Vai al contenuto

hb troppo innamorata


 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao, dopo molte peripezie ora sto con una da parecchi mesi...

Io sono un introverso con un sex drive bassino, lei una iper spigliata e iper vogliosa ma comunque Brava Ragazza a pieno titolo, la tipica tipa "da sposare" insomma (peccato che io non voglio sposarmi..).

Lei sembra innamoratissima, ultimamente dice cose belle ma esagerate come "ti amo piu` di me stessa", "ho bisogno di te", "non riesco a immaginare di stare con qualcun altro"... e varie volte si e` lamentata e piange che sono assente mentre io, che vivo da solo e lavoro a orari strani spesso fino a sabato, voglio vederla max un paio di volte a settimana (e sono genericamente in continua lotta per riprendermi un po' di tempo per i cazzi miei.)

Il problema e` nato inizialmente (mesi fa) perche` io non uso mai il telefono mentre lei tende a implodere se x 1 giorno non ci sentiamo, quindi e` continuato perche` col tempo il mio desiderio e` un po' calato mentre lei mi vuole saltare sempre addosso e ci rimane /*malissimo*/ quando sono costretto a respingerla per sfinimento nonche` cacciarla fuori di casa dopo oltre 24 ore...

Qualche sera fa c'e` stata un'altra esplosione di drama assortito e pianti bla bla, poi va a finir sempre che si tromba ma non e` quello il problema.

Io ora non so neanche piu` cosa voglio perche` questa hb che sembrava ottima ultimamente mi tedia, sembra insoddisfabile(tra l'altro ha il problema che fa una fatica terribile a raggiungere l'orgasmo, coi suoi ex dice che non lo raggiungeva mai *_* ) e mi fa venire i sensi di colpa (cosa che non mi piace per niente), mi ha fatto sentire insufficente, ed essendo cosi` appiccicata mi cala pure il desiderio.

Ma io non sono disposto a cedere altre fette del mio tempo ne` a passare le giornate attaccato al telefono (mi conta pure gli squilli..).

Che cavolo faccio? Le dico tutto e spero ke prenda la decisione giusta per se` stessa? Non avrei mai pensato di trovarmi tanto spesso nei panni del bastardo, le donne vogliono essere sfruttate cazzo.

Io a mollarla non so se ce la faccio, sono stato troppo male l'ultima volta e mi rifiuto di ripetere l'esperienza.

Link al commento
Condividi su altri siti

mod

parlale.. con tanta calma.. parla e dille quello che "non và", non in maniera troppo brusca.. è l'unico modo per "sbloccare" una situazione del genere.. è il dialogo è la migliore cosa.. con il dialogo si risolvono spesso TANTISSIME seghe mantali, problemi, paranoie (etc.) sia tue che sue.. :p

Link al commento
Condividi su altri siti

stabilisci dei limiti e fai si che siano rispettati. la prima volta può far male, ma poi farà solo del bene sia a te che a lei.

Link al commento
Condividi su altri siti

smartboy

Prima di mollarla, e soffrire, cerca di capire qualcosa di più su di lei.

Forse lei ti sente lontano, e questo la spinge a cercarti ancora di più.

Magari ha paura di perderti.

Dalle la mappa dei tuoi spazi e delle tue regole: ovviamente devi essere ragionevole, non pretendere cose irrealizzabili.

Meglio ancora, cerca di trovare un accordo con lei per la tua mappa e per la sua. Insomma trovate un compromesso.

Ci vorrà del tempo, ma stare insieme comporta impegno, e se fate un lavoro fatto bene e trovate un buon equilibrio, lei te ne sarà grata, e tu vivrai più sereno.

Leggetevi insieme il libro di John Gray 'Uomini da Marte e donne da Venere' , pochi €, entrambi diventerete consapevoli di cose sia su di te che su di lei che magari prima non sapevate, e questo migliorerà la comunicazione e la comprensione reciproca.

Paradossalmente , pur essendo una cosa fondamentale, nessuno ci ha insegnato come si comunica nella coppia ma è nostra responsabilità imparare il più possibile per migliorare il nostro benessere e le nostre relazioni.

Buona fortuna.

Modificato da smartboy
Link al commento
Condividi su altri siti

elango71

Incredibile come l'atteggiamento involontariamente svaccato di Leon, influenzi il rapporto con questa hb...più lui vuole fare i cazzi suoi, più lei lo cerca e lo implora...Praticamente un alpha al natural...

Mah...c'e' sempre da imparare quà su IS.....

Comunque è dura quando trovi l'hb appiccicona, poi sta cosa dell'orgasmo...ma senti a me, se non ti piace, mollala, che aspetti...in maniera semplice e carina ma mollala....

Link al commento
Condividi su altri siti

Ivanilgrande
Io a mollarla non so se ce la faccio, sono stato troppo male l'ultima volta e mi rifiuto di ripetere l'esperienza.

Ciao Leon bello, a parte i complimenti per la scelta dell'avatar (evviva Lost ma chi ha capito qualcosa dell'ultima puntata me lo scriva...) devo dire che nel leggere il tuo post due cose mi saltano all'occhio.

1- disfunzionalità nella relazione. Sembra quasi che ci siano sia tutte le 4M che le 3C.

Mi spiego meglio, anche se ci sarebbe tantissimo che dovrei scrivere: le 4M sono quelle che "in gergo" si usano per definire le relazioni disfunzionali e sono:

Managing, cioè quando uno dei due partner fa da il "Direttore" che comanda l'altro...

Manipulating, cioè quando uno dei due partner tende sempre a manipolare per tentare di ottenere quello che vuole, senza avere la capacità di chiedere e senza avere la capacità di capire dov'è l'equilibrio fra ciò che può e che non può ottenere...

Mothering, cioè quando uno dei due partner fa da "mamma" all'altro, lo coccola come se fosse un essere inferiore (un bambino o una bambina appunto), lo accontenta pre non fargli fare i capricci, oppure gli pone sopra un cappello di "controllo" ossessivo tipo "che cos'hai cosa non hai dillo alla (mamma) tua"...ecc...

Marthirdom, cioè quando uno dei due partner fa il MARTIRE, si autocommisera, e, più o meno volontariamente, si mette in condizioni tali da

ritrovarsi a giocare il ruolo "vittima".

Sembra infatti che lei sta utilizzando con te le 3C comportamentali dei "dipendenti" attivi, che per intenderci sono le modalità comportamentali messe in campo nella coppia da parte di alcolisti, tossicodipendenti, sessuodipendenti e vittime di traumi sessuali.

Le 3C significano che fino a quando la loro dipendenza è attiva, loro tentaranno sempre di "Controllarti", "Confonderti" e "Colpevolizzarti", che significa alla fine tentare di renderti Connivente delle loro scelte, dei loro problemi e delle loro dipendenze.

2- paura della solitudine. Nonostante quanto sopra e nonostante infatti ti rivolgi a lei con aggettivi che mi ricordano relazioni definitivamente FINITE e IRRECUPERABILI, tipo "iper vogliosa, che dice cose esagerate, drama, mi tedia, insoddisfabile, mi fa venire i sensi di colpa (cosa che non ti piace per niente), mi fa sentire insufficente, mi cala il desiderio, costretto a respingerla per sfinimento, mi conta pure gli squilli", ecc... dall'altro lato ti stai bloccato in un rapporto disfunzionale che già ti dà fastidio, solo perchè parti dalla convinzione inconscia che "dopo molte peripezie ora sto con una da parecchi mesi... sono un introverso...Io a mollarla non so se ce la faccio, sono stato troppo male l'ultima volta e mi rifiuto di ripetere l'esperienza..." ecc...

Ecco... L'unica cosa su cui però puoi intervenire è quest'ultima: la tua paura.

Ricorda infatti le 3C del RECUPERO dalla dipendenza affettiva o della co-dipendenza dai comportamenti di un'altra persona:

NON LA PUOI CONTROLLARE

NON LA PUOI CURARE

NON L'HAI CAUSATA TE.

Qui in questo forum hai tante risorse a disposizione: usale.

Alla fine resterai in quella relazione solo fino a quando il dolore di restarci sarà inferiore al lasciarla e affrontare la vita e una nuova conquista.

Se invece vuoi documentarti su quanto ti ho detto puoi usare i seguenti libri:

"Donne che amano troppo di Robin Nordwood" (questo sarebbe anche opportuno che glielo regali a lei)

"Al-Anon affronta l'alcolismo"

"Uomini in fuga - Alcolisti Anonimi"

E... per la tua prossima relazione...

"Le 10 regole per stare bene in coppia - Catherine Cardinal"

In ogni caso in bocca al lupo !

Ivan

Link al commento
Condividi su altri siti

Il discorso che quando si deve andar via o se non mi va di trombare non mi deve mettere musi o fare la lagna, GIA` gliel'avevo messo bene in chiaro tempo fa. Funziono per un po', ma poi ha ricominciato di nuovo. Mi accusa che all'inizio riuscivo a tirarlo su x volte mentre ora solo y volte. Se le dico che sono stanco fa l'offesa, oppure continua a saltarmi addosso insistentemente finche` non si stufa e di nuovo fa l'offesa. Da casa mia non se ne va MAI ed in pratica il 90% delle volte e` finita con la solita scenetta bisbetica, io cerco sempre di riderci o ignorarla a seconda dei casi ma alla lunga rode dentro. Siamo andati in ferie e voleva trombare continuamente (incluso oral in treno, anche al ritorno), con ogni volta che non volevo/riuscivo il solito muso...

E dulcis in fundo mi hanno diagnosticato una balano-plastite (banalmente la candida) causata da stress nervoso (che ha ulteriormente ridotto le mie prestazioni). Mi sono talmente scassato che mi si e` ammalato il cazzo! :/

Io che ho un trascorso non proprio felice NON RIESCO A CAPIRE se sono io che mi faccio dei complessi di inferiorita` davanti a normali comportamenti femminili (che mi voglia e abbia paura di perdermi non ci piove..), o se e` lei che sbaglia a volere prestazioni continuamente ma soprattutto a farmelo pesare.

Comunque stamattina ho tentato di prendere la decisione ma ho fallito. Abbiamo fatto la crisi di pianto nella privacy dell'auto e non ce l'ho fatta a piantarla (l'avevo portata di fronte casa sperando che se ne andasse senza doverla trasportare a forza..). Ha cercato in ogni modo di dissuadermi con notevole eloquenza e io pure mi sono messo a piangere, allegria!

Lei dice che io sto fuggendo perche` ho paura di affezionarmi troppo a lei, che non devo buttar via tutto che e` un errore madornale, che tra noi funziona che c'e` l'amore, che e` felice con me, che non credo in "noi" a causa del matrimonio fallito dei miei genitori ma che l'amore eterno esiste ecc ecc..

Come ho detto io proprio sano di mente non sono (o almeno non ero) ed e` VERO che ho paura a restare con lei(di aprirmi troppo e poi prenderlo in culo una volta betaizzato o di rompermi le palle ma non riuscir a terminarla..) e non voglio che la mia decisione di troncare sia causata da queste paure....

Ma come e` anche vero che mi sono ammosciato il cazzo.. (oltre che si ho una paura fottuta di non trovare piu` un'altra tipa valida e cmq mi scoccia buttar via questa relazione cmq buona...) [il discorso della Disfunzionalita` e` esagerato]

Alla fine dovevo andare a lavorare e le ho detto che siamo in pausa perche` ho bisogno di schiarirmi il cervello e la chiamero` io. Non so che fare ancora (al di la` di tutti i prob e pippe mentali, lei sembra volere una LTR veramente molto seria e sembra pronta ad "accomodarsi" anche a costo di un sex drive diminuito, me lo ha detto piu` o meno).

Modificato da leon
Link al commento
Condividi su altri siti

Ivanilgrande

Grazie del post e delle spiegazioni sulla situazione. In effetti ti capisco molto, ma questa è un'altra storia.

Mi permetto di dare 2 (due) accenti alla cosa.

1

Se ritieni di doverti prendere maggiore cura di te, sia essa cura emotiva, spirituale o mentale... è opportuno che tu sia libero di farlo PER TE.

Se ritieni di avere delle cose da "registrare" in te e da "compensare" e da "migliorare": INIZIA A FARLO SUBITO !

Puoi andare a frequentare i gruppi di sostegno per figli di famiglie disfunzionali, puoi comprarti un libro di auto guarigione emotiva, puoi leggerti "donne che amano troppo" immedesimandoti nei problemi evidenziati, ecc...

IL PRENDERTI CURA DI TE E' UNA COSA PRIMARIA.

DI CHI TI DEVI PRENDERE CURA PER PRIMO NELLA TUA VITA ?

DELLA TUA VITA E BASTA.

:D

2

Un'altra cosa, da quel che scrivi mi sembra che lei ti stia GIA' betizzando: che compagna è una che ti accusa, ti denigra e quindi non è che forse lei continuamente INTACCA la tua autostima?

Da quel che scrivi mi sembra che più starai con lei meno migliorerai.

:grazie:

Detto questo ciao !

E' solo la mia opinione ovviamente: prendi ciò che più ti piace e lascia perdere il resto.

:grazie:

Ti abbraccio con affetto come fossi mio fratello più piccolo.

Ivanilgrande

Modificato da Ivanilgrande
Link al commento
Condividi su altri siti

nicotico

io quoto ivan in tutto e per tutto ...

ma veramente in tutto e non avrei saputo spiegarlo meglio (ma neanche un pò).

quando lessi il tuo post tempo fa volevo risponderti ma non avevo le parole e per evitare danni non l'ho fatto.

posso solo dirti che un mio carissimo amico è stato nella tua stessa identica situazione, io lo vedevo stare male e continuare a cercare spazi prorpi (nei quali di norma si lamentava con me). a leggere il tuo post risento le sue identiche parole (tanto che se non ci fosse una minima discrepanza di tempi ti scambierei per lui).

io non volevo manipolarlo, quindi non gli dicevo cosa fare, ma analizzavamo la situazione fino a che, finalmente, dopo l'ennesimo scazzo con la tipa, l'ha mollata. è stato molto male per un pò. si è ritrovato con le persone che gli dicevano cosa diverse (ma come? dopo più di un'anno ... ma se ci tieni al rapporto devi lottare ... o mio dio! finalmente! ...) e lui che non aveva più un appoggio stabile (nè sesso sicuro) ... ma sono bastate un paio di settimane, per farlo satre meglio, un mese per farlo stare molto meglio ... ed ora non sono ancora passati due mesi ed è un uomo nuovo. si è ripreso i suoi spazi e si preoccupa di stare bene LUI.

e ti dico due parole sull'orami sua ex, è una ragazza fantastica, problematica ma fantastica.

era il rapporto che non andava.

io credo che devi solo trovare le palle di buttarti senza rete nel futuro con te stesso... bel casino.

e credo anche che ciò che dico io (e quel geniaccio di Ivan) serviranno a poco se non sei tu il primo a capire non solo cosa vuoi, ma anche che se non prendi una decisione per te stesso, per stare bene te stesso, e ti procuri delle belle palle fumanti, rimarrai impantanato e fermo.

e non c'è niente di peggio del restare impantanato.

Link al commento
Condividi su altri siti

Emperor

Beh, decidi quanto tieni a lei e cosa vuoi fare.

Se il suo comporatmento non ti piace puoi scegliere due strade: lasciarla o punirla.

Se la relazione non ti piace è inutile pensarci troppo e complicarti la vita. Tanto vale che la lasci.

Se invece vuoi andare avanti per un qualsiasi motivo (ES: lei ti fa arrapare, credi che possa cambiare, sei abitudinario, sei curioso di vedere fino a dove la puoi portare) puniscila.

Falle vedere che se insiste per la tua attenzione ne avrà ancora meno.

Falle vedere che se vuole del sesso dovrà sudarselo (proponile di fare qualcosa che a te va e a lei magari no, come un filmino porno, una cosa a tre, un club di scambisti, sesso anale, tutto ciò che ti viene in mente).

Sappi che se la punisci è possibile che si allontani da sola e allora avrai comunque raggiunto lo scopo di interrompere la sitauzione che si è creata. Ma non meravigliarti se più la spingerai all'estremo e più diventerà dipendente. E' una delle stranezze della mente umana la capacità di attaccarci a chi ci porta nell'abisso.

Inutile dire che se decidi di punirla togliendole solo un pò di attenzione la cosa sarà più facile, mentre se vuoi essere più duro devi avere almeno un pò di predisposizione alla dominazione....

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...