conto che vadano di moda i tatuaggi all'Hennè. Non tutte li hanno, ma qualcuna si.

Fai conto che io sia riuscito a capire che un certo tatuaggio era stato fatto dalla tribù XY del paese ZZ da cui sono stati copiati quei tatuaggi.

Dicendole "ma quello è originale dei XY, vero?" io faccio DHV in quanto dimostro che lei ha fatto almeno un viaggio molto interessante.

Quindi, più che un complimento, è stato che è nato in quel frangente da un particolare ben preciso. Lei aveva qual particolare per sua libera e precisa scelta. E' naturale che notabdolo "in modo tranquillo" lei si potesse sentire gratificata.

Inoltre, proprio perchè ero io ad aver notato quel particolare, era naturale che fossi io a parlarne.

Ripeto, sto scrivendo qualcosa che è nato come osservazione di una interazione che stava accadendo e stiamo cercando di capire se possiamo riutilizzarla anche in altre situazioni.

Posso ripensare a quel momento e cercare momenti simili del passato. Inventarmi di sana pianta una situazione in cui possa funzionare non è così semplice.

Un dubbio:

trovo che per il wing, introdurre l'argomento personalita' (magari unito a cold-reading) e quello sessuale, sia fin troppo azzardato; credo che per molto meno il wing possa rubare il target al PUA :fclose:

Come evitarlo? Come rimediare al rischio che il target provi attrazione per il wing in seguito a queste sue mosse? Che immagine da' il PUA facendo "il paraculo" e mantenendosi sostanzialmente neutro e in disparte rispetto all'interazione wing-target?

Questo è un punto molto delicato.

La conoscenza con il set era proprio all'inizio e il tutto si è risolto in pochi minuti.

Non eravamo concentrati su questo episodio, ma faceva parte della normale interazione in un gruppo di persone che si stanno conoscendo.

Quando le persone si avvicinano al proprio target e le stanno per isolare, questo modo di fare è dannoso in si distrare il target.

Quando, invece, il dialogo si compone di più persone questo modo di fare riesce naturale e senza forzature.

In quel set avevamo giò deciso prima dell'apertura che HBbionda fosse il target di PUAP. Non ci dovevano essere equivoci.

Io, PUAP e PUAE poteva parlare con chi volevamo in quanto sapevamo bene cosa stavamo facendo.

D'altro canto io stavo attento a non polarizzare troppo l'attenzione di HBbionda e PUAP non si è messo mai in competizione od opposizione a me.

Certo, se HBbionda m'avesse preso per mano e portato dietro la fratta ... aò pazienza :p;) ;)

Modificato da XAX
Link al commento
Condividi su altri siti

-eFFe-
Certo, se HBbionda m'avesse preso per mano e portato dietro la fratta ... aò pazienza :p;) ;)

eggia', sacrificio estremo ;) ;) :)

Grazie per le delucidazioni :fclose:

Link al commento
Condividi su altri siti

zlatan
La vanità femminile è sempre disposta a sentirsi gratificata da un complimento.

La vanità femminile è sempre disposta a sostenere una sfida pur di dimostrarsi all'altezza della situazione.

La vanità femminile è sempre disposta a difendersi con i denti per non essere scambiata per meretricio.

Esatto esatto esatto!!!

Inoltre, per Zlatan, la cosa è nata su un particolare dell'HB. Non semrpe l'HB ha un particolare che si presta a questo discorso. Non sempre l'HB è disposta a farsi mettere in mezzo così ;) ;) ;)

Mi sembra difficile pianificare il "cosa usare" :p

Leggendo il susseguirsi della discussione ho inquadrato meglio la situazione e devo dire che programmare come agire non è per niente facile e quindi meglio sarebbe cogliere un particolare come hai spiegato te e andare ad improov.

Però, parlando, il wing potrebbe in base ad una considerazione dell'hb fare una semplice cold reading verso il target il quale può confermare ciò che è stato appena detto dalla CR mettendo in evidenzia magari un carattere positivo delle sua personalità che potrebbe risultare interessante per il PUA.

E' un esempio che mi è venuto in mente così che potrebbe rispettare le teorie dette finora, non so se è scritto chiaro.

Propongo di inserire "polarita'" nella terminologia ufficiale :fclose:

Questo concetto mi piace molto anche a me, quindi mi aggrego alla propost di Effe.

Zlatan

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...