Vai al contenuto
GTC

Come passare dall'approccio alla conversazione vera e propria

Recommended Posts


decatron

Concordo con il video.  

Vorrei dire la mia sul ''one shoot one kill'',  è corretto dire che sarebbe più opportuno puntare a fare meno approcci fatti bene che tanti approcci random basandosi sui grandi numeri.  

Però spesso si dimentica di dire,  magari perché si da per scontato ma è fondamentale,  che anche facendo così non otterrai il 100% di successo.  

Può darsi che la ragazza abbia come impostazione mentale che deve uscire solo ed esclusivamente con ragazzi presentati da amici,  o è  una ragazza che guarda se tu porti o meno il rolex e in base  a questo sceglie se rivederti.  O semplicemente ragazze che in quel preciso periodo della vita hanno altri pensieri per la testa e davvero un uomo per quanto figo è l'ultimo dei pensieri.  

O ancora l'essere te stesso potrebbe non piacerle, non le ispira nulla.  

Così come una folata improvvisa di vento può deviare il proiettile di mezzo millimetro e far mancare il bersaglio,  così possono esserci cause esterne che NON dipendono da te e non sono sotto il tuo controllo.  

Di solito si ricorre a tecniche e strategie per essere '' ideale ''  per tutte.  

Quando sarebbe meglio essere se stessi e accettare che ad alcune andrai bene e ad altre no.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

kujikiri

Come rispondere...senza rispondere!!!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Dr.Scalper
1 ora fa, kujikiri ha scritto:

Come rispondere...senza rispondere!!!

 

 La mia domanda in realtà era più riferita alla transizione a livello strutturale della grammatica, fra l'approccio e il dialogo con una ragazza, più che l'aspetto umanistico di congruenza. Se si parte dal presupposto che a molte persone venga naturale dopo anni di esperienza allora il ragionamento non fa una piega. Se invece come nel mio caso l'effetto neurale è l'opposto, allora il principio "devi trovare il tuo sistema col tempo" forse è un po' too much...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
handyman

Centinaia di libri sulla seduzione e mille e mille post riassunti in un video di circa 9 minuti... geniale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GTC

Qualcuno voleva magari una risposta del tipo:

" Allora se hai aperto di diretto, dopo conviene che parli di arte, in modo da fare un collegamento con il suo corpo"

Ma questo approccio non funziona o è troppo complicato e sicuramente non vi porterà mai ad essere "one shoot , one kill" 

Ci sono davvero migliaia di variabili che in questo momento non possiamo prevedere.

Se vi basate sui i principi le tecniche vi verranno da sole, era questo ciò che volevo trasmettere in questo video.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dr.Scalper
Inviato (modificato)
11 ore fa, GTC ha scritto:

Qualcuno voleva magari una risposta del tipo:

" Allora se hai aperto di diretto, dopo conviene che parli di arte, in modo da fare un collegamento con il suo corpo"

Ma questo approccio non funziona o è troppo complicato e sicuramente non vi porterà mai ad essere "one shoot , one kill" 

Ci sono davvero migliaia di variabili che in questo momento non possiamo prevedere.

Se vi basate sui i principi le tecniche vi verranno da sole, era questo ciò che volevo trasmettere in questo video.

 

Io credo che magari a molti piacciono gli esempi nel vissuto perché danno qualcosa a cui aggraparsi.. che però sono del tutto soggettivi e spesso non replicabili per varie ragioni già enunciate anche nel video. L'origine della mia domanda deriva proprio da un qualcosa che con anni di pratica non è apparso in maniera automatica e naturale; perciò sapere che invece dovrebbe avvenire proprio così, per molti può essere un paradosso destabilizzante. Però ha una sua logica.

Detto questo, anche se qualcuno magari bramava un concetto espresso diversamente, tu ci hai messo dei tuo e dedicato del tempo. Ed io rispetto molto il tempo.

Modificato da Dr.Scalper

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TADsince1995

Sono sempre stato contrario al canned e sono assolutamente d'accordo con l'idea di GTC che l'approccio migliore è quello fatto con la fantasia e l'intelligenza, anche perché quando impari ad agire così fa anche bene alle tue skill sociali in genere e non solo con le donne. E poi gli approcci fantasiosi sono anche più divertenti.

Però sono d'accordo con @decatron, trasmettere l'obiettivo dell'approccio "one shot, one kill" è, secondo me, pericolosissimo e può portare a grosse frustrazioni. Con una giusta calibrazione e intuito di sicuro puoi adattare al meglio la chiave a quella porta che hai di fronte (specialmente in quel contesto) e quindi aumentare la percentuale di successo, ma ci sono troppe variabili in gioco che sono fuori dal tuo controllo e che interferiscono anche contro l'approccio più perfetto, specialmente quando si parla di approcci diretti a freddo. La ragazza può essere incazzata per i fatti suoi e non avere voglia di parlare con nessuno, può essere che si è fidanzata la settimana prima e in quel momento è felice così, può essere che fisicamente proprio la repelli. In particolare, come dicevo, negli approcci diretti a freddo non sai assolutamente nulla di quella ragazza, potrebbe essere che hai fatto un approccio gentile mentre lei è più reattiva ad approcci più "fisici" o viceversa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GTC
Il 5/7/2017 alle 09:20 , TADsince1995 ha scritto:

Sono sempre stato contrario al canned e sono assolutamente d'accordo con l'idea di GTC che l'approccio migliore è quello fatto con la fantasia e l'intelligenza, anche perché quando impari ad agire così fa anche bene alle tue skill sociali in genere e non solo con le donne. E poi gli approcci fantasiosi sono anche più divertenti.

Però sono d'accordo con @decatron, trasmettere l'obiettivo dell'approccio "one shot, one kill" è, secondo me, pericolosissimo e può portare a grosse frustrazioni. Con una giusta calibrazione e intuito di sicuro puoi adattare al meglio la chiave a quella porta che hai di fronte (specialmente in quel contesto) e quindi aumentare la percentuale di successo, ma ci sono troppe variabili in gioco che sono fuori dal tuo controllo e che interferiscono anche contro l'approccio più perfetto, specialmente quando si parla di approcci diretti a freddo. La ragazza può essere incazzata per i fatti suoi e non avere voglia di parlare con nessuno, può essere che si è fidanzata la settimana prima e in quel momento è felice così, può essere che fisicamente proprio la repelli. In particolare, come dicevo, negli approcci diretti a freddo non sai assolutamente nulla di quella ragazza, potrebbe essere che hai fatto un approccio gentile mentre lei è più reattiva ad approcci più "fisici" o viceversa...

È giusto quello che dici,  One shot One Kill è ovviamente l'obbiettivo massimo perché considerando il singolo approccio le innumerevoli variabili esistono.

Anche se  ho la ferma convinzione ( del tutto mia ) che se una donna mi piace veramente  io sono sempre capace di sedurla.

Mi è capitato di essere rifiutato da delle donne, ma poi grazie ad un pizzico di fortuna di averle incontrate di nuovo e la faccia tosta di essere persistente e flessibile, alla fine sono riuscito a sedurle.

Questo però è possibile solo se una donna ti fa letteralmente bollire il sangue nelle vene, perché se ti piace un pochino, al primo rifiuto dirai "next" e sposterai la tua attenzione su qualcun'altra perdendo la persistenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Lo sai già, ma te lo dobbiamo dire comunque...

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.