Vai al contenuto

Il valore sociale delle amicizie


Ades
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ades

Non so se è OT, lo posto qua lo stesso: Ultimamente riflettevo sull'importanza di avere amici, naturalmente in funzione degli ampliamenti delle conoscenze sociali. Ossia, l'assunto è: più si allarga il cerchio delle conoscenze, più c'è possibilità di conoscere donne diverse.

Però bisogna distinguere tra amici veri e conoscenti. Mi capita spesso di riflettere su questo: i cosiddetti amici veri ( ognuno ha i suoi criteri di scelta per questi ) tolgono o aggiungono valore alla nostra vita in generale ?

Nel mio caso mi è capitato che qualcuno di questi ' pochi ' amici si comporti in maniera diciamo particolare con me, specialmente quando siamo in compagnia, magari utilizzando l'ironia a sproposito per ridicolizzare oppure facendosi sentire solo quando eri l'ultima possibilità per uscire.

Io mi domando: sono davvero così pochi gli uomini che fra di loro hanno un rapporto di amicizia basato su una solidarietà vera e propria? Oppure, se uno si comporta come ho descritto sopra, semplicemente andrebbe declassato da amico a conoscente? Voi pensate che frequentare persone che si comportano in maniera non solidale possano alla lunga togliere valore sociale?

Link al commento
Condividi su altri siti

d1d0
Ossia, l'assunto è: più si allarga il cerchio delle conoscenze, più c'è possibilità di conoscere donne diverse.

Certo.

Almeno finche' non si impara ad aprire da soli. :cool:

Però bisogna distinguere tra amici veri e conoscenti. Mi capita spesso di riflettere su questo: i cosiddetti amici veri ( ognuno ha i suoi criteri di scelta per questi ) tolgono o aggiungono valore alla nostra vita in generale ?

A livello interno, avere amici e' fondamentale, per divertirsi insieme, per superare momenti difficili, etc, ovvio.

A livello esterno, ci da SP, perche' se qualcun altro "gradisce la nostra compagnia, e/o siamo in grado di farci degli amici, significa che veniamo apprezzati da altri, per cui probabilmente vale la pena conoscerci".

Ma forse non ho capito la domanda.

Nel mio caso mi è capitato che qualcuno di questi ' pochi ' amici si comporti in maniera diciamo particolare con me, specialmente quando siamo in compagnia, magari utilizzando l'ironia a sproposito per ridicolizzare oppure facendosi sentire solo quando eri l'ultima possibilità per uscire.

Io mi domando: sono davvero così pochi gli uomini che fra di loro hanno un rapporto di amicizia basato su una solidarietà vera e propria? Oppure, se uno si comporta come ho descritto sopra, semplicemente andrebbe declassato da amico a conoscente? Voi pensate che frequentare persone che si comportano in maniera non solidale possano alla lunga togliere valore sociale?

Bisogna fare le proprie scelte anche in campo di amicizia. Non tutti la meritano, e non a tutti va concessa, va accettato. Ci saranno sempre conoscenti "stronzi", ma se un amico mi tratta "male", io gliene parlo o gli faccio capire che non mi va come si comporta; se persiste essendo cosciente di farlo, nulla mi impedisce di allontanarlo, anche temporaneamente.

Se invece parli di situazioni prettamente "sargistiche", leggiti i vari threads riguardanti il sarge in compagnia di AFC (che si comportano da AMOG).

Link al commento
Condividi su altri siti

Donnie

Anch'io mi sono posto il tuo problema e sono arrivato alla conclusione che ognuno ha il suo carattere e bisogna cercare di mediare il più possibile anche se dall'altra parte non c'è lo stesso impegno. Questo perchè anche noi a nostra volta possiamo comportarci in modo magari irritante nei confronti di altri senza accorgersene.

Ovvio che c'è un limite a tutto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Wolverine

Un consiglio in base a una situazione che sto vivendo!

Bisogna cercare di sargiare da soli o in compagnia con l'atteggiamento piu' alfa possibile!!

Mi spiego meglio!

Non sempre gli amici capiscono o apprezzano quello che fai, che sei o che dici

oltre al fatto che piu' una persona e' di successo piu' rappresenta la misura dell'insuccesso altrui, quindi nn creamoci dipendenze da amici, puo' finire che il circolo sociale si cerca di ampliare fra amici di amici, e cio' nn va bene perche' e' un modo di vedere limitato per le nostre potenzialita' e nello stesso tempo gli amici possono diventare un limite!!

Gli amici ci vogliono ma non devono diventare troppo invedenti per evitare fenomeni di amogismo!!

Domanda flash: Secondo voi una persona che vi sta vicina ma che vi fa sentire male con osservazione e battute velenose e' ALFA O BETA??

CIAO

Link al commento
Condividi su altri siti

Ades
Domanda flash: Secondo voi una persona che vi sta vicina ma che vi fa sentire male con osservazione e battute velenose e' ALFA O BETA??

Io credo che sia beta. Nel mio caso il tipo usa sempre un umorismo un po' ambiguo in modo da non poter essere rimproverato per quello che fa, tanto sta scherzando.

Beta.

Link al commento
Condividi su altri siti

airone3

Dipende dal tipo di amicizie e dal contesto.

Io ultimamente sto sargiando all'università, in particolare all'interno del mio corso, e mi sono reso conto che il sarge viene spesso reso difficile dai miei stessi compagni di corso (presunti amici), i quali non ci mettono niente a mettersi in mezzo mentre stai parlando con una HB o stai usando qualche routine.

Io (che sono timido per natura) ho ancora alcune difficoltà a rispondere alle provocazioni degli amici che si mettono in mezzo (e che alla fine diventano degli stupidi AMOG), ma piano piano sto imparando a gestire la situazione.

Ciò non toglie che le amicizie siano sempre molto importanti, soprattutto per far aumentare il Social Proof (entrare in un locale con una HB appena conosciuta e essere salutati da un bel pò di persone non può che essere buona cosa IMHO).

Link al commento
Condividi su altri siti

Ades
Dipende dal tipo di amicizie e dal contesto.

Concordo, io mi riferivo a singoli soggetti che sistematicamente vanno in cockblock, magari con atteggiamenti inconsci, la soluzione l'ho trovata da solo: meglio sargiare da soli, oppure calibrare gli amici per sargiare al sarge stesso, ergo avere molti amici come dici tu per aumentare il social proof, uscire solo con quelli giusti quando vuoi sargiare.

Link al commento
Condividi su altri siti

DelBuon

Io non capisco perchè ogni volta che tento di ragionare con qualche HB,gli amici vicino a me cominciano a fare strani ululati,versi e esclamazioni"dai dai forse te la dà",col risultato che la Hb si infastidisce e non caga le mie parole...

Invidia?

Link al commento
Condividi su altri siti

airone3
Io non capisco perchè ogni volta che tento di ragionare con qualche HB,gli amici vicino a me cominciano a fare strani ululati,versi e esclamazioni"

Dai loro uno zuccherino e mandali a farsi un giro :-P

Link al commento
Condividi su altri siti

calippo
Non so se è OT, lo posto qua lo stesso: Ultimamente riflettevo sull'importanza di avere amici, naturalmente in funzione degli ampliamenti delle conoscenze sociali. Ossia, l'assunto è: più si allarga il cerchio delle conoscenze, più c'è possibilità di conoscere donne diverse.

È talmente elementare che non vale la pena parlarne.

L'equazione è

Molti Amici = Elevato Social Proof

Nuove conoscenze = (Numero di Amici) x (Numero di Amici - 1)

Ma queste sono stupidaggini.

Però bisogna distinguere tra amici veri e conoscenti.

[...]

Io mi domando: sono davvero così pochi gli uomini che fra di loro hanno un rapporto di amicizia basato su una solidarietà vera e propria? Oppure, se uno si comporta come ho descritto sopra, semplicemente andrebbe declassato da amico a conoscente?

Parole sante: le conoscenze sono molte, gli amici sono pochi.

Comunque non so se è il caso di declassarlo a conoscente,

comunque è entrato in competizione con te e dimostra una

certa invidia. Stai attento.

Recentemente ho declassato un vecchio compagno di infanzia

per gli stessi motivi.

Del tipo mi faceva pesare che se non uscivo con lui

non uscivo affatto. Inoltre, ed è peggio, diceva apertamente

che lui fraquentava molti ambienti diversi e non tutti erano

adatti ad accopmpagnalo.

Ed allora? Ho presentato al gruppo delle mie amiche,

molto bone, hanno suscitato invidia.

Ho dimostrato che posso trovare nuovi amici quando voglio

e non esco più in comitiva con loro,

Voi pensate che frequentare persone che si comportano in maniera non solidale possano alla lunga togliere valore sociale?

Bella domanda. Purtroppo non so rispondere.

Viceversa vedo che in molte risposte a questo post sono fuori luogo.

Ragazzi tutte queste storie sulla vera amicizia sono fuori luogo.

Il problema posto da Ades è molto preciso, riguarda un amico che

si comporta come un /cockblock/.

Nessuna risposta su come affrontarlo?

Solo stupidaggini melense sull'amicizia?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...